Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
snam

consiglio

Buongiorno a tutti è la prima volta che scrivo in un forum, percio perdonateti se sbagliero qualcosa.

Colleziono monete romane da circa 7 anni e avvolte spendo anche delle belle cifre!!!! per me è una passione e non un investimento pero spesso agli occhi della mia convivente, nonche futura moglie, sono soldi buttati al vento........ io mi difendo dicendogli che la moneta è anche un investimento per il futuro........volevo percio chiedervi se secondo voi comprare monete romane è davvero un investimento oppure no ed inoltre quali imperatori sono piu rivendibile di altri (io collezione solo alto impero).

ciao a tutti! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Prendi i catologhi d'asta di prima dell'avvento dell'euro e quelli attuali.

Confronta i prezzi e vedrai che mille lire sono diventate un Euro.

Ciò detto bisogna dire che ogni venditore (commerciante) ha il suo guadagno + le spese di gestione(affitti, tasse, personale etcc) per cui il prezzo della moneta viene ricaricato di questi costi che quando andrai a rivendere la moneta non potrai recuperare, per cui il suo prezzo di acquisto verrà falcidiato dal 30% al 50%.

Le monete che aumentano il loro valore sono quelle in ottimo stato di conservazione e quelle di Imperatori rari.

Ma in quest'ultimo caso trattandosi di beni di rilevante interesse storico archeologico necessitano della documentazione e della notifica alla sopraintendenza dei beni archeologici.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quello delle ragazze/mogli contrarie alla numismatica sta diventando una piega sociale! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me invece è un investimento,

quello che posso notare nella mia collezione è che i prezzi sono

praticamente raddoppiati negli ultimi 3 anni.

Avendo acquistato nel periodo di grandi "arrivi" dall'est europeo

e quindi a prezzi calmierati.

Oggi i ritrovamenti si fanno molto più rari e i prezzi risalgono

da precisare comunque che colleziono monete dal BB in su

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma in quest'ultimo caso trattandosi di beni di rilevante interesse storico archeologico necessitano della documentazione e della notifica alla sopraintendenza dei beni archeologici.

329670[/snapback]

Non creiamo ulteriore confusione in un campo già abbastanza complicato. Se si acquista in Italia da fonti attendibili (negozi o case d'asta) che rilasciano opportuna documentazione (fattura e certificato di lecita provenienza), che poi dovrebbe essere l'unico modo di acquistare in sicurezza questo tipo di oggetti, non c'è assolutamente obbligo di notifica. Eventuali pratiche di questo tipo sono interamente a carico di chi vende, e qualunque vincolo viene posto A MONTE della vendita. In altre parole, se ad esempio ci fosse un divieto di esportazione (ammesso che la normativa italiana lo preveda), di questo si dovrebbe essere informati già al momento dell'acquisto dal commerciante.

Si è molto dibattuto, anche su questo forum, se possa sussistere questo obbligo nel caso di acquisto dall'estero, ma mi pare che non si è arrivati a una conclusione univoca, per cui la notifica può essere eventualmente un atto cautelativo ma nulla di più.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' di sicuro un'investimento, pero come tutti gli investimenti non è esente da rischi.

Quindi il tuo investimento può anche diventare la metà dei soldi spesi o diventare il doppio, dipende sempre dal mercato o dalla richiesta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

C'è una discussione proprio sul tema: http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=30443

Da sempre fidanzate e mogli sono una palla al piede per i collezionisti in genere, non solo di numismatica. La lamentela è giustificabile se uno eccede rispetto alle priorità dell'economia familiare e allora è effettivamente rimproverabile. Ma se per ogni moneta entrasse anche un gioiello per la dolce metà, allora scommettiamo che non sarebbero più "soldi buttati"... ? Eh no, anche i regali per loro allora sono "soldi buttati"... Diffidate delle donne materialiste!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?