Jump to content
IGNORED

Margherita Gonzaga ed Enrico di Lorena


Paolino67
 Share

Recommended Posts

Da qualche tempo ho iniziato a seguire anche il mercato dei gettoni, naturalmente rimanendo nell'ambito del mio campo di interesse (i Gonzaga), e ho tentato, sinora invano, di acquisirne qualcuno per la mia collezione. Finalmente sono riuscito ad aggiudicarmene uno, che testè vi propongo.

E' un gettone coniato in rame ed ottone nel 1606 (Feuardent 7543-7544, Magnaguti 214-215), in occasione del matrimonio tra Margherita Gonzaga, figlia del duca Vincenzo I (che governò tra il 1587 e il 1612), col principe francese Henri di Vaudemont , che nel 1608 divenne duca di Lorena e di Bar col titolo di Enrico II.

Enrico al momento delle nozze era già quarantatreenne, ed era al secondo matrimonio, essendo vedovo di Caterina di Borbone (sorella del Re di Francia Enrico IV), mentre Margherita era appena quindicenne.

Il gettone presenta al dritto gli stemmi accostati di Lorena e Gonzaga, sormontati da una corona, e sotto ai quali è la data 1606. La legenda recita HENRIC PRINC A LOTH DVX BAR, Enrico, principe di Lorena e duca di Bar.

Al rovescio sono rappresentati due cuori addossati tra loro e tenuti uniti da una grossa perla, dalla quale dipartono dei nodi d'amore e degli svolazzi. Anche qui il tutto sormontato da una corona. La legenda recita VNIT DVO MARGARIS VNA, una sola perla unisce due cuori.

Non so voi, ma io trovo il gettone davvero molto grazioso, nonchè di indubbio interesse storico :D

Enrico di Lorena morì nel 1624, lasciando Margherita vedova inconsolabile. Dopo la morte del marito fece anche coniare in suo onore un nuovo gettone (Feuardent 7546, Magnaguti 217), con al dritto una rappresentazione del vulcano Etna e la legenda MIO SPLENDORE DELL MIO ARDORE, mentre al rovescio è una pianta di girasole rivolta verso un sole raggiante, con la legenda TI SEGVIRO' SEMPRE.

Un altro grazioso gettone che chissà, magari in futuro cercherò di acquisire ;)

GettoneperilmatrimonioconEnricoII_1606_6596.jpgGettoneperilmatrimonioconEnricoII_1606_6597.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Molto bello, e di notevole interesse storico.

La distinzione tra "gettone" e "medaglia" a me non è sempre chiarissima, quando si parla di esemplari antichi come questo.

Una delle definizioni più comuni di gettone è "un mezzo sotitutivo della moneta", ma ne conosciamo molti altri destinati ad usi precisi (gettoni da calcolo, ecc.)

In casi come questo, mi viene istintivo chiedermi a cosa servissero.

Per anni, la Zecca di Stato ha presentato ai Festival Nazionali dell'Unità delle medaglie commemorative dei Festival stessi, aventi l'identico formato della moneta da 200 lire. Chi la trovasse tra quattro secoli, potrebbe magari chiedersi se si tratta di un gettone, o magari di una moneta....

E' anche vero che mentre moltissime medaglie religiose sono di piccolo formato e coniate in metallo vile, un tempo la cosa era meno frequente per le medaglie ufficiali, emesse da Stati, Autorità, ecc.

Posso chiederti se il fatto che tu lo abbia chiamato "gettone" nasce da una conoscenza specifica al riguardo?

Grazie, saluti (e un pò d'invidia per il bell'esemplare!) :)

Link to comment
Share on other sites


Beh, da quelle che sono le mie conoscenze, il gettone, come dice appunto il nome, era un tondello che veniva coniato in occasione di specifici avvenimenti (tali ad esempio il matrimonio citato) e quindi "gettato" al popolo durante le celebrazioni nuziali (qualcuno direbbe tanto per avere una claque festante...). I gettoni avevano poi presumibilmente anche funzione di moneta, anche se su questo non riesco a darti notizie più approfondite. Soprattutto in Francia all'epoca era uso comune coniare simili tondelli, tanto che esiste un catalogo imperniato appunto su questi oggetti (il Feuardent da me citato nei riferimenti, catalogo che risale ai primi del '900).

La medaglia mio modo di vedere aveva uno scopo diverso e più ostentativo, quando (ri) nacque nel primo rinascimento il suo scopo principale era quello dare lustro al signore che vi era raffigurato, non per niente erano chiamati grandi artisti a forgiarle.

Al giorno d'oggi forse i due oggetti finiscono spesso per confondersi, ma la loro origine era ben diversa, così come l'aspetto esterno: i gettoni avevano generalmente un aspetto più simile alle monete, mentre le medaglie erano preferibilmente più grandi e con rilievi più alti, in modo da poter rappresentare meglio i ritratti e le scene allegoriche raffigurate.

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ti sono grato per la cortese spiegazione.

Credo che un tempo il concetto di moneta fosse assai più elastico che non al giorno d'oggi : non mi meraviglio se un gettone come quello che hai postato potesse essere usato tranquillamente anche come moneta.

Del resto, nel primo Novecento, molti Stati Europei e non solo crearono monete di rame dello stesso peso che potevano essere spese indifferentemente nei vari Stati che li avevano coniati : mio nonno mi raccontava che ad Ancona, porto di mare in cui sbarcavano navi di molti Paesi, era assai frequente trovare tra gli spiccioli monete inglesi da un penny, francesi, spagnole, ecc., tutte di rame e dello stesso peso e diametro.

Il concetto di "fuori corso" penso fosse un tempo assai più vago....

Saluti :)

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...
Da qualche tempo ho iniziato a seguire anche il mercato dei gettoni, naturalmente rimanendo nell'ambito del mio campo di interesse (i Gonzaga), e ho tentato, sinora invano, di acquisirne qualcuno per la mia collezione. Finalmente sono riuscito ad aggiudicarmene uno, che testè vi propongo.

E' un gettone coniato in rame ed ottone nel 1606 (Feuardent 7543-7544, Magnaguti 214-215), in occasione del matrimonio tra Margherita Gonzaga, figlia del duca Vincenzo I (che governò tra il 1587 e il 1612), col principe francese Henri di Vaudemont , che nel 1608 divenne duca di Lorena e di Bar col titolo di Enrico II.

Enrico al momento delle nozze era già quarantatreenne, ed era al secondo matrimonio, essendo vedovo di Caterina di Borbone (sorella del Re di Francia Enrico IV), mentre Margherita era appena quindicenne.

Il gettone presenta al dritto gli stemmi accostati di Lorena e Gonzaga, sormontati da una corona, e sotto ai quali è la data 1606. La legenda recita HENRIC PRINC A LOTH DVX BAR, Enrico, principe di Lorena e duca di Bar.

Al rovescio sono rappresentati due cuori addossati tra loro e tenuti uniti da una grossa perla, dalla quale dipartono dei nodi d'amore e degli svolazzi. Anche qui il tutto sormontato da una corona. La legenda recita VNIT DVO MARGARIS VNA, una sola perla unisce due cuori.

Non so voi, ma io trovo il gettone davvero molto grazioso, nonchè di indubbio interesse storico  :D

Enrico di Lorena morì nel 1624, lasciando Margherita vedova inconsolabile. Dopo la morte del marito fece anche coniare in suo onore un nuovo gettone (Feuardent 7546, Magnaguti 217), con al dritto una rappresentazione del vulcano Etna e la legenda MIO SPLENDORE DELL MIO ARDORE, mentre al rovescio è una pianta di girasole rivolta verso un sole raggiante, con la legenda TI SEGVIRO' SEMPRE.

Un altro grazioso gettone che chissà, magari in futuro cercherò di acquisire  ;)

GettoneperilmatrimonioconEnricoII_1606_6596.jpgGettoneperilmatrimonioconEnricoII_1606_6597.jpg

350891[/snapback]

Riprendo questa interessantissima discussione, sulle tracce di monete che raffigurino la mia Aetna o il Vesuvio... Non conoscevo nulla a riguardo dei gettoni (per cui *grazie* a Paolino67 per avermene chiarito la genesi!!! :) e son rimasta davvero FOLGORATA davanti alla bellezza e al ricco simbolismo (a partire da quell'intrigante gioco etimologico di perla-margàros...) di questo gettone...

Mi son permessa di evidenziare in rosso la citazione di Paolino67 di un gettone fatto coniare da Margherita con "al dritto una rappresentazione del vulcano Etna".

E' presente in rete un'immagine di questo gettone?????

Vi risultano altri gettoni/medaglie/monete che riportino l'effige di Etna/Vesuvio e perchè no, Stromboli??? (Mi stupivo infatti della loro totale assenza nelle monete classiche, e Antvwala gentilmente mi aveva consigliato di cercare tra le rinascimentali...)

Vi ringrazio anticipatamente per le vostre eventuali risposte!

Valeria alias medusa

PS: COMPLIMENTISSSSSSSSIMI, Paolino67 per questo CAPOLAVORO che ti sei aggiudicato!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites


Mi son permessa di evidenziare in rosso la citazione di Paolino67 di un gettone fatto coniare da Margherita con "al dritto una rappresentazione del vulcano Etna".

E' presente in rete un'immagine di questo gettone?????

Vi risultano altri gettoni/medaglie/monete che riportino l'effige di Etna/Vesuvio e perchè no, Stromboli???

Innazitutto grazie per i complimenti :D per quanto riguarda l'immagine dell'altro gettone da me citato purtroppo non sono riuscito a reperirne una.

Vedo se riesco a farti una scansione dell'esemplare dell'ex collezione Magnaguti che è raffigurato sull'VIII volume della collezione BAM. Proverò anche a vedere se vi siano altri tondelli raffiguranti vulcani italiani.

Link to comment
Share on other sites


Mi son permessa di evidenziare in rosso la citazione di Paolino67 di un gettone fatto coniare da Margherita con "al dritto una rappresentazione del vulcano Etna".

E' presente in rete un'immagine di questo gettone?????

Vi risultano altri gettoni/medaglie/monete che riportino l'effige di Etna/Vesuvio e perchè no, Stromboli???

Innazitutto grazie per i complimenti :D per quanto riguarda l'immagine dell'altro gettone da me citato purtroppo non sono riuscito a reperirne una.

Vedo se riesco a farti una scansione dell'esemplare dell'ex collezione Magnaguti che è raffigurato sull'VIII volume della collezione BAM. Proverò anche a vedere se vi siano altri tondelli raffiguranti vulcani italiani.

355488[/snapback]

Grazie infinite a te, Paolino67! Se non ti fosse di troppo disturbo, sarei davvero felicissima di poter vedere la tua scansione ed eventuali altre immagini dei nostri affascinanti e celebratissssssimi Vulcani!!!

GRAZIE ancora per la tua cortesia!

Valeria-medusa

Link to comment
Share on other sites


Grazie infinite a te, Paolino67! Se non ti fosse di troppo disturbo, sarei davvero felicissima di poter vedere la tua scansione ed eventuali altre immagini dei nostri affascinanti e celebratissssssimi Vulcani!!!

GRAZIE ancora per la tua cortesia!

Valeria-medusa

355489[/snapback]

Un pò in ritardo ma eccomi qua. L'esemplare della ex-Magnaguti purtroppo non è in eccelse condizioni, ma dobbiamo accontentarci. Non ho trovato altri gettoni/medaglie/monete con vulcani raffigurati, purtroppo.

2hyjxvq.jpg

Link to comment
Share on other sites


Grazie infinite a te, Paolino67! Se non ti fosse di troppo disturbo, sarei davvero felicissima di poter vedere la tua scansione ed eventuali altre immagini dei nostri affascinanti e celebratissssssimi Vulcani!!!

GRAZIE ancora per la tua cortesia!

Valeria-medusa

355489[/snapback]

Un pò in ritardo ma eccomi qua. L'esemplare della ex-Magnaguti purtroppo non è in eccelse condizioni, ma dobbiamo accontentarci. Non ho trovato altri gettoni/medaglie/monete con vulcani raffigurati, purtroppo.

356115[/snapback]

Grazie, Paolino67!!!!! Il gettone è davvero splendido lo stesso... e la storia d'amore che racconta assai avvincente! A quanto pare le signore amavano l'Etna pure nel '600 ... :P

Ma questo che hai postato è l'unico esemplare conosciuto??? Mi piacerebbe moltissimo saperne di più...

Mi risuonano dentro alcune coincidenze...: Margherita si sposò nel 1606; tra il 1603 e il 1610 si susseguirono all'Etna molte eruzioni con tracimazioni laviche. Poi dall' 1614 al 1624, anno della morte del marito amatissimo, vi fu all'Etna la più lunga e vasta eruzione laterale che produsse enormi campi lavici dove ancor oggi si possono visitare grotte di scorrimento lavico come la Grotta del Gelo!!!

Possibile che sia solo un caso la scelta di Margherita di affidare ad Aetna il suo messaggio d'amore e dolore?????? Non conosco nulla di questo periodo storico..., ma è così improbabile che Margherita stessa abbia visitato l'Etna???

La storia si fa sempre più avvincente.... :rolleyes: :rolleyes:

Ancora GRAZIE, Paolino67, per avermi regalato questa emozione!!!!! :)

Valeria medusa

PS: "MIO SPLENDORE DELL MIO ARDORE".... l'etimo di AETNA, recita: l'ARDENTE.... :P

Link to comment
Share on other sites


Beh, ritengo anch'io che non sia un caso la scelta dell'Etna come impresa da associare al motto MIO SPLENDORE DELL MIO ARDORE. Non so se Margherita avesse visitato il vulcano siciliano, ma è cmq probabile che dovendo imprimere sul gettone una figura che raffigurasse l'ardore amoroso verso il marito, abbia scelto l'Etna che in quel periodo era in piena attività.

Il gettone non è l'unico esemplare conosciuto, nonostante io ritenga sia piuttosto raro.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.