Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
karnescim

antonino pio

Risposte migliori

karnescim

di ritorno da Pietra ligure mi sono portato alcune monetine romane fra le quali anche quello che credo sia un dupondio di Antonino pio

-primo dubbio, i dupondi non dovrebbero avere la testa radiata? il mio non c'è l'ha ma pesa 12,75 gr. ed è di mm 25 di diametro, all'apparenza è bronzo dato che in un piccolo puntino a rovescio si vede un luccichio giallo, patina verde scura quasi nera

-al diritto si vede la testa nuda non radiata di antonino pio volta a dx a collo nudo, la legenda che si può vedere dice:

... CAESAELIUS ANTONINUSAUG

immagino quindi che gli manchi solo la IMP iniziale che lo farebbe corrispondere alla legenda che avrei riscontrato : IMP CAES AELIUS ANTONINUS AUG

- al rovescio si vede una figura femminile stante verso SX con la cornucopia a destra per chi guarda e la mano sinistra che sembra indicare il basso, SC in campo

tale figura l'avrei trovata ma è la legenda che non ho trovato da nessuna parte, solo una simile su di un denario sempre di Antonino, ecco cosa leggo sulla mia moneta:

PONTM..... T (P?)COSDESII

quindi da quello che ho capito la moneta commemora il primo consolato, e DES II?, mi pare che il primo consolato o carica consolare debba corrispondere al 138 dc se non sbaglio

purtroppo sono costretto a descrivervi in questo modo la moneta a causa della non funzionalità dello scanner, ho cercato in diversi siti come SIXBIDS, COINARCHIVES, WILDWINDS , DIRTYOLDCOINS, anche su I-NUMIS, ma nulla

a voi ricorda qualche cosa?

spiacente di non poter allegare immagini ringrazio fin d'ora tutti coloro che risponderanno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

E' necessario avere le foto per dare una possibile classificazione, ci sono diverse monete (almeno 4, che il RIC classifica come Assi) con disegni ed iscrizioni compatibili.

quindi da quello che ho capito la moneta commemora il primo consolato, e DES II?, mi pare che il primo consolato o carica consolare debba corrispondere al 138 dc se non sbaglio

259370[/snapback]

E' del 138, e COS DES II in pratica significa che aveva "ipotecato" il secondo consolato ;)

http://manuali.lamoneta.it/LetturaMoneta.html

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
Provato a guardare tra i dupondi di Aelius ? ;)

Chessò una cosa tipo: http://www.wildwinds.com/coins/sear5/s3991.html

259372[/snapback]

si frà ho visto anche fra quelli, ho girato un pò tutte le monete di Antonino pio anche in metalli diversi, giusto per magari trovare una legenda uguale ma non ne ho vista nessuna, ripeto l'unica legenda che SOMIGLIA, ma somiglia solamente, è quella di un denario d'argento ovviamente, che è così: PONT MAX TR POT COS

comunque le legende che ho scritte sono esatte, come si vedono, non ho dubbi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
E' necessario avere le foto per dare una possibile classificazione, ci sono diverse monete (almeno 4, che il RIC classifica come Assi) con disegni ed iscrizioni compatibili.

E' del 138, e COS DES II in pratica significa che aveva "ipotecato" il secondo consolato ;)

http://manuali.lamoneta.it/LetturaMoneta.html

259380[/snapback]

e lo sò che le foto sarbbero necessarie ma mi ripeto, non ho la possibilità a breve termine di inserirne, ma dal peso non dovrebbe essere un dupondio? non potresti mettere il link a questi assi così guardo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Ti riporto le descizioni del RIC:

1. RIC II 1094 (Adriano), Cohen 1069

D/ IMP T AEL CAES HADR ANTONINVS, testa nuda a destra

R/ TRIB POT COS DES II, SC, Pax stante a sinistra con ramo e cornucopia

2. RIC II 1095 (Adriano), Cohen 611, 613

D/ IMP T AELIVS CAESAR ANTONINVS, testa nuda a destra

R/ TRIB POT COS DES II, PIETAS SC, Pietas stante a sinistra di fronte ad un altare, la destra alzata e tenendo un contenitore di profumi

3. RIC III 525, Cohen 642

D/ IMP T AEL CAES HADR ANTONINVS AVG PIVS, testa nuda a destra

R/ P M TR POT COS DES II, SC, Aequitas stante a sinistra con bilancia e cornucopia

4. RIC III 526, Cohen 641, 639

D/ IMP T AEL CAES HADRI ANTONINVS AVG PIVS, testa nuda a destra

R/ P M TR POT COS DES II, SC, Pax stante a sinistra con ramo e cornucopia

Dubito che sia la 2. (c'e' un altare), non tornerebbe pero' il CAES AELIUS...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
Ti riporto le descizioni del RIC:

1. RIC II 1094 (Adriano), Cohen 1069

D/ IMP T AEL CAES HADR ANTONINVS, testa nuda a destra

R/ TRIB POT COS DES II, SC, Pax stante a sinistra con ramo e cornucopia

NO A PARTE IMP CHE NON SI VEDE MA POTREBBE STARCI LA LEGENDA INIZIA PROPRIO QUASI DAL TAGLIO DEL COLLO CON CAESAELIUS tutto attaccato, HADR non c'è, non c'è il ramo in mano alla figura

2. RIC II 1095 (Adriano), Cohen 611, 613

D/ IMP T AELIVS CAESAR ANTONINVS, testa nuda a destra

R/ TRIB POT COS DES II, PIETAS SC, Pietas stante a sinistra di fronte ad un altare, la destra alzata e tenendo un contenitore di profumi

per il diritto come sopra, per il rovescio, non c'è altare ne contenitore di profumi ma c'è sicuramente una cornucopia

3. RIC III 525, Cohen 642

D/ IMP T AEL CAES HADR ANTONINVS AVG PIVS, testa nuda a destra

R/ P M TR POT COS DES II, SC, Aequitas stante a sinistra con bilancia e cornucopia

per il diritto, la legenda non corrisponde, per il rovescio anche però l'immagine dell'aequitas ci potrebbe stare anche se non si vede la bilancina

4. RIC III 526, Cohen 641, 639

D/ IMP T AEL CAES HADRI ANTONINVS AVG PIVS, testa nuda a destra

R/ P M TR POT COS DES II, SC, Pax stante a sinistra con ramo e cornucopia

anche qui le 2 legende non tornano e sicuramente non vi è alcun ramo

ora guardando sotto altra luce sembra che nella mano che non regge la cornucopia ci sia qualcosa come una X o qualcosa di simile

Dubito che sia la 2. (c'e' un altare), non tornerebbe pero' il CAES AELIUS...

259392[/snapback]

Modificato da karnescim

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim

nessuno ha qualche nuova idea?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim

ecco l'ho trovata...........! quasi........

su WILDWINDS ne ho trovata una praticamente identica sia al dritto che al rovescio se non fosse che le manca il DES II finale della legenda al R/

sia la testa e la legenda al dritto sia la PAX al rovescio sono IDENTICHE ma la legenda del rovescio cita solo PONT MA TR POT COS mentre la mia cita PONT MAX T (R POT penso, un pezzo è invisibile)COS DES II

è catalogata quella che ho trovato come RIC 519 B, nessuno riesce ad aiutarmi nella catalogazione della mia?

clicca qui!

Modificato da karnescim

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim

questa è la moneta che cerco di identificare

al D :

post-1117-1197126819_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim

ed il rovescio, quello che dà problemi.....

post-1117-1197127424_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
Potrebbe essere questa ?

http://www.coinarchives.com/a/lotviewer.ph...cID=143&Lot=826

289599[/snapback]

no Agrippa, non è quella, come già sopra ampiamente scritto il mio è un Asse e quella che mi mostri invece un sesterzio, la moneta più simile che ho trovato è il RIC 519 B(sopra è linkato), con la differenza che la mia "dovrebbe" essere di almeno un anno successiva dato che riporta in più della suddetta un ben chiaro DES II, che a quanto sò stà a significare che Antonino era Designato per la seconda volta alla carica consolare.

onde evitare inutili ricerche invito a leggere anche le mie risposte precedenti, dà subito ringrazio tutti per l'impegno

PS fosse mica una riproduzione antica vista l'ossidazione verde che ha?

PPSS e se fosse provinciale?

Modificato da karnescim

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

;) DE GREGE EPICURI

Caro Karnescim, scusa se arrivo un po'tardi. La legenda del rov. dovrebbe essere PONT MAX TRP..COSDESII, e la moneta dovrebbe essere l'asse corrispondente al sesterzio n. 589 del Cohen, e del RIC 616, che è una "PAX"; nei medi bronzi spesso non c'era abbastanza spazio ed il nome della Personificazione (Pax) veniva omesso. Sarà quindi un Cohen 617 o 618, non ho il RIC sottomano. Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

No... ne RIC ne Cohen la riportano... e non ne ho trovato traccia da altre parti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim

grazie cari amici per l'impegno profuso e mi scuso se cerco di approfitarne ancora.

Qualcuno mi ha ventilato l'ipotesi che la moneta potrebbe essere una provinciale di una zecca dove si usava coniare in latino e non in greco come forse potrebbe essere Antiochia oppure essere una riproduzione ottocentesca, quest'ultima ipotesi è dovuta alla forma di alcune lettere, mi è stato inoltre suggerito di controllare sul catalogo on-line del British Museum che però non riesco a trovare in rete(il catalogo, non il sito), mi potete aiutare a capire cosa essa REALMENTE sia?

Romana, Provinciale o Falso ottocentesco?

1000 grazie

Modificato da karnescim

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

:) DE GREGE EPICURI

Caro Karnescim, dalle foto mi sembra evidente che la moneta è autentica, con corrosioni assolutamente naturali. Le lettere mi sembrano di tipo comune, diciamo nei limiti. E' romana e non coloniale, perchè le coloniali scritte in latino hanno l'indicazione della colonia e tipologie specifiche. Hai provato col Cohen ? (che ovviamente non le riporta tutte...) Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

karnescim
:) DE GREGE EPICURI

Caro Karnescim, dalle foto mi sembra evidente che la moneta è autentica, con corrosioni assolutamente naturali. Le lettere mi sembrano di tipo comune, diciamo nei limiti. E' romana e non coloniale, perchè le coloniali scritte in latino hanno l'indicazione della colonia e tipologie specifiche. Hai provato col Cohen ? (che ovviamente non le riporta tutte...) Ciao.

289835[/snapback]

salve gpittini, si guardi ho cercato di controllare sul Cohen on line ma non ho trovato nulla di corrispondente alla mia ed è per quello che nonostante mi diverta a cercare di catalogarle da solo, ho chiesto l'aiuto del forum, nemmeno su vari cataloghi d'asta cartacei e on line ne ho mai visto una identica, per questo chiedo aiuto.............

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

AlfaOmega

cercata nel ric cartaceo cercata nel cohen cartaceo nulla, potrebbe davvero trattarsi di un antico falso che mette insieme un dritto ed un rovescio di differenti monete? E' solo una ipotesi di un'inesperto, mi augurerei che fosse inedita.

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giampy

La discussione mi era sfuggita, stasera controllo nel BMCRE, se trovo qualcosa domani posto il risultato.

giampy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giampy

Carissimi, dopo una serata passata sul BMCRE, non posso dire di essere giunto ad una conclusione sulla moneta in oggetto.

Perdonatemi la verbosità, ma ho preferito suddividere la questione in più post indipendenti.

1) Innanzitutto: si tratta di un asse o di un dupondio?

Per il periodo che va da Antonino Pio a Commodo, Mattingly riporta che la corona radiata del dupondio lascia il posto alla corona di alloro degli assi. Il dupondio può essere distinto per il peso maggiore, la sua proporzione di zinco nella lega essendo di poco superiore a quella degli assi.

La comparazione fatta da Mattingly mette in evidenza per le emissioni di Antonino Pio un peso medio dei dupondi (del British Museum) di 12,82g (156 campioni), mentre per gli assi il peso medio è di 10,93g (274 campioni).

L’analisi della composizione rivela che un dupondio contiene circa il 93% di rame e il 7% di zinco, mentre un asse circa l’ 86,5% di rame e il 13,5% di zinco. Il colore di sesterzi e dupondi tende al giallo-bruno, mentre quello degli assi è rossastro, anche se le eccezioni non sono infrequenti.

giampy

Modificato da giampy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giampy

2) Cronologia:

Antonino Pio ottenne la TRIB POT intorno al 25 febbraio del 138 AD; molto presto fu anche PONT MAX. La denominazione COS DES II (designato al consolato) riguarda le emissioni dell’anno 138, infatti egli fu console nel 120 AD, COS DES II nel 138, COS II nel 139, COS III nel 140, COS IIII nel 145 AD.

3) Tipologia del rovescio: Nell’anno 138 si osservano due soli tipi di immagine al rovescio delle emissioni bronzee: Pietas e Pax.

4) Identificazione:

Le emissioni di Antonino Pio in rame/oricalco per l’anno 138 sono suddivise in tre fasi distinte dal Mattingly:

I fase: Rovescio con legenda TRIB POT COS DES II SC

II fase: Rovescio con legenda PONT MAX TR POT COS SC

III fase: Rovescio con legenda PM TR POT COS DES II SC

giampy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giampy

La moneta in questione, con questa accoppiata dritto-rovescio non esiste nel BMCRE.

La legenda PONT MAX TR POT COS SC corrisponde ad un breve periodo dell'anno in cui Mattingly riporta dei contrasti tra senato e Imperatore, per cui i titoli di designazione dati da Adriano (il COS DES II per l'appunto) vennero omessi.

Nella terza fase, la disputa si risolse, e le emissioni riportano la legenda

PM TR POT COS DES II SC

Quindi i due elementi discordanti sono il PONT MAX col COS DES II.

Mi dispiace di non essere stato di maggiore utilità.

Tra le varianti riportate dal Mattingly, nessuna si avvicina alla tipologia di questa moneta.

Mi auguro che sia inedita, magari per frettolosa reincisione del conio del rovescio.

giampy

Modificato da giampy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×