Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
koko

Moneta medievale o posteriore?

Risposte migliori

koko

Chiedo agli esperti un parere su questa moneta, proveniente dalla provincia di Sondrio.

Purtroppo è molto rovinata, soprattutto su un lato, per questo motivo mi riesce difficile comprendere le iscrizioni presenti...

Alcune informazioni :

- Il metallo ha una leggera patina scura ma è di colore grigio (generico), non saprei dire di che metallo si tratta.

- Ha un diametro di 17 mm.

- Ha uno spessore di meno di 1 mm (è consumata moltissimo)

- Sulla superficie porta nel centro una sorta di croce (le cui "bande" si allargano verso l'esterno) e diverse iscrizioni che ho provato ad identificare, di seguito posto ciò che sono riuscito a leggere ad occhio nudo :

Lato A : S P E(A) S - P(M) X® A - EST - DMS - ...

Lato B : HELDEN - ...

p.s.

La prentesi indica la possibile alternativa alla lettera vicina...

monetaidentifyro0.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bavastro

piuttosto difficile :o

in attesa degli esperti comincio a notare:

<HELDEN =eroico, in lingua tedesca + Sondrio mi conduce in Svizzera (Sciaffusa?)

< siamo certi che sia una croce? Non potrebbe essere un'aquila bicipite come nella foto allegata?

Tra l'altro riporta una leggenda molto simile:

DEVS SPES NOSTRA EST

Direi comunque postmedievale.

Forse Mirko potrebbe darci una mano. ;)

post-680-1186059794_thumb.jpg

Modificato da bavastro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sesino

Si tratta di una moneta svizzera, in particolare dovrebbe essere:

1 Bluzger

1725 GUBERT von SALIS.

Mi - Mistura

Ne possiedo anch'io alcune simili, forse anche dello stesso cantone.

Si è apppena parlato di questa moneta; un utente ha messo la foto di un esemplare ugule.

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=22904

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

koko

Grazie mille, sono veramente stupito dalla tua professionalità, la prox. volta fotograferò monete ancora più consumate in modo da rendere il gioco più difficile :D ,

- A parte gli scherzi, ho anche avuto informazioni a proposito del luogo del ritrovamento : la moneta è stata rinvenuta nei pressi di una strada importante che collega il Ducato di Milano con i Grigioni.

- A proposito dell'Aquila, credo proprio che tu abbia ragione, infatti gli estremi della "croce" sembrano proprio due ali con i particolari delle penne.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Inesperto di questa monetazione, seguendo le indicazioni di sesino che ringrazio, mi permetto di confermare l'identificazione, avendo con me il catalogo Krause 18th century 3rd edition (2002) che riporta una foto di questa moneta.

L'autorità emittente sono i baroni di Haldenstein il cui territorio è ancora oggi all'interno del cantone Grigioni. Qualche interessante dettaglio è su questo link.

Haldenstein

Da questo link in italiano si può accedere al corrispondente in tedesco che contiene molte più informazioni. Si fa cenno anche al diritto di zecca che Thomas von Schauenstein avrebbe ottenuto nel 1612 da parte dell'imperatore per coniare monete d'oro e d'argento.

Inoltre: l'esemplare del catalogo presenta al rovescio la scritta "DEVS SPES MEA" e la data 1725 posta tra "DEVS" e "SPES". L'esemplare in questione invece mi sembra abbia la scritta "DEVS SPES MEA EST" e la data 1728 tra "DEVS" e "SPES"

In ogni caso la moneta sarebbe proprio un bluzger di Gubert von Salis che regnò tra il 1722 e il 1737. Questo tipo monetale fu coniato negli anni 1723, 1724, 1725, 1726, 1727, 1728, 1734.

Ecco le quotazioni.

Catalogo Krause 18th century 3th edition (2002):

1 Blutzger 1728, B 4 dollari americani, MB 8, BB 15, SPL 40, FDC non indicato.

Identiche le quotazioni dell'esemplare datato 1725.

Catalogo Alfa Svizzera, seconda edizione (2006):

1 Blutzger 1728, MB 25 euro, BB 50, SPL 80, FDC 200.

Identiche le quotazioni dell'esemplare datato 1725.

Il catalogo Alfa non riporta foto di questa moneta.

Entrambi i cataloghi non riportano la rarità, ma dalle quotazioni sembrerebbe una moneta comune eccetto la date 1723 quotata qualcosa in più in entrambi i cataloghi e la data 1734 quotata qualcosa in più solo nel catalogo Alfa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10
... A proposito dell'Aquila, credo proprio che tu abbia ragione, infatti gli estremi della "croce" sembrano proprio due ali con i particolari delle penne.

250456[/snapback]

Al rovescio c'è la croce, non devi stupirti degli estremi in quanto in araldica ci sono moltissime varianti di croce, al dritto dovrebbe esserci lo stemma di Haldenstein visibile anche nel link che ho postato sopra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sesino

Di nulla Koko, mi sono divertito ad identificarla.

In effetti come dice orlando, quella al R/ è una croce non un aquila bicipite; anche se in effetti poteva sembrare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko

che disdetta essere lontano dai miei cataloghi e dalla mia documentazione...

Per fortuna ogni tanto qualche "germanica" divertente esce fuori allo scoperto :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

koko
Al rovescio c'è la croce, non devi stupirti degli estremi in quanto in araldica ci sono moltissime varianti di croce, al dritto dovrebbe esserci lo stemma di Haldenstein visibile anche nel link che ho postato sopra.

250508[/snapback]

Dato il grado di usura cercavo di immaginare un pò... :D ora è tutto chiaro!

Grazie a tutti per le informazioni, sono molto più di quanto potessi chiedere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

r-29

Per non aprire una nuova discussione ne approfitto di questa per sottoporvi 5 esemplari, non avendo alcun catalogo sul quale consultarmi.
Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

r-29

Di ognuna sono a richiedervi identificazione, rarità, conservazione e quotazione.
Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×