Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
gpittini

BOEMONDO DI TARANTO ED EREDI

:) DE GREGE EPICURI

Boemondo di Taranto, normanno, era figlio di Roberto in Guiscardo e zio di Tancredi d'Altavilla (che sarà immortalato dal Tasso nella Gerusalemme Liberata).

Partecipò alla 1a Crociata capeggiata da Goffredo di Buglione, assieme al nipote, a Raimondo di Tolosa ed a Baldovino, fratello di Goffredo.

Antiochia, di cui Boemondo divenne sovrano, fu conquistata dopo 8 mesi di assedio ed infinite peripezie. La città aveva una cinta muraria con 400 torri, paragonabile solo a Costantinopoli, ed era considerata inespugnabile. Essa fu presa nel giugno 1098 dopo che i crociati si erano impadroniti di una torre della cinta muraria, si dice "venduta" dal tradimento di un emiro. I difensori cedettero a pochi giorni dall'arrivo dei soccorsi che li avrebbero salvati: si trattava di una potente armata musulmana, che aveva indugiato per le infinite diatribe e rivalità del mondo islamico di allora...

Difficile era (e sarebbe stato) il rapporto con Alessio 1° Comneno, imperatore bizantino. Egli aveva fatto giurare ai crociati (detti per lo più: Franchi) di rispettare la sua autorità sui territori "liberati" dall'Islam, ma Boemondo cercò di garantirsi ad Antiochia un principato indipendente. Solo anni dopo, a seguito di scontri bellici anche nei Balcani (battaglia di Durazzo), si arrivò ad una ricomposizione, con un riconoscimento almeno formale dell'autorità bizantina (1108). Si succedettero alla guida del principato vari discendenti, reggenti e usurpatori: Tancredi (+ 1112), Roger, Baldovino 2° reggente, Boemondo 2°, Raimondo di Poitiers, Boemondo 3°, Boemondo 4°...

Occorre dire che la storia di questi Regni Crociati, o Regni Latini d'Oriente, è ingarbugliata oltre che complessa. Infatti è caratterizzata da: rapporti frastagliati, anche se in genere conflittuali, col mondo islamico; vicende molto oscillanti con Bisanzio; gelosie e lotte intestine fra i vari principi e Regni crociati; complessi problemi dinastici, dovuti anche alle frequenti reggenze, ai numerosi e talora poco limpidi legami matrimoniali, al riconoscimento di figli naturali, al "ripudio" non raro delle spose... Ad es. Boemondo 3°, cui appartiene la moneta postata, ebbe 4 mogli.

post-4948-1206628966_thumb.jpg

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ecco la moneta: denario di 0,90 g., diametro 18 mm. Al D: testa elmata del principe, davanti e dietro: 2 crescenti lunari; legenda: BOAMUNDUS.

Al R. Croce patente, crescente lunare nel 3° quadrante, legenda ANTIOCHIA, 3 cerchietti nella legenda fra I ed O.

Complessa la classificazione: ce ne sono molti tipi, di Boemondo 3° e 4°! Secondo Metcalf (Coinage of the Latin East), questa è attribuibile alla classe E, n.400-402 del catalogo, Boemondo 3°, periodo verosimile .A.D. 1163-1188. Rovescio.

post-4948-1206629384_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che bella moneta! E ci parla di un contesto storico cui è impossibile rimanere indifferenti ... avrai certamente letto la storia delle crociate del Runciman :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

:) DE GREGE EPICURI

Caro Augustus, a parte la piccola differenza nella figura (dietro alla testa c'è una stella e non un crescente lunare), non mi sembra di Boemondo 3°, nonostante quel che dice il venditore; si legge abbastanza chiaramente RUIMUNDUS, se non mi sbaglio. Il Metcalf però non l'ho in casa, quindi è da confermare...

Come storia delle crociate, conosco quella in francese di P.Willemart (Pour Jérusalem) e quella, tradotta, di un egiziano (Les Croisades vues par les arabes).

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come storia delle crociate, conosco quella in francese di P.Willemart (Pour Jérusalem) e quella, tradotta, di un egiziano (Les Croisades vues par les arabes).

329611[/snapback]

La prima delle due non la conosco, la seconda l'ho vista citata spesso e, se non ricordo male, anche dallo stesso Runciman. In effetti la STORIA DELLE CROCIATE di Sir Steven Runciman è la prima grande opera della storiografia occidentale sulle Crociate (risale agli anni '50 del novecento) che tiene nella dovuta considerazione le fonti arabe e bizantine dell'epoca per fornire un quadro più equilibrato di quelli che furono i reali accadimenti, con le loro luci ed ombre. Un'opera, come avrai capito, che consiglio di non mancare :D

Tornando alla moneta, mi pare che nel dritto sia raffigurato il busto di un guerriero coperto da cotta di maglia completa, sul capo un elmo normanno con paranaso, tipo quelli che si vedono anche sulla tappezzeria di Bayeux. Mi confermi?

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Direi proprio di sì!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sfrutto l'occasione per fare una domanda sull'argomento: come classifichereste questa moneta -piuttosto simile a quella proposta-?

http://www.coinarchives.com/w/lotviewer.ph...ID=353&Lot=4090

Ritorno su questa domanda perche' in questi giorni mi e' tornata sottomano l'immagine della moneta di coinarchives (la pagina non e' piu' accessibile):

post-3051-1262536962,13_thumb.jpg

Non ho visto altre monete simili, non riesco a leggere il nome di Boemondo ne quello di Raimondo Rupeno (in genere e' RVPINVS)... insomma, il tempo e' passato ma la curiosita' e' rimasta...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ritorno su questa domanda perche' in questi giorni mi e' tornata sottomano l'immagine della moneta di coinarchives (la pagina non e' piu' accessibile):

post-3051-1262536962,13_thumb.jpg

Non ho visto altre monete simili, non riesco a leggere il nome di Boemondo ne quello di Raimondo Rupeno (in genere e' RVPINVS)... insomma, il tempo e' passato ma la curiosita' e' rimasta...

Come tipo la moneta da te postata segue il tipo di Boemondo III (1162-1201) [Alle 1937, Type 5]

La foto non permette di distinguere bene la legenda.

Ti segnalo però l'ottimo articolo di Allen "Coins of Antioch from Al Mina", Numismatic Chronicle 1937, pp. 200-210

che riporta la classificazione di tutti i tipi conosciuti di questi denari in 6 classi sulla base della tipologia di lengenda,

forma delle lettere e simboli.

numa numa

Piace a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Numa.

Ho notato che in genere oggi per queste monete si preferisce la classificazione introdotta da Metcalf (classi da A a O per I vari Boemondo e per Raimondo) che comunque ricalca la classificazione di Allen.

La cosa che trovo curiosa per questa moneta e' l'aspetto generale che non farebbe -almeno a me- pensare ad un falso, tuttavia non riesco proprio a leggere la legenda del dritto, indipendentemente dalla qualita' della foto e dalla conservazione della moneta. La legenda del rovescio (ANTIOCHIA) e' invece ben leggibile pero' e' retrograda.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prova a vedere se i due testi di riferimento per questa monetazione , Malloy e Metcalf, riportano un tipo simile per la legenda.

POtresti anche consultare lo Schlumberger e il De Saulcy, vecchi ma ancora oper di riferimento per la numismatica della Terra Santa

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

DE GREGE EPICURI

Io leggo abbastanza chiaramente..UIMUNDUS, preceduto da un cerchietto con pallino centrale, che non so bene a quale lettera possa corrispondere. Bisognerebbe sapere se, di queste monete, sono uscite (all'epoca) anche copie ed imitazioni. La legenda ANTIOCHIA retrograda è stranissima.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La scritta retrograda al R. non mi colpisce piu' di tanto, ci sono altri denari da Antiochia che hanno questa caratteristica, la cosa che trovo curiosa e' il dritto... la legenda e' confusa, l'ultima "V" ad esempio e' completamente diversa dalle altre, ci sono anche altri segni poco leggibili, tipo quella specie di apice dopo la prima V. Lo stile sembra pero' ufficiale e le lettere costruite con punzoni. Non ho, almeno per adesso, la possibilita' di accedere ai "sacri testi" ma non mi pare di avere visto niente di simile su questa tipologia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?