Jump to content
IGNORED

Lucio Vero e l'Armenia


gpittini

Recommended Posts

DE GREGE EPICURI

L'Armenia antica aveva dimensioni molto superiori al paese che oggi designamo con questo nome. Si parlava di una Armenia Maior (o semplicemente Armenia), che era la zona ad est dell'alto Eufrate, fino al Mar Caspio; e di Armenia Minor, ad ovest dell'Eufate, confinante col Ponto e la Cappadocia.  La prima comprendeva le zone dei grandi laghi Van, Sevan e Urmia. Nel periodo ellenistico era controllata dal Regno Seleucide, poi ebbe periodi di indipendenza ed altri in cui fu soggetta ai persiani. I romani giunsero in Armenia già con Lucullo (69 a.C.) e successivamente il paese funzionò da "cuscinetto" fra Roma e i Parti: di qui la sua storia così complicata e turbolenta. Fu provincia romana in senso stretto solo sotto Traiano, ma in genere Roma preferì averla come stato-vassallo semi-indipendente.

Sotto il regno di M.Aurelio e Lucio Vero i Parti, approfittando di una rivolta in Britannia e di ostilità in Germania, invasero l'Armenia e si portarono fino in Siria. Roma dovette organizzare una controffensiva, che fu affidata a Lucio Vero (163-165): egli ebbe successo, conquistò rapidamente la capitale Artaxata e la distrusse; successivamente, i Parti chiesero la pace. Dal 163, Lucio Vero ebbe il titolo di Armeniacus.

Tutto questo è ben illustrato da un asse che ho posseduto diversi anni fa (pesa ben 12, 95 g. e misura 27 mm). Al D attorno al busto di Vero campeggia il titolo ARMENIACUS.  Al Rovescio, l'Armenia è a terra volta a sinistra, sotto un trofeo, circondata da uno scudo, un vessillo e armi varie; in esergo ARMEN. Nel giro invece gli altri titoli di Vero: TRP IIII, IMP II, COS II.  Dovrebbe essere il RIC 1364.

  Sarebbe interessante anche approfondire il tentativo di "impero collegiale" di M.Aurelio e Lucio Vero, che fallì e non fu più ripetuto; ma il discorso è lungo e andrebbe sviluppato con calma e separatamente.

P1000748.JPG

P1000750.JPG

Edited by gpittini
  • Like 6
Link to comment
Share on other sites


Ciao @gpittini , molto bello ed interessante il tuo Asse la cui classificazione RIC 1364 mi sembra esatta . Due parole sull' "Impero collegiale" . Marco Aurelio fu "costretto" ad assumere Lucio Vero , figlio di Elio Cesare (Lucio Ceionio Commodo) , all' Impero per volere ereditario di Adriano in primis e di Antonino Pio come esecutore testamentario di Adriano .

Marco Aurelio non apprezzava il modo di vivere di Lucio Vero , opposto al suo , e quando scoppio la guerra contro i Parti fu ben felice di affidargli la campagna militare sperando che la vita militare lo temprasse nel carattere , vana speranza . Al ritorno a Roma di Lucio Vero al termine della vittoriosa campagna partica ad entrambi gli Imperatori venne attribuito il nome onorifico di Armeniacus . Scoppiata la guerra germanica Marco Aurelio preferi' portare con se Lucio Vero anche per evitare che facesse guai a Roma durante la sua lunga assenza . Durante il viaggio , nei pressi di Altino , Lucio Vero fu stroncato da un colpo apoplettico , nome generico per le morti improvvise , e dopo tre giorni mori' a quaratadue anni . Di questa repentina morte venne sospettato lo stesso Marco Aurelio o piu' probabilmente la moglie Faustina II che avrebbe dato a Vero delle ostriche avvelenate .

Un mio Sesterzio , non in eccelse condizioni , di Lucio Vero "LUCIUS AUG. ARM. PARTH. MAX." con al rovescio TR.POT. VI IMP IIII COS II e la Vittoria che scrive su uno scudo VIC PAR , RIC 1456 , peso 30,6 grammi .

DSCN4643.JPG

DSCN4644.JPG

  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Seguo con piacere questa discussione con belle monete e interessanti approfondimenti storici in attesa di poter condividere qualche Marco Aurelio o Lucio Vero, al momento purtroppo non ne possiedo ancora nessuno 🙃

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Rufilius dice:

Seguo con piacere questa discussione con belle monete e interessanti approfondimenti storici in attesa di poter condividere qualche Marco Aurelio o Lucio Vero, al momento purtroppo non ne possiedo ancora nessuno 🙃

 

Ciao @Rufilius , grazie dell' apprezzamento , non ho belle monete , mi accontento di averne in scarsa conservazione purche' tramandino fatti ed eventi storici , non prediligo le monete , anche belle , con le solite divinita' . Per farti un' altro esempio ti allego un mio scarsissimo Sesterzio con Marco Aurelio Armeniacus , per rimanere in tema , con un' altro splendido ed identico al mio Sesterzio preso dalla rete . Entrambi RIC 890 con legende al D/ M. AVREL. ANTONINVS AVG. ARMENIACVS P.M. e al R/ VICT. AVG. TR. P. XVIII IMP. II COS. III , la Vittoria avanza tenendo in avanti uno stendardo , ai suoi piedi l' Armenia affranta .

In foto il mio scarso (in foto peggiora ancor piu') Sesterzio paragonato con uno splendido 

DSCN4645.JPG

DSCN4646.JPG

RIC_0890.jpg

Edited by Cremuzio
3 foto
  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Grazie @Cremuzio per l'ulteriore condivisione. Quando dico che una moneta è bella non mi riferisco solo alla conservazione ma proprio anche al valore storico della stessa e mi trovi perfettamente daccordo sulla preferenza nella scelta delle monete, mi piacciono tutte lo ammetto, ma se posso, budget permettendo, anche io cerco di prendere quelle che testimoniano battaglie o comunque fatti storici di qualunque genere 😊

Link to comment
Share on other sites


Ottima discussione. Il mio Lucio vero... asse mm 26  gr 10,16. Diciamo un momento "storico" all'insegna della concordia (per i sudditi): Lucio Vero e Marco Aurelio si stringono la mano...

image.png.52e7257723c127d68bc3d72a2cb5cfb6.pngimage.png.a6828b591cc60912371f77787be712cf.png

Edited by joannes carolus
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Per celebrare la vittoria sui Parti, Marco Aurelio fece coniare un denario con la Vittoria, nella mano destra un ramo di palma, con la sinistra tiene uno scudo con le lettere VIC PAR , RSC 878 RIC 163a. Questo è il corrispondente denario del limes in bronzo, mm.18  gr 2,26.

image.png.89d6005882fc4d9f378dc5c78a08d22b.pngimage.png.588932a52acb5100225e3a7fe5b7f956.png

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, joannes carolus dice:

Per celebrare la vittoria sui Parti, Marco Aurelio fece coniare un denario con la Vittoria, nella mano destra un ramo di palma, con la sinistra tiene uno scudo con le lettere VIC PAR , RSC 878 RIC 163a. Questo è il corrispondente denario del limes in bronzo, mm.18  gr 2,26.

image.png.89d6005882fc4d9f378dc5c78a08d22b.pngimage.png.588932a52acb5100225e3a7fe5b7f956.png

 

Ciao, possiedo io il denario corrispondente che non ho mai condiviso quindi colgo l'occasione 🙂

ANTONIO 

20231201_100350-01.jpeg

1000034601-01.jpeg

1000034605-01.jpeg

1000034608-01.jpeg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Grazie per l'interessante post! Qualche settimana fa era passato in asta anche un denario di Marco Aurelio che riportava la raffigurazione dell'Armenia (Artemide 44E - lotto 500).

Allego qui la foto.

 

immagine.png.351c5afb5854915e136b701e109e5e2d.png

 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.