Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Guest utente3487

trionfo d'oro

42 risposte in questa discussione

Buongiorno.Qualcuno può dare notizie in merito al cosiddetto Trionfo d'oro, moneta coniata nel 1723 per Carlo III d'Asburgo Regno di Sicilia? E di analoga moneta in oro coniata con millesimo 1730 sempre per Carlo III d'Asburgo Regno di Sicilia? Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Trionfo d'oro, AV 4.20g. diametro: 0.20mm

Spahr 21(come Zecchino), MIR 513

dritto: CAES CAR III D G SIC REX testa laureata con capelli lunghi volta verso destra, sotto signature tra due puntini

rovescio: TRIVMPHAT aquila coronata ad ali spiegate su rami di palma, sotto le ali F - N ed in basso millesimo.

Il contorno è dentellato.

Moneta estremamente rara, secondo Mr. Varesi R4, secondo Spahr R3

Lancillotto Castelli in "Memorie delle zecche di Sicilia" afferma che la moneta ha un cambio in valore pari a 26 Tarì.

Il trionfo non risulta esserci con il millesimo 1730, ma non ricordo se in merito è stato pubblicato qualche articolo di nuovo millesimo oppure c'è (sono) un eventuale/i esemplare/i comparso/i in qualche vendita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dimenticavo:

Museo Nazionale di Napoli, Fiorelli 9993

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie delle indicazioni. Provo a essere più preciso. moneta in oro del 1723 per Palermo. Al diritto testa laureata a destra e legenda CAES • CAROL • III • DG • SICIL • REX; sotto il collo iniziali monogramma DG intersecate; al rovescio la Sicilia entro un cerchio illuminata dal sole e legenda AUSTRIACIS RADIIS CLARIOR.

La seconda:moneta in oro emessa nel 1730. Al diritto legenda CAROLVS.III. . DEI.GRATIA. Nel campo Busto del sovrano a destra. Al rovescio lungo il bordo circolarmente .REX.SICILIAE. ET.HIER. Sotto .1730. Nel campo Aquila coronata volta a sinistra. Ai suoi lati le sigle S M.

AVrei anche le foto ma occupano per ogni faccia oltre 8 MB. Se qualcuno mi aiuta con delle indicazioni, potrei inviare le foto per un parere.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Supporter

8 MByte per faccia? Provi a salvare in jpg e/o a ridurre le dimensioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco il rovescio...

265542[/snapback]

una chiavica di foto vero?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
provo con l'altra moneta

265544[/snapback]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Postare foto non è così semplice come possa sembrare.

Provi a ridurre, con programmi tipo Photoshop o GIMP o similari, le foto originali ad una dimensione di 640 pixels di larghezza (ad esempio) e salvarle a 72 dpi.

Si dovrebbe raggiungere un buon compromesso qualità/peso immagine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie delle indicazioni. Provo a essere più preciso.  moneta in oro del 1723 per Palermo.  Al diritto testa laureata a destra  e legenda CAES • CAROL • III • DG • SICIL • REX; sotto il collo iniziali monogramma DG intersecate; al rovescio la Sicilia entro un cerchio illuminata dal sole e legenda AUSTRIACIS RADIIS CLARIOR.

265528[/snapback]

La moneta sembrerebbe essere un Doppio Ducato di Carlo III. Il condizionale è d'obbligo: è sicuro della sua originalità? Guardi che ufficialmente (mi limito alle indicazioni dei volumi che possiedo), se ne conosce uno solo di questo esemplare.

Si necessita di foto molto più grandi e dettagliate.

A livello del millesimo deve leggere: F.1723.N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La seconda:moneta in oro emessa nel 1730. Al diritto  legenda CAROLVS.III. . DEI.GRATIA. Nel campo Busto del sovrano  a destra. Al rovescio lungo il bordo circolarmente .REX.SICILIAE. ET.HIER. Sotto .1730. Nel campo Aquila coronata volta a sinistra. Ai suoi lati le sigle S M.

265528[/snapback]

A questa descrizione non corrisponde alcuna moneta aurea conosciuta di Carlo III in Sicilia. Sembrerebbe uno dei pezzi in argento della serie di emissioni 1730/31, forse più un 2 Tarì, magari dorato o altro, non saprei, ma è impossibile dirlo date le foto. Quanto pesa la moneta e quanto misura il diametro?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie delle indicazioni. Provo a essere più preciso.  moneta in oro del 1723 per Palermo.  Al diritto testa laureata a destra  e legenda CAES • CAROL • III • DG • SICIL • REX; sotto il collo iniziali monogramma DG intersecate; al rovescio la Sicilia entro un cerchio illuminata dal sole e legenda AUSTRIACIS RADIIS CLARIOR.

265528[/snapback]

La moneta sembrerebbe essere un Doppio Ducato di Carlo III. Il condizionale è d'obbligo: è sicuro della sua originalità? Guardi che ufficialmente (mi limito alle indicazioni dei volumi che possiedo), se ne conosce uno solo di questo esemplare.

Si necessita di foto molto più grandi e dettagliate.

A livello del millesimo deve leggere: F.1723.N.

265581[/snapback]

Si che sono originali.Fanno parte della Collezione Reale e si trovano al Museo Nazionale Romano.Le foto le ho ma come ho detto sono da oltre 8 MB per faccia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La seconda:moneta in oro emessa nel 1730. Al diritto  legenda CAROLVS.III. . DEI.GRATIA. Nel campo Busto del sovrano  a destra. Al rovescio lungo il bordo circolarmente .REX.SICILIAE. ET.HIER. Sotto .1730. Nel campo Aquila coronata volta a sinistra. Ai suoi lati le sigle S M.

265528[/snapback]

A questa descrizione non corrisponde alcuna moneta aurea conosciuta di Carlo III in Sicilia. Sembrerebbe uno dei pezzi in argento della serie di emissioni 1730/31, forse più un 2 Tarì, magari dorato o altro, non saprei, ma è impossibile dirlo date le foto. Quanto pesa la moneta e quanto misura il diametro?

265594[/snapback]

Ho soltanto le foto ma le monete sono in oro e purtroppo non ho i dati tecnici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se vuole può mandarle via mail (che le darò in privato) e le ridimensiono.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La seconda:moneta in oro emessa nel 1730. Al diritto  legenda CAROLVS.III. . DEI.GRATIA. Nel campo Busto del sovrano  a destra. Al rovescio lungo il bordo circolarmente .REX.SICILIAE. ET.HIER. Sotto .1730. Nel campo Aquila coronata volta a sinistra. Ai suoi lati le sigle S M.

265528[/snapback]

A questa descrizione non corrisponde alcuna moneta aurea conosciuta di Carlo III in Sicilia. Sembrerebbe uno dei pezzi in argento della serie di emissioni 1730/31, forse più un 2 Tarì, magari dorato o altro, non saprei, ma è impossibile dirlo date le foto. Quanto pesa la moneta e quanto misura il diametro?

265594[/snapback]

Ho soltanto le foto ma le monete sono in oro e purtroppo non ho i dati tecnici.

265598[/snapback]

Anche io ho ipotizzato un doppio ducato ma non so le caratteristiche tecniche (peso e diametro)..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un attimo chiariamo bene alcune considerazioni.

Allora le descrizioni che lei mi ha fornito nei due casi danno luogo a due situazioni differenti:

La prima moneta, ossia quella con la raffigurazione della Sicilia, è conosciuta in un solo esemplare presso l'IIN di Roma, ex collezione VE III (cat. Sambon 1310).

Quindi la moneta che ha fotografato e qui postato è proprio l'unico esemplare che effettivamente si conosce?

Se è così la prego di mandarmi queste foto compresse :) nel mio profilo troverà il mio sito internet e l'indirizzo di posta elettronica.

La seconda moneta non risulta in nessun opera che posseggo, a questo punto spero di non aver fatto un errore di consultazione. Aggiungo non risulta nessuna moneta aurea di Carlo III coniata nel 1730/31 in Sicilia da quello che ho letto.

Forniosco una serie di pesi indicativi per il nominale:

con Carlo III

Doppio Ducato (la moneta di cui su discusso) grammi 6.75

Zecchino o Trionfo 4.20g

Quadrupla 13.35g

con Vittorio Amedeo II

2 Ducati grammi 6.67

con Carlo II

Trionfo o Scudo Riccio grammi 3.45g

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricordi che l'Oncia d'oro, coniata solo dal 1733 in poi pesa 4.40 grammi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Comunque la moneta da 2 Ducati di cui ha allegato le foto nasce, secondo Sambon, in occasione dell' investitura della Sicilia concessa da Innocenzo XIII.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un attimo chiariamo bene alcune considerazioni.

Allora le descrizioni che lei mi ha fornito nei due casi danno luogo a due situazioni differenti:

La prima moneta, ossia quella con la raffigurazione della Sicilia, è conosciuta in un solo esemplare presso l'IIN di Roma, ex collezione VE III (cat. Sambon 1310).

Quindi la moneta che ha fotografato e qui postato è proprio l'unico esemplare che effettivamente si conosce?

Se è così la prego di mandarmi queste foto compresse :) nel mio profilo troverà il mio sito internet e l'indirizzo di posta elettronica.

Si, è proprio la foto della moneta presente nella Collezione Reale che si trova al Museo Nazionale Romano. Le invio la foto, in cambio mi può mandare la scheda della moneta se il Sambon la descrive? Grazie,

La seconda moneta non risulta in nessun opera che posseggo, a questo punto spero di non aver fatto un errore di consultazione. Aggiungo non risulta nessuna moneta aurea di Carlo III coniata nel 1730/31 in Sicilia da quello che ho letto.

Forniosco una serie di pesi indicativi per il nominale:

con Carlo III

Doppio Ducato (la moneta di cui su discusso) grammi 6.75

Zecchino o Trionfo 4.20g

Quadrupla 13.35g

con Vittorio Amedeo II

2 Ducati grammi 6.67

con Carlo II

Trionfo o Scudo Riccio grammi 3.45g

265613[/snapback]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Un attimo chiariamo bene alcune considerazioni.

Allora le descrizioni che lei mi ha fornito nei due casi danno luogo a due situazioni differenti:

La prima moneta, ossia quella con la raffigurazione della Sicilia, è conosciuta in un solo esemplare presso l'IIN di Roma, ex collezione VE III (cat. Sambon 1310).

Quindi la moneta che ha fotografato e qui postato è proprio l'unico esemplare che effettivamente si conosce?

Se è così la prego di mandarmi queste foto compresse :) nel mio profilo troverà il mio sito internet e l'indirizzo di posta elettronica.

Si, è proprio quella e si trova al Museo Nazionale Romano. Le invio la foto.Cortesemente può mandarmi in cambio la scheda descrittiva del Sambon sulla moneta? Grazie

La seconda moneta non risulta in nessun opera che posseggo, a questo punto spero di non aver fatto un errore di consultazione. Aggiungo non risulta nessuna moneta aurea di Carlo III coniata nel 1730/31 in Sicilia da quello che ho letto.

Forniosco una serie di pesi indicativi per il nominale:

con Carlo III

Doppio Ducato (la moneta di cui su discusso) grammi 6.75

Zecchino o Trionfo 4.20g

Quadrupla 13.35g

con Vittorio Amedeo II

2 Ducati grammi 6.67

con Carlo II

Trionfo o Scudo Riccio grammi 3.45g

265613[/snapback]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco la scheda descrittiva del Sambon (sunto):

Carlo VI imperatore, zecca di Palermo, Doppio Ducato

dritto: CAES.CAROL. / III.D.G.SICIL.REX testa laureata con lunga capigliatura e sotto signature

rovescio: AVSTRIACIS RADIIS CLARIOR, in basso F.1723.N. nel campo rinchiusa da circolo llineare la Sicilia illuminata dal sole. Conmtorno dentellato.

diametro 27mm peso grammi 6,75

In una nota a pié di tabella è scritto, oltre alle informazioni già riportate in altre risposte, che Mons. De Ciccio la classifica come oncia e mezza, invece da Sambon come due once. Si afferma possa trattarsi di una medaglia dato che esiste un conio similare in bronzo.

Spero di essere stato utile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?