Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
eg1979

Aquila bicefala

Risposte migliori

eg1979

Davanti alle chiese ortodosse, ai monasteri e a molti edifici in Grecia ho trovato la bandiera gialla con l'aquila bicefala simbolo dell'impero bizantino. Come mai? La chiesa ortodossa l'ha presa come suo simbolo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte
La chiesa ortodossa l'ha presa come suo simbolo?

262714[/snapback]

Sì, posso confermartelo: forse si vuol indicare il legame tra Bisanzio e la Chiesa (ortodossa), del resto uno degli elementi fondamentali dello Stato e del mondo bizantino.

Il simbolo dell'aquila bicefala m'ha sempre incuriosito. Esso stava ad indicare l'Impero ecumenico, che guarda al contempo ad Oriente e ad Occidente: intento universalistico che non verrà mai meno a nessun imperatore dei Ῥωμαίοι.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Non so se sia vero, ma l'interpretazione che ho in mente (e che non contraddice ma piuttosto completa quella di Cherso) è questa: l'aquila è simbolo di potere per eccellenza; il potere è quello dell'Impero cristiano, che è unico ma ha due nature indissolubilmente legate: temporale (l'imperatore) e spirituale (il patriarca). Da qui l'aquila con due teste.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brindellone

Convenzionalemnte l'aquila bicipite simboleggia l'unione tra due imperi e fu resa celebra dalla famiglia dei Paleologi. Credo che l'adozione di questo simbolo da parte della chiesa ortodossa siano da addebitarsi essenzialemnte alla sua assimilazione storica con l'Impero d'oriente. Per le motivazioni di cui sopra, devo dire che perdono di consistenza se si pensa che stiamo parlando dello stato in cui per lungo tempo si è praticato il cesaropapismo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chersoblepte

Durante il mio breve soggiorno in Grecia ho potuto raccogliere, a riguardo, qualche notizia in più, seppur non troppo precisa: ad ogni modo pare che, in seguito alla caduta di Costantinopoli in mano turca nel 1453, il Sultano abbia concesso alla Chiesa ortodossa di prendere come proprio simbolo lo stemma imperiale dei Paleologi, l'ultima dinastia regnante dell'Impero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo

Dò il mio contributo: credo che le due teste si riferiscano alle due sfere dei domini bizantini, occidentale e orientale, sebbene in età paleologa l'estensione territoriale dell'Impero di fatto non era più (ahimè) così ampia...

Come già avete detto voi, penso che lo stemma della dinastia paleologa, esteso idealmente a simbolo dell'Impero bizantino in generale già allora, sia poi passato a contraddistinguere una realtà, come la chiesa ortodossa, a suo modo inevitabilmente legata alla storia di Costantinopoli.

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt

,,,non a caso l'aquila bicite fu anche austroungarica (l'Impero a cavallo tra Occidente e Oriente) e russa (l'impero d'Oriente che guardava a Occidente).

Ma forse quell'aquila, se non sbaglio, è tornata a comparire nello stemma ufficiale della nuova Federazione russa... Significativo, vero?

In Grecia, con le nostalgie di Bisanzio, facevano addirittura i mobili con l'aquila bicipite (ho visto un salotto intagliato nel noce dei Rodopi, bello ma un po' pesante...).

A proposito di nostalgie bizantine sapete che in Greco moderno, per dire "Istambul" non si dice nemmeno "Costantinopoli" ma "i polis" (la città?).

O almeno si diceva così fino a trent'anni fa...

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Follis Anonimo
A proposito di nostalgie bizantine sapete che in Greco moderno, per dire "Istambul" non si dice nemmeno "Costantinopoli" ma "i polis" (la città?).

O almeno si diceva così fino a trent'anni fa...

Ciao

293809[/snapback]

Questa non la sapevo. Mi approprio subito dell'espressione! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

LUCIO
. . . Questa non la sapevo. Mi approprio subito dell'espressione!  :)

293823[/snapback]

Occhio che si rischiano delle incomprensioni, perché da noi "l'Urbe" è un'altra ;) .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brindellone
A proposito di nostalgie bizantine sapete che in Greco moderno, per dire "Istambul" non si dice nemmeno "Costantinopoli" ma "i polis" (la città?).

O almeno si diceva così fino a trent'anni fa...

293809[/snapback]

Istanbul è infatti la "corruzione" del greco eis ten polein (se non ricordo male). Dai cartelli stradali che gli ottomani di Maometto II leggevano marciando verso...Costantinopoli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt
Istanbul è infatti la "corruzione" del greco eis ten polein (se non ricordo male). Dai cartelli stradali che gli ottomani di Maometto II  leggevano marciando verso...Costantinopoli

296219[/snapback]

Questa ipotesi potrebbe essere confermata dal fatto che nella pronuncia bizantina la e (eta) diviene i , ei diviene anche i ed np diviene nb, quindi eis ten polein diventa is-tin-bolin

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×