Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
aemilianus253

Comitato per proposte di modifica legge

Risposte migliori

aemilianus253

Gentili Amici del Forum,

Sono venuto a conoscenza, come penso molti di voi, del fatto che durante l'ultimo Convegno Numismatico di Vicenza è stato deciso di promuovere la formazione di un comitato tra i rappresentanti delle principali associazioni di rappresentanza dei collezionisti e commercianti numismatici (le diverse anime del Mondo Numismatico, insomma) e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali per formulare una sintesi delle proposte di modifica della legge sui beni numismatici e ulteriori proposte di interpretazione dei singoli articoli della legge attualmente in vigore. Trovo la cosa estremamente utile, per cercare di far fronte agli innumerevoli problemi che la numismatica si trova ad affrontare e per dare finalmente certezze a collezionisti e commercianti. Ma credo inoltre che chiarimenti ed interpretazioni "più calzanti" in merito alla legge possano essere molto utili anche alla magistratura ed alle forze di polizia che devono occuparsi della problematica. E' ben chiaro a tutti il "terrore" suscitato nei collezionisti da sequestri di monete antiche (ma sappiamo anche che lo stesso è avvenuto per prove e progetti), spesso ingiustificati. Non sono in possesso di statistiche precise, anche se sarebbe magari utile produrne, ma sembra assodato che la stragrande maggioranza dei sequestri di monete si concludono con la restituzione dei nummi ai legittimi proprietari. Ma questo dopo anni e rilevanti spese legali. Non accenno poi al giudizio pubblico nei confronti di qualcuno degli "sventurati", che sono passati per delinquenti, tombaroli ed altro... E' probabile che nella numismatica esistano mele marce che vanno emarginate e perseguite, ma credo che siano davvero un'esigua minoranza. Ho invece l'impressione che con i polveroni suscitati in seguito inchieste recenti si rischi di fare di tutto un erba un fascio. Ben venga pertanto un comitato che presenti, di concerto ovviamente con funzionari del Ministero, delle proposte che ci aiutino finalmente a trovare un po' di chiarezza. Siamo tutti, credo di poterlo affermare, stanchi di questo clima di grande incertezza. Sbaglio? Non accenno per niente alla frase che sentiamo ripetere spesso fra di noi: l'Italia dovrebbe adeguare la proprie legislazione in materia di beni culturali con quelle europee. Certo, sarebbe giusto, ma non credo che avverrà, quindi ben venga almeno un qualche accettabile compromesso.

Scopro dalla lettura di uno degli ultimi numeri di Cronaca Numismatica che, mesi dopo Vicenza ancora non si hanno notizie sul comitato in oggetto. Da quanto ho capito, ammesso che sia giusto, le altre associazioni sarebbero in attesa di un passo, una convocazione o qualcosa del genere, da parte della Società Numismatica Italiana, ma non so se è una ricostruzione corretta. Essendo socio della SNI e della NIA ho provato a chiedere se fosse possibile conoscere gli eventuali motivi che avrebbero portato ad un rallentamento, oserei dire ad un raffreddamento, dei promettenti propositi espressi al convegno di Vicenza. Ad oggi non ho avuto risposta. Non è nemmeno essenziale il fatto che mi rispondano, l'importante è che facciano passi concreti che portino al più presto al risultato che più ci preme.

Stante anche l'attuale situazione di stallo politico del nostro paese, sarebbe oltremodo importante formulare delle proposte concrete e condivise da tutto il mondo numismatico al prossimo governo, non appena costituito, e fare tutto il possibile affinché vengano presi impegni concreti nei confronti del nostro settore. Non mi sembra che ci sia rimasto molto tempo... :(

Non sarebbe male che altri membri del Forum, se condividono la problematica, si facciano per quanto di loro possibilità, promotori di un sollecito presso le rispettive associazioni di rappresentanza. :)

Che ne dite?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giampy

Caro aemilianus, la cosa è ovviamente estremamente interessante, come hai ben espresso nel tuo post. Certo in questo clima di incertezza politica un "raffreddamento" delle iniziative riformiste è normale: una società o un gruppo di rappresentanti del mondo numismatico in genere, preferisce avere un interlocutore politico chiaro, non parlare oggi col ministro dimissionario e a aprile col neo-eletto ministro di qualunque schieramento esso sia.

Vero è che i dirigenti ministeriali non cambiano con la stessa frequenza dei politici, ma purtroppo le modifiche alle leggi vigenti vanno fatte in parlamento, quindi...

Intanto la proposta che posso fare è la seguente: i soci SNI del forum (e sono parecchi mi sembra) potrebbero intraprendere la stessa tua azione: richiedere al direttivo o agli organi di rappresentanza della società lo stato attuale della cosa.

E' un primo passo per mostrare che l'interesse sull'argomento c'è.

Grazie per avere portato a conoscenza di chi a Vicenza non c'era la questione.

giampy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Questo sabato la SNI terra' a MIlano la sua Assemblea Annuale (h.10:30)

presso la bilbioteca Trivulziana al Castello Sforzesco di Milano.

Credo che quella possa essere la migliore sede per chiedere lumi in merito all'evoluzione di questa iniziativa.

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253
Questo sabato la SNI terra' a MIlano la sua Assemblea Annuale (h.10:30)

presso la bilbioteca Trivulziana al Castello Sforzesco di Milano.

Credo che quella possa essere la migliore sede per chiedere lumi in merito all'evoluzione di questa iniziativa.

numa numa

324245[/snapback]

Io abito lontano e non riesco ad andare. Se qualcuno dei soci presenti nel Forum parteciperà, lo invito a chiedere come stanno le cose in concreto. Sono disponibile anche a dare la mia delega a chi va.

Per Giampy: sono d'accordo che occorre avere un referente con pieni poteri e non un ministro dimissionario, ma se continuiamo con questa lemma quanto ci metteremo a fare delle proposte? Per come vanno le cose in Italia, facciamo in tempo a veder cadere un altro governo prima che qualcosa da parte dei numismatici si muova! :angry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giampy

Caro Aemilianus, purtroppo la situazione attuale è quella che è, non ci possiamo fare molto. intanto cerchiamo di consolidare, a tutti i livelli possibili, l'interesse verso la cosa da parte dei numismatici.

La possibilità di iniziare ad estendere una serie di punti concreti (chiamiamoli "emendamenti") prescinde attualmente dalla identità dell'interlocutore. Intanto, mettiamoci d'accordo tra noi (o cerchiamo un terreno comune a collezionisti, studiosi, commercianti).

Visto che sul governo non possiamo attualmente intervenire, interveniamo su noi stessi, e iniziamo a smuovere la situazione.

giampy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253
Caro Aemilianus, purtroppo la situazione attuale è quella che è, non ci possiamo fare molto. intanto cerchiamo di consolidare, a tutti i livelli possibili, l'interesse verso la cosa da parte dei numismatici.

La possibilità di iniziare ad estendere una serie di punti concreti (chiamiamoli "emendamenti") prescinde attualmente dalla identità dell'interlocutore. Intanto, mettiamoci d'accordo tra noi (o cerchiamo un terreno comune a collezionisti, studiosi, commercianti).

Visto che sul governo non possiamo attualmente intervenire, interveniamo su noi stessi, e iniziamo a smuovere la situazione.

giampy

324290[/snapback]

Quoto al 100%! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiuspliniussecundus

Credo che l'iniziativa in oggetto sia molto importante. Spero che i membri del forum appartenenti alle due società sopracitate si facciano avanti nel chiedere che queste proposte vengano finalmente messe nero su bianco. Infatti il nuovo governo è alle porte, i politici sono molto più sensibili in clima pre elettorale che dopo, voglio dire, se c'è una richiesta da portare aventi, non bisognerebbe aspettare dopo le elezioni per farsi sentire.

Caius

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nightfly

Mi chiedo, ma ci sarà in tutta Italia un parlamentare che colleziona monete?

o sono tutti dietro ai francobolli...?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253

Qualcuno ha partecipato all'assemblea della SNI? Si sarà parlato del comitato? Ho ricevuto risposta alla mia mail dalla NIA, la quale ribadisce di aver dato immediatamente disponibilità a far parte del suddetto comitato, ma che dopo Vicenza tutto tace...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

meja

Penso che ci sia un parlamentere numismatico , ma non so se posso fare il nome??? Io lo ho visto spesso ai convegni , sopratutto a Verona.

Meja

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giampy

Ci sono novità?

giampy

Qualcuno ha partecipato all'assemblea della SNI? Si sarà parlato del comitato? Ho ricevuto risposta alla mia mail dalla NIA, la quale ribadisce di aver dato immediatamente disponibilità a far parte del suddetto comitato, ma che dopo Vicenza tutto tace...

326443[/snapback]

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253
Ci sono novità?

giampy

Qualcuno ha partecipato all'assemblea della SNI? Si sarà parlato del comitato? Ho ricevuto risposta alla mia mail dalla NIA, la quale ribadisce di aver dato immediatamente disponibilità a far parte del suddetto comitato, ma che dopo Vicenza tutto tace...

326443[/snapback]

327113[/snapback]

Tutto tace, anche tra di noi, mi pare... :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nippo

Buono....

E intanto i sequestri vanno avanti....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aemilianus253

Ho appena saputo che il Governo ha approvato la riforma del Codice dei Beni Cuilturali e del Paesaggio. Questo il link per saperne qualcosa di più: http://www.governoinforma.it/attualita/new...-culturali.aspx

Chissà se cambia qualcosa per noi numismatici... Da una prima impressione, dettata dalla lettura dell'articolo e del comunicato stampa e dall'ascolto della conferenza stampa del Ministro Rutelli (a mio modesto parere uno dei peggiori e più egocentrici della storia repubblicana), direi che forse siamo messi... peggio!

Ma per dare un giudizio definitivo aspettiamo di leggere il testo. Speriamo bene! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fid

che seguito ha avuto questa iniziativa? l'idea di avere una voce e una rappresentanza all'interno delle istituzioni è l'unica vera e produttiva idea per creare spazi legislativi per il riconoscimento e la tutela del collezionismo privato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest utente3487
Penso che ci sia un parlamentere numismatico , ma non so se posso fare il nome??? Io lo ho visto spesso ai convegni , sopratutto a Verona.

Meja

326446[/snapback]

E perchè no? E' un rappresentante dei cittadini, che pagano le tasse per avere i rappresentanti a scaldare la sedia alla Camera e al Senato. E poi se non vuole essere riconosciuto allora non vada ai convegni. Per i francobolli c'è GIOVANNARDI che ho conosciuto e che difende giustamente la categoria, qundi perchè non fare altrettanto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Fid

Come ho già scritto, per i cimeli e il collezionismo inerente la I guerra mondiale è stata emanata una legge statale in deroga delle norme del 1939, legge che non solo tutela questo tipo di collezionismo ma addirittura lo promuove.Secondo il mio modesto parere le norme penali non devono essere modificate ma bisogna insistere e promuovere delle modifiche normative che tutelino il collezionismo privato genuino e non contrario agli interessi della collettività.

Nel mondo della carta stampata e del collezionismo di monete romane c'è un grandissimo editore imprenditore fra i più importanti e conosciuti d'Italia, se si volesse spazio nei media ci sarebbero le opportunità. Trovare parlamentari e membri del governo disposti ad ascoltare non credo che sia una difficoltà insormontabile.

probabilmente la cosa migliore da fare è realizzare un documento,rendere partecipe il mondo della numismatica interessata all'argomento e proporre il documento all'attenzione di media e referenti politici.

sotto altri aspetti nel forum si potrebbe pubblicare una sorta di facile vademecum da consultare con riportato in maniera comprensibile e semplice cosa si può fare e cosa non si può in ragioni delle norme giuridiche, in questa maniera, forse, molti eviteranno di incappare in guai o di credere che lo stato li perseguiti per monetine di pochi euro (quando nessuna norma incriminatrice segue il principio costo/importanza/sequestrabilità di una moneta)

Modificato da Ieronimoy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×