Jump to content
IGNORED

Un abbraccio ai Marchigiani


ARES III
 Share

Recommended Posts

Il 17/9/2022 alle 20:56, ARES III dice:

Class action allora ?

Mi scuso per l'imperdonabile ritardo nella risposta.

Non penso ci siano gli estremi in relazione alla azione di classe  prevista dall'art. 140bis del codice del consumo di cui al Decreto legislativo 06/09/2005 n. 206 (2. L'azione di classe ha per oggetto l'accertamento della responsabilita' e la condanna al risarcimento del danno e alle restituzioni in favore degli utenti consumatori. L’azione tutela:
a) i diritti contrattuali di una pluralità di consumatori e utenti che versano nei confronti di una stessa impresa in situazione omogenea, inclusi i diritti relativi a contratti stipulati ai sensi degli articoli 1341 e 1342 del codice civile;
b) i diritti omogenei spettanti ai consumatori finali di un determinato prodotto o servizio nei confronti del relativo produttore, anche a prescindere da un diretto rapporto contrattuale;
c) i diritti omogenei al ristoro del pregiudizio derivante agli stessi consumatori e utenti da pratiche commerciali scorrette o da comportamenti anticoncorrenziali.
).

C'è anche una azione di classe "pubblica" prevista dal D.Lgs 20 dicembre 2009 n. 198,  ma riguarda  le disfunzioni e le inefficienze di pubbliche amministrazioni e concessionari di servizi pubblici ed è volta a porre rimedio alla disfunzione o al disservizio (senza poter chiedere il risarcimento del danno).

Cordialità

Polemarco 

Link to comment
Share on other sites


8 minuti fa, Polemarco dice:

C'è anche una azione di classe "pubblica" prevista dal D.Lgs 20 dicembre 2009 n. 198,  ma riguarda  le disfunzioni e le inefficienze di pubbliche amministrazioni e concessionari di servizi pubblici ed è volta a porre rimedio alla disfunzione o al disservizio (senza poter chiedere il risarcimento del danno).

Avevo in mente proprio questa: dal momento che c'è stato un disservizio plurimo (opere pubbliche incompiute, mancanza di manutenzione, carenza di comunicazioni di pericolo,...).

I soldi arriveranno, se e quando, in altre forme di ristori/sovvenzioni/crediti di imposta/congelamento IRPEF/....

Ma ci vorrebbe una presa di posizione dei cittadini, per le future azioni della PA e della politica!

Link to comment
Share on other sites


scusate la curiosità ma il fiume misa non ha avuto altre piene o alluvioni? non ci sono qualche opere per trattenere l'acqua durante le piene? perchè non sono state diramate allerte?

Link to comment
Share on other sites


7 minuti fa, PK. dice:

fiume misa

Non so perché le mie origini sono di Cantiano in PU e non in quelle della provincia di Ancona.

Link to comment
Share on other sites


E' stato ritrovato il corpo del piccolo Mattia, disperso dal giorno dell'alluvione :(

https://notizie.virgilio.it/alluvione-nelle-marche-trovato-il-corpo-di-mattia-otto-giorni-di-ricerche-per-ritrovare-il-bambino-disperso-1542798

Manca ancora una donna all'appello.

petronius

  • Sad 2
Link to comment
Share on other sites


3 ore fa, PK. dice:

scusate la curiosità ma il fiume misa non ha avuto altre piene o alluvioni? non ci sono qualche opere per trattenere l'acqua durante le piene? perchè non sono state diramate allerte?

È la terza e la seconda è avvenuta circa otto anni fa.

Opere: dovevano essere realizzate delle vasche di espansione, meglio: avrebbero dovuto.

Allerta: passaparola tra privati. A me ha telefonato il medico di base ...

Il sindaco è stato avvisato da un suo conoscente dell’entroterra e ha fatto il possibile: far girare la protezione civile e i vigili urbani con i megafoni lungo le strade cittadine che costeggiavano il fiume. Dicevano: state a casa e salite ai piani alti.

Ho capito la gravità della situazione a circa un’ora dalla esondazione e sempre ricorrendo a conoscenti. Mi hanno detto che l’acqua alta era a cinque km dalla città.

Ho detto tutto.

Qui qualcuno ci “sbatte il grugno”

Edited by Polemarco
  • Sad 1
Link to comment
Share on other sites


io sono nato e vivo vicino l'arno e sono abituato ad almeno un paio di piene tra ottobre e aprile, ma di solito si tratta di almeno di un giorno o due di acqua su tutto il territorio del casentino, che conta numerosissimi torrenti e fossi affluenti dell'arno ed è quindi determinante nelle piene. ma si tratta comunque di almeno mezze giornate di acqua forte su un territorio di 800km2, un evento del genere in un paio d'ore e con quella quantità d'acqua non l'avevo mai visto. qual è stata la portata massima raggiunta?

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.