Jump to content
IGNORED

Medaglie Modulo Massimo Basiliche di Leone XIII


chiconumi
 Share

Recommended Posts

Nella prossima asta elettronica di Negrini sono state inserite diverse medaglie modulo massimo interessanti, ma soprattutto è presente un cofanetto con le quattro basiliche patriarcali in bronzo dorato di Leone XIII. Bartolotti nel suo volume "Le Medaglie Pontificie di Modulo Massimo" (testo di riferimento per questa medaglistica) testimoniava di aver avuto visione solo di quella in bronzo, quindi questo gruppo penso sia da considerare estremamente raro. Chiedevo perciò a chi segue questa medaglistica da tempo (e penso a Renzo-Fabio ecc. ecc.) se anche a loro risulta l'estrema rarità di questi moduli o se nel tempo (il volume del Bartolotti è datato al 1971) sono uscite in commercio altri pezzi.     

806D.jpg

806R.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ecco due miei esemplari in argento. IL rovescio di quella con S.Maria Maggiore è stato ripreso da una emissione di Pio IX.

20211030_161842.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Scusate se sono foto un po'tagliate.Sono,tra l'altro,incorniciate.

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Scusate  ma non so fare foto migliori per evitare i riflessi del vetro. 

20211030_163027.jpg

20211030_162926.jpg

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


22 ore fa, Aristarco dice:

ma i riconi papali non riguardano solo il Mazio e pre Pio VII ?

No ve ne sono di molto  piu’ moderni fatti a scopo fraudolento oppure venduti come ‘prove di zecca’ 

Link to comment
Share on other sites


Per dare un idea questo è il mio cofanetto datato 1925.

Le medaglie sono in PB Ramato e se all'epoca gli avessero fatto la doratura 

sarebbero simili a quelle in vendita adesso.

Questi retri dei massimi moduli di Pio IX ripresi poi da Leone XIII furono riconiati in epoche successive

e in materiali diversi.

Non ho documenti a supporto ma non credo di sbagliarmi

post-9622-0-23387000-1464590064.jpg

post-9622-0-57699500-1464590078.jpg

post-9622-0-31527100-1464590048.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

È un terreno minato quello dei riconi di medaglie papali.Difficile ed insidioso.Un mio giudizio riguardo le medaglie di Negrini : il dritto con l'indicazione dell'anno di Pontificato, secondo me,depone per la coevita'delle stesse.Quelle medaglie con Pio IX non lo presentano,ma potrebbero anche essere originali...

Edited by RobertoRomano
Link to comment
Share on other sites


Per la medaglistica papale antica occorre studio e attenzione per imparare a distinguere le medaglie originali dai riconi del 1600/1770 opera degli Hamerani e da quelli molto più  comuni del Mazio nel corso del 1800. 

Per le medaglie del 1800 e moderne i riconi costituiscono invece  - per quanto ho potuto osservare in tanti anni - un fenomeno marginalissimo e del tutto occasionale; per fortuna non c'è la convenienza economica,  perchè il nostro collezionismo è limitato e quindi sarebbe impossibile una produzione in quantità economicamente vantaggiose. In alcune occasioni certamenti i coni ex Mazio (ora conservati dalla Zecca) sono stati prestati per particolari emissioni; ma gli esemplari riconiati portano elementi identificativi della riconiazione.

Come in tutti i settori del collezionismo ci sono le eccezioni. L'esempio sono le medaglie di massimo modulo delle basiliche (molto spesso uniface del rovescio), che sono medaglie affascinanti anche per chi non sia collezionista del settore. Per quanto ho potuto constatare,  a mio giudizio, questi esemplari postumi non sono riconi, ma copie fuse e nelle fusioni basta la disponibilità di un esemplare originale per cimentarsi.  Le medaglie dell'astuccio di giangi sono in metallo bianco bronzato e quindi in un metallo non rituale, che per le fusioni ha il pregio di essere duttile e di  non determinare il restringimento del diametro. Recentemente ho visto le stesse medaglie in bronzo su ebay. ma con diametro mm. 80 anzichè mm. 82 e con le porosità caratteristiche delle fusioni in bronzo anche ben fatte. 

Come vecchio collezionista vorrei sostanzialmente tranquillizzare sulla bontà delle collezioni formate con attenzione e passione.

Vorrei fare complimenti a robertoromano per i suoi esemplari in argento ; i massimi moduli in argento sono certamente molto rari.

Le medaglie in asta Negrini sono a mio parere originali. Vorrei dire a chiconumi che i massimi moduli di Leone XIII sono certamente più rari rispetto a quelli di Pio IX,  ma a mio giudizio la doratura non accresce rarità (non è difficile dorare medaglie) ed ha un limitato  apprezzamento collezionistico  solo perchè impreziosisce l'esemplare, venendo applicato sul medesimo un metallo nobile.

L'apprezzamento delle dorature è comunque più significativo per quelle a mercurio, che di norma testimoniano una antichità dell'esemplare.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Il 5/11/2021 alle 18:39, RobertoRomano dice:

È un terreno minato quello dei riconi di medaglie papali.Difficile ed insidioso.Un mio giudizio riguardo le medaglie di Negrini : il dritto con l'indicazione dell'anno di Pontificato, secondo me,depone per la coevita'delle stesse.Quelle medaglie con Pio IX non lo presentano,ma potrebbero anche essere originali...

Andrebbero viste da vicino ma il fatto che mi facciano vedere solo un dritto mi fa sorgere qualche dubbio.

Altro dubbio è questa evidenza che di solito ho riscontrato in medaglie di Pio IX riconiate.

Poi sono convinto che questi insiemi siano rarità a prescindere

806D.thumb.jpg.d6de32c48f5fde21499a4c0058e9cd4b.jpg

Link to comment
Share on other sites


Il 6/11/2021 alle 12:17, renzo1940 dice:

Le medaglie dell'astuccio di giangi sono in metallo bianco bronzato e quindi in un metallo non rituale, che per le fusioni ha il pregio di essere duttile e di  non determinare il restringimento del diametro. Recentemente ho visto le stesse medaglie in bronzo su ebay. ma con diametro mm. 80 anzichè mm. 82 e con le porosità caratteristiche delle fusioni in bronzo anche ben fatte. 

 

Quelle mie in Astuccio hanno un diametro tra gli 82,1 e gli 82,4 e mi ha sempre fatto propendere per riconi con i coni originali

Link to comment
Share on other sites


17 ore fa, giangi_75it dice:

Andrebbero viste da vicino ma il fatto che mi facciano vedere solo un dritto mi fa sorgere qualche dubbio.

Bravo Giangi - penso sia opportuno  verificare

levtue sono ‘riconi’ o piuttosto ‘fusioni’ successive? 

Link to comment
Share on other sites


9 ore fa, numa numa dice:

Bravo Giangi - penso sia opportuno  verificare

levtue sono ‘riconi’ o piuttosto ‘fusioni’ successive? 

Le mie sono riconi sia per i dettagli che per il diametro

Link to comment
Share on other sites


56 minuti fa, chiconumi dice:

A quanto pare il lotto medaglie e cofanetto hanno riscosso un buon interesse fino a risultare venduto a 3800 euro + le commissioni del 18%.

A mio avviso ampiamente sopravvalutato. Ma ormai molti dei consueti criteri di prezzo sono saltati.. 

Link to comment
Share on other sites


Non concordo con numa-numa, al quale riconosco peraltro una maggiore conoscenza del mercato. Pensavo che l'astuccio con i quattro massimi moduli di Leone XIII avrebbe raggiunto  € 4.000 ( € 5.000 compresi i diritti). Ho scritto al post  13  che le quattro  medaglie, a mio giudizio,  sono coniazioni originali. Ricordo  che le medaglie di massimo modulo post Pio IX non ebbero una emissione coordinata con specifico evento, ma erano utilizzate dai Pontefici per doni importanti. Ci sono in letteratura documenti di archivio che testimoniano le richieste  ripetute (successive negli anni)  di coniazioni degli uffici pontifici: e i rovesci di massimo modulo delle basiliche si coordinano infatti  progressivamente  con l'ultimo ritratto di diritto  del pontefice disponibile (per Leone XIII sono noti massimi moduli delle basiliche abbinati con diritti anno III, anno V, anno X....)

Nell'asta di Negrini questo astuccio stonava abbastanza con la grande quantità dei riconi Mazio anche in medie condizioni che veniva proposta; ciò poteva indurre a pensare alla non originalità. Tuttavia, a ben guardare, si vede che nell'asta c'è anche una ottima selezione  (una collezione?) di moduli grandi e massimi (medaglie di Pio VII per il Colosseo e il Tempietto del Bramante; diversi massimi moduli di Pio IX e per finire l'astuccio di Leone XIII). Se le medaglie di Pio VII e Pio IX hanno fatto il loro consueto prezzo di circa € 500, va considerato che quelle di Leone XIII sono decisamente più rare e avevano conservazione  veramente eccellente.

Aggiungo che non mi pare che per la medaglistica papale ci sia l'aumento vertiginoso di prezzo  che viene riferito per altre collezioni; forse si possono ancora comperare belle medaglie a prezzi ragionevoli.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


ubi maior minor cessat ?

potro’ anche essere piu’ aggiornato sul mercato ma riconosco a Renzo la sua maggiore esperienza e soprattutto conoscenza del settore delle medaglie pontificie ?

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.