Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Raixtlin

Anello nobiliare

Recommended Posts

Raixtlin

Salve a tutti sono nuovo e non molto informato....avendo trovato a casa uno stemma nobiliare di famiglia mi ero deciso a farlo incidere su un anello. Ma non ho idea di tutte le regole di araldica che ci "girano in torno"...chi mi può dire qualcosa o anche indirizzare verso una fonte attendibile?vi ringrazio in anticipo

ps:adesso non ho sottomano una versione digitale appena posso ne posterò una, perchè (forse chiedo troppo) volevo cercare di risalire alle origini di questo stemma e vedere a che titolo corrispondeva ecc....(di nuovo grazie)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem

Quello che tu vuoi fare è uno "chevalier", generalmente d'oro per gli uomini, quelli delle donne possono variare alle volte sono di pietre dure.

Te lo può fare qualunque gioielliere, quello che "gira intorno", come dici tu, è il fatto che lo chevalier da solo non ti promuove "nobile"... <_<

Share this post


Link to post
Share on other sites

Raixtlin
Quello che tu vuoi fare è uno "chevalier", generalmente d'oro per gli uomini, quelli delle donne possono variare alle volte sono di pietre dure.

Te lo può fare qualunque gioielliere, quello che "gira intorno", come dici tu, è il fatto che lo chevalier da solo non ti promuove "nobile"... <_<

365504[/snapback]

Grazie per il termine tecnico ma era ovvia1 cosa del genere....quello che volevo sapere cmq era del tipo materiale:oro, bianco o giallo fa differenza?,va portato a destra o a sinistra? a quale dito?,ecc.....questo era quello che "gira intorno" di nuovo grazie per l'info........ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

okt
...è il fatto che lo chevalier da solo non ti promuove "nobile"... <_<

365504[/snapback]

Sui titoli nobiliari e sul loro uso il discorso sarebbe molto lungo...

Premesso che la Costituziione della Repubblica non li riconosce, va ricordato che ce n'erano comunque di antichi, e di meno antichi (tra i meno antichi ricordo quelli acquisiti nella prima metà del '900, in Italia, da produttori di stoffe e da personaggi alquanto discutibili).

I loro discendenti continuano a usare i titoli e spesso i giornalisti dei mass media, impropriamente, accondiscendono!

Vedo poi che molti usano, nel cognome, il predicato (es.: Rossi di Roccaverdina), mentre, a norma della Disposizione XIV della Costituzione (Disposizioni transitorie e finali), il Signor Rossi, anche nel caso rivesta un importante ruolo in Confindustria :) , dovrebbe chiamarsi Rossi Roccaverdina.

Quindi tutti possono inventarsi uno stemma, una discendenza e degli antenati illustri mentre dovrebbero andar fieri, invece, dei loro nonni contadini.

...debolezze! :D

XIV

I titoli nobiliari non sono riconosciuti.

I predicati di quelli esistenti prima del 28 ottobre 1922 valgono come parte del nome.

L’Ordine mauriziano è conservato come ente ospedaliero e funziona nei modi stabiliti dalla legge.

La legge regola la soppressione della Consulta araldica.

Edited by okt

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem
Quindi tutti possono inventarsi uno stemma, una discendenza e degli antenati illustri mentre dovrebbero andar fieri, invece, dei loro nonni contadini.

...debolezze!  :D

365561[/snapback]

Puoi sempre farti fare uno chevalier con incisi zappa e rastrello :lol: :lol:

Per tornare a noi lo chevalier si porta nel dito dove entra :rolleyes: dato che in genere è un anello che si eredita.

Anticamente si portava all'indice del dito destro, le donne sempre (o quasi se non ci sono problemi di dimensione) all'anulare del sinistro come oggi si fa con la fede matrimoniale.

Miglior consulenza te la può dare Borromeus, ma lui ti dirà che lo porta all'alluce destro, già lo so :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter
Salve a tutti sono nuovo e non molto informato....avendo trovato a casa uno stemma nobiliare di famiglia mi ero deciso a farlo incidere su un anello. Ma non ho idea di tutte le regole di araldica che ci "girano in torno"...chi mi può dire qualcosa o anche indirizzare verso una fonte attendibile?vi ringrazio in anticipo

365491[/snapback]

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Nel sito c'è un testo di Araldica fatto molto bene, che spiega con chiarezza le norme e gli usi che determinano la correttezza araldica di uno stemma e delle pezze che vi figurano.

Per secoli questi anelli sono stati usati come sigilli, per cui lo stemma viene "scavato" nel metallo in modo che, una volta premuto sulla ceralacca fusa, sia possibile vedere lo stemma in rilievo.

Ora è più frequente vedere gli stemmi semplicemente graffiti sul castone dell'anello, che può essere del metallo che preferisci.

Ma....a che ti serve?? :) :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Nel sito c'è un testo di Araldica fatto molto bene, che spiega con chiarezza le norme e gli usi che determinano la correttezza araldica di uno stemma e delle pezze che vi figurano.

Per secoli questi anelli sono stati usati come sigilli, per cui lo stemma viene "scavato" nel metallo in modo che, una volta premuto sulla ceralacca fusa, sia possibile vedere lo stemma in rilievo.

Ora è più frequente vedere gli stemmi semplicemente graffiti sul castone dell'anello, che può essere del metallo che preferisci.

Ma....a che ti serve??  :)  :)

365802[/snapback]

Dunque scusa se faccio una precisazione l'anello non serviva a "stemmare" la ceralacca, per quello c'era il sigillo che, a differenza dello chevalier era inciso con lo stemma rovesciato, proprio per riprodurre lo stemma in "positivo", l'anello, anche se in molti film si vede i nobili sigillare lettere e documenti premendo lo chevalier , non era quello l'uso ma soltanto quello di differenziare il nobile dall'ignobile (nel senso più lato della parola che sembra offensiva a noi, ma è ancora molto usata tra la nobiltà, anche la meno "codina") ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

okt
Dunque scusa se faccio una precisazione l'anello non serviva a "stemmare" la ceralacca, per quello c'era il sigillo che, a differenza dello chevalier era inciso con lo stemma rovesciato, proprio per riprodurre lo stemma in "positivo", l'anello, anche se in molti film si vede i nobili sigillare lettere e documenti premendo lo chevalier , non era quello l'uso ma soltanto quello di differenziare il nobile dall'ignobile (nel senso più lato della parola che sembra offensiva a noi, ma è ancora molto usata tra la nobiltà, anche la meno "codina") ;)

365820[/snapback]

Mi permetto di contraddirti. L'anello e il sigillo coincidevano: anche l'anello era inciso in negativo, proprio per essere usato come sigillo.

Ne posseggo una prova... concreta! :)

Ciò non toglie che ci fossero anche i sigilli propriamente detti (col manico), ma poichè la funzione tipica dell'aristocrazia era la guerra, probabilmente era necessario portarsi dietro poche cose essenziali, e in modo tale da non perderle.

Edited by okt

Share this post


Link to post
Share on other sites

daddaborromeo

... :huh: ... <_< ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

sandokan
Supporter

Perfettamente d'accordo con Okt : ne possiedo anche uno che proviene dall'India, che nella pietra dura incastonata reca in "negativo" la firma del proprietario.

Mi è stato detto che sono molto frequenti, anche se non vengono impressi sulla ceralacca ma su una pasta che assomiglia alla cera.

Altri sigilli erano montati sulle catene da orologio e - frequentemente - proprio su anelli, come del resto è facile vedere presso una gioielleria antiquaria.

Del resto, da parte di un privato è molto più comodo far ricorso ad un sigillo posto al dito che non dover cavare di tasca un manico di legno con lo stesso sigillo posto sulla cima. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem

:lol: :lol: :lol: allora 400 anni fa c'hanno dato 'na sòla :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

daddaborromeo

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem
:lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:

366131[/snapback]

Mai fidarsi dei catalani :bash:

Share this post


Link to post
Share on other sites

cancun175

--------------------

Sui titoli nobiliari e sul loro uso il discorso sarebbe molto lungo...

Premesso che la Costituziione della Repubblica non li riconosce, va ricordato che ce n'erano comunque di antichi, e di meno antichi (tra i meno antichi ricordo quelli acquisiti nella prima metà del '900, in Italia, da produttori di stoffe e da personaggi alquanto discutibili).

I loro discendenti continuano a usare i titoli e spesso i giornalisti dei mass media, impropriamente, accondiscendono!

--------------------

C'è poi il problema dei titoli sabaudi e presabaudi. E la deregulation repubblicana ha portato ad altre distorsioni, oltre a quelle dell'appropriazione di titoli ormai senza valore: per esempio l'estensione del titolo nobiliare a tutti i rampolli di una famiglia e non solo al primogenito. Per esempio. il barone Rossi di Roccacanuccia moriva e il primogenito diventava barone Rossi di Roccacannuccia. Gli altri dovevano accontentasi del semplice: N.H. Beppino (o Pedro, o Guccio) dei baroni Rossi di Roccacannuccia.

Quanto ai titoli post '22 (molti dei quali dati per meriti fascisti o mercantili, ma ci fu anche quello dato a Marconi) hanno condotto dopo il '46 a un'ulteriore distorsione: titolo concessi ad personam e non trasmissibili venivano tranquillamente trasmessi.

Infine ci sono altre categorie di titoli <legittimi>., cioè non inventati: quelli assegnati dalle case regnanti in esilio. Abbondano, per esempio, quelli del Granducato di Toscana. Quanto a Umberto II non mi risulta che dall'esilio abbia assegnato titoli nobiliari. Ma forse mi sbaglio. So che aveva una segreteria con il compito di controllare sul Gotha i titoli vantati da coloro che scrivevano gli auguri. Questo per evitare che una risposta <Al barone Rossi di Roccacannuccia>, in quanto firmata dal re facesse ipso facto del signor Rossi un barone di Roccacannuccia

Edited by cancun175

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem
--------------------

C'è poi il problema dei titoli sabaudi e presabaudi. E la deregulation repubblicana ha portato ad altre distorsioni, oltre a quelle dell'appropriazione di titoli ormai senza valore: per esempio l'estensione del titolo nobiliare a tutti i rampolli di una famiglia e non solo al primogenito. Per esempio. il barone Rossi di Roccacanuccia moriva e il primogenito diventava barone Rossi di Roccacannuccia. Gli altri dovevano accontentasi del semplice: N.H. Beppino (o Pedro, o Guccio) dei baroni Rossi di Roccacannuccia.

Quanto ai titoli post '22 (molti dei quali dati per meriti fascisti o mercantili, ma ci fu anche quello dato a Marconi) hanno condotto dopo il '46 a un'ulteriore distorsione: titolo concessi ad personam e non trasmissibili venivano tranquillamente trasmessi.

Infine ci sono altre categorie di titoli <legittimi>., cioè non inventati: quelli assegnati dalle case regnanti in esilio. Abbondano, per esempio, quelli del Granducato di Toscana. Quanto a Umberto II non mi risulta che dall'esilio abbia assegnato titoli nobiliari. Ma forse mi sbaglio. So che aveva una segreteria con il compito di controllare sul Gotha i titoli vantati da coloro che scrivevano gli auguri. Questo per evitare che una risposta <Al barone Rossi di Roccacannuccia>, in quanto firmata dal re facesse ipso facto del signor Rossi un barone di Roccacannuccia

366295[/snapback]

Ti quoto anche se:

1 - Marconi è stato titolato in quanto fedele al regime non solo per meriti scientifici (quindi fa parte della neonobiltà per meriti fascisti :huh: )

2 - il tuo ragionamento fila per il barone di Roccacannuccia ma, se metti il caso, il barone fosse un principe il discorso cambierebbe. Si sa che le famiglie principesche o ducali nel caso iberico, data la loro "antichità" hanno più di un titolo, quindi prima di arrivare ad un semplice N.H. si fa a ritroso la conta e la distribuzione dei titoli anche dopo il primogenito quindi ci potranno essere marchesi, conti e baroni che mantenendo il cognome Rossi saranno marchese Rossi di Gardaland, conte Rossi di Mirabilandia e così via...tutti titoli trasmissibili...per quel che so :unsure:

Edited by Frenkminem

Share this post


Link to post
Share on other sites

okt

...da non dimenticare poi la distinzione tra aristocrazia feudale e arisrocrazia decurionale, la seconda tipica di Venezia, ad esempio.

Nella nobiltà decurionale il titolo e la funzione venivano ereditati da tutti i discendenti maschi e non esistevano i titoli feudali comunemente noti (barone, conte, marchese ecc.) anche se a volte Venezia attribuiva un generico titolo comitale ai suoi nobili incaricati di funzioni all'estero, affinchè la loro condizione risultasse chiara anche in contesti diversi.

In aree venete, come l'Istria si aveva tuttavia una strana sovrapposizione di nobiltà decurionale e di nobiltà feudale, sia per la contiguità con l'Impero sia per la prevalenza di attività agricole rispetto a quelle prettamente commerciali della Dominante.

Anche funzioni pubbliche, come quella notarile, ad esempio, potevano essere svolte in Istria sia veneta auctoritate che imperiali auctoritate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

daddaborromeo

... <_< la "repubblica italiana" non riconosce i titoli nobiliari...però siamo pieni di "cavalieri" ...chi perchè gioca a calcio, chi perchè fa i tortelli in tv, chi perchè porta al fallimento industrie casearie...sarò un asburgico reazionario, ma ho molto più rispetto per un "semplice " N.H. non riconosciuto che non per un cavaliere che porta i tacchi o un commendatore che ha tirato due gol in porta ! :angry:

mon cousin...e di qualcosa pure te ! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

daddaborromeo
Quindi tutti possono inventarsi uno stemma, una discendenza e degli antenati illustri mentre dovrebbero andar fieri, invece, dei loro nonni contadini.

...debolezze!  :D

365561[/snapback]

Puoi sempre farti fare uno chevalier con incisi zappa e rastrello :lol: :lol:

Per tornare a noi lo chevalier si porta nel dito dove entra :rolleyes: dato che in genere è un anello che si eredita.

Anticamente si portava all'indice del dito destro, le donne sempre (o quasi se non ci sono problemi di dimensione) all'anulare del sinistro come oggi si fa con la fede matrimoniale.

Miglior consulenza te la può dare Borromeus, ma lui ti dirà che lo porta all'alluce destro, già lo so :P

365732[/snapback]

hahahahah ti darei, molto lombardamente e molto amichevolemnte del PI_ _A :lol: :lol: , comunque l'anello l'ha giustamente ancora il capo della famiglia, ovvero il nonno, io mi limito ad avere un anello di Dolce e Gabbana, ma sul pollice sinistro !!! B)

Share this post


Link to post
Share on other sites

cancun175
... <_<  la "repubblica italiana" non riconosce i titoli nobiliari...però siamo pieni di "cavalieri" ...chi perchè gioca a calcio, chi perchè fa i tortelli in tv, chi perchè porta al fallimento industrie casearie...sarò un asburgico reazionario, ma ho molto più rispetto per un "semplice " N.H. non riconosciuto che non per un cavaliere che porta i tacchi o un commendatore che ha tirato due gol in porta !  :angry:

mon cousin...e di qualcosa pure te !  :D

366320[/snapback]

Vero. Ma c'è di peggio. Per lustri sono stati distribuiti cavalierati e commende agli statali solo in base all'anzianità di servizio, automaticamente. Centinaia di migliaia di patacche distribuite in giro: sono sulle bancarelle rionali e non hanno il minimo valore neanche tra i collezionisti. A casa mia ero circondato da cavalieri e commendatori: mio padre, mia madre, i miei zii e i miei cugini. Ora hanno tirato il freno, ma basta conoscere un sottosegretario... Ma qui si entra in un altro discorso...

Edited by cancun175

Share this post


Link to post
Share on other sites

daddaborromeo

e perchè non citare i titoli di baroni e conti firmati da Umberto II con già un piede sull'aereo per il Portogallo....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem
e perchè non citare i titoli di baroni e conti firmati da Umberto II con già un piede sull'aereo per il Portogallo....

366328[/snapback]

Che dire, mon cousin, noi siamo fuori da queste piccinerie di un reuccio invasore e la sua casata di montanari mezzi svizzeri e mezzi francesi...un tempo si sbancava la roulette di Montecarlo, oggi il vecchio rampollo ha una catena di macchinette videopoker :blink: ...e va con le signorine tirando sul prezzo, altro che la bianca croce di Savoia.

(spero che il giovane Niko salti 'sta discussione :lol: )

Trovi strano che abbia nominato i baroni dell'ultima ora...anche il mio avvocato fu nobilitato in tempi recenti dal secondo Umberto (deve essere un nome un po' sf***to uno ammazzato, l'altro in esilio) e la tiene bell'esposta nel suo studio... :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

daddaborromeo

ahahahahah il tuo avvocato ha esposto in studio il "titolo nobiliare" ???? ahahahahahahahhaahahahah il mio amico romano direbbe "che grezza". Io in studio ho esposto il pedigree del cane ! :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Frenkminem
ahahahahah il tuo avvocato ha esposto in studio il "titolo nobiliare" ???? ahahahahahahahhaahahahah il mio amico romano direbbe "che grezza". Io in studio ho esposto il pedigree del cane !  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:  :lol:

366418[/snapback]

perché il tuo è un cane nobile, forse di più dei baroni insavoiati :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

daddaborromeo

e che scherzi? ha più cognomi e predicati il mio cane di me..... :lol: :lol: :lol: :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

niko
e perchè non citare i titoli di baroni e conti firmati da Umberto II con già un piede sull'aereo per il Portogallo....

366328[/snapback]

Che dire, mon cousin, noi siamo fuori da queste piccinerie di un reuccio invasore e la sua casata di montanari mezzi svizzeri e mezzi francesi...un tempo si sbancava la roulette di Montecarlo, oggi il vecchio rampollo ha una catena di macchinette videopoker :blink: ...e va con le signorine tirando sul prezzo, altro che la bianca croce di Savoia.

(spero che il giovane Niko salti 'sta discussione :lol: )

Trovi strano che abbia nominato i baroni dell'ultima ora...anche il mio avvocato fu nobilitato in tempi recenti dal secondo Umberto (deve essere un nome un po' sf***to uno ammazzato, l'altro in esilio) e la tiene bell'esposta nel suo studio... :D

366416[/snapback]

tranquillo Frenk, nn ne salto una delle tue discussioni :D :P

per questa volta ti perdono... alla prossima no *muahahahaah* (risata malefica) :pissed:

io invece discendo da "antichi nobili"... ma nn se ne sa niente da un bel po'! e poi ai miei nn gliene fregava niente :ph34r: in quanto saremo stati lo stesso nobili spiantati! :lol: o almeno... credo... questa storia si perde molto tempo fa...

ed ecco una domanda... come "riavere" il titolo (in caso prima vi fosse) e come esser sicuri di appartenere proprio a quella "casata", cioè come fare per sapere se sono discendente di quelli li?

saluti,

un SABAUDO Niko! :D

Edited by niko

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.