Jump to content
IGNORED

Scudo PIO IX 1846 B I


wuby2007
 Share

Recommended Posts

Su consiglio di Paleologo (e un po' di tutti gli altri utenti) ho acquistato una copia del Pagani/1982 e una copia del Vico d'Incerti. Sto ripassando al vaglio tutte le monete papali alla ricerca di varianti che possono essermi sfuggite.

Inizierà quindi una lunga serie di domande e richieste di cui questa è la prima:

SCUDO PIO IX 1846 Bologna Anno I

18iukz.jpg

Sul Gigante è indicata una variante Busto Grande e Busto Piccolo (entrambe Rare); sul "Vico" (in amicizia :P ) nessuna variante; sul Pagani l'anno 1846 per Bologna non è neppure menzionato! :blink:

Domanda: il busto della mia moneta è grande o piccolo? come si fa a riconoscerlo?

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


sul Pagani l'anno 1846 per Bologna non è neppure menzionato!  :blink:

350766[/snapback]

Nell'edizione 1982 lo scudo 1846-I per Bologna c'è, a pag. 198, P.240 per la versione normale e P.240-a per quella con "BUSTO VARIATO" (non meglio precisato), entrambe classificate rare.

Ho confrontato on-line la tua moneta con un paio di esemplari simili, e sinceramente non ho trovato alcuna differenza di busto, magari sono stato sfortunato ed ho confrontato con esemplari dallo stesso conio del tuo, ma se è vero che sono stati coniati attorno a 2000 esemplari non so se effettivamente possano esistere 2 conii differenti :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Nell'edizione 1982 lo scudo 1846-I per Bologna c'è, a pag. 198, P.240 per la versione normale e P.240-a per quella con "BUSTO VARIATO" (non meglio precisato), entrambe classificate rare.

Ho appena ricevuto il libro e non sono molto pratico....certo che, a mio giudizio, è diviso veramente male! <_< non era meglio classificare le monete per papa anzichè per regione o zecca? :blink: Se un domani dovessi iniziare la collezione di altre monete...tipo coniate da zecca di Fano...in che regione le cerco? :blink: :blink: in geografia sono una bestia!!! :P

Ho confrontato on-line la tua moneta con un paio di esemplari simili, e sinceramente non ho trovato alcuna differenza di busto, magari sono stato sfortunato ed ho confrontato con esemplari dallo stesso conio del tuo, ma se è vero che sono stati coniati attorno a 2000 esemplari non so se effettivamente possano esistere 2 conii differenti :rolleyes:

Dubiti delle 2 versioni? sono indicate sia su Gigante che su Pagani....

Non è che posti le foto delle monete con le quali hai fatto confronto?

Grazie.

Edited by wuby2007
Link to comment
Share on other sites


Dubiti delle 2 versioni? sono indicate sia su Gigante che su Pagani....

Non è che posti le foto delle monete con le quali hai fatto confronto?

350779[/snapback]

Dubito un pò di tutto quello che c'è scritto sui cataloghi, ma nel caso specifico spero che qualcuno mi smentisca postando le foto dei differenti busti ;) .

Nel frattempo allego le due monete trovate su Coinarchives.

Ciao, RCAMIL.

P.S.: Fano è qui nelle Marche :P

post-35-1212236368_thumb.jpg

post-35-1212236391_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


P.S.: Fano è qui nelle Marche  :P

Devo mandarti un ringraziamento...così dicendo ho scoperto dov'è Urbino!!! :D

Link to comment
Share on other sites


Nel frattempo allego le due monete trovate su Coinarchives.

Curioso.....entrambe le monete di cui hai postato fotografie hanno al D/ la mia stessa rottura di conio a ore 4.00 a cavallo dell'anno di pontificato (vabbè, sono solo 2.000 pezzi!) e una delle due anche il graffio/crepa nel campo a ore 8.00 in prossimità della scritta PIUS.

Viste così cmq le tre monete hanno lo stesso busto!

Link to comment
Share on other sites


  • 3 months later...
.....

Ho confrontato on-line la tua moneta con un paio di esemplari simili, e sinceramente non ho trovato alcuna differenza di busto, magari sono stato sfortunato ed ho confrontato con esemplari dallo stesso conio del tuo, ma se è vero che sono stati coniati attorno a 2000 esemplari non so se effettivamente possano esistere 2 conii differenti :rolleyes:

.....

Torno in argomento a distanza di tempo....penso di aver trovato qualcosa per distinguere i 2 busti piccolo e grande (Catalogo INASTA; dichiarata Busto Piccolo):

2jdfhu0.jpg

A me sembra di notare che, al D/, ci sia più spazio tra il busto del pontefice e la "P" di PIVS così come tra il busto ed il PUNTO dopo I.

Inoltre, qui consentitemi termini terra terra, il "pezzo di stola" tra l'ermellino e la scritta PIVS è molto più sottile che nelle due monete postate da RCAMIL e rispetto al mio esemplare.

Non vedo altre differenze.

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


Sì in effetti la differente distanza busto-PIVS per via della "sporgenza" dall'ermellino è abbastanza evidente, e può essere un buon metodo per distinguere i due tipi di busto :rolleyes:

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Scusate,forse c'entra poco,si tratta di un'altra moneta,la 2 lire pontificie.Sui cataloghi prezzari non ho mai notato traccia della distinzione tra le grandezze dei busti (come in altre nonete dello stesso Papa).Qui mi sembra piuttosto evidente,Il primo e' un esemplare del 1866,l'altro del 1867.Potete aiutarmi?

post-8064-1222536470_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Scusate,forse c'entra poco,si tratta di un'altra moneta,la 2 lire pontificie.Sui cataloghi prezzari non ho mai notato traccia della distinzione tra le grandezze dei busti (come in altre nonete dello stesso Papa).

Forse non sono citate varianti perché in questo caso non si hanno mai due busti diversi con lo stesso millesimo?

Link to comment
Share on other sites


In effetti il busto "piccolo" mi sembra presente solo sulle monete da 2 lire del 1866.Pero',tornando alla discussione originaria,si sa che negli scudi del primo periodo di Pio IX,ci sono dritti con busto piccolo,rispetto a quelli post 1850,ma nelle due lire la differenza di busto non e'citata,come in altre monete (in argento ed in oro).Ciao,Roberto
Link to comment
Share on other sites


...ma nelle due lire la differenza di busto non e'citata,come in altre monete (in argento ed in oro).Ciao,Roberto

Come già specificato da Paleologo, nelle scansioni da te postate varia l'anno di pontificato, mentre nel mio scudo l'anno di emissione, l'anno di pontificato e la zecca sono sempre uguali. Ad esempio:

  • 1 Lira 1866 - Anno pont. XXI - Roma ci sono 3 varianti per busto piccolo, medio e grande.
  • 1 Soldo 1866 - Anno pont. XXI - Roma ci sono 2 varianti per busto piccolo e grande.

Per le 2 lire invece varia sempre o l'anno di emissione o l'anno di pontificato e, necessariamente, per scrivere ANNO XX o ANNO XXIV dovevano variare qualcosa (legenda e/o dimensioni del busto) per far spazio a più lettere.

Non ho però idea del motivo per cui, a parità di anni, ci sono queste differenze. Potrebbero essere dovute a rotture del conio o, magari, a più stampini all'interno della stessa zecca. Qui lasciamo la parola ai più esperti.

Ciao.

Link to comment
Share on other sites


Non ho però idea del motivo per cui, a parità di anni, ci sono queste differenze. Potrebbero essere dovute a rotture del conio o, magari, a più stampini all'interno della stessa zecca. Qui lasciamo la parola ai più esperti.

All'epoca coni e punzoni erano già prodotti per riduzione di un modello tramite pantografo, per cui presumo che sia la semplice errata "scalatura" del modello che ha generato le diverse versioni. Questo nei casi in cui variano unicamente le dimensioni ma rimangono inalterati i particolari (che altrimenti dipenderebbero dalla scelta di cambiare modello da parte dell'incisore).

Relativamente ai busti, mi è capitato di recente un 10 soldi A.XIII 1868 dove tutto il diritto è scalato rispetto allo standard.

Allego una foto fatta al volo, non è il massimo ma si nota come il conio lasci un bordo molto largo sul tondello (a sx) rispetto allo standard (a dx).

Usando il metodo della misura della base dello zucchetto, per il mini abbiamo 6,1 mm, per il maxi 6,7 mm.

Ciao, RCAMIL.

post-35-1222591071_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Relativamente ai busti, mi è capitato di recente un 10 soldi A.XIII 1868 dove tutto il diritto è scalato rispetto allo standard.

Puoi postare anche una foto del R/ delle due monete?

Sul Gigante è indicata questa variante 1868/XXIII con bordo largo e R di Roma piccola...variante classificata R2.

Link to comment
Share on other sites


Sul Gigante è indicata questa variante 1868/XXIII con bordo largo e R di Roma piccola...variante classificata R2.

Devo procurarmi un Gigante.... :rolleyes:

Sempre bello scoprire di avere in mano un R2 la domenica mattina :D (in realtà sapevo della variante per il segno di zecca e la corona del rovescio, ma non per il conio scalato del 10% al diritto ;) ).

Per curiosità, che quotazioni riporta ?

Allego i rovesci.

Ciao, RCAMIL.

post-35-1222592429_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Sempre bello scoprire di avere in mano un R2 la domenica mattina :D (in realtà sapevo della variante per il segno di zecca e la corona del rovescio, ma non per il conio scalato del 10% al diritto ;) ).

Per curiosità, che quotazioni riporta ?

Le varianti indicate sono 3 (Tutte 1868/XXIII):

- nessuna specifica ©

- bordo largo e R di Roma piccola (R2) = € 20/50/130/200/250

- R di Roma grande ©

Quelle 1868 con R grande e successive hanno al R/ la corona di alloro più aperta.

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


Relativamente ai busti, mi è capitato di recente un 10 soldi A.XIII 1868 dove tutto il diritto è scalato rispetto allo standard.

Sul Gigante è indicata questa variante 1868/XXIII con bordo largo e R di Roma piccola...variante classificata R2.

Forse ti ho dato un'info sbagliata! :unsure: Mi è appena arrivata questa moneta:

15yj714.jpg

e analoga è appena stata venduta sul noto sito.

Mi pare che anche la mia sia Bordo Largo al D/ e R di Roma piccola al R/. Ora, non ho capito se:

  • Gigante sbaglia e la moneta è comune (non R2)
  • esiste un'ulteriore variante che differisce dalla mia e dalla tua moneta
  • il bordo deve essere largo sia al D/ che al R/
  • per "bordo largo" si intende qualcosa d'altro.

Che dici?

Link to comment
Share on other sites


  • Gigante sbaglia e la moneta è comune (non R2)
    Può essere :unsure:
  • esiste un'ulteriore variante che differisce dalla mia e dalla tua moneta
    Possibile, ma basterebbe una descrizione precisa sui cataloghi per evitare qualsiasi dubbio :rolleyes:
  • il bordo deve essere largo sia al D/ che al R/
    Non ne ho mai viste così, direi altamente improbabile
  • per "bordo largo" si intende qualcosa d'altro.
    No, il bordo è il bordo ;)

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.