Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
heldrungen

Marengo di Vestfalia (Girolamo Napoleone)

Risposte migliori

heldrungen

Cari amici,

Vorrei presentarvi un marengo (gr. 6,45; Au 900/1000) di non facilissima reperibilità (di quello che presento sono stati coniati 13.000 pezzi). Fu emesso dal 1808 al 1813 sotto Girolamo, fratello di Napoleone Bonaparte che, come fece con altri parenti, lo collocò sul trono dell'appena creato ed effimero Regno di Vestfalia. Inadatto all'azione di governo, Girolamo abbandonerà il potere nel 1813.

Coniato a Parigi ed a Kassel, quello che presento è stato emesso in quest'ultima città, capitale del Regno, dato che presenta la testa d'aquila come segno di zecca.

Sul diritto notiamo la testa laureata, volta a sinistra, di Girolamo contornata dalla scritta

"Hieronymus Napoleon"; sul rovescio, al centro, il valore "20 franken" in una corona d'alloro, la data "1808 C" e la scritta "Koenig v. Westph. Fr. Pr." e cioè, credo, "Re di Vestfalia, principe di Francia". Sul bordo la scritta "Gott erhalte den Koenig" che corrisponde al latino "Domine salvum fac Regem" e al francese "Dieu protége le Roi". Faccio notare che la moneta è stata incisa dal Tiolier, che è stato l'incisore anche dei marenghi di Napoleone ed dei primi 20 franchi di Luigi XVIII.

Purtroppo la moneta che potete vedere presenta diverse imperfezioni: graffi, colpi sul bordo, e quella che credo sia una mancanza di metallo sopra la testa di Girolamo Napoleone. Complessivamente l'ho giudicata poco più MB, ma gradirei conoscere il giudizio di qualcuno di voi.

Vi ringrazio e vi saluto.

post-8852-1208075034_thumb.jpg

post-8852-1208075071_thumb.jpg

Modificato da heldrungen

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sesino974

ciao Heldrugen

bella scheda di una interessantissima moneta , ne trovi una del 1809 nel Catagolo 51 Varesi...

per quanto riguarda la moneta da te postata ,è difficile esprimere un giudizio, peccato per la mancanza di metallo, anche se Mb mi pare eccessivo , in attesa di immagini migliori azzardo un Qbb

Ciao Sergio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Ciao,

mi sembra che la conservazione non sia sotto l'MB-BB.

Il segno di zecca è la lettera C (Kassel), la testa d'aquila è il segno del direttore di zecca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heldrungen

Grazie Orlando10 per l'opportuna precisazione, si è trattato di una mia svista. Ringrazio anche Sesino, ho dato un'occhiata ai molti bei marenghi del catalogo 51 di Varesi; quello del 1809 di Vestfalia è Spl+ e parte da 800 €, quindi non ha nulla a che vedere col mio. Di quelli presentati in catalogo, alcuni in particolare, che mi mancano e mi piacerebbero, essendo anche abbastanza accessibili, sono quello delle Indie Occidentali Danesi e quello del 1906 della Romania a due teste. Chissà, forse un giorno potrò acquistarli.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Prego.

Al di là della conservazione, questo 20 franchi è un tipo monetale di grande fascino, come lo sono, a mio avviso, tutte le monete decimali dei napoleonidi.

Quindi complimenti! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mmon

complimenti per la bella moneta.

Anche io seguo con piacere i marenghi, specie dei napoleonidi.

Penso che la tua moneta, per quanto si può vedere dalle piccole foto, meriti tranquillamente un qBB.

Recentemente un commerciante con listino in rete ne aveva posta in vendita una appena migliore della tua, classificandola BB+.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heldrungen

Ciao Mmon, anche a me interessano molto le monete della tipologia marengo e sterlina, purtroppo non ho quelle più rare che raggiungono prezzi abbastanza proibitivi, e quelle dei napoleonidi mi sembra siano tra queste. Piano piano però mi sto convincendo che è meglio acquistare un pezzo buono ogni tanto, piuttosto che tante monete mediocri.

Saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
Ciao Mmon, anche a me interessano molto le monete della tipologia marengo e sterlina, purtroppo non ho quelle più rare che raggiungono prezzi abbastanza proibitivi, e quelle dei napoleonidi mi sembra siano tra queste. Piano piano però mi sto convincendo che è meglio acquistare un pezzo buono ogni tanto, piuttosto che tante monete mediocri.

Saluti.

334862[/snapback]

Ciao heldrungen,

anche a me interessa la tipologia dei marenghi ma questo ... si sapeva già vero? :P

Almeno ai più vecchi del forum.

Non è detto che tutti i marenghi napoleonidi siano cosi rari e proibitivi.Basta puntare a date comuni e alla zecca Parigina e l'acquisto non risulta troppo impegnativo.

Per citare qualche esempio, ti consiglio i marenghi di Napoleone coniati negli anni 1811,1812 e 1813 con segno di zecca la lettera A (Parigi).Si trovano ancora a prezzi accessibili anche in conservazione più che discreta, diciamo SPL o SPL+.Diverso il discorso se cominciamo a cercare le zecche francesi minori dove le rarità abbondano e le conservazioni alte sono praticamente una utopia.

Per tornare al marengo di Westphalia, va subito riconosciuto che non è molto comune.Detto questo, bisogna aggiungere che siamo davanti ad uno di questi casi dove il rapporto prezzo-conservazione non è affatto lineare.Mentre la moneta si trova senza troppa difficoltà in conservazione bassa ed a prezzi umani, diventa molto impegnativa da trovare in conservazione alta.

Personalmente ho visto passare in vendita un solo esemplare in FDC nell'asta Vinchon del 2003.

Aggiungo inoltre che esiste un riconio ufficiale coniato nel periodo di Napoleone III (1852-1870) alla zecca di Parigi usando i coni originali.Sono monete distinguibili dal fatto che il taglio sia liscio.Vedi la foto allegata.E' praticamente l'unico modo di reperire questa tipologia in conservazione perfetta essendo questi riconi non circolati. ;)

Ciao Dimitrios

P.S. Se ti servono dati sulle quotazioni non esitare di chiedere.

post-1057-1208129749_thumb.jpg

post-1057-1208129771_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heldrungen

Ciao Dimitrios,

Ti ringrazio per le utili informazioni; approfittando della tua esperienza, non esiterò a chiederti notizie quando ne avrò bisogno. Ho diversi marenghi di Napoleone (colleziono per tipologia e non per anni) che però non sono tutti Spl o FdC, ma piuttosto sul BB,

Per "Napoleonidi" io intendevo gli appartenenti alla famiglia di Napoleone, senza comprendere lo stesso Napoleone, forse però sbagliavo. Intendevo cioè il marengo del fratello Girolamo di Vestfalia o quello di Gioacchino Murat (cognato dell'imperatore) di Napoli e della Sicilia. E non so se possiamo aggiungerne altri.

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
Ho diversi marenghi di Napoleone (colleziono per tipologia e non per anni) che però non sono tutti Spl o FdC, ma piuttosto sul BB.

Fai bene a collezionare i marenghi di Napoleone solo per tipologia.Io seguo con interesse tutta la seria napoleonica e ti assicuro che complettare tutti gli anni è praticamente una missione impossibile.Personalmente ho deciso di aggiungere qualche zecca minore, quando capita l'occasione ma il portafoglio non è molto contento! :P

Per quanto riguarda la conservazione, possiamo permettersi di essere un po più esigenti praticamente solo con i marenghi coniati a Parigi.Esistono alcuni esemplari in alta conservazione anche per qualche zecca minore ma sono davvero rarissimi e di conseguenza la loro quotazione diventa dell'ordine di diverse migliaia di euro per ogni esemplare... :rolleyes:

Per "Napoleonidi" io intendevo gli appartenenti alla famiglia di Napoleone, senza comprendere lo stesso Napoleone, forse però sbagliavo. Intendevo cioè il marengo del fratello Girolamo di Vestfalia o quello di Gioacchino Murat (cognato dell'imperatore) di Napoli e della Sicilia. E non so se possiamo aggiungerne altri.

Ovviamente ognuno è libero di collezionare quello che vuole, ma penso che una collezione di "Napoleonidi" deve comprendere anche lo stesso Napoleone.

Se vuoi proprio rimanere solo sui "parenti" di Napoleone, dovresti allora considerare anche il marengo di Maria Luigia d'Austria quando era duchessa del Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla.

Coniato nel 1815 e 1832.

In fin dei conti, Maria Luigia era moglie di Napoleone ed il ducato le è stato assegnato proprio dal famoso marito! ;)

Dimitrios

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

heldrungen

Salve Dimitrios,

Non ho le 20 lire di Maria Luigia di Parma, ma solo le 40 lire del 1815. Per quanto riguarda i marenghi in generale, quelli che ho sono piuttosto comuni. Tra quelli di area italiana, forse il più raro (relativamente) è quello del Regno di Sardegna di Vittorio Emanuele I (1820).

Se vuoi, potremmo scambiarci opinioni e informazioni sui marenghi anche privatamente.

Ciao.

Modificato da heldrungen

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter
In fin dei conti, Maria Luigia era moglie di Napoleone ed il ducato le è stato assegnato proprio dal famoso marito! ;)

Questa mi risulta nuova però, sei sicuro? :ph34r:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko

da wikipedia:

Maria Luigia

a quanto ho capito il marito non le diede il Ducato...

"Dopo il Congresso di Vienna fu designata a reggere a vita il ducato di Parma, Piacenza e Guastalla."

e ancora:

Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla

"Il 21 marzo 1801 con il trattato di Madrid Napoleone Bonaparte fece l'annessione del Ducato di Parma e Piacenza alla Francia e ne affidò il governo a Médéric Louis Élie Moreau de Saint-Méry. L'11 aprile 1814 il trattato di Fontainebleau seguito all'abdicazione di Napoleone restaurò il ducato come Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla, affidandolo sotto la protezione dell'Austria cioè a Maria Luigia d'Austria, che morì nel 1847. Alla sua morte, il ducato venne riassegnato alla linea parmense dei Borboni con Carlo III di Borbone (1849-1854) e Roberto I di Parma (1854-1859)."

quindi non fu Napoleone a dare il compito di governare alla moglie...

Saluti,

N.

Modificato da niko

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Però bisogna ricordare che, se il ducato non le è stato assegnato da Napoleone in persona, le è stato assegnato per la condizione cui l'aveva elevata Napoleone facendola sua sposa. Insomma il ducato lo ha avuto in quanto ex-imperatrice dei francesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dimitrios
In fin dei conti, Maria Luigia era moglie di Napoleone ed il ducato le è stato assegnato proprio dal famoso marito! ;)

Questa mi risulta nuova però, sei sicuro? :ph34r:

335556[/snapback]

Avete proprio ragione!Mi sono spiegato male! :rolleyes:

Non intendevo che fosse lo stesso Napoleone ad assegnare il ducato a Maria Luigia ma che grazie al suo matrimonio con l'imperatore e il ruolo che ha avuto al suo fianco che l'ha portata a diventare duchessa proprio a Parma.

Praticamente quello che scrive orlando:

Però bisogna ricordare che, se il ducato non le è stato assegnato da Napoleone in persona, le è stato assegnato per la condizione cui l'aveva elevata Napoleone facendola sua sposa.

335641[/snapback]

Infatti dubito tanto che, se invece di diventare moglie di Napoleone, avesse sposato un qualche principe dell'area tedesca, le avrebbero poi assegnato proprio questo ducato.

Naturalmente questa è solo una mia interpretazione personale. Obiezioni ben accette! :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

No, no spiegazioni chiare ora. Di fatto nei primi anni di occupazione del Ducato sono stati nominati dei Duchi "formali" e la tua frase mi ha fatto venire il sospetto che ML fosse stata nominata tale anche prima delle decisioni del congresso di Vienna.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×