Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
iridium

Perchè circolari?

Risposte migliori

iridium
Guardando a tutta la serie di monete con le forme più disparate che sono state presentate, mi sorge spontanea la domanda!
Come mai si è optato per la forma circolare?
Le prime forme monetali erano anelli di metallo prezioso, conchiglie, spiedi(!), coltelli e rettangoli (un po' informi) di metallo, le primissime monete (della Lidia se non ricordo male) avevano una forma oblunga..

Come mai alla fine si è arrivata alla forma circolare?

A voi la parola conle vostre ipotesi!


Nb: ho messo qui questo discorso in quanto era collegato all'argomento delle forme delle monete..se pensate sia il caso spostatelo in Agorà

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ivobert
perche´ senza spigoli non ti bucano le tasche... :) :)


no,seriamente,non ne ho idea...ma magari la scelta e´ proprio dovuta ad un motivo di comodita´ nellátto della coniazione o nell´utilizzo..... :huh:

la domanda che hai posto e´ molto interessante!


ciao! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iridium
[quote name='ivobert' date='12 marzo 2005, 20:53']perche´ senza spigoli non ti bucano le tasche... :)  :)[/quote]

Ci avevo pensato anch'io!! :D :D

[quote]no,seriamente,non ne ho idea...ma magari la scelta e´ proprio dovuta ad un motivo di comodita´ nellátto della coniazione o nell´utilizzo..... :huh:[/quote]

Alla comodità durante la coniazione non ci avevo pensato, ma penso che sia indifferente la forma di quanto si conia...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gaetru
Ciao, a scuola mi è stato insegnato che le monete sono piatte proprio perché le si possa accumulare una sull’altra e rotonde proprio perché possano circolare.
Non so se questa è la spiegazione giusta.

Saluti GAETRU

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

frankoppc
hanno già detto tutto praticamente: questione di praticità

piatte perchè possano essere impilate, rotonde per una questione di comodità (senza spigoli si evita che possano incastrarsi nelle tasche.. o almeno c'è una minore probabilità!!)

PS: Questa è una mia considerazione-- credo sia anche più comodo nell'evitare l'inceppamento dentro i distributori automatici :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iridium
La mia domanda era riferita a perchè, secondo voi, [b]nell'antichità[/b] si è preferita, fra tutte quelle disponibili utilizzate, la forma circolare?
Comunque è una buona idea anche quella di considerare perchè, ancora adesso, oltre che per questioni di abitudine, si utilizzino monete circolari :) Modificato da iridium

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

joker79
Penso che non ci sia un perchè preciso, anche perchè molte volte le cose nascono per caso, come la tastiera qwerty, ma questo è un altro discorso :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal
Credo che tutto nasca dal fatto che all' inizio le monete erano gocce di metallo punzonate per assicurarne la bonta'. E una gocca tende ad avere una forma circolare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

pilzo
Io penso che la spiegazione di Yafet sia esatta.

Il fatto potrebbe avere anche una spiegazione funzionale, collegata all'esigenza che le monete, soprattutto quelle prodotte con metalli teneri come l'oro e l'argento, subissero meno danneggiamenti e deformazioni urtando le une contro le altre (penso ad esempio a cosa succederebbe all'interno di una borsa contenente monete quadrate) o cadendo a terra.
Ciao,
Gianni ;) Modificato da pilzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
Secondo me la ragione va cercata nel modo di coniare.
Quando si batte su un pezzo di metallo, difficilmente si ottengono forme quadrate o rettangolari, ma più o meno rotonde (se la pressione è distribuita in maniera uniforme).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iridium
In effetti non avevo pensato al fatto che da un certo punto in avanti le monete sono passate da versamento del metallo fuso in stampi a coniazione tramite battitura..
Quindi la proposta iniziale di ivobert era giusta!
Per quanto riguarda la forma dele gocce proposta da Yafet Rasnal poi, mi sembra molto sensata, a questo punto quasi sorge il dubbio di perchè,all'inizio,avevano così tante forme DIVERSE da quella circolare..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal
[quote name='Mirko' date='13 marzo 2005, 14:30']Secondo me la ragione va cercata nel modo di coniare.[/quote]

le prime non erano coniate. Le prime monete erano delle pallette contromarcate con un simbolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iridium
Anche nell'antico Egitto gli anelli (utilizzati al tempo come moneta)avevano un simbolo di zecca che garantiva bontà del metallo e peso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
[quote]Le prime monete erano delle pallette contromarcate con un simbolo[/quote]
e infatti non erano tonde e non erano coniate.

Forse col tempo si ebbe l'esigenza di produrre più "monete" e quale mezzo migliore e più rapido di dare una bella botta forte ad un pezzetto di metallo? Penso che così sia nata la prima moneta coniata e da lì l'idea di moneta come la conosciamo oggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal
[quote name='Mirko' date='15 marzo 2005, 09:26']quale mezzo migliore e più rapido di dare una bella botta forte ad un pezzetto di metallo? Penso che così sia nata la prima moneta coniata e da lì l'idea di moneta come la conosciamo oggi.
[right][post="21575"]<{POST_SNAPBACK}>[/post][/right][/quote]

la metodologia piu' semplice era la fusione; difatti la coniazione veniva usata solo per l'argento e l'oro, probabilmente per limitare i falsi in quando di piu' difficile imitazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
Anche se ho dei seri dubbi riguardo la "facilità" di produrre monete per fusione (bisogna fare stampi, avere dei forni con una bella temperatura, gli stampi sono soggetti ad usura e spesso vanno cambiati), sono sicuro che sia molto più rapida la coniazione piuttosto che la fusione ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iridium
[quote name='Mirko' date='16 marzo 2005, 10:21']bisogna fare stampi, avere dei forni con una bella temperatura, gli stampi sono soggetti ad usura e spesso vanno cambiati), sono sicuro che sia molto più rapida la coniazione piuttosto che la fusione ;)[/quote]

Non ne sono proprio convinto di questa maggiore facilità della coniazione rispetto la fusione:
i conii sono soggetti anch'essi a rapida usura e vanno riparati o ricreati spesso.
penso che per facilitare la coniazione i metalli preziosi venissero riscaldati per renderli più malleabili, considerando la temperatura di fusione dell'oro, alta, penso che anche per renderli solo semplicemente più malleabili occorressero forni belli caldi..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal
Inoltre e' molto piu' semplice produrre uno stampo che un conio. Poi con la fusione producevano piu' di una moneta a passaggio. Praticamentee tutta la monetazione in bronzo greca era fusa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

iridium
Un'altra prova a favore dovrebbe risultare che molti falsi dell'epoca( e anche qualcuno più moderno <_< ) derivano dafusioni e nonda battitura!
Se fosse più facile battere che fondere perchè darsi la pena di falsificare in fusione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mirko
[quote]Se fosse più facile battere che fondere perchè darsi la pena di falsificare in fusione?[/quote]

Ancora una volta secondo me dipende dalla quantità. Altro falsificare 100-1000 esemplari, altro produrne 15000000 o più...

Chiamatemi testardo, ma rimango del parere che coniare sia più facile/economico che fondere (per grosse quantità).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×