Jump to content
IGNORED

d.lgs.n°42del gen.2004


Anto1989
 Share

Recommended Posts

riporto quanto affermato da un venditore:

99%DEGLI ART. PROVENGON DA VIMINACIUM(ESTERO)!CAP.DELLA MOESIA SUPERIOR,FONDATA A META DEL I.SEC!NEL 117.DIVENTA MUNICIPIUM SOTTO HADRIANO!DURANTE IL PERIODO DI GORDINIANO III DIVENTA COLONIA! TUTTE LA MONETE SONO DI PROVENIENCA ESTERA E NON RIVESTONO PARTICOLARE INTERESE (d.lgs.n°42del gen.2004)!!

secondo voi e vero che la legge afferma tale cosa?

Edited by Anto1989
Link to comment
Share on other sites


oddio..comprare dall estero è sicuramente più sicuro che comprare dall'italia,ma dietro alle monete di viminacium ci sono sicuramente scavi clandestini..io ti ripeto,eviterei ebay..spendi qualcosa in più ma compra da case d'asta serie o su vcoins..

Link to comment
Share on other sites


ciao spora,quella moneta me la sono aggiudicata il giorno dopo che ho aperto il post in cui mi hai parlato di vcoins(solo che per me quei prezzi sono inaccessibili al momento,sai...ancora sono alle superiori e quindi non ho uno stipendio) perche ero troppo tentato! :P comunque ora ho aperto questa discussione per vedere se la Ns legge dice veramente cosi ;)

Link to comment
Share on other sites


neanch'io lavoro..sono uno studente squattrinato..ma con risparmi o regali se hai pazienza qualcosa la riesci a mettere da parte..ed io ho speso un capitale fino ad ora!

Link to comment
Share on other sites


questo e stato il mio primo acquisto(12 €),non ho voglia di spendere tanto per ora :P ,soprattutto perche l estate e alle porte,la sera si esce cn gli amici,la benzina per la moto ci vuole pure e quindi devo trattenermi dall acquisto di monete per soddisfare altri bisogni :D

Link to comment
Share on other sites


La fantasia dei caciottari che si professano venditori numismatici non ha limiti.

Adesso si prende un principio teorico italiano (ripetitività monetale) e lo si applica senza problemi alle varie legislazioni estere (Serbia, Ungheria, Bulgaria,Romania).

Caciottari.

Link to comment
Share on other sites


riporto quanto affermato da un venditore:

99%DEGLI ART. PROVENGON DA VIMINACIUM(ESTERO)!CAP.DELLA MOESIA SUPERIOR,FONDATA A META DEL I.SEC!NEL 117.DIVENTA MUNICIPIUM SOTTO HADRIANO!DURANTE IL PERIODO DI GORDINIANO III DIVENTA COLONIA! TUTTE LA MONETE SONO DI PROVENIENCA ESTERA E NON RIVESTONO PARTICOLARE INTERESE (d.lgs.n°42del gen.2004)!!

secondo voi e vero che la legge afferma tale cosa?

351060[/snapback]

quale cosa? che le monete acquistate all'estero non rientrerebbero fra beni culturali?

Link to comment
Share on other sites


Magari spiegare in giro che non sono i venditori, caciottari e non a stabilire se le monete hanno un certo interesse storico

Link to comment
Share on other sites


Articolo12 Verifica dell'interesse culturale

2.I competenti organi del Ministero, d'ufficio o su richiesta formulata dai

soggetti cui le cose appartengono e corredata dai relativi dati conoscitivi

VERIFICANO la sussistenza dell'interesse artistico,storico,archeologico

e etnoantropologico delle cose di cui al comma 1,sulla base di indirizzi

di carattere generale STABILITI dal Ministero medesimo al fine di

assicurare uniformità di valutazione.

4.Qualora nelle cose sottoposte a verifica NON SIA STATO RISCONTRATO

l'interesse di cui al comma 2 le cose medesime SONO ESCLUSE

dall'applicazione delle disposizioni del presente Titolo.

Link to comment
Share on other sites


la disciplina sui beni culturali non impone obblighi di denuncia (se si escludono i casi di ritrovamento) per cui state tranquilli

Link to comment
Share on other sites


la disciplina sui beni culturali non impone obblighi di denuncia (se si escludono i casi di ritrovamento) per cui state tranquilli

351976[/snapback]

Postando l'articolo di cui sopra,non volevo assolutamente mettere in allarme

nessuno, ma solo evidenziare che a stabilire se una moneta è o non è un

bene culturale, non è il"venditore caciottaro" o chi altri per lui, ma solo

un organo preposto per legge,cioè il Ministero dei Beni Culturali, leggasi

Soprintendenza. In conseguenza di ciò se qualcuno vuole togliersi lo

sfizio di sapere se le sue monete rientrano in questo contesto, SENZA

NESSUN OBBLIGO,sa a chi rivolgersi!!

saluti

romanus

Link to comment
Share on other sites


ho chiesto a questi venditore se mi puo rilasciare la fattura acquistando una moneta.......chissa perche non sta rispondendo....!bah

Link to comment
Share on other sites


salve ragazzi,rieccomi qui a scrivere.volevo dirvi che ho sollecitato il venditore a farmi una dichiarazione di provenienza in modo che non andiamo incontro a guai in caso di perquisizione,cosi mi ha detto che mi puo fare una dichiarazaione di proveninza aggiungendo al valore della moneta soli 2€....posso accettare?

Link to comment
Share on other sites


chiariamo una cosa

le perquisizioni e i sequestri possono essere disposti anche se possedete tutta la certificazione possibile (scontrini,fatture,foto,certificati di provenienza...) questi provvedimenti giudiziari possono essere disposti anche sulla spesa che avete acquistato al supermercato e la ragione è molto semplice,mentre voi potete avere la perfetta certezza di aver agito nel rispetto della legge (ma non sempre i collezionisti la conoscono) in alcuni casi i venditori possono vendervi materiale di provenienza illecita rilasciandovi qualsiasi tipo di certificazione/dichiarazione. Il materiale illecito DEVE ESSERE SEQUESTRATO a prescindere dal luogo in cui si trovi e a prescindere da eventuali vostre responsabilità.

Il rilascio di questa certificazione non impedisce nè le perquisizioni nè i sequestri e non è detto che vi tuteli penalmente

In ogni caso se acquistate è preferibile farsi rilasciare una qualsiasi documentazione che ne dimostri l'acquisto (su ebay potete stampare voi stessi la fattura)

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites


Il venditore solitamente certifica o dichiara la vendita di una determinata moneta ( certificato/dichiarazione di provenienza e attribuzione) quindi ti rilascia una documentazione che prova un passaggio di proprietà fra lui e te.

ma se colui che vende avesse rubato la moneta da una collezione pubblica? se esistessero prove che la moneta sia stata rinvenuta mediante scavi archeologici abusivi? se fosse stata sottratta durante degli scavi archeologici regolari? se fosse stata rubata nell'abitazione di un privato?

in tutti questi casi tu acquisteresti la moneta insieme a scontrini,fatture e certificati vari ma la moneta era e rimane di provenienza illecita

ergo

la moneta è corpo del reato e quindi va sequestrata dall'autorità giudiziaria

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites


quindi se vi verificano i casi suddetti,mi sequestrano solo la moneta o vado incontro anche a sanzioni?Cioè...dovrebbe rispondere il venditore essendo io in buona fede

Link to comment
Share on other sites


Cioè...dovrebbe rispondere il venditore essendo io in buona fede

353921[/snapback]

questo è l'errore in cui cadono buona parte dei collezionisti

la buona fede non si deduce dal possesso dei certificati e delle fatture ma dalle circostanze della vendita per cui con tutta la certificazione possibile ogni acquirente può essere sia soggetto a sequestri sia soggetto ad indagini (ed eventuale procedimento penale)

quello che verifica la magistratura è se come acquirenti avete adottato tutte le cautele per sincerarvi che le monete siano di provenienza lecita, sarebbe troppo facile per l'acquirente dichiarare "il venditore mi ha garantito che era di provenienza lecita" perchè se la legge non punisse gli acquirenti troppi furbi si giustificherebbero dicendo di aver ricevuto sto benedetto certificato di provenienza.

La legge punisce sia la vendita sia l'acquisto di materiale illecito, il certificato di provenienza non può esonerare l'acquirente dalle proprie responsabilità

un principio del genere potrebbe andare bene nel diritto civile ma non certo in ambito penale

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites


In ogni caso si può sempre chiedere l'inversione di prova....è l'unica arma contro un sequestro...le monete provenienti dall'estero, se antiche, devono comunque passare per l'ufficio importazioni...quindi se non hanno certificato rilasciato da tale ufficio sono ILLEGALMENTE ENTRATE!!!!

Link to comment
Share on other sites


Si ma dall'estero significa fuori dai confini CEE, all'interno della CEE non c'è dogana e per aquisto tra privati non c'è comunicazione Intrastat.

Link to comment
Share on other sites


ti conviene acquistare nei convegni, nelle aste italiane e straniere e nei listini numismatici.

so già quale sarà l'appunto di tutti, purtroppo le scelte che si possono fare sono le seguenti:

1) rischiare e risparmiare

2) spendere di più (o peggio non comprare) e stare sicuri

Edited by Fid
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.