Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
heldrungen

Moneta granducale

Per la solita carenza di strumenti di indagine, mi trovo in difficoltà nello studio di questa monetina di Pietro Leopoldo di Toscana. Credo si tratti di 1 paolo, la data (1777?) non è ben leggibile e sembra quasi ribattuta, il peso è gr. 2,7 circa.

Se qualcuno vorrà darmi una mano fornendomi informazioni aggiuntive ed opinioni in merito, gliene sarò grato.

Saluti.

post-8852-1208800719_thumb.jpg

post-8852-1208800746_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo anche io si tratti di un paolo, coniato in argento a Firenze durante il regno di Pietro Leopoldo.

Il catalogo Krause (18th century 3rd edition) riporta tre date per questo tipo monetale: 1788, 1789, 1790; indica un peso di 2,7400 grammi ed un titolo dell'argento di 920/1000.

L'opportunissimo marchio "la moneta.it" mi impedisce di leggere la data (complice, magari, la mia incapacità), inserisco il link di un esemplare in ottima conservazione (SPL) del Coinarchives per confronto.

Paolo 1788

Consultando vari cataloghi, ho appreso che le date 1788 e 1790 sono rare ®, la data 1789 più comune ©.

Il monogramma sotto il ritratto al dritto dovrebbe appartenere a Luigi Siries che inciderà conî anche per Ferdinando III, successore di Pietro Leopoldo.

Rammentando che Pietro Leopoldo era il nono figlio di Maria Teresa d'Asburgo, la leggenda al dritto potrebbe significare: P(etrus) LEOP(oldus) D(ei) G(gratia) P(rinceps) R(egalis) H(ungariae) ET B(ohemiae) A(rchidux) A(ustriae) M(agnus) D(ux) ETR(uriae).

Al rovescio troviamo lo stemma granducale coronato, interzato in palo: primo terzo (alla nostra sinistra) di Lorena, terzo centrale d'Austria, utimo terzo dei Medici. Accollati allo scudo, la croce del Sacro Militare Ordine di Santo Stefano Papa e Martire ed il collare dell'Illustre Ordine del Toson d'Oro.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Orlando10 per le puntuali informazioni sul paolo di Pietro Leopoldo; l'ho guardato con la lente a 10 ingrandimenti, ma non sono riuscito a decifrare nessuna delle tre date da te elencate, sembra che ci siano delle sovrapposizioni di cifre che rendono gli ultimi due numeri praticamente illeggibili.

Spero di avere presto qualche strumento bibliografico in più, specialmente sul '700, per poter studiare meglio le mie monete.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Di nulla :) , nel frattempo correggo quello che credo un mio errore: ho scritto che R sta per R(egalis), ma direi che l'aggettivo più adatto è R(egius), in quanto "regalis" significa "da re", mentre "regius" "di re".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?