Jump to content
IGNORED

ΜΕΤΑΠ


D'Aragona II
 Share

Recommended Posts

Salve, 

Nella prossima asta di novembre di Artemide  viene proposto un nomos incuso con l’etnico “ΜΕΤΑΠ”

Ora, nella descrizione si scrive “Noe class VII” ma poi più avanti “Not listed in Noe”

Non può essere invece la Noe 140 oppure la Noe 142 ? 
 

@VALTERI @dracma 

Grazie 

 

F1D1AB9B-A7CD-411C-83DA-F617E7755622.jpeg

5CD286FD-2C23-430B-836B-440A54BCE60B.jpeg

Edited by D'Aragona II
Link to comment
Share on other sites


In effetti sembrerebbe proprio la Noe 140: 

Numismatica Ars Classica, 33, 2006, 25

image.jpeg

 

 

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Qualche piccola aggiunta.

All’interno del catalogo Noe-Johnston (1984) la coppia di conii n. 140 veniva documentata da 4 esemplari:

 

image.png

 

Il primo, che è anche quello illustrato nella tavola del Noe (pl. XI, 140), proviene dal ripostiglio rinvenuto a Curinga nel 1916 (IGCH 1881), edito nel 2004 dalla Spagnoli (cat. n. 33), benché con dati pondometrici più elevati (mm. 28.5, gr. 8.15) rispetto a quelli di Noe (mm. 27, gr. 8.02) a seguito di una verifica autoptica, come avverte la studiosa (p. 75, nota 48).

 (da Spagnoli 2004, tav. IV, 33)

image.png

 

Il secondo pezzo faceva originariamente parte della coll. de Sartiges (Hirsch XI, 1904, 40) per poi confluire in progresso di tempo nella coll. Salton.

 E’ stato recentemente venduto da Stack's (January 2022 NYINC Auction, 14.01.2022, 4055: gr. 8,09).

 https://www.acsearch.info/search.html?id=9001506

image.png

 

Del terzo esemplare non dispongo attualmente di riproduzione fotografica. L’ultimo si trova al British Museum (BMC 13 erroneamente BMC 12 in Johnston 1984) ed appare in cattivo stato di conservazione.

BMC 13 (gr. 5,922)

Presented by Mr. J. Doubleday Sept. 27th 1845

image.png

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Stranamente non vengono inclusi nel catalogo di Noe-Johnston due esemplari provenienti da importanti collezioni:

SNG V/1, Oxf. 653 (ex Evans: mm. 27, gr. 7.65)

image.png

 

Paris, BN, 1966.453.305 (Delpierre: gr. 8.21)

image.pngimage.png

Link to comment
Share on other sites


Un discreto numero di esemplari è apparso nel corso degli anni sul mercato antiquario, tra cui il pezzo prossimamente in asta segnalato ad inizio discussione:

Artemide LVIII, 5-6.11.2022, 70 (mm. 30, gr. 8.08)

image.pngimage.png

 

Si aggiungono da aste precedenti:

Heritage 232027, 2020, 61023 (mm. 27, gr. 7.34)

image.png

 

Gorny & Mosch 263, 2019, 3058 (gr. 7.47)

Ex Sammlung Dr. A.V., Bayern, erworben zwischen den 1980er Jahren und 2010.

image.png

 

BFA 24, 2016, 75 (mm. 27, gr. 5.17)

image.png

 

Rauch 87, 2010, 57 (gr. 8.06)

image.png

 

Questi ultimi due pezzi mostrano graffiti (?) al D/ a sinistra della spiga, tuttavia il peso degradato del primo statere (BFA) non appare in sintonia con il buono stato di conservazione.

Link to comment
Share on other sites


Spink 13015, 2013, 3 (gr. 8.03)

image.png

 

Heritage 3012, 2011, 24381 (ex Auc. 3010, 2010, 20004: mm. 27, gr. 8.15)

image.png

 

NAC 33, 2006, 25 (mm. 29, gr. 8.09)

image.png

 

Nomos 21, 2020, 36 (mm. 27, gr. 8.18)

From the collection of W. Belser, Zürich, acquired prior to 1965, and that of his son, acquired in the early 1970s.

7552167.m.jpg

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Molto più rara la serie Noe 142, che presenta solo minime variazione stilistiche (ariste più distanziate al D/) ed epigrafiche (:Greek_Pi: più vicina al primo chicco della spiga). L’unico esemplare schedato dal Noe è un pezzo della coll. Fiorelli.

Noe-Jonston 1984, pl. XI, 142 (Napoli, MAN, Fiorelli 2309: mm. 28)

image.png

 

Si aggiungono:

 NAC 27, 2004, 32 (coll. A.D.M.: mm. 28, gr. 8.12)

image.png

 

Sembrerebbe corrispondere al pezzo pubblicato da Gorini 1975, 17:

image.png

 

Gorny & Mosch 220, 2014, 1061 (gr. 7.83)

image.png

Link to comment
Share on other sites


Per un miglior confronto con il NAC 27 , 32 ( post 9 ) aggiungo, direttamente dal volume di Gorini ( che non propone la fotografia ingrandita ) il suo n, 17 .

Nel testo non è indicata la provenienza dell' esemplare .

 

Gorini n . 17.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Grazie @VALTERI.

Va tuttavia notato che gli esemplari illustrati ai post 5-8 solo in alcuni casi sembrerebbero riferibili alla coppia n. 140 del Noe e non è escluso che alcuni documentino la combinazione D/140-R/142 se non combinazioni nuove. Le foto purtroppo - e talora la bassa risoluzione e/o il cattivo stato di conservazione - non sempre consentono attribuzioni certe.

Si può tuttavia osservare che il campione raccolto (Noe 140, 142) offre un buon osservatorio delle frequenze ponderali della serie. Su 19 ess. censiti quasi 70% presenta valori superiori a gr. 8: 

  • 8.21
  • 8.18
  • 8.15
  • 8.15
  • 8.13 
  • 8.12
  • 8.12
  • 8.11
  • 8.09
  • 8.09
  • 8.08
  • 8.06
  • 8.03
  • 7.83
  • 7.65
  • 7.47
  • 7.34
  • 5.92
  • 5.17

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.