Jump to content
IGNORED

Aiuto per comprensione anno xi


eggiacal

Recommended Posts

Posted (edited)

Buongiorno Mi servirebbe il vostro aiuto per comprendere cosa rappresentano le lettere, le cifre e i simboli di questa moneta bizantina, credo, di Giustiniano I.

per ANNO XI .... cosa intendevano?

La M cosa rappresenta?

il triangolo?

in esergo la zecca, credo Costantinopoli 

la croce, credo che rappresenti Cristo 

Grazie per l'aiuto 

IMG_20240511_220537.jpg

IMG_20240511_220635.jpg

Edited by eggiacal
Link to comment
Share on other sites


L'anno XI è l'undicesimo anno di regno.

La M indica il valore (40 nummi)

Il "triangolo" sotto la M indica l'officina di zecca (in questo caso la 4°. Seguono l'alfabeto greco: alfa, beta, gamma, delta...)

Il CON all'esergo indica la zecca di Costantinopoli

La croce ovviamente è un simbolo religioso.

L'attribuzione a Giustiniano I mi lascia qualche dubbio... Forse Maurizio Tiberio? Attendi altri pareri.

Link to comment
Share on other sites


Supporter

La monetazione dell'impero romano d'oriente utilizza sia caratteri latini che greci.

La grande M indica il valore della moneta usando la numerazione greca (M = 40) a sinistra ANNO che è da leggersi assieme al valore sulla destra ed indicano l'anno di regno dell'imperatore. Sotto la M troviamo una lettera greca (non un triangolo) che indica l'officina della zecca in cui la moneta è stata coniata; in questo caso Officina  Δ (= 4). 

Link to comment
Share on other sites

Awards

25 minuti fa, fedafa dice:

L'anno XI è l'undicesimo anno di regno.

La M indica il valore (40 nummi)

Il "triangolo" sotto la M indica l'officina di zecca (in questo caso la 4°. Seguono l'alfabeto greco: alfa, beta, gamma, delta...)

Il CON all'esergo indica la zecca di Costantinopoli

La croce ovviamente è un simbolo religioso.

L'attribuzione a Giustiniano I mi lascia qualche dubbio... Forse Maurizio Tiberio? Attendi altri pareri.

 

grazie mille per le informazioni 👍🙂

23 minuti fa, ak72 dice:

La monetazione dell'impero romano d'oriente utilizza sia caratteri latini che greci.

La grande M indica il valore della moneta usando la numerazione greca (M = 40) a sinistra ANNO che è da leggersi assieme al valore sulla destra ed indicano l'anno di regno dell'imperatore. Sotto la M troviamo una lettera greca (non un triangolo) che indica l'officina della zecca in cui la moneta è stata coniata; in questo caso Officina  Δ (= 4). 

 

grazie mille 👍🙂

Link to comment
Share on other sites


è maurizio tiberio

mi permetto di dire che però a mio avviso l'officina è A con la tipica barra a v... la A di tipo "bizantino" diciamo

la Delta ha la base di norma molto più netta

saluti

Alain

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


42 minuti fa, Poemenius dice:

è maurizio tiberio

mi permetto di dire che però a mio avviso l'officina è A con la tipica barra a v... la A di tipo "bizantino" diciamo

la Delta ha la base di norma molto più netta

saluti

Alain

 

grazie mille, molto interessante. 

 

Mi dispiace constatare che molte di queste monete hanno questa "Sand patina"  artificiale, non capisco perché le trasformino in questo modo e come, però mi piacerebbe, senza ovviamente pulirla, trovare un modo per togliere questa patina postuma e restituire la moneta al suo stato naturale ma non so se è fattibile.... ? 

Link to comment
Share on other sites


di fatto questa patina fa risaltare le figure a rilievo anche se queste sono molto basse e permette ... tra virgolette ... una maggiore leggibilità in foto ... la moneta pare più bella, più vera e più facilmente identificabile ...

non so che colle usino.... io proverei a lasciarla un po' di tempo in olio di vaselina, e poi a pulirla delicatamente con uno spazzolino da denti.... 

di certo non rovini nulla... ma non so se otterrai risultati, con le patine finte non ho mai provato .... eventualmente , con mano leggerissima, puoi provare a vedere se si stacca ... e come... usando un bisturi e provando leggerissimamente con qualche punto.... attento a non toccare il metallo però, rischi di segnarlo molto facilmente

saluti

Alain

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


3 minuti fa, Poemenius dice:

di fatto questa patina fa risaltare le figure a rilievo anche se queste sono molto basse e permette ... tra virgolette ... una maggiore leggibilità in foto ... la moneta pare più bella, più vera e più facilmente identificabile ...

non so che colle usino.... io proverei a lasciarla un po' di tempo in olio di vaselina, e poi a pulirla delicatamente con uno spazzolino da denti.... 

di certo non rovini nulla... ma non so se otterrai risultati, con le patine finte non ho mai provato .... eventualmente , con mano leggerissima, puoi provare a vedere se si stacca ... e come... usando un bisturi e provando leggerissimamente con qualche punto.... attento a non toccare il metallo però, rischi di segnarlo molto facilmente

saluti

Alain

 

gentilissimo, grazie mille 👍🙂

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.