Jump to content
IGNORED

Tallero di Augusta


avgvstvs
 Share

Recommended Posts

A me sembra buona. L'anno è comune, ma il diritto mi sembra un po' consumato e si tratta di una moneta che si trova generalmente in ottima conservazione. Poi, ovvio, dipende dal prezzo richiesto... Non so se sia un effetto della foto, ma mi pare di vedere dei graffietti da pulitura/lucidatura, cosa che dovrebbe fare inorridire... spatinata e graffiata?

Link to comment
Share on other sites


Grazie Fratelupo :)

Adesso vi spiego: mi sono imbattuto casualmente in questa moneta in un posto che veramente non pensavo, cioe' qui (spero che il link funzioni correttamente):

http://www.forgerynetwork.com/asset.aspx?m...id=spflJE8sIFg=

Moneta FALSA??? :blink:

Confesso che sono stato a guardarla per parecchio, cercando di trovare qualcosa che mi facesse pensare al falso... niente.

Ho guardato gli altri esempi riportati da Forgerynetwork e li ho confrontati con coinarchives. Per semplicita' non postero' gli esemplari che ho trovato di questo venditore, vediamo solo un confronto tra i rovesci di 3 monete da lui vendute e riportanti date diverse (1641, 42 e 43):

post-3051-1204955247_thumb.jpg

L'unica cosa che mi pare cambi e' l'ultima cifra della data, per il resto mi sembrano proprio identici (uso come riferimento le 2 torri sulla destra e il "6 sdraiato").

Ora, il discorso e' che quel rovescio sembrebbe esistere effettivemente per il 1641, ne ho trovato diversi esempi su aste di nomi prestigiosi, non voglio credere che siano tutti falsi... ma qui abbiamo 3 anni con lo stesso rovescio.

Stesso punzone? Il problema e' che gli esemplari che ho visto su coinarchives per il 1642 e 1643 avevano un conio diverso.

Cosa ne pensate?

Ultima aggiunta: sempre dello stesso venditore e' presente un altro anno, non elencato da Forgerynetwork ma che mi pare con le stesse caratteristiche. Non l'ho postato perche':

- la foto non permette di dire con certezza che il rovescio sia lo stesso;

- parrebbe acquistato da un Utente del Forum... lascio a lui la scelta di mostrarcelo se potra'/vorra'.

Link to comment
Share on other sites


Davvero interessante!

In presenza di rovesci uguali, cambiando solo l'ultima cifra della data, ipotesi probabile è -appunto- che si siano ispirati al rovescio di un milllesimo -in questo caso il 1641- e poi lo abbiano riprodotto (almeno) per altri millesimi conosciuti.

Posso aggiungere che il catalogo Krause riporta per questo tipo monetale gli anni 1639, 1640, 1641, 1642, 1643, 1645.

La foto presente è proprio quella di un esemplare datato 1642 e il conio del rovescio è diverso rispetto all'esemplare da te postato e conforme agli esemplari del 1642 che ho visto sul CoinArchives.

Link to comment
Share on other sites


pensandoci un po', mi è venuto in mente che forse questo falso lo si potrebbe riconoscere dall'usura generale della moneta: se le torri e l'angelo sono un po' consumati, perché la grana di riso del contorno non lo è, ma anzi è uniformemente presente? :blink:

Di sicuro avrebbe tratto in inganno molti, me di sicuro ;)

p.s. sempre che sia davvero falsa!

Link to comment
Share on other sites


In presenza di rovesci uguali, cambiando solo l'ultima cifra della data, ipotesi probabile è -appunto- che si siano ispirati al rovescio di un milllesimo -in questo caso il 1641- e poi lo abbiano riprodotto (almeno) per altri millesimi conosciuti.

323152[/snapback]

Sembrerebbe proprio cosi'... tra l'altro confrontando le ultime cifre (il 2 e il 3) con gli esemplari di coinarchives mi pare che neanche somigliano, anche se questo non vuol dire niente.

pensandoci un po', mi è venuto in mente che forse questo falso lo si potrebbe riconoscere dall'usura generale della moneta: se le torri e l'angelo sono un po' consumati, perché la grana di riso del contorno non lo è, ma anzi è uniformemente presente?  :blink:

323282[/snapback]

Non sono sicuro... prendiamo ad esempio un esemplare proveniente da un'asta "a caso" (;) ):

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ID=239&Lot=3216

mi pare che -dove presente- il bordo non sia molto dissimile da quello sugli esemplari in esame, anche quando il rovescio presenta una evidente consunzione.

Di sicuro avrebbe tratto in inganno molti, me di sicuro ;)

p.s. sempre che sia davvero falsa!

323282[/snapback]

Quoto entrambi i punti!

Link to comment
Share on other sites


Non sono sicuro... prendiamo ad esempio un esemplare proveniente da un'asta "a caso" (wink.gif ):

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ID=239&Lot=3216

Perché, tu a questo punto sei sicuro al 100% che non si tratti anche questa di un falso? Guarda un po' il bordo, con le irregolarità che - mi sembra - si ripetono anche nella moneta da te indicata. Inoltre presenta più o meno la stessa usura nelle stesse IDENTICHE posizioni ;) :ph34r: :o

Sul forum tedesco di numismatica, ad ogni modo, si fa presente che questi falsi cinesi pesano di solito 1 o 2 grammi in meno rispetto agli originali :ph34r: e non a caso, credo, nell'asta da te segnalata viene indicato il peso (che corrisponde a meno di 0,1gr a quello corretto per un tallero imperiale del tempo) :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites


Vi posto il rovescio del mio esemplare, assolutamente garantito autentico. Ci sono delle differenze che mi portano a riconsiderare quanto scritto prima... Che ne pensate?

post-7082-1205014692_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Il rovescio del tuo esemplare, dai bei rilievi e con una patina suggestiva, è infatti conforme a quello che si vede normalmente per il millesimo 1642.

Certo, se già si hanno dubbi sul 1642, i cui rovesci sono differenti, sul 1641 i dubbi saranno maggiori, visto che il "falso" ha un rovescio che sembra ispirarsi proprio a questo millesimo! :o

Ora, è pur vero che potrebbero esserci varianti e magari possiamo ammettere che gli incisori siano stati capaci di creare punzoni uguali per i vari millesimi (e si tratterebbe di almeno tre millesimi, 1641, 1642, 1643), però -non sono un esperto- mi parrebbe più probabile che siamo in presenza di falsi. :ph34r:

Edited by orlando10
Link to comment
Share on other sites


Perché, tu a questo punto sei sicuro al 100% che non si tratti anche questa di un falso? Guarda un po' il bordo, con le irregolarità che - mi sembra - si ripetono anche nella moneta da te indicata. Inoltre presenta più o meno la stessa usura nelle stesse IDENTICHE posizioni ;)  :ph34r:  :o

323375[/snapback]

Se c'e' una cosa di cui sono sicuro e' di non essere sicuro! :lol:

Sul forum tedesco di numismatica, ad ogni modo, si fa presente che questi falsi cinesi pesano di solito 1 o 2 grammi in meno rispetto agli originali  :ph34r: e non a caso, credo, nell'asta da te segnalata viene indicato il peso (che corrisponde a meno di 0,1gr a quello corretto per un tallero imperiale del tempo)  :rolleyes:

323375[/snapback]

Avevo trovato questa informazione in Rete, si parla di 28g circa.

L'esemplare che pesa di meno trovata su coinarchives -tra quelle sulla quali e' indicato il peso- e' questo (28.49g):

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ID=180&Lot=1904

Il conio e' pero' diverso, e' tipo quello della moneta di Fratelupo.

Ora, è pur vero che potrebbero esserci varianti e magari possiamo ammettere che gli incisori siano stati capaci di creare punzoni uguali per i vari millesimi (e si tratterebbe di almeno tre millesimi, 1641, 1642, 1643), però -non sono un esperto- mi parrebbe più probabile che siamo in presenza di falsi. :ph34r:

323410[/snapback]

E' piu' o meno quanto viene ipotizzato su forgerynetwok... chissa', se si fossero limitati a copiare il 1641 e avessero aggiustato il peso, forse non se ne sarebbe accorto nessuno.

Magari su qualche esemplare il peso e' corretto... :ph34r:

Sempre che siano falsi, naturalmente! :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites


Sul bollettino numismatico della CGB ho visto - nei numeri passati - una rubrica dedicata ai pericolosissimi falsi cinesi.

Io purtroppo non ho tempo per ripescare gli articoli e foto e postare la traduzione qui, ma sarebbe utilissimo che qualche lamonetiano francofono lo facesse.

Link to comment
Share on other sites

Awards

Sul bollettino numismatico della CGB ho visto - nei numeri passati - una rubrica dedicata ai pericolosissimi falsi cinesi.

Io purtroppo non ho tempo per ripescare gli articoli e foto e postare la traduzione qui, ma sarebbe utilissimo che qualche lamonetiano francofono lo facesse.

323421[/snapback]

Penso che sarebbe un lavoraccio, anche perche' dal numero 36 l'articolo sui falsi cinesi ha assunto l'aspetto del bollettino di guerra. :ph34r:

Comunque, anche per coloro che il francese non lo masticano troppo come me, riporto il link dal quale scaricare il Bulletin:

http://www.cgb.fr/bn/ancienbn.html

Buone preoccupazioni! :D

Link to comment
Share on other sites


Porca miseria... sul numero 44 illustrano un'opera d'orafo molto pericolosa e ben fatta... hanno manipolato una moneta francese vera del 1851 e fatta diventare 1850... ed hann pure cambiato la sigla della zecca!!!! :silly:

Link to comment
Share on other sites

Awards

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.