Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
cipri.orsa

Tarì di Carlo IV

Carissimi appassionati numismatici, ho trovato in vendita la moneta allegata, ma non trovo nulla sul sovrano, o meglio nulla che lo leghi chiaramente al regno di Napoli. Dove erro? Come mai non trovo nulla? Infine, se il carico affidatovi non è troppo oneroso, gradirei un parere sulla moneta. Il grazie anticipato è nulla in confronto alla vostra sempre espressa cortesia. Salutoni da Palermo.

Giuseppe

post-3115-1191351247_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allego l'altra foto.

Giuseppe

post-3115-1191351403_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Forse perchè si tratta di Carlo VI e non IV :D

è una momneta rara ed un prezzario la riporta con una valutazione di 70 euro in MB

la tua sembra un qBB

ti allego una foto di un tarì simile

Tarì

Modificato da fedafa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La moneta fa parte del secondo periodo di coniazione di CArlo VI d'Asburgo per Napoli, con il titolo di Imperatore d'Austria.

CAR VI D G ROM IMPE (Carlo VI per Volontà Divina Imperatore del Sacro Romano Impero) notiamo al D/ una bella rappresentazione di Carlo VI in busto corazzato e drappeggiato con parrucca cinta da corona d’alloro, sotto al troncato della spalla IM (Giovanni Montemein, maestro incisore).

Al rv. HISP VTRI SICI REX (Re di Spagna e delle Due Sicilie) nel campo stemma in cornice coronato inquartato e caricato al centro dello scudetto di casa Asburgo, le sigle MF (Don Mattia De Franco maestro di zecca), sotto A (Antonio Ariani, maestro di prova), dallo stemma pende l'onoreficenza del Collare del Toson d’Oro, ed ai lati del vello 17 / 15.

E' una magnifica moneta che di stile austriaco che segna il passaggio dal seicento ad un più soblio settecento ma che esprime in pieno la potenza degli Asburgo. Il tipo è molto simile per il ducato, anch'esso coniato nel nel 1715, il mezzo ducato 1715 ed il carlino sempre dello stesso anno.

Come riferimenti trattasi del Pannuti Riccio 13, CNI 9.

Le allego l'immagine del Ducato dove può ben apprezzare su maggiore scala la finezza dell'incisione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scegli tu come chiamarlo, Carlo VI d'Austria oppure III di Sicilia :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Francamente il "ragazzo" preferiva VI d'Austria, non so perchè ma gli dava più soddisfazione. Come Carlo III ha coniato a Napoli poco pochino; il carlino nel 1707 (Molto raro) e non ricordo altro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Francamente il "ragazzo" preferiva VI d'Austria, non so perchè ma gli dava più soddisfazione. Come Carlo III ha coniato a Napoli poco pochino; il carlino nel 1707 (Molto raro) e non ricordo altro.

266925[/snapback]

Si proprio vero, purtroppo poche monete.

Si è fatto perdonare poi con le coniazioni della zecca di Palermo, come III di Sicilia, esibendo anche l'opulenza aurea :)

Comunque il "ragazzo" credo preferisse VI perchè la differenza di titolo era notevole, tra Re e Imperatore...credo faccia più piacere il secondo; poi non dimentichiamoci gli attributi, Sacro e Romano :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Francamente il "ragazzo" preferiva VI d'Austria, non so perchè ma gli dava più soddisfazione. Come Carlo III ha coniato a Napoli poco pochino; il carlino nel 1707 (Molto raro) e non ricordo altro.

266925[/snapback]

Si proprio vero, purtroppo poche monete.

Si è fatto perdonare poi con le coniazioni della zecca di Palermo, come III di Sicilia, esibendo anche l'opulenza aurea :)

Comunque il "ragazzo" credo preferisse VI perchè la differenza di titolo era notevole, tra Re e Imperatore...credo faccia più piacere il secondo; poi non dimentichiamoci gli attributi, Sacro e Romano :D

266929[/snapback]

Per nulla fesso ma vanitoso...fu anche un discreto sovrano, ma alla fine non fu mai realmente amato dal popolo che considerava lui e tutti i suoi Teutoni troppo freddi per le nostre latitudini ed il nostro folklore :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricordavo la moneta, e mi ricordavo di averla fotografata. Eccolo con tanto di parrucca e titolo di Carlo III per Grazia di Dio Re di Spagna e Napoli. Al rovescio FIDES ed ARMIS, con la Fede e con le armi, bel programmino per i sudditi napoletani.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Amici, che dirvi, siete stati magnifici! Grazie per avermi aperto gli occhi chiusi dall'errore di base del venditore e dalla mia poca esperienza. Grazie anche per la vasta ed attenta esposizione sul tema. La moneta in se stessa è veramente bella e cercherò di acquistarla. Una arrivederci.

Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho acquistato la moneta al costo di circa 45 euro :) . A giorni mi perverrà e se la foto sarà migliore di quella pubblicata la posterò.

Giuseppe

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti,

sono un nuovo utente e sono arrivato a questo forum grazie a una ricerca di una moneta in mio posseso che purtroppo non sono riuscito ad identificare.

Per questo spero mi darete una mano..

Dunque mi sono allegato a questo post non a caso in quanto trattasi più o meno della stessa moneta..solo che dove viene raffigurato Carlo VI coincide con le descrizioni precedenti ( anche se la D della scritta è a sinistra della testa e la G a destra e il resto uguale) mentre al rovescio c'è una croce con scritto "In hoc signo vinces" e non riesco a decifrare la data..

Purtroppo non ho la possibilità di mettere la foto e spero che le indicazioni siano sufficiente per farvi un'idea di cosa ho in mano...è forse un falso??anche perchè non l'ho neanche trovata sul Montenegro 2008..mentre cose simili si..ad es. il rv con la croce e la scritta..AIUTATEMI!

Grazie davvero per la disponibilità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti,

sono un nuovo utente e sono arrivato a questo forum grazie a una ricerca di una moneta in mio posseso che purtroppo non sono riuscito ad identificare.

Per questo spero mi darete una mano..

Dunque mi sono allegato a questo post non a caso in quanto trattasi più o meno della stessa moneta..solo che dove viene raffigurato Carlo VI coincide con le descrizioni precedenti ( anche se la D della scritta è a sinistra della testa e la G a destra e il resto uguale) mentre al rovescio c'è una croce con scritto "In hoc signo vinces" e non riesco a decifrare la data..

Purtroppo non ho la possibilità di mettere la foto e spero che le indicazioni siano sufficiente per farvi un'idea di cosa ho in mano...è forse un falso??anche perchè non l'ho neanche trovata sul Montenegro 2008..mentre cose simili si..ad es. il rv con la croce e la scritta..AIUTATEMI!

Grazie davvero per la disponibilità.

281427[/snapback]

Ciao amazing,

innanzitutto benvenuto sul forum.

La moneta dovrebbe essere un Carlino d'argento (peso 2,10 g) di Carlo VI.

Avrei bisogno di alcune indicazioni per esser maggiormente preciso nell'identificazione.

In ogni caso la scelta,per le informazioni che hai riportato,cade su una cerchia ristretta di monete,per la precisione cinque.

Dritto: CAR VI D G ROM IMP

Busto dell'Imperatore volto a destra.

Rovescio:IN HOC SIGNO VINCES

Croce

L'anno di coniazione può essere il 1730 (3 varianti),1731 o 1733.

Se la D (Dei) é a sinistra dell'effige del Sovrano e la G (Gratia) alla sua destra la scelta dovrebbe essere limitata fra le annate 1731 e 1733.

Queste due annate sono le più rare fra le cinque monete e sono classificate R2.

Dovresti controllare due cose:

1) se sotto il busto del sovrano é presente la lettera G oppure no

2)Quali lettere sono riportate (se ci sono) dietro la nuca di Carlo VI:MF/A oppure VM/A.

Con queste informazioni penso si possa classificare precisamente la tua moneta.

Saluti

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eccomi e buongiorno!

Allora innanzitutto sono davvero contento e sorpreso della risposta immediata e ti ringrazio davvero!

Veniamo alla moneta:

Confermo che la D è a sn dell'effige del sovrano cosi come la G alla sua dx.

Ti confermo altresì che sotto il busto del sovrano è presente la lettera G, mentre dietro la nuca del sovrano sono presenti le lettere VM/A.

Mi confermi quindi che trattasi di R2?

Purtroppo la conservazione non credo sia il max, penso un MB/BB.

Grazie ancora per la gentilezza.

S.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao amazing,

penso di poter affermare in via definitiva che si tratta del Carlino del 1731.

Ti confermo che é una moneta molto rara (R2) oltre ad essere davvero bella.

Sono comunque monete difficili da trovare in alta conservazione.

I riferimenti bibliografici sono Pannuti Riccio N°22,Cagiati N°40.

Se ne hai la possibilità posta la fotografia così mi rifaccio un po' gli occhi...visto che é una moneta che mi manca ;)

Saluti

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guarda Davide,

non ci ho pensato prima ma ho preso la foto direttamente da dove l'ho acquistata.

Sono davvero contento che trattasi di un pezzo raro perchè l'ho pagato direi poco se mi confermi ,più o meno, che può avere un valore alto.

Cmq ti allego la foto e se riesci a dirmi anche la conservazione (immagino +MB) e quanto vale te ne sarei davvero grato.

Grazie infinite.

S.post-7496-1195212705_thumb.jpgpost-7496-1195212705_thumb.jpgpost-7496-1195212713_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao amazing,

la moneta é esattamente quella che avevo ipotizzato io ed é certamente molto rara.

Mi dispiace però dirti che siamo lontani dal raggiungere l MB.

La moneta presenta tracce di pulitura impropria ed oltremodo aggressiva.

Oltretutto la moneta proviene da montatura e sono riscontrabili vistose tracce di montatura al dritto sopra l'effige del sovrano e al rovescio sotto la croce.

Il valore di mercato,nonostante la rarità del pezzo,é fortemente ridimensionato da tali fattori (Conservazione/appicagnolo).

Non ho al momento sottomano riferimenti in merito alla quotazione,dammi un po' di tempo e sarò ben lieto di fornirti il mio parere ;) .

Saluti

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Davide,

avrai sicuramente capito che non sono un esperto e proprio per questo ti chiedo cosa vuol dire "traccie di pulitura impropria" (immagino che la moneta sia stata pulita nel modo errato?) e poi che si intende per "la moneta proviene da montatura e sono riscontrabili vistose tracce di montatura "..

Certo è un peccato..cmq ti ringrazio ancora per la tua disponibilità e se riesci fammi sapere piu o meno il suo valore.

p.s. immagino sia inutile farla periziare..giusto?

S.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao amazing,

ritengo sia inutile far periziare la moneta in quanto é sicuramente autentica ma di basso valore.

La moneta é stata pulita in uno modo tale che le é stata rimossa tutta la patina originale.

Quella lucentezza non é assolutamente sintomo alta conservazione...anzi,il contrario!

Rimuovendo la patina originale hanno oltretutto abbassato i rilievi della moneta causandole solamente un danno.

Il fatto che la moneta provenga da montatura significa che era montata su una collana,su un anello oppure che ha subito una modifica particolare per essere utilizzata come spilla.

Nel tuo caso la moneta doveva essere saldata su una collana poiché si intravedono tracce di appicagnolo.

Al dritto sopra l'effige del sovrano e al rovescio sotto la croce non osservi tracce di appicagnolo rimosso?

La moneta non ti sembra fosse saldata con qualcosa da cui poi é stata divisa?

Per me un valore massimo per questa moneta si attesta sui 40€/50€ in relazione al grado di conservazione ma soprattutto,se me lo confermi,poiché proviene da montatura.

Peccato l'abbiamo torturata così perché la moneta é davvero rara.

Saluti

Davide

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?