Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
barbù

identificazione moneta romana x catalogazione

Scusatemi ma della catalogazione delle monete romane sò ben poco.

Ringrazio sin d'ora a chiunque sarà in grado di aiutarmi.

post-6220-1189953868_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' un antoniniano in bronzo di Claudio II:

Sear Roman Coins and their Values [1988 edition] s3197

Claudius II AE Antoninianus. IMP C CLAVDIVS AVG, radiate draped bust right / ANNONA AVG, Annona standing left, foot on prow, with corn ears & cornucopia. RIC 18, Cohen 21.

Da Wikipedia:

Annona è un'antica dea italica. Dea dell'abbondanza e degli approvvigionamenti, da non confondere con la dea Abbondanza, in quanto Annona presiedeva ad una sola stagione.

Veniva rappresentata con delle spighe in mano.

Venerazione

Veniva adorata insieme a Libera e Liberalitas, e a Copia e Abundantia, tutte Dee delle messi. Rappresentava e garantiva il raccolto annuo delle messi con riti propiziatori e di ringraziamento, equivalenti alla festa del raccolto. Il suo nome deriva da Annualis, derivativo di annus, che si verifica dunque ogni anno. I romani avevano dei servizi statali, l'Annona, che vagliavano il raccolto per l'esazione delle imposte ma anche per garantire le scorte in caso di carestia. La Dea infatti era anche preposta alla partizione del raccolto per la semina successiva e come granaio di riserva per le carestie. La sacralità della partizione obbligava i contadini, prima ancora che divenisse legge, a provvedere a tali bisogni.

Altro significato di annona in epoca romana

L'imperatore Settimio Severo istituì l'annona militaris, per sopperire alle esigenze alimentari dell'esercito una sorta di "tassa" corrisposta in natura. Dapprima fu una misura eccezionale e poi una ricorrente, fino a che divenne, un'imposta fondiaria in natura che durante l'impero di Diocleziano fu sostituita da un tributo in denaro

post-3952-1189955317_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si tratta di un antoniniano di Claudio II il Gotico. Al rovescio è raffigurata la personificazione dell'Annona (ANNONA AVG): il suo piede è posto sulla prua, nelle sue mani la cornucopia e spighe di grano.

Al diritto non è possibile osservare la parte iniziale della legenda, anche se credo che, con buona probabilità, essa sia IMP C CLAVDIVS AVG: per questo, circa la classificazione, opterei per RIC V [1] 18.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?