Jump to content
Create New...
IGNORED

Storia e monete di Gens repubblicane "minori"


Cremuzio
 Share

Recommended Posts

Posted (edited)

Come scritto nel precedente articolo sulla Gens Sestia , che riportero' a suo tempo in ordire alfabetico , il termine improprio di "minori" riguarda esclusivamente il rapporto tra individui noti di una Gens e numero di monete emesse , praticamente trattero' di quelle Famiglie che ci hanno lasciato poche tracce della loro presenza , riguardo la loro storia e le poche monete pervenuteci .

Per non scrivere ogni volta un nuovo articolo le raggruppero' in ordine alfabetico sotto il titolo del presente articolo . Grazie e spero interessi .

                                                                                                 Gens Allia – Alliena

Come storia della Gens Allia non ho trovato praticamente nulla , tranne questo articolo su una Casa vinicola nel quale si accenna a questa antica Famiglia romana http://www.zipparri.it/il-territorio/la-storia.html

Un secondo accenno consiste nell’ identificare la Gens Allia con la Aelia , questo accostamento personalmente non mi convince , non so voi , la Gens Aelia era ben famosa e ben conosciuta con questo nome .

Della Gens Allia non ho trovato notizie storiche , solo una moneta , un Denario in foto , a nome di C. ALLI BALA

La Gens Alliena era una famiglia di origine plebea della Repubblica . Il primo membro della Gens noto alla storia fu Lucius Alienus , edile nel 454 a.C. La famiglia rimase poi sconosciuta alla storia per diversi secoli fino a riemergere dall’ oscurita’ nel I secolo a.C.

Si pensa che Il nome Alienus potrebbe derivare dall' aggettivo latino alienus , "straniero". E' stato utilizzato anche come cognomen personale dalla Gens etrusca dei Caecina . Gli Allieni erano di grande antichità a Roma , ma non sembrano essere stati una famiglia particolarmente numerosa e importante.

Personalmente ho qualche dubbio con la teoria che il nome di questa Gens Alliena derivi da “alieno = straniero” , togliere una L dal nome originario sembra piu' una forzatura per arrivare a “straniero” , anche perche’ la legenda della secona moneta in foto parla chiaro , il vero nome era Alliena non Aliena , da cio’ si potrebbe ipotizzare , ipotesi personale , un’ origine geografica della Famiglia nella bassa Sabinia , infatti un tempo scorreva nella zona , a circa 20 chilometri a nord est di Roma , il fiume Allia , l’ attuale Fosso della Bettina , situato vicino il Comune di Monterotondo , che avrebbe potuto dare nome alla zona dove viveva o dove aveva proprieta’ la Gens Allia o la Gens Alliena , che sembrano avere la stessa radice , presso il cui fiume fu combattuta la famosa battaglia , circa nel 390 a. C. , fra Romani e Galli Senoni che si concluse con una sconfitta disastrosa per l'esercito romano e con la presa di Roma , tranne il Campidoglio , da parte di Brenno .

Il nome della Gens Allia , di cui Allieno indicherebbe forse solo un ramo o un appartenente a quella Gens , teoria che pero’ si basa esclusivamente su delle monete che portano solo il monogramma AL e alcune con il nome completo diviso tra D/R a nome di C. ALLI BALA attribuiti appunto alla Gens Allia , questo non esclude che nel caso della moneta con il solo monogramma AL , si possa trattare di un monogramma sia della Gens Allia che della Alliena .

Fatte queste premesse l’ unico personaggio di questa antica Famiglia Alliena che emise monete fu Aulo Allieno , un politico e generale dell' antica Roma. Era un amico di Cicerone , che parlava di lui in termini elevati . Fu legato del fratello di Cicerone , Quinto Tullio Cicerone nella Provincia romana dell' Asia nel 60 a.C. , POI Pretore nel 49 . L' anno seguente , ebbe assegnata la Provincia di Sicilia e inviò a Giulio Cesare , che era allora nella Provincia dell' Africa , un grande corpo di truppe . Continuò in Sicilia fino al 47 e ricevette il titolo di Proconsole . Due delle lettere di Cicerone sono indirizzate a lui . Il suo nome e' impresso su una moneta che ha su un lato C. CAES. COS. ITER e nell' altro A. ALLIENVS PROCOS .

Nel 43 a.C. gli furono richieste da Publio Cornelio Dolabella di portare quattro Legioni nella Provincia d' Egitto . Al suo ritorno dall' Egitto con le quattro Legioni , fu sorpreso da Cassio Longino in Palestina, che era a capo di otto Legioni ; poiché era in inferiorità numerica , Allienus si unì a Cassio , uno dei congiurati .

Un curioso accostamento tra l’ antica Gens Allia - Alliena con una nota Famiglia attuale

https://palazzoalliatadivillafranca.wordpress.com/2016/04/11/storia-della-famiglia-alliata-o-agliata-2/

Veniamo all’ unica moneta conosciuta emessa da Aulo Allieno :

al D/ testa di Venere con intorno la legenda C. CAESAR IMP. COS ITER al R/ l’ eroe Trinacrus con un piede posato su una prua di nave , sul braccio sinistro tiene un mantello e sullla mano destra regge il triscele , simbolo della Sicilia , intorno la figura la legenda A. ALLIENUS PRO COS .

Denario di grande rarita’ .

Fonti : rete , wikipedia , babelon


 

243.jpg

437-709619.jpg

Edited by Cremuzio
Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

                                                                                                       Gens Antia

La Gens Antia era anch’ essa una Famiglia romana di origini plebee , conosciuta tramite Tito Livio fin dal tempo della prima Repubblica . Questa Gens si ritiene fosse originaria della città laziale di origine volsca , Antium (Anzio) 

L’ origine di questa famiglia e’ molto antica e illustre , Spurio Antio fu un ambasciatore romano inviato a Veio , insieme ad altri tre ambasciatori , dal re etrusco Lar Tolumnio nel 438 a. C. , tutti vennero uccisi , a ricordo del loro assassinio gli furono erette statue nel Foro . Come tante altre Famiglie romane anche gli Antii si crearono origini mitologiche , pretesero infatti di avere avuto origine da Antiades , uno dei 50 figli di Ercole e di Aglaia .

Dopo Spurio Antio gli esponenti piu’ noti della Gens furono Caio Antio Restio , Tribuno della plebe nel 68 a. C. e autore di una legge suntuaria che vietava ai Magistrati di accettare inviti a cena , e Gaio Antio Restio , figlio del precedente , che fu Triumviro monetale nel 47/45 a.C. , poi proscritto dai triumviri nel 43 a.C. . Caio Antio Restio, nipote e figlio dei due precedenti Antii fu un Senatore incaricato del censimento in Gallia nel 14 d.C.

Altri Antii noti furono :

Marco Antio Brisone , Tribuno della plebe nel 137 a.C. , insieme a Marco Emilio Lepido Porcina , si oppose alla lex Cassia Tabellaria

Gaio Antio Aulo Giulio Quadrato , Console suffectus nel 94 e Console nel 105 .

Marco Antio Crescente Calpurniano , Governatore della Britannia nell’ anno 202

In foto un Denario a nome di C. Antio Restio , al D/ Testa a destra del Tribuno RESTIO padre o antenato del Triumviro monetale , al R/ C. ANTIO C. F. con Ercole nudo che tiene una mazza nella mano destra e con la sinistra tiene un trofeo , sul braccio la spoglia del leone Nemeo . 

Un secondo Denario a nome dello stesso Antio , al D/ Teste a destra dei DEI PENATES , al R/ C. ANTIO C. F. , stesso rovescio del precedente pezzo . Lo stesso monetale emise anche Quinari e Sesterzi . 

Fonte : Tito Livio , wikipedia , babelon

Rzg4g9Nq3Dp5BiY7X5kHWd6wF8oG2K.jpg

Edited by Cremuzio
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


                                                                                                   Gens Apronia

La Gens Apronia fu anch' essa una famiglia di origini plebee , conosciuta nella storia della Repubblica e in prima epoca imperiale .

Il primo membro della Gens a raggiungere carica pubblica fu Gaio Apronio , Tribuno della plebe ,  eletto come uno dei Tribuni della plebe sull' abolizione del decemvirato nel 449 a.C. , ci fu poi un lungo periodo di oscurita’ della Famiglia , fino a Quinto Apronio il capo dei decumani in Sicilia durante il governo di Verres nel 73 - 71 a.C. , fu ferocemente accusato da Cicerone per la sua rapacità e per atti di malvagità . Particolarmente odioso fu l' episodio che vide Apronio trattare in maniera vergognosa Quinto Lollio , un cittadino romano novantenne della Sicilia ed appartenente all' ordine equestre .

Nessun altro degli Apronii ottenne cariche pubbliche  fino al I secolo d.C. quando ridivennero noti alla storia con i seguenti personaggi :

Lucio Apronio, fu Console suffectus nell'8 d.C. e successivamente Proconsole in Africa , qui durante la guerra contro Tacnarinate , una Coorte della Legione III Augusta si macchio’ di fuga davanti al nemico e Apronio rinnovo’ la pratica della decimazione della Coorte disonorata . Fu poi Propraetore in Germania Inferiore , dove pero’ non riuscì a sedare una rivolta dei Frisi al tempo di Tiberio .

Noti i tre figli di Lucio Apronio , due femmine e un maschio :

Apronia L. f. , forse assassinata dal marito Marco Plauzio Silvano , che fu Pretore nel 24 d.C. , pare infatti che costui butto’ giu’ dalla finestra la moglie Apronia , mentre Plauzio d’ innanzi al Giudice affermo’ che mentre dormiva , Apronia si era tolta la vita .

Apronia L. f., moglie di Gneo Cornelio Lentulo Ghetuico , Console nel 26 d.C. 

Infine il figlio maschio di Lucio Apronio :

Lucio Apronio L. f. Cesiano, console nel 39 d.C

Uno degli Apronii fu anche Triumviro monetale , molto probabilmente Lucio padre , tra il 12 e il 5 a.C. in quanto non ci ha lasciato il suo prenome ; nome Apronio che compare , insieme ad altri III Viri monetali , in tutto IV Viri : Sisenna , Galus e Messalla , soltanto su un piccolo bronzo , un Quadrante in foto , con al centro , da un lato , un’ Ara o Altare e dall’ altro , SC .

Fonte : Tito Livio , Cicerone , Tacito , Cassio Dione , Babelon


 

aNy7a6YnqDp29QjBzP4bE8sF3kGHcW.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

                                                                                                   Gens Autronia

 

Anche questa fu una Famiglia di origini plebee presente fin dai primi anni della Repubblica .

Nessun componente ebbe incarichi pubblici fino a :

Publio Autronio Peto che fu un politico vissuto negli ultimi anni della Repubblica , nel 66 a.C. fu coinvolto nella prima congiura di Lucio Sergio Catilina  . Fu uno dei due personaggi canditati a Console e venne eletto nelle elezioni consolari per l' anno 65 a.C. , suo collega fu Publio Cornelio Silla , nipote di Lucio Silla , ma prima che avesse inizio il loro mandato furono accusati di brogli elettorali da Lucio Aurelio Cotta e Lucio Manlio Torquato . Riconosciuti colpevoli , la loro elezione fu annullata e furono eletti Consoli al loro posto i due personaggi subito dietro i due Consoli appena eletti in base ai voti ricevuti . Publio Autronio tentò una cospirazione insieme a Catilina per eliminare i nuovi Consoli che erano stati eletti al loro posto , ma il piano fallì per un errore di Catilina che diede il segnale di intervenire ai congiurati prima che fossero tutti riuniti .

Quindi la congiura falli e il vecchio amico di Apronio , Cicerone , si rifiutò di difenderlo , fu quindi processato e mandato in esilio in Epiro . Quando Cicerone stesso fu esiliato nel 58 a.C., temeva che Autronio per vendicarsi della mancata difesa , potesse tentare di ucciderlo .

Figlio del precedente , Lucio Autronio Peto politico e generale romano , fu un sostenitore di Ottaviano e per tale motivo divenne Console suffetto il 1º gennaio del 33 a.C. in sostituzione di Ottaviano che tornava nell' Illyricum .

Successivamente nel 29 a.C. divenne Proconsole in Africa dove vi rimase per due anni ; fu acclamato Imperatore dai suoi soldati ed al suo ritorno a Roma nel 28 a.C. ebbe l' onore del trionfo .

Di questa Famiglia sono conosciute due monete con presente solo il monogramma , quindi e’ sconosciuto il prenome di chi emise le monete , un Denario in foto con Roma e i Dioscuri e un Asse con il solito Giano bifronte al D/ , ROMA sotto la prua di nave , segno di valore davanti la prua e AUTR in monogramma in alto , in stile come nel Denario , impresso sopra la prua al R/ , di questa moneta non ho foto ma e’ presente nel Babelon .

Come curiosita’ lo scrittore Macrobio vissuto tra la fine del IV e i primi decenni del V secolo , cita nei suoi scritti un Autronio Massimo vivente nel V secolo a.C. , quindi questa Gens sarebbe di notevole antichita’ . Questo il passo narrato da Macrobio a proposito di Autronio Massimo :

https://www.skuolasprint.it/versione-latino/gli-dei-non-ammettono-la-crudelta-neppure-nei-confronti-degli-schiavi-A_108125.html

Fonte : wikipedia , rete , Babelon

 

autronia1.jpg

Edited by Cremuzio
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Staff
Posted (edited)

Mi permetto di inserirmi in questa discussione che continuerà a prendere corpo nel corso del tempo  (eventualmente posso poi portare questo ed altri interventi "intrusivi" in una discussione separata senza problemi).

La scelta che hai fatto prevede di strutturarla in ordine alfabetico. E' una scelta pratica ai fini della consultazione, può esserlo meno invece in termini di obiettivo finale. Ci sono numerosissimi magistrati monetali praticamente sconosciuti, così come gentes poco note e sarebbe comunque estremamente interessante, alla fine di un lavoro sicuramente lungo ed impegnativo, poter ricavare qualcosa dalle evidenze emerse. Per fare questo però vedrei meglio una struttura ed un'impostazione differente, di tipo cronologico. Non so se tu ti sia preposto un obiettivo, una sorta di studio di sintesi indicante ad esempio la percentuale di magistrati monetali appartenenti a famiglie altrimenti scarsamente o per nulla conosciute che ha operato in un determinato periodo (ovviamente calcolato sul totale delle tipologie monetali)... questo potrebbe essere un dato interessante. Ma anche qui le varibili sono numerosissime ed andrebbero in un certo senso ben definite. 

 

Ti allego qui sotto i tre volumi del Broughton (MRR 1-3), fondamentali per orientarsi nel contesto. C'è anche un aggiornamento di Champlin (MRR 0):

MRR1 - T. Robert S. Broughton - The Magistrates of the Roman Republic 509 B.C.-100 B.C. Vol. 1.pdf

MRR2 - T. Robert S. Broughton - The Magistrates of the Roman Republic 99 B.C.-31 B.C. Vol. 2.pdf

MRR3 - T. Robert S. Broughton - The Magistrates of the Roman Republic - Supplement.pdf

MRR0 - Edwar Champlin - MAGISTMRR0 - Edwar Champlin - MAGISTERIAL REVISIONS.pdfERIAL REVISIONS.pdf
 

                   
Edited by Rapax
  • Like 3
  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites


Staff
Posted (edited)

In questa tabella (che sto verificando man mano da un po' e al momento, eccezion fatta per i "dittatori", mi pare attendibile) puoi vedere tutte le famiglie i cui esponenti hanno ricoperto cariche. Le prime colonne riguardano il periodo repubblicano. Osservando anche solo la terza colonna  puoi farti una prima idea piuttosto velocemente (la carica di magistrato monetario rientra naturalmente nelle magistrature). 

                     
  Gentes Origin Magistracies (Republic) Consulships (Republic) Dictators (Republic) Censors (Republic) Plebeian Tribunes Consulships (Empire) Emperors  
  Aebutia Roman 11 3   0 0 1    
  Aemilia Sabine 56 53   7 0 13 0  
  Antonia Roman 16 9   2 5 10    
  Aquillia Roman 16 5   0 1 1    
  Atilia Roman 35 19   3 3 6 0  
  Claudia/Clodia Sabine 92 45   7 9 22 4  
  Cloelia Alban 9 3   1 1 0    
  Cominia Aurunci? 4 3   0 1 0    
  Cornelia Roman 185 107 2 15 5 54 0  
  Curiatia Alban 5 2   0 1 0    
  Curtia Sabine 9 1   0 2 3    
  Fabia Roman 72 62 1 6 5 17 0  
  Furia Tusculum 50 41   5 3 1 0  
  Gegania Alban 6 7   1 0 0    
  Genucia Roman 17 12   0 4 0    
  Herminia Etruscan 2 2   0 0 0    
  Horatia Roman 9 8   0 0 0    
  Hostilia Roman 18 3   0 4 0    
  Julia Alban 39 33   3 0 76 3  
  Junia Roman 56 17   3 9 41 0  
  Larcia/Lartia Etruscan 2 4   0 0 4    
  Lucretia Roman 20 12   0 3 1    
  Manlia Tusculum 62 36   3 4 6 0  
  Marcia Sabine 50 21   7 9 7 0  
  Menenia Roman 9 11   0 4 0    
  Metilia Alban 4 0   0 4 4    
  Minucia Roman 39 15   0 10 0    
  Mucia Roman 12 6   0 5 0    
  Nautia Roman 10 10   0 0 0    
  Numicia Roman? 2 1   0 1 0    
  Papiria Alban 53 35 2 6 6 3 0  
  Pinaria Sabine 12 3   0 0 1    
  Postumia Roman 50 33   7 0 4 0  
  Quinctia Alban 36 37 2 1 1 4 0  
  Quinctilia Roman 10 2   0 0 1    
  Sempronia Roman 52 24   6 12 2 0  
  Sergia Roman 16 13   0 0 3    
  Servilia Alban 64 41   3 11 7 0  
  Sestia Roman 6 2   0 2 1    
  Siccia/Seccia Roman? 3 0   0 1 0    
  Sulpicia Roman 43 38   5 2 10 1  
  Tarquitia Etruscan 3 0   0 0 0    
  Tullia Alban? 10 4   0 0 6    
  Valeria Sabine 78 74 2 6 4 47 0  
  Verginia Etruscan 18 14   0 9 3    
  Veturia Roman o Sabine 16 17   1 0 0    
  Volumnia Etruscan 8 3   0 0 0    
  Aburia   4 0   0 1 1    
  Acilia   17 6   0 3 14    
  Aelia Roman? 22 6   2 4 13 3  
  Afinia   2 0   0 0 1    
  Afrania Picentine 3 1   0 1 2    
  Albia   2 0   0 0 1    
  Albinia   3 1   0 1 0    
  Aliena   2 0   0 1 1    
  Allia   4 0   0 0 2    
  Ampia   2 0   0 1 0    
  Ancharia Etruscan 2 0   0 1 0    
  Anicia Praeneste 5 1   0 0 6 2  
  Annia Picentine 23 2   0 2 31 2  
  Antia   4 0   0 2 2    
  Antistia Gabii 20 2   0 6 9    
  Appuleia Roman? 22 2   0 5 2    
  Apronia   2 0   0 1 2    
  Apustia   4 1   0 0 0    
  Arrenia   2 0   0 2 0    
  Arria   3 0   0 0 6    
  Arruntia Etruscan 2 0   0 0 7    
  Asellia   3 0   0 1 0    
  Asinia Marrucini 3 1   0 1 9    
  Ateia   5 0   0 1 1    
  Atinia   8 0   0 3 0    
  Attia   10 0   0 0 3    
  Aufidia   9 1   0 2 5    
  Aulia   3 2   0 0 0    
  Aurelia Sabine 27 12   2 4 14 3  
  Aurunculeia Aurunci? 4 0   0 0 0    
  Autronia   3 2   0 0 0    
  Axia   2 0   0 0 0    
  Baebia   18 2   0 8 4    
  Caecilia Praeneste 47 19   5 12 8 0  
  Caecinia Etruscan 0 0   0 0 7    
  Caedicia   5 2   1 1 0    
  Caepasia   2 0   0 0 0    
  Caesetia   3 0   0 1 0    
  Caesia   2 0   0 0 1    
  Calidia   4 0   0 1 0    
  Calpurnia Sabine 34 10   2 4 21    
  Caninia Tusculum 6 2   0 1 3    
  Canuleia   5 0   0 5 0    
  Carisia   2 0   0 0 0    
  Carvilia   8 4   1 2 0    
  Cassia Hirpini 24 10   2 8 12    
  Catia   3 1   0 0 3    
  Cestia   3 0   0 0 3    
  Cicereia   2 0   0 0 0    
  Cincia   4 0   0 1 0    
  Cispia Hernician 2 0   0 1 0    
  Cluvia   5 0   0 0 1    
  Cocceia Umbrian 3 2   0 0 4 1  
  Coelia/Caelia Etruscan 19 1   0 5 12 1  
  Considia Roman? 7 0   0 1 0    
  Coponia Tibur 3 0   0 0 0    
  Cornificia Rhegium 4 1   0 3 0    
  Coruncania Tusculum 3 1   0 0 0    
  Cosconia   9 0   0 1 0    
  Cossutia   2 0   0 0 0    
  Crepereia   3 0   0 0 0    
  Critonia   2 0   0 0 0    
  Cupiennia   2 0   0 0 0    
  Curia   6 3   1 4 0    
  Decia Sabine? 10 6   1 5 0    
  Decidia   3 0   0 1 0    
  Decimia Samnite 7 1   0 0 0    
  Didia Roman? 6 2   0 2 3 1  
  Digitia   2 0   0 0 0    
  Domitia   18 11   3 2 15 1  
  Duillia Roman? 8 4   0 2 0    
  Duronia   2 0   0 1 0    
  Egnatia Samnite 5 0   0 0 2    
  Egnatuleia   2 0   0 0 0    
  Epidia   2 0   0 1 0    
  Erucia Etruscan 2 0   0 0 4    
  Fabricia Hernician 5 2   1 1 1    
  Falcidia   2 0   0 2 0    
  Fannia   11 2   0 4 0    
  Flaminia Roman? 8 3   1 2 0    
  Flavia Sabine 11 2   0 5 41 3  
  Folia   2 2   0 0 0    
  Fonteia Tusculum 19 1   0 0 4    
  Fufia   3 1   0 2 2    
  Fufidia   2 0   0 0 1    
  Fulvia Tusculum 34 20   4 5 11 0  
  Fundania Volscian? 6 1   0 3 1    
  Furnia   2 0   0 2 1    
  Gabinia   7 1   0 3 3    
  Gallia Samnite 4 0   0 0 0    
  Gellia Samnite 4 2   1 0 0    
  Gratidia   3 0   0 1 0    
  Helvia   4 0   0 1 1    
  Herennia Samnite 9 2   0 5 7    
  Hirtuleia   2 0   0 0 0    
  Hortensia Roman? 8 1   0 1 0    
  Icilia Roman? 6 0   0 13 0    
  Insteia   3 0   0 1 1    
  Juventia Tusculum 10 0   0 1 4    
  Laberia   3 0   0 0 4    
  Labiena   2 0   0 1 0    
  Laelia   5 2   0 1 3    
  Laetoria   6 0   0 1 0    
  Licinia Etruscan? 64 20   5 26 37 3  
  Ligaria Sabine 2 0   0 0 0    
  Livia Roman? 16 6   2 4 2    
  Livineia   2 0   0 0 0    
  Lollia   7 0   0 1 3    
  Lucceia   2 0   0 1 0    
  Lucilia   9 0   0 2 1    
  Lutatia   9 5   2 0 0    
  Maecilia   2 1   0 4 0    
  Maelia   3 2   0 2 0    
  Maenia   10 1   1 5 0    
  Maevia   2 0   0 1 0    
  Magia Campania 4 0   0 1 0    
  Maiania   2 0   0 0 0    
  Mallia   6 1   0 0 1    
  Mamilia Tusculum 10 3   0 2 0    
  Mania   2 0   0 0 0    
  Manilia Latin? 9 2   0 3 3    
  Maria   11 8   0 3 7    
  Matiena   5 0   0 0 0    
  Memmia   18 1   0 5 3    
  Mindia   2 0   0 0 0    
  Mummia   8 1   1 2 5    
  Munatia   6 1   1 1 3    
  Naevia   5 0   0 1 2    
  Nasidia   2 0   0 0 0    
  Nigidia   2 0   0 1 0    
  Nonia Picentine? 8 1   0 3 14    
  Norbana   3 2   0 0 3    
  Novia   2 0   0 1 2    
  Numisia   2 0   0 0 0    
  Numitoria Alban 4 0   0 3 0    
  Occia   2 0   0 0 0    
  Octavia Volscian 28 5   0 3 7 1  
  Ogulnia   5 1   0 2 0    
  Opimia Roman? 10 2   0 1 0    
  Oppia Sabine 19 2   0 3 2    
  Otacilia Samnite? 6 3   0 0 1    
  Papia Samnite 6 0   0 1 2    
  Pedia   2 1   0 0 1    
  Peducaea Umbrian 6 1   0 2 5    
  Perperna Etruscan 6 2   1 0 0    
  Petillia   5 1   0 2 3    
  Petronia Sabine 4 0   0 0 19    
  Plaetoria Tusculum? 11 0   0 2 0    
  Plautia/Plotia Roman/Latin 30 9   1 3 12    
  Poetelia   7 6   0 1 0    
  Pompeia Sabine 29 8   1 4 21    
  Pomponia Sabine 26 3   0 6 26    
  Popillia Sabine 23 10   1 1 0    
  Poppaea Sabine 0 0   0 0 5    
  Porcia Tusculum 24 5   1 4 1    
  Procilia   2 0   0 1 0    
  Publicia Volscian 13 1   0 1 0    
  Publilia Roman? 10 6   1 3 2    
  Pullia   2 0   0 1 0    
  Pupia Roman? 6 1   0 0 0    
  Quintia   2 0   0 0 0    
  Rabiria Tibur/Tusculum 3 0   0 0 0    
  Rabuleia Sabine? 2 2   0 1 0    
  Raecia   2 0   0 0 0    
  Remmia   2 0   0 0 0    
  Roscia   5 0   0 3 5    
  Rubria Roman? 8 1   0 3 0    
  Rupilia   3 1   0 0 0    
  Rutilia   12 2   0 3 1    
  Saenia   2 1   0 0 1    
  Sallustia Sabine 2 0   0 1 6    
  Salonia   3 0   0 0 0    
  Salvia   2 0   0 1 9 1  
  Saufeia   3 0   0 1 0    
  Scantia   2 0   0 2 0    
  Scantinia   2 0   0 0 0    
  Scaptia   2 0   0 0 0    
  Scribonia   12 3   1 4 1    
  Sentia Latin? 4 0   0 0 5    
  Septimia   4 0   0 0 3    
  Serria   2 0   0 0 0    
  Sextia Roman? 9 2   0 11 5    
  Sextilia   11 1   0 0 0    
  Sicinia Sabine 10 1   0 10 0    
  Silia   7 0   0 2 7    
  Sosia   2 1   0 0 2    
  Statia   2 0   0 1 4    
  Stertinia   3 0   0 0 4    
  Terentia   24 2   0 4 6    
  Thoria   2 0   0 1 0    
  Tillia   2 0   0 0 0    
  Titia Sabine 16 1   0 3 3    
  Titinia   13 2   0 4 1    
  Tituria   2 0   0 0 0    
  Trebellia   2 0   0 2 1    
  Trebonia   7 3   0 3 2    
  Tremellia   6 0   0 1 1    
  Tuccia   2 0   0 0 1    
  Turia   2 0   0 0 0    
  Turullia   2 0   0 0 0    
  Ulpia Umbrian 0 0   0 0 7 1  
  Valgia   2 0   0 0 1    
  Vargunteia   3 0   0 0 0    
  Varia   2 0   0 1 0    
  Velleia   3 0   0 0 2    
  Ventidia   2 1   0 0 0    
  Venuleia   2 0   0 0 3    
  Vergilia   3 0   0 0 0    
  Vettia   3 0   0 0 12    
  Vibia Samnite 10 1   0 1 15 2  
  Vibullia   2 0   0 0 0    
  Villia   7 1   0 4 0    
  Vinicia   2 1   0 1 6    
  Vipsania   3 1   1 0 3    
  Vitellia   0 0   0 0 8 1  
  Voconia   5 0   0 1 1    
  Volcatia   5 1   0 1 0    
  Volteia   2 0   0 0 0    
  Volusena   2 0   0 0 0    
  Volusia   3 0   0 0 6    
                     
Edited by Rapax
  • Like 2
  • Thanks 4
Link to comment
Share on other sites


44 minuti fa, Rapax dice:

Mi permetto di inserirmi in questa discussione che presumo continuerà a prendere corpo nel corso del tempo  (eventualmente posso poi portare questo ed altri interventi "intrusivi" in una discussione separata senza problemi).

Mi pare di capire che la scelta che hai fatto prevede di strutturarla in ordine alfabetico. E' una scelta pratica ai fini della consultazione, può esserlo meno invece in termini di obiettivo finale.

Buonasera @Rapax , in qualita' della sua carica e' un suo sacro santo diritto inserirsi nella discussione allo scopo di consigliare al meglio lo svolgimento del presente articolo . Purtroppo da quanto ha illustrato mi rendo conto di non essere all' altezza di continuare la discussione che comporterebbe essere uno specialista , uno "scienziato" della materia ; il mio intento era molto piu' semplice , piu' da dilettante , semplicemente riportare in ordine alfabetico tutte quelle Famiglie romane che per vari motivi ci hanno lasciato pochi magistrati monetali , uno o al massimo due , come storie personali e come monete , tutto questo seguendo l' ordine del Babelon che spesso e' "accusato" di essere un testo superato e di una semplicita' descrittiva non scientifica , ma che almeno per me rappresenta un modo veloce di consultazione storica e numismatica , in piu' rappresenta una notevole fonte di informazione delle varie Gens descritte . o almeno penso sia cosi' , accetto quindi molto volentieri contraddittori . Grazie del suo intervento e degli allegati , avrei continuato inutilmente al di fuori degli interessi della sezione .

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Staff

Per prima cosa mi farebbe molto piacere che ci dessimo del tu: lo spirito del forum è un po' questo, chi con più esperienza chi con meno, siamo tutti "semplici" appassionati.

Per quanto mi riguarda, non sono affatto un detrattore del Babelon, penso che ogni "testo sacro" abbia un qualcosa che gli altri non hanno, chi una maggior comodità di consultazione, chi una maggior attendibilità cronologica, chi un maggior livello di approfondimento su determinati temi. Ad oggi, nel nostro specifico contesto, non esiste l'opera perfetta e questo sotto certi aspetti è un bene in quanto noi tutti abbiamo la possibilità di portare qualcosa di nuovo, che sia un piccolo o un grande contributo.

Quello che mi sentirei di dirti è di non mollare l'argomento ed i miei naturalmente opinabili suggerimenti volevano essere un incentivo. L'argomento è assolutamente di interese per la sezione!

Io proporrei un "compromesso" perchè una trattazione del genere risulterebbe molto molto vasta e correrebbe il rischio di non vedere la luce. Credo si possa procedere per step, scegliendo un range temporale limitato per poi individuare quali siano in quel determinato periodo le gentes cd "minori". Ientifichiamo quindi un periodo, io mi occupo dell'elenco totale, si individuano le famiglie meno note e tu provvedi all'approfondimento storico esattamente come stai facendo ora. Io nel frattempo posso eleborare qualche "numero". Poi eventualmente ottimizziamo il tutto in corso d'opera. A mio parere potrebbe venir fuori un lavoro molto molto interessante. Fare un tentativo non costa nulla, anzi!  Fare è il miglior modo per imparare e vale per tutti, sempre.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


                                                                                                Gens Axia - Axsia

La Gens Axia , scritta Axsia nel Denario , era una Famiglia conosciuta durante l' ultimo secolo della Repubblica e l' inizio dell' Impero , forse di origine etrusca :

https://www.etruschi.name/casteldasso/index.html#! 

Un Quinto Axsius fu un’ amico di Cicerone tanto che nei suoi scritti ne parla spesso .

Altre notizie sugli Axia :

https://books.google.it/books?id=V4dSAAAAcAAJ&pg=PA93&lpg=PA93&dq=L.+Axsius+Naso&source=bl&ots=BIXAB-pyIJ&sig=ACfU3U2eYwe6c5y4QgEsdVoCa0GRX4gbmw&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwjtxan_-Yb3AhUCsaQKHSB6CVQQ6AF6BAgnEAM

La Gens non sembra essere stata particolarmente grande o importante . Nessuno degli Axii menzionati nella storia ha cognomi ; l'unico cognome trovato nelle iscrizioni è Naso , probabilmente si riferiva ad un componente con un naso prominente o particolare .

Si conosce un solo raro Denario emesso da L. Axsius Naso con varianti dietro la testa di Marte e del carro guidato da Diana , al D/ Testa elmata di Marte , sotto NASO e davanti SC , dietro la testa di Marte simboli , al R/ : Diana con in mano un’ asta che guida un carro tirato da due cervi , in esergo L. AXSIUS L. F. , dietro il carro simboli .

Ci sono inoltre una serie diversa di bronzi emessi sembra nella zecca di Palermo che portano tutte al rovescio il nome NASO diviso su due righe , circondato da ghirlanda , mentre al dritto hanno ognuno teste di : Giano bifronte (in foto) , Giove , Testa femminile diademata .

Un diverso bronzo ha al D/ Testa di Giove e al R/ : un soldato elmato e con un’ asta nella mano sinistra , sotto uno scudo appoggiato all’ asta , nella mano destra tiene un’ oggetto , forse un bastone , davanti la figura NAS-O

Altre notizie su questo personaggio :

https://www.jstor.org/stable/1087333

In foto due Denari con simboli diversi e l' Asse in bronzo con ghirlanda , per altri bronzi consultare il Babelon 

Fonte : rete , Babelon 

 

axia1.1.jpg

nPs75rZp62pCeSG9HB8xaFR34TqJwd.jpg

1161852_1588750297.l.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

                                                                                                   Gens Barbatia

Famiglia praticamente sconosciuta se non fosse per un monetario di fine Repubblica :

“Barbatius Philippus era uno schiavo fuggiasco , del seguito di Antonio , che si dice sia fuggito durante il secondo triumvirato nel 39 a.C.  - non riconosciuto ineleggibile - che aveva eletto Pretore dall' assemblea popolare dei comitati di centuria .

Della Lex Barbatius Philippus , risalente al I secolo a.C. , si sono tramandati diversi casi in cui schiavi entravano negli uffici della magistratura . Così anche quella di Barbatius (o anche Barbarius) , il cui status pseudo-ufficiale diede origine a una controversia legale in quanto schiavo , gli mancava infatti il requisito più elementare per la pretura , la cittadinanza romana . Legalmente non era mai divenuto pretore ( falsus praetor ) ; di conseguenza , i suoi atti ufficiali avrebbero dovuto essere nulli . Tuttavia , è sorta la domanda se i suoi atti ufficiali fossero ancora validi . Ciò è stato affermato nei confronti dei cittadini che avevano confidato nella sua posizione per le loro preoccupazioni ( utilitas , humanitas) . Egli stesso fu giustiziato buttato giu' dalla Rupe Tarpeia . Altrimenti , come schiavo , avrebbe dovuto essere crocifisso . 

Il caso di Philippus era già ben noto nell' antichità , vedi sotto Ulpiano , ed era già stato discusso in dettaglio come tema illustre . Con la riscoperta del diritto romano nell' alto medioevo , i destinatari legali si sono nuovamente occupati del problema , dopo che era stato discusso in tarda antichità . La lex Barbatius ha avuto effetti di vasta portata per tutto il diritto europeo successivo fino ai giorni nostri , dopo che Iacobus Gothofredus aveva riassunto la generalizzabilità per il diritto secolare e canonico”.

Ulpiano : Sommario , Libro 38 , 1, 14, 3 ad edictum

“Barbarius (secondo il manoscritto) Philippus, cum servus fuggitivus esset , Romae praeturam petitit et praetor designatus est , sed nihil ei servitutem obstitisse ait Pomponius , quasi praetor non fuerit ; atquin verum est praetura eum functum"

Ricerche recenti distinguono Barbatius Philippus da Marco Barbatius Pollio , morto nel 41 a.C. come Questore di Marco Antonio . 

https://de.wikipedia.org/wiki/Barbatius_Philippus

Di questo oscuro ed anomalo monetiere si conoscono un Denario e uno stesso Aureo piu' un secondo Denario , il primo Denario emesso come Questore Provinciale , riporta al D/ : M. ANT. IMP. AUG. III VIR R.P.C.M. BARBAT. Q. P. con testa di Marco Antonio , al R/ : CAESAR IMP. PONT. III VIR. R.P.C. con testa di Ottaviano . Stesso conio per l' Aureo 

Il secondo Denario presenta al D/ : M. ANT. IMP. AUG. III VIR R.P.C. M. BARBAT. con testa di Marco Antonio , al R/ : L. ANTONIUS COS. con testa di Lucio Antonio 

Questo Barbatius Philippus fu insomma un caso anomalo , forse unico , nel mondo delle magistrature romane , uno schiavo o ex schiavo che non poteva avere la cittadinanza romana , forse per meriti personali o per conoscenze o per raccomandazioni nel periodo convulso dei triumvirati , raggiunse in qualche modo la carica di magistrato monetale .

image00421.jpg

Edited by Cremuzio
Link to comment
Share on other sites


                                                                                                      Gens Betiliena

La Famiglia Betiliena era originaria forse del Lazio , conosciuta dal 134 a.C. tramite un suo componente L.(ucio) Betilienus Varus , che fu Censore ad Aletrium (Alatri) antica Citta' degli Ernici , quindi la sua Famiglia era rinomata , fu anche un architetto , infatti costruì un acquedotto e diversi edifici pubblici ad Aletrium , (il Babelon lo dice originario di Aletium (?) nel Bruzio , Calabria) dove la sua Gens potrebbe aver avuto origine .  Poi al tempo di Augusto e’ presente a Roma : P.(ublio)  Betilienus Bassus , probabile discendente di Varus , come Magistrato monetario di Augusto , forse verso l’ anno 9 , che emise monete di cui ci e’ pervenuto un piccolo bronzo , un Quadrante .

P. Betilienus Bassus è probabilmente lo stesso uomo che fu poi messo a morte per ordine di Caligola nel 40 d.C.

Il Quadrante emesso da Betilieno Basso :

al D/ : P∙ BETILIENVS BASSVS , al centro : SC , al R/ : III VIR. A.A.A. F.F. , al centro Ara o Altare

Fonte : Seneca , rete , wikipedia 

9Lj4M5NkKTr3y2JmTgc74Czn38wY6t.jpg

Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

                                                                                              Gens Caesia

La Gens Caesia fu , come molte altre meno conosciute , una famiglia di origini plebee che compare come tale alla fine del periodo repubblicano , probabilmente una Gens trasferitasi a Roma dalla bassa Etruria .

Questa Gens potrebbe essere di origine etrusca , a Nord di Roma in prossimita’ di Anguillara Sabazia sul lago di Bracciano , esiste un borgo medievale situato su un colle dei Monti Sabatini , oggi diventato un grosso paese dell' agro romano , che si chiama Cesano , nome derivante forse da questa antica Gens .

I suoi membri più famosi furono Marco Caesio, Pretore nel 75 a.C. in Sicilia sotto gli ordini di Verre , noto grazie alle “Verrine” di Cicerone ; Lucio Caesio , forse fratello di Marco , fu amico di Marco Tullio Cicerone che lo accompagna in Cilicia come Proconsole e Tito Caesio discepolo di Servio Sulpicio , noto giureconsulto ed oratore , anch' egli amico de Cicerone.

Si pensa che il Nomen dei Caesii potrebbe derivare dall 'aggettivo latino caesius , che significa colore azzurro o grigio - azzurro, che si usa per riferirsi al colore degli occhi di una persona .

Il monetiere che interessa fu Lucius Caesius , Triumviro monetalis nel 112 o 111 a.C. , le sue monete raffigurano i Lares Praestites , gli spiriti guardiani di Roma , si deduce che fossero questi i particolari Lari rappresentati nella moneta perche' sono accompagnati da un cane .

al D/ : busto giovane di Apollo Veiove nell’ atto di lanciare un fascio di frecce , dietro APV in monogramma

al R/ : Gli dei Lari seminudi con uno scettro nella mano destra , in basso tra i due Lari , un cane che accarezzano , in alto tra le teste dei Lari , Vulcano con le tenaglie e nel campo in monogramma LARE .

Fonte : Cicerone , Wikipedia , Babelon


 

bFq23WyXj6YS57pWpB9dttN87snCkY.jpg

Edited by Cremuzio
Link to comment
Share on other sites


Buongiorno , chiedo scusa ma termino qui questa ricerca , noto che non riscuote alcun interesse mancando di discussioni inerenti l' argomento trattato , quindi la ritengo inutile al fine del lavoro che in piu' richiede tempo e impegno .

E' stata una mia iniziativa , non richiesta , pensavo pero' che fosse interessante e fonte di approfondimenti , mi sbagliavo , evidentemente chi si interessa di monete romane repubblicane , storia compresa , cioe' tutti quelli che frequentano questa sezione , sono gia' perfettamente informati sull' argomento del presente lavoro .

Per la Direzione del Forum : per non lasciare la ricerca cosi' incompleta sarebbe opportuno , se possibile , che l' articolo venga cancellato , grazie . 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Non mi pare il caso di cancellare una ricerca approfondita e interessante. Non penso che ci si debba sentire sconfortati perche' non ci sono risposte, questo puo' dipendere da motivi molto vari, ma non dimostra disinteresse. Su alcuni temi e' anche difficile intervenire, se non si e' studiata la materia in modo specifico.

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao @gpittini , grazie , apprezzo e comprendo il tuo discorso , non so quanto possa essere condiviso da altri partecipanti alla sezione , ma ho deciso di completare con il dovuto tempo il lavoro iniziato con entusiasmo .

                                                                                                     Gens Calidia

La Gens Calidia e’ una Famiglia poco nota della fine della Repubblica romana  . Il primo della Gens ad essere nominato nella storia fu Gneo Calidio , un cavaliere , forse di origine siciliana , che fu derubato del suo argento da Verre , citato da Cicerone nelle Verrine . Il primo Calidius a raggiungere la ribalta politica fu Marco Calidio, Triumviro monetale nel 117 - 116 a.C. che probabilmente fu il padre di Quinto Calidio, il  Tribuno della plebe nel 99 , poi Pretore nel 79 a.C.

Sono noti pochi altri Calidii oltre ai due sopra :

Marco Calidio , Pretore nel 57 a.C. , che fu anche un celebre oratore , contemporaneo di Cicerone .

Publio Calidio Severo , padre di Tito Calidio , il soldato.

Tito Calidio Severo , un Optio , una specie di assistente di grado inferiore del Centurione , della XV legione , forse vissuto nella seconda metà del I secolo d.C.

Quinto Calidio Severo , fratello di Tito Calidio , in memoria del quale il fratello eresse un monumento a Carnuntum che ci e’ pervenuto , come curiosita' lo riporto :

T.(itus) CALIDIVVS - P(ublii filius) CAM(ilia tribu) SEVER(us) - EQ(ues) ITEM OPTIO - DECVR(io) COH(ortis) I ALPIN(orum equitatae) -
ITEM ) (centurio) LEG(ionis) XV APOLL(inaris) - ANNOR(um) LVIII STIP(endorium) XXXIIII - H(ic) S(itus) E(st) - Q(uintus) CALIDIVS FRATRI - POSVIT

Tornando al Marco Calidio , Triumviro monetale nel 117-116 a.C. , costui emise monete anche con i nomi dei suoi colleghi Triumviri : Gneo Fulvio e Quinto Cecilio Metello .

Denario :

al D/ : testa della dea ROMA elmata , dietro ROMA , davanti una stella o asterisco

al R/ : M. CALID. In esergo Q. MET. CN. FL. , Vittoria con in mano una corona , su biga .

Stesso Denario emesso dagli altri due Triumviri :

D/ : uguale

R/ : Q. MET. M. CALID. CN. FUL. (Gens Cecilia)

R/ : CN. FOUL. M. CAL. Q.MET. (Gens Fulvia)

Rovesci con stessa figura centrale del primo Denario , in foto , a nome M. CALID.

Fonte : Cicerone , wikipedia 

calidia1.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ma le notizie sui "non monetieri" come le trovi? Ad es., come facevi a sapere che nel CIL c' era una iscrizione su un Calidio?

 

Link to comment
Share on other sites


10 ore fa, gpittini dice:

Ma le notizie sui "non monetieri" come le trovi? Ad es., come facevi a sapere che nel CIL c' era una iscrizione su un Calidio?

 

 

Ciao , semplicissimo , se fai una ricerca su una Gens qualsiasi e clicchi su wikipedia , quasi in fondo alla pagina trovi anche l' elenco in ordine di data di vita di tutti i componenti conosciuti di quella Gens ; ancora piu' sotto della stessa pagina , alla voce "Riferimenti" , trovi l' elenco del CIL relativo ai nomi di quei personaggi elencati , naturalmente solo di quelli di cui ci sono pervenute le lapidi , se non trovi CIL vuol dire che le lapidi non esistono di nessun componente .

Clicca infine sul CIL attivo , quello "azzurro" e si apre l' iscrizione .

 

Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

                                                                                                Gens Canidia

Questa Gens Canidia non dovrebbe entrare nel novero delle Famiglie che ebbero un Triumviro Monetale , in quanto nessuno ebbe questa carica , esistono pero’ delle monete che vengono attribuite ad un loro componente .

La Gens Canidia fu menzionata per la prima volta durante la tarda Repubblica ed e’ conosciuta esclusivamente per un singolo individuo di questa Gens : Publio Canidio Crasso , Console suffectus nel 40 a.C. e Generale di Marco Antonio durante la guerra perugina . 

Publio Canidio Crasso , morto nel 30 a.C. , fu un Generale romano e luogotenente di Marco Antonio .

Servì sotto Lepido nella Gallia meridionale nel 43 a.C. e fu d' ora in poi alleato con Antonio . Divenne Console suffetto nel 40 a.C. , poi servì come comandante in Armenia da dove invase , nel 36 a.C. , l' Iberia , attuale Georgia , e costrinse il Re Farnabazo ad allearsi contro Zober , Re d' Albania . Dopo aver soggiogato gli Iberici e gli Albanesi , Crasso si unì quindi alla campagna di Marco Antonio contro la Partia .

Nella battaglia di Azio del 31 a.C. , comandò le forze terrestri di Antonio contro Ottaviano , avendo avvisato Antonio prima della battaglia che sarebbe stato più vantaggioso per le loro forze , unitamente a quelle di Cleopatra , combattere sulla terraferma , dove avrebbero avuto il vantaggio su quelle di Ottaviano . Dopo la sconfitta di Antonio e la fuga in Egitto , Crasso fu accusato di aver disertato il suo esercito . Andò in Egitto , dove fu giustiziato su ordine di Ottaviano .

Vengono attribuite a Marco Canidio Crasso , quando fu Proquestore di Marco Catone a Cipro nel 57 a.C. , due monete , la prima con al D/ : testa di Apollo a destra , con al R/ : fascio con ascia posta in mezzo e fascio che passa in mezzo a CR e A ; la seconda moneta con al D/ : Coccodrillo e al R/ : prua di nave con sopra CRAS , entrambe molto rare .

Fonte : Cicerone , wikipedia , Babelon con disegni delle due monete descritte .

Edited by Cremuzio
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


                                                                                                    Gens Cestia

Cicerone nomina tre componenti di questa Gens plebea vissuti nei tempi a lui contemporanei : il primo Cestio lo nomina in un discorso da lui tenuto in difesa di “pro Flacco” , un secondo C. Cestio appare nelle lettere “ad Attico” , il terzo C. Cestio e’ il Pretore del 44 a.C.  

Una lunga lista di Cestii che arriva fino al tempo di Nerone quando poi la Famiglia sembra scomparire o estinguersi :

Gaio Cestio Gallo soprannominato Camerino , fu Senatore e Console suffectus nel 35 d.C. 

Gaio Cestio C. f. Gallo , Console suffectus nel 42 d.C. e governatore della Siria , non riuscì a reprimere la rivolta degli ebrei intorno al 64 e al 65 d.C. , venne rimosso dal suo comando . 

Lucio Cestio Gallo, comandante della Legio XX Valeria Victrix e Proconsole della Gallia Narbonensis sotto Marco Aurelio . 

Lucio Cestio Gallo Gallo Vareniano Lutazio Natalis Emiliano , possibile figlio di Lucio e patrono di Gaulo in Sicilia .

Lucio Cestio , padre del Gaio Cestio per il quale fu eretta la Piramide Cestia . Un Lucio Cestio , forse la stessa persona , era Triumviro monetale intorno al 43 a.C. 

Gaio Cestio , Pretore nel 44 a.C. , rifiutò l' offerta di una provincia da Marco Antonio . Potrebbe essere lo stesso del Gaio Cestio menzionato da Cicerone in una lettera ad Attico nel 51 e del Cestio menzionato nell' orazione Pro Flacco nel 59 . Probabilmente è il Cestio che morì nelle proscrizioni del 43 a.C. 

Cestio Macedonico , nativo di Perusia , acquisì il suo cognome a causa del suo servizio in Macedonia . Quando Perusia fu presa da Ottaviano nel 41 a.C. decise di uccidersi con il fuoco e dando fuoco alla sua casa saltò tra le fiamme . L'incendio si diffuse alle strutture adiacenti distruggendo infine gran parte della città . 

Gaio Cestio L. f. Pretore , Tribuno della plebe e membro dei Septemviri epulones . La Piramide Cestia fu eretta in suo onore durante il regno di Augusto . Potrebbe essere identico a uno dei Cestii menzionati da Cicerone .

Lucio Cestio Pio , nativo di Smirne , insegnava retorica a Roma , ed era noto per rispondere a Cicerone con discorsi pubblici propri . È menzionato sia da Seneca che da Quintiliano , nessuno dei quali aveva un' alta opinione di lui . 

Cestio Cordo , Governatore di Creta e Cirenaica intorno al 21 d.C.

Numerio Cestio , Console suffectus nel 55 d.C. 

Cestio Procolo , fu accusato di repetundae nel 56 d.C. , ma assolto .

Cestio Severo , noto delatore durante il regno di Nerone .

Quello che qui interessa e’ Lucio Cestio, padre del Gaio Cestio per il quale fu eretta la Piramide Cestia . Fu molto probabilmente il Triumviro monetale intorno al 43 aC.

Di Lucio Cestio sono conosciuti due aurei e un bronzo :

Primo aureo al D/ : busto dell’ Africa con testa elefantina , al R/ : L. CESTIUS in alto e C. NORBA in basso , in mezzo sedia curule con sopra un elmo , a sinistra della sedia SC , a destra PR . Una varieta’ di questo aureo porta al R/ EX SC

Il secondo aureo al D/ : C. NORBANUS L. CESTIUS PR con busto di Venere , al R/ : S.C. e Cibele seduta su un carro trainato da due leoni

Il bronzo emesso in SICILIA , zecca di Enna , al D/ : L. Munatius L. Cestius , Duoviri , 44-36 a.C. , Æ 23mm. MVN HENNA-E , testa di Artemide a destra , al R/ : M CESTIVS M-VNATIVS II VIR , Triptolemo in piedi a sinistra con la mano destra estesa , chlamys , sopra il braccio sinistro .

Il nome di questa famiglia è anche ricordato su due importanti monumenti di Roma : il Pons Cestius , uno dei due ponti che univano l’ isola tiberina , il Cestio con il Trastevere , e la Piramide Cestia , tomba di Caio Cestio , uno dell' ordine dei Septemviri epulones

Fonte : Cicerone , wikipedia , babelon 

cestia1-o.jpg

cestia1-r.jpg

cestia3.1.jpg

RPC_662.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


                                                                                                      Gens Cipia

 

Questa Famiglia e’ nota solo per un suo componente , forse due , che aveva/no lo stesso prenome , Marco Cipio , che ricopri’ o ricoprirono la carica di Triumviro monetale , forse uno verso l’ anno 164 a.C. , l’ altro nel 94 a. C. , nominato/i da Cicerone e da Festo , un grammatico romano del II secolo che compose il De verborum significatu , un dizionario enciclopedico in 20 libri , uno per lettera , in cui sono raccolti dati che possono riferirsi alla storia , alla società , alla religione , alla geografia e all' aspetto di Roma  e dell' Italia , raccogliendo una ricca serie di fonti più antiche , purtroppo in gran parte perdute , che alla fine dell' età repubblicana confrontavano le istituzioni e gli usi del passato con quelli contemporanei . In particolare sono numerose le citazioni da Marco Terenzio Varrone e da Verrio Flacco , del quale  Festo compose una sorta di epitome dall' omonima enciclopedia .

Il Magistrato , o i Magistrati chiamati entrambi , Marco Cipio , emise/ro un Denario e una serie di monete in bronzo :

Denario , al D/ : M. CIPI M. F. Con la testa elmata della dea Roma , dietro una X , al R/ : Vittoria su biga con in mano una palma , sotto i cavalli un timone , in esergo ROMA . Di questo Denario esiste una emissione a nome di Vespasiano : IMP VES

Bronzi : Semisse , al D/ : testa di Giove , dietro S , al R/ : M. CIPI M. F. , timone , in esergo ROMA

Semisse , al D/ : testa di Giove , dietro S , davanti M. CIPI M. F. , al R/ : prora di nave , davanti S , sotto ROMA

Triente , al D/ : testa elmata di Roma , davanti M. CIPI M. F. Sopra quattro globetti , al R/ : prora di nave , davanti quattro globetti , sotto ROMA

Quadrante , al D/ : testa di Ercole , dietro tre globetti , davanti M. CIPI M. F. , al R/ : prora di nave , tre globetti , sotto ROMA

Disegni dei bronzi sul Babelon

 

Fonte : Festo , Cicerone , Babelon , wikipedia

CIPIA.jpg

Link to comment
Share on other sites


Il 5/4/2022 alle 17:14, Cremuzio dice:

                                                                                                       Gens Antia

La Gens Antia era anch’ essa una Famiglia romana di origini plebee , conosciuta tramite Tito Livio fin dal tempo della prima Repubblica . Questa Gens si ritiene fosse originaria della città laziale di origine volsca , Antium (Anzio) 

L’ origine di questa famiglia e’ molto antica e illustre , Spurio Antio fu un ambasciatore romano inviato a Veio , insieme ad altri tre ambasciatori , dal re etrusco Lar Tolumnio nel 438 a. C. , tutti vennero uccisi , a ricordo del loro assassinio gli furono erette statue nel Foro . Come tante altre Famiglie romane anche gli Antii si crearono origini mitologiche , pretesero infatti di avere avuto origine da Antiades , uno dei 50 figli di Ercole e di Aglaia .

Dopo Spurio Antio gli esponenti piu’ noti della Gens furono Caio Antio Restio , Tribuno della plebe nel 68 a. C. e autore di una legge suntuaria che vietava ai Magistrati di accettare inviti a cena , e Gaio Antio Restio , figlio del precedente , che fu Triumviro monetale nel 47/45 a.C. , poi proscritto dai triumviri nel 43 a.C. . Caio Antio Restio, nipote e figlio dei due precedenti Antii fu un Senatore incaricato del censimento in Gallia nel 14 d.C.

Altri Antii noti furono :

Marco Antio Brisone , Tribuno della plebe nel 137 a.C. , insieme a Marco Emilio Lepido Porcina , si oppose alla lex Cassia Tabellaria

Gaio Antio Aulo Giulio Quadrato , Console suffectus nel 94 e Console nel 105 .

Marco Antio Crescente Calpurniano , Governatore della Britannia nell’ anno 202

In foto un Denario a nome di C. Antio Restio , al D/ Testa a destra del Tribuno RESTIO padre o antenato del Triumviro monetale , al R/ C. ANTIO C. F. con Ercole nudo che tiene una mazza nella mano destra e con la sinistra tiene un trofeo , sul braccio la spoglia del leone Nemeo . 

Un secondo Denario a nome dello stesso Antio , al D/ Teste a destra dei DEI PENATES , al R/ C. ANTIO C. F. , stesso rovescio del precedente pezzo . Lo stesso monetale emise anche Quinari e Sesterzi . 

Fonte : Tito Livio , wikipedia , babelon

Rzg4g9Nq3Dp5BiY7X5kHWd6wF8oG2K.jpg

 

Un membro notabile della gens Antia era M. Antius Crescens Calpurnianus che fu anche governatore ad interim prima che Pertinace arrivasse in Britannia e dopo il secondo mandato di Ulpius Marcellus.

Un altro membro era Antia Marcellina (forse parente del precedente) moglie di M. Antonius Zeno della dinastia di Marco Antonio e suocera di Virius Lupus.

Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

                                                                                                   Gens Cloulia

La Cloulia fu una Gens antichissima di origine albana trasferitasi a Roma , diventando patrizia , dopo la caduta di Alba Longa al tempo del Re Tullo Ostilio che aveva combattuto contro il Re albano C. Cluilius presso le “fosse Cluiliae” ; i Clouilii asserivano , come spesso accadeva tra le antiche Gens repubblicane romane di discendere da eroi , dei o semidei , di essere i Cloulii discendenti di Clolius , uno dei compagni di Enea giunto nel Lazio .

Appartengono a questa Gens senatoriale due Magistrati monetali , entrambi con prenome Titus ; il primo Titus Clouilius fu monetale nel 119 a.C. ed emise un Denario con una differenza nella “firma” , in una si firma T. Clovli , nell’ altra con monogramma in VL

I due Denari hanno entrambi al D/ : testa elmata di Roma con dietro una corona , sotto la testa ROMA , al R/ : Vittoria su biga , sotto i cavalli rampanti una spiga (?)

Il secondo monetale sempre a nome T. Cloulius nel 101 a.C. , probabilmente figlio del precedente , ebbe per colleghi Triumviri C. Egnatuleius e P. Vettius Sabinus , emise un Quinario con al D/ : testa di Giove a destra e nel campo una lettera variabile , al R/ : Vittoria che incorona un trofeo , in mezzo alle figure T. Clouili , in esergo Q (Questore ? Quinario ?)

Fonte : Dionigi di Alicarnaso , Livio , Babelon , rete .

cloulia.b.jpg

cloulia1.1.jpg

cloulia.jpg

Edited by Cremuzio
Link to comment
Share on other sites


5 minuti fa, alexfaggiani dice:

Un membro notabile della gens Antia era M. Antius Crescens Calpurnianus che fu anche governatore ad interim prima che Pertinace arrivasse in Britannia e dopo il secondo mandato di Ulpius Marcellus.

Un altro membro era Antia Marcellina (forse parente del precedente) moglie di M. Antonius Zeno della dinastia di Marco Antonio e suocera di Virius Lupus.

 

Grazie @alexfaggiani dell' ampliamento sulla Gens Antia , personalmente mi limito al periodo repubblicano della Sezione .

Link to comment
Share on other sites


Posted (edited)

                                                                                                       Gens Cocceia

La Gens Cocceia era una Famiglia plebea di origini umbre . La Gens è menzionata per la prima volta verso l' ultima fase della Repubblica ed è meglio conosciuta come la Famiglia a cui apparteneva l' Imperatore Nerva ; un loro componente , Lucio Cocceius Nerva , portò alla riconciliazione di Marco Antonio e Ottaviano nel 40 a.C. ; forse si tratta della stessa persona , Marco Cocceio Nerva , che divenne Console nel 36 a.C.

E’ conosciuto un solo monetale di questa Famiglia a nome M. Cocceius Nerva , Console con L. Gellius Publicola nel 36 a.C. , Nerva fu Proquestore provinciale (PROQ. P. sulle monete) di Marco Antonio e mori’ al tempo di Tiberio , nel 33 , fu il nonno dell’ Imperatore Nerva .

Si conoscono tre monete , un Aureo e un Denario che hanno entrambe lo stesso dritto , piu' un' altro Denario :

D/ : Testa nuda di Marco Antonio a destra , M. ANT. IMP. AVG. III VIR R. P. C. M. NERVA PROQ. P.

Aureo e Denario (in foto) , R/ : L. ANTONIVS COS. , Testa nuda di Lucio Antonio a destra

Denario , D/ : M. ANT. IMP. AUG. III VIR R.P.C. M. NERVA Q. P. , al R/ testa di Ottaviano a destra , CAESAR IMP. PONT. III VIR R.P.C.

Fonte : Cassio Dione , Appiano , Babelon 

Cocceia_2.jpg

Edited by Cremuzio
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share