Jump to content
IGNORED

Arnaldo Speroni degli Alvarotti


Oppiano
 Share

Recommended Posts

Buongiorno,

per gli amanti del genere, ecco un bel esemplare dedicato al Vescovo di Adria, direttamente dalla collezione privata di Piero Voltolina di cui riporto anche la descrizione contenuta nel suo lavoro sulle medaglie di Venezia.

In realtà, la medaglia si riferisce alla posa della prima pietra del nuovo (ora ex) seminario di Rovigo.

Da: http://www.archiviodistatorovigo.beniculturali.it/index.php?it/156/lex-seminario-vescovile

La decisione di costruire un nuovo seminario per la diocesi di Adria - Rovigo  si deve al vescovo Arnaldo Speroni degli Alvarotti. Avendo molto  a cuore l'educazione del clero riuscì ad acquistare gli edifici e gli stabili del soppresso convento di S. Agostino . Il progetto venne affidato all'architetto vicentino sacerdote Domenico Cerato (†1792) (come riferisce F. BARTOLI, Le pitture sculture ed architetture della città di Rovigo.Venezia, presso Pietro Savioni, 1793); tale scelta fu probabilmente dettata dal fatto che il Cerato aveva già lavorato nel seminario di Vicenza e nel seminario di Verona e in moltissime chiese e conventi del Veneto, tra i quali anche S. Giustina di Padova. Nel 1779 si posò la prima pietra, come attesta la lapide murata nella chiesa di S. Agostino a ricordo dell'evento. I lavori non furono diretti dal Cerato, ma l'incarico venne assegnato a Giovan Battista Padrin dal Tresto (altra figura interessante di proto, a cui si devono parecchie opere nel Polesine, tra cui la chiesa di Villanova del Ghebbo, la chiesa di Arquà Polesine e la costruzione della cupola del Duomo di Rovigo nel 1770). Dopo la morte di Giovan Battista Padrin, la fabbrica fu diretta da Giuseppe Sabadini fino alla fine dei lavori nel 1794.

Arnaldo Speroni degli Alvarotti, di nobile famiglia padovana, era monaco Benedettino Cassinese della Congregazione di S. Giustina. Dopo essere stato per sei anni maestro dei novizi di S. Giorgio Maggiore e poi di S. Paolo fuori le mura a Roma, nel 1776 venne eletto vescovo di Adria e Rovigo. Durante il suo incarico pastorale fece sistemare oltre al Seminario anche la Cattedrale di Adria (1776), quindi fece restaurare (tra l'altro) i palazzi vescovili di Rovigo (1788) e di Adria.

https://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-MX495E/233

Da: http://dspace.unive.it/handle/10579/10824

Arnaldo Speroni degli Alvarotti, nobile padovano ed erudito uomo di chiesa, già in vita dispose affinché tutta la sua libreria personale fosse lasciata ad uso del Seminario di Rovigo. Forse già in vista di questo lascito il vescovo fece redigere nel 1778 un Index nel quale vennero raccolti in ordine alfabetico per autore i titoli che formavano la sua biblioteca personale. Alla base di questo studio vi è proprio l’analisi dell’Index del 1778. Un catalogo manoscritto in forma di rubrica che pur risultando, per citare le parole del canonico e bibliotecario Luigi Ramello, “assai inesatto, mancante del luogo ed anno dell’edizione = inatteso nel formato, e nella citazione degli autori, che [...] prendendo in lor vece gli editori, commentatori, o traduttori ecc.”, offre numerosi spunti di analisi, uno straordinario documento e strumento di ricerca per ripercorrere e ricostruire la fisionomia del fondo librario speroniano. L’obiettivo di questo elaborato è quello di fornire un’analisi della biblioteca personale del vescovo Speroni, che ancora oggi è conservata presso il “suo Seminario”, non più compatta ed unita, immediatamente riconoscibile ed identificabile nei depositi librari, ma mescolata al resto del posseduto e delle donazioni che si sono avvicendate nell’arco della più ampia storia della biblioteca del Seminario.

https://it.wikipedia.org/wiki/Arnaldo_Speroni_degli_Alvarotti
 

Buon sabato.

Domenico

 

6DF2AFA6-A15A-4C40-92D3-41E3418946CE.jpeg

A1FA28EA-2CF7-47CA-B32D-86476FCCBF72.jpeg

B3606E29-371E-471E-AB8E-C7BC3B1E6E6E.jpeg

B8285BDB-81DF-4C69-9EAB-A6150191AE30.jpeg

7D96F745-16E6-4100-8511-C1DEBEBC1166.jpeg

Link to comment
Share on other sites


Ritroviamo l’esemplare nella famosa asta Arsantiqva The Serenissima collection. History of Venice through Medals. (part III)  Londra 11/12/2003.
 

66783993-F7AF-4AA6-975E-836D9BE51602.jpeg

CD1AFACE-5A9A-47B9-AE4A-5E3CC7833491.jpeg

AAA11FC4-6BE3-4F21-8FEC-4502EDB695A1.jpeg

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.