Jump to content
IGNORED

MONETA DI ADRIANO (FORSE)


Recommended Posts

Salve,

ho acquistato una moneta di Adriano (forse). POtreste darmi qualche informazione in più? Posso sottoporla a qualche trattamento per farle tornare l'antico splendore?

Grazie a tutti,

Travis

post-7977-1201215082_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


si parrebbe adriano

-di che metallo sembra essere? se argento idrolisi con soda solvay,sennò,cautissimamente,bisturi

Link to comment
Share on other sites


Per l'identificazione non vedo molto... Per la pulizia... lascia perdere,lascia perdere !!!! Meglio poco che niente,te lo dico per esperienza personale,

e non sono nato ieri.... purtroppo!

Edited by romanus
Link to comment
Share on other sites


LA SI PUò MIGLIORARE... :P

SECONDO ME DOVRESTI FARE COME HA DETTO MARCHEMILIO.... :)

ASSICURATI DEL METALLO....SE NON è ARGENTO VAI PIANO PIANO CON IL BISTURI...SE è ARGENTO PROCEDI CON L'ELETTROLISI...LA TIENI UN PO E LA TOGLI è CAPISCI SE ANDARE A VANTI O MENO.... :D

Link to comment
Share on other sites


Se la moneta è di bronzo, intanto la terrei per un certo periodo in acqua distillata. A vederla così la superficie sembra una concrezione sabbiosa, depositata sulla patina sottostante. Il trattamento con acqua distillata, oltre a non danneggiare la moneta, ammorbidisce le incrostazioni. Andare col bisturi su una concrezione dura può, purtroppo ( e parlo per esperienza) anche asportare tratti di patina (anche se si cerca di andarci più piano possibile)

La pazienza sarà la tua migliore alleata.

PS: è Adriano, dimensioni e peso?

giampy

Link to comment
Share on other sites


Grazie a tutti per il supporto....appena mi arriva vi saprò dare anche dimensioni e peso, praticamente l'ho acquistata da poco e mi deve ancora arrivare...nel frattempo vi ringrazio davvero di cuore...

Link to comment
Share on other sites


Giampy secondo te per quanto tempo la devo tenere in acqua? dieci giorni vanno bene?

Praticamente avevo una moneta irroconoscibile, lo sottoposta ad elettrolisi e si è rivelata una moneta di Alessandro Severo, ma molto molto ben conservata, l'unica cosa ke conserva ora un colore nero, ma ti dico è una delle monete che amo di più perchè me l'hanno regalata come moneta "da buttare" e invece le ho ridonato vita; poi è anche bella perchè scritta in greco. Io mi tengo tutto anche quelle che sono piastrine liscie, sono sempre pezzi di storia.

Link to comment
Share on other sites


CIAO. SECONDO LA MIA MODESTA OPINIONE LA TIENI PER UN GIORNO IN ACQUA DISTILLATA E POI PROCEDI A PICCOLI TENTATIVI PER ASPORTARE LA CONCREZIONE.SE RISULTA TROPPO SOLIDA LA RIMETTI IN ACQUA.DEVI AVERE MOLTA PAZIENZA.

CIAO :)

Link to comment
Share on other sites


Direi di provare una settimana, tieni conto che l'acqua distillata puoi cambiarla ogni giorno, quindi giornalmente puoi verificare lo stato di "ammorbidimento" delle incrostazioni.

Per la moneta di Alessandro Severo, se era un bronzo il colore nero è tenorite, un composto del rame (e meno male che l'elettrolisi non se lo è portato via), se era di argento è la normale ossidazione del metallo.

Molte volte da monete che sembrano assolutamente irrecuperabili si recuperano pezzi che danno soddisfazione.

giampy

Edited by giampy
Link to comment
Share on other sites


travis...per il bronzo io ho detto idrolisi non elettrolisi

ovvero acqua e soda solvay(5%) e una striscia di stagnola a contatto con la moneta in acqua e con l'aria dall'altro capo senza elettricità indotta-succede da sè

Link to comment
Share on other sites


Ringrazio davvero tutti per il supporto tecnico-informativo, ora è da un giorno che la tengo in acqua distillata, ma vorrei procedere come ha detto marchemilio...provar non nuoce! Grazie davvero!

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.