Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
eg1979

Eburacum

ho trovato su internet questo piccolo articolo:

Le complicazioni sopra descritte dell'assetto geopolitico trovarono riflesso anche nella monetazione. Alle zecche tradizionali si aggiunsero quelle create nelle zone di guerra per pagare i soldati. La più importante delle zecche, almeno nel settore occidentale, fu quella di Treviri, nella Germania renana. Altre furono quella di Sirmium, in prossimità del Danubio, di Nicomedia, la nuova capitale d'Oriente, di Milano, di Eburacum ai confini con la Scozia e poi ancora di Ravenna, Roma, Siscia e Sardica nell'area danubiana, Antiochia nei pressi della Siria, di Cartagine in Africa.

In tempi normali le varie zecche battevano moneta imparzialmente in nome di tutti e quattro i regnanti, sia pure non in misura quantitativa uguale per ciascuno di essi. Ma con la ripresa delle lotte di successione, ciò non accadde più, per delegittimazione dell'una o dell'altra parte. Dal punto di vista numismatico tutto ciò comporta un'importante novità, alcune monete sono piuttosto comuni se prodotte da una zecca, più rare se prodotte da un'altra. Anche l'identificazione delle monete diventa più complicata, non basta più la tipologia (cioè le immagini del dritto e del rovescio) e le leggende ad identificarle, ma occorre dedicare cura e attenzione anche agli identificativi di zecca.

si parla di zecca di Eburacum...

di che si tratta?

so che Eburacum è l'odierna York, ma questa zecca, soprattutto in epoca tetrarchica, non mi risulta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Personalmente anch'io non ho mai sentito parlare della zecca di Eburacum: per il periodo di Carausio ed Alletto il RIC menziona solo Londinium e Camulodunum come zecche in territorio britannico, anche se è vero che gli autori del catalogo non sono riusciti ad attribuire a zecche specifiche molte monete di questi due usurpatori: bisogna tenere però in conto che il loro potere (ed il dominio della stessa isola) si basava essenzialmente sul controllo del Canale della Manica e delle regioni costiere della Gallia nordoccidentale, pertanto penso che anche in caso esistessero altri centri con il privilegio di battere monete, questi, con ogni probabilità, sarebbero da localizzare, come gli altri due sopra citati, nella Britannia meridionale.

È pur vero che Eburacum fu anche sede imperiale durante la Tetrarchia (qui, il 25 Luglio 306, morì Costanzo Cloro ed il figlio Costantino fu acclamato dall'esercito suo successore come Augusto): ma lo è anche il fatto che altri centri allo stesso livello di Eburacum, come Serdica, non batterono moneta in età tetrarchica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Potrebbe essere una zecca abusiva in tempo tetrarchica?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?