Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
min_ver

96 lire Genova 1804

Gentili tutti

secondo Voi di che conservazione è questa moneta?

Grazie del vostro parere, è molto apprezzato

:lol:

96_lire_1804.doc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non saprei,la foto non e' molto definita.Sembrerebbe che alcune parti del disegno siano consumate per la circolazione,quindi direi MB,anche se sarebbe meglio valutare con una foto migliore.Magari con dietro un campo nero per far risaltare meglio la moneta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non è una moneta facile da reperire in elevato stato di conservazione, e quando questo accade ha un valore commerciale che supera facilemente i 5.000 euro.

Il 1804 è uno dei due millesimi più comuni di una tipologia abbastanza rara.

Dalle immagini che ha postato sembrerebbe una moneta che ha avuto discreta circolazione da q.BB, guardando alcuni dettagli e la particolare lucentezza del metallo ho come l'impressione che venga da una montatura, ha avuto modo di controllare il bordo ? Dovrebbe esserci scritto in rilievo e continuo PESO GRANI 550 BONTA' KAR 22 tra delle pseudo stelline.

L'oro con cui veniva coniata sovente aveva bolle o peggio porosità e marcate sfogliature in superficie. Mi pare di intravvedere uno di questi difetti di coniazione alla destra del fascio; con l'usura poi prende una patina rossiccia non particolarmente piacevole a vedersi.

Il conio è del Vassallo, uno dei più abili incisori italiani del periodo francese.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grande Picchio, un vero professionista! Grazie ancora :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La conservazione potrebbe essere qBB. Al rovescio, le verghe nella parte superiore del fascio non mi sembrano molto leggibili, ma forse è dovuto ad una debolezza di conio piuttosto che all'usura. Forse c'è anche una mancanza di metallo vicino all'incrocio dei due segmenti del nastro. Questi difetti dovrebbero riscontrarsi abbastanza comunemente in questo bel tipo monetale. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ha avuto modo di controllare il bordo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si grazie, è come dicevi tu.

Aspetto e vado alla caccia di un SPL

Grazie ancora! :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A mio parere è qBB.

Volevo aggiungere che spesso questa tipologia presenta delle debolezze di conio e questo esemplare non fa eccezione.

E' reperibile abbastanza facilmente in conservazione fino allo SPL ma oltre questa conservazione diventa estremamente rara.

Tipologia più rara rispetto al nominale con la madonna dello stesso periodo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Possiamo confrontarla con questo pezzo del 1803, presente nella Collezione Reale...

Ecco il diritto...........

post-6798-1192747010_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Possiamo confrontarla con questo pezzo del 1803, presente nella Collezione Reale...

Ottima conservazione, sicuramente oltre la media per il tipo, ma ancora non FDC. :rolleyes:

Se ricordo bene mi pare di aver visto in vendita esemplari ancora migliori di quello della collezione reale.

Dalle diverse foto che ha mostrato fino ad'ora, anche di altre tipologie, mi appare curioso il fatto che il Re numismatico non fosse riuscito ad avere nella sua collezione il meglio in circolazione almeno per quanto riguarda la conservazione! :unsure:

Senza nulla togliere naturalmente alla collezione di monete Italiane più importante in assoluto!

Modificato da Dimitrios

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Possiamo confrontarla con questo pezzo del 1803, presente nella Collezione Reale...

Ottima conservazione, sicuramente oltre la media per il tipo, ma ancora non FDC. :rolleyes:

Se ricordo bene mi pare di aver visto in vendita esemplari ancora migliori di quello della collezione reale.

Dalle diverse foto che ha mostrato fino ad'ora, anche di altre tipologie, mi appare curioso il fatto che il Re numismatico non fosse riuscito ad avere nella sua collezione il meglio in circolazione almeno per quanto riguarda la conservazione! :unsure:

Senza nulla togliere naturalmente alla collezione di monete Italiane più importante in assoluto!

278253[/snapback]

fosse mica stata sostituita con esemplare peggiore?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Possiamo confrontarla con questo pezzo del 1803, presente nella Collezione Reale...

Ottima conservazione, sicuramente oltre la media per il tipo, ma ancora non FDC. :rolleyes:

Se ricordo bene mi pare di aver visto in vendita esemplari ancora migliori di quello della collezione reale.

Dalle diverse foto che ha mostrato fino ad'ora, anche di altre tipologie, mi appare curioso il fatto che il Re numismatico non fosse riuscito ad avere nella sua collezione il meglio in circolazione almeno per quanto riguarda la conservazione! :unsure:

Senza nulla togliere naturalmente alla collezione di monete Italiane più importante in assoluto!

278253[/snapback]

fosse mica stata sostituita con esemplare peggiore?

278274[/snapback]

Ad onor del vero bisogna dire che VE III non era un maniaco del FDC e questo lo ritengo un pregio e non un difetto in un collezionista che sia ANCHE numismatico. Tra l'altro in alcuni casi ha rinunciato all'acquisto di esemplari che pur mancando nella sua raccolta venivano offerti a prezzi esorbitanti....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ad onor del vero bisogna dire che VE III non era un maniaco del FDC e questo lo ritengo un pregio e non un difetto in un collezionista che sia ANCHE numismatico. Tra l'altro in alcuni casi ha rinunciato all'acquisto di esemplari che pur mancando nella sua raccolta venivano offerti a prezzi esorbitanti....

278281[/snapback]

Sono d'accordo al 100% con Lei.

Ammetto che l'alta conservazione mi piace e la cerco, ma capisco che questo non deve essere il primo obbiettivo del vero numismatico-studioso.

Molti pensiamo che il Re aveva in un certo senso delle risorse economiche "illimitate" ma in realtà questo non era vero. Dalla lettura del libro di prof.ssa Travaini si nota che il Re era molto attento a quanto spendeva ed inoltre pagava le monete di tasca sua.

Le foto che mi hanno sorpreso maggiormente erano quelle del 50 Lire 1911 che stranamente non era in conservazione eccezionale pur trattandosi di una moneta contemporanea al Re.

Per il resto bisogna aggiungere che la "mania" del FDC è esplosa solo negli ultimi anni.Guardando la collezione di mio padre, collezionista lui stesso degli anni settanta-ottanta, ho capito presto che l'alta conservazione non era fra le prime priorità. E' toccato a me allora sostituire gli esemplari più brutti con altri di maggiore qualità, operazione che porto avanti con pazienza fino ad oggi. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?