Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
noya_noya

aiuto..denario di Adriano (Felicitas)

Risposte migliori

noya_noya

ciao a tutti,recentemente questo denario di Adriano è entrato a far parte della mia collezzione solo che non riesco a classificarlo correttamente,ho cercato su internet ma non ho trovato niente di simile,anzi.. ho trovato qualche altro denario con felicitas dietro,ma non uguale al mio o con questa legenda,qualcuno può magari postarmi un link per un eventuale confronto?o ric?

grazie anticipatamente

saluti

post-6513-1202838477_thumb.jpg

post-6513-1202838568_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tapioca

Salve, ho in collezione lo stesso denario, che ho catalogato, non senza qualche esitazione, come RIC II n.234

La legenda FELICI-TAS AVG è diversa da quella postata da perporius (FELIC-I-TAS AVG) ed anche da quella riportata da noya_noya (FELICI-T-AS AVG).

Quante varianti esistono di questa moneta? :)

Ciao, Tapioca

post-2982-1202909397_thumb.jpg

post-2982-1202909425_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

noya_noya

grazie per il link Apulensis,effettivamente c'è qualche piccola differenza ma la legenda è quella,quindi probabilmente il RIC 234 è giusto,ma queste varianti implicano una maggiore o minore rarità della moneta stessa?

(Tapioca complimenti per il tuo denario è molto bello)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tapioca

Grazie noya_noya, infatti questo, seppur comune, è uno dei miei preferiti ;)

Riguardo al discorso sulle varianti sono troppo alle prime armi per sbilanciarmi in valutazioni, credo comunque che la cosa influisca poco sul grado di rarità.

Sarebbe bello che qualcuno più esperto illustrasse l'origine di queste varianti. Probabilmente ogni officina aveva i suoi conii con annesse varianti, ma ripeto sono ancora troppo inesperto per fare affermazioni certe.

Lascio la parola a chi ne sa più di me voglioso di apprendere qualunque informazione che possa accrescere la mia cultura in materia.

Grazie in anticipo, tapioca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×