Jump to content
IGNORED

zenobia


cancun175
 Share

Recommended Posts

Ragazzi, c'è in asta su CNG una moneta di Zenobia. Eì un fatto inusuale e perciò ve lo segnalo. E' per sufficientemente ricchi: la base è 5.000 dollari e la conservazione un B scarso, anche se è classificato VF (forse per il tipo). Ciò nonostante sono sicuro che schizzerà in alto:

http://www.cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=127713

E' un antoniniano e viene dauna collezione privata:

From the Gordon S. Parry Collection.

Non ho notizie di questa collezione. Ha in asta anche altre monete:

http://www.cngcoins.com/Bid.aspx?ITEM_ID=127571

http://cngcoins.com/Coin.aspx?CoinID=127570

Edited by cancun175
Link to comment
Share on other sites


Una moneta messa ben male, forse anche pesantemente ritoccata, cosa c'è sotto quello strato cioccolatoso che ricopre la moneta?? In effetti per quella cifra si possono prendere monete ben più attraenti.

Cancun, di la verità, ci stai facendo un pensierino a collezionare le monete di Gordon Parry ;)

Link to comment
Share on other sites


Apuliensis, 7200 dollari del 2002. Tradotto: tredicimila di oggi. Incredibile. Però, se avessi soldi, una, magari migliore, di Zenobia la prenderei. Colleziono proprio monete del periodo. Boyd a parte. E Zenobia è come il feroce Saladino delle figurine Ferrero.

Che cosa c'è sotto, caius? Magari solo una moneta normale. Ma agli americani piace così. O ripatinata o scintillante.

Caius, :D :D nessun pensierino a quel Gordon Parry, non so neanche chi sia. Anzi, se qualcuno lo sa... ;) chissà che non mi venga in mente. Forse è solo un tizio come me. Metto una moneta su CNG e scrivo "collezione cancun". Anzi <cancun collection>. è più bello, vero?. :P

Edited by cancun175
Link to comment
Share on other sites


5000 dollari per quella moneta non li capisco, per quella cifra ho visto di recente un sesterzio di nerone che ovviamente ho solo guardato. Per me meglio bella che rara. (forse ci potrei fare anche una vacanzina niente male alle maldive).

Comunque ho approfittato del post di cancun per andarmi a vedere chi era sta Zenobia e devo dire che la sua storia (a me completamente sconosciuta :ph34r: ) è molto interessante. La regina di Palmira, il cui vero nome era Bath-zabbai, deve avere colpito anche la fantasia dei romani se, dopo averla battuta e presa prigioniera, le hanno permesso di vivere libera a Tivoli dove è morta nel 275 (grazie wikipedia :huh: )

zenobia prigioniera

Link to comment
Share on other sites


Diciamo che nel 275 se ne sono perse le tracce storiche. Il gossip dell'epoca dice che sia stata data in sposa a un senatore. Ma qualcuno ha sussurrato che abbia avuto un paio di figli da Aureliano. Poi c'è la <storia> gradita ai siriani: Zenobia non è mai arrivata a Roma, si è uccisa durante il viaggio da Palmyra alla capitale. Strana coincidenza con la vicenda di Tetrico: qualcuno lo vuole governatore del Brutium dopo la resa ad Aureliano, altri gli fanno fare una brutta fine. Chiacchiere finite appunto nel 275, con la morte dello stesso Aureliano. Gli storici hanno avuto altro a cui interessarsi.

Ma il mito di Zenobia è giunto intatto fino a noi per il successo riscosso in periodo rinascimentale:

http://209.85.135.104/search?q=cache:hypBI...clnk&cd=1&gl=it

Da un punto di vista numismatico, le sue monete bsono rare (al contrario di quelle con l'effige del figlio Vabalato) perchè sono state battute solo al tramonto del suo regno, si dice ad Antiochia solo un paio di mesi prima del tracollo finale. Ma il vero mistero numismatico sono le monete del marito Odenato, grande alleato dei romani: ufficialmente non esistono. Ma nell'Ottocento un paio sono state descritte. Un vero e proprio santo graal degli appassionati.

Su questo sito c'è già più di una discussione, sia su Zenobia, sia su Odenato, sia su tutti e due

Edited by cancun175
Link to comment
Share on other sites


Sul retro della moneta postata c'è Giunone e credo sia interessante chiedersi il perchè di questa scelta.

Giunone era la divinità del matrimonio e del parto e forse la regina voleva mettere in evidenza il suo ruolo di madre di Vaballato che nominò augusto.

In alternativa, poichè si narra che Giunone fosse nemica giurata dei Troiani, è possibile che Zenobia volesse celebrare la sua sfida ai romani che dai troiani discendevano tramite Enea.

D'altra parte i romani avevano a loro volta creato la discendenza dai Troiani per potere nobilitare la loro origine facendola risalire ai miti greci che ovviamente conoscevano e apprezzavano, mettendosi però allo stesso tempo dall'altra parte della barricata, quella dei troiani che si erano contrapposti ai greci (come fecero i romani ma con migliore sorte).

Insomma anche allora religione-mito e politica tendevano a interagire pesantemente.

Link to comment
Share on other sites


Così, a lume di naso, la seconda ipotesi mi sembra più plausibile. Un segno di sfida e di disprezzo. O forse un tentativo di ingraziarsi i nemici. Tipo: <Sono solo la madre di Vaballato>. O, infine e ancora più plausibile, il sigillo a una promozione che meglio l'avrebbe accreditata alla corte di Sapore, a cui già pensava di rivolgersi: è stata catturata proprio mentre stava fuggendo lì, circa quaranta giorni dopo aver coniato quella moneta.

Certo non l'esaltazione di alcunchè: al momento del conio della moneta Zenobia sapeva perfettamente che la partita era persa.

Edited by cancun175
Link to comment
Share on other sites


Certo che quella moneta consunta racconta una storia affascinante e in parte si merita i soldi chiesti ;) ... almeno ho ridotto (di poco) la mia colossale ignoranza.

Grazie cancun per lo spunto e le osservazioni.

Comunque potendo con i 5000 dollari sceglierei un bel viaggio, magari a Palmira (o quel sesterzio di Nerone ... :blush: )

Link to comment
Share on other sites


A Palmyra sono stato a giugno. Una vera stracagnata. Viaggio faticoso, strade lunghe. Ma Palmyra...bellissima e assolata. Un sito archeologico sconfinato, come del resto gran parte di quelli siriani. se decidi di andarci, non devi spendere cinquemila dollari. Diciamo che con tremila ci andate in due. Compera un biglietto aereo. quando arrivi affitta un'automobile. la Siria è un paese sicuroe la gente è affabile. Ma di Zenobia, credimi, davvero poche tracce. se non nei nomi degli alberghi e ovviamente nei musei. Ciao

Paolo

Link to comment
Share on other sites


A Palmyra sono stato a giugno. Una vera stracagnata. Viaggio faticoso, strade lunghe. Ma Palmyra...bellissima e assolata. Un sito archeologico sconfinato, come del resto gran parte di quelli siriani. se decidi di andarci, non devi spendere cinquemila dollari. Diciamo che con tremila ci andate in due. Compera un biglietto aereo. quando arrivi affitta un'automobile. la Siria è un paese sicuroe la gente è affabile. Ma di Zenobia, credimi, davvero poche tracce. se non nei nomi degli alberghi e ovviamente nei musei. Ciao

Paolo

Sono le parole che mi ha detto mio fratello frequentatore abituale di Siria, libano, Giordania... non mi rimane che narcotizzare la fidanzata o convincerla che da quelle parti non ci sono poi tante rovine e comunque il mare è bellissimo e i negozi niente male... :ph34r: buona notte

Link to comment
Share on other sites


Quanto al mare, beh ce ne sono di migliori. Quanto allo shopping, i suk di Damasco e Aleppo sono meravigliosi. Puoi dire alla tua fidanzata che si può comperare broccato da sogno (ma tu preparati a far piangere il portafogli) o gioielli da regina nei negozi armeni (la tua carta di credito singhiozza). L'alternativa sono i negozietti arabi dei suk: si tratta come dei dannati, se ti dicono dieci,tu rispondi due e ti accordi a tre. Ma alla fine ci si allontana carichi di bella roba. E senza tanti bambini petulanti alle costole...

Buona notte

Link to comment
Share on other sites


Su Palmyra e Zenobia ricordo un mitico Stargate di VM Manfredi un paio di anni fa. Palmira dev'essere bellissima, perduta nel vento e nel deserto, rientra nei miei obbiettivi turistici, ma ho le stesse vostre limitazioni, purtroppo, io poi di palle al piede ne ho tre...

post-705-1219301001_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Ma dai. Il problema non può essere economico. Con il fai da te (che in Siria si può fare senza problemi) una vacanza non costa più di qualsiasi altra vacanza italiana. Se, poi uno ha una famiglia che non vede di buon occhio le visite archeologiche, non è il mio caso, si può abbinare il tutto alla Giordania con un bel soggiorno mare ad Aqaba. L'unica difficoltà, con una macchina a noleggio, è il passaggio della frontiera Siria-Giordania: servono alcune ore per ossessivi controlli antiterrorismo e doganali. Conviene dividere le cose: Siria con auto a noleggio, poi volo da Damasco ad Amman e altro noleggio auto. La Giordania è più Occidentale, con Petra presa d'assalto da torme di turisti. Ma la Siria offre grandi soddisfazioni, con interessi storici che vanno dal periodo accadiano alla dominazione ottomana. Cioè all'altroieri. Passando per egizi, greci, romani, arabi, crociati, di nuovo arabi, turchi, periodo dei protettorati con tanto di Peter O'Toole

Poi, la gente. Affabile, pronta ad aiutarti. Abituata alle differenze culturali e religiose. Alle donne in burqa e ai loro uomini non gliene frega niente delle libanesi cristiane con gli spendidi capelli neri al vento o delle indiane indu con la pancia di fuori. I problemi con lo chador sono solo e tutti nostri. Si trovano chiese e moschee e persino sinagoghe, alla faccia della reciprocità che chiediamo ogni volta che islòamici parlano di costruire una moschea dalle nostre parti. E dicono che è un "paese canaglia"...Io sono tornato convinto di aver fatto una bellissima vacanza. Ho speso molto, ma perchè non mi sono fatto mancare niente. In Giordania persino una lunga sosta sul Mar Morto in un albergo holliwoodiano da 400 euro al giorno. Ma si può fare diversamente, credimi. Molto diversamente.

Ciao

Paolo

P.S.: ah dimenticavo: se vuoi abbinare Israele, fallo dopo aver visitato la Siria, che non tollera il minimo segnale israeliano sul passaporto. Se già ce l'hai, devi cambiare passaporto. Alla Giordania, invece, i visti di Israele non interessano: si puù passare tranquillamente da una parte all'altra.

Edited by cancun175
Link to comment
Share on other sites


No il problema non è economico ma mentale bisogna essere portati al viaggio non convenzionale e comunque prima o poi il viaggio lo faccio.

Per quanto riguarda caius se ho capito bene ha due figli e li tutto si complica.

Ho visto le fotografie di mio fratello e Palmira sembrava un sito deserto.

Comunque anche in Turchia dove invece sono stato ho trovato siti poco frequentati (non Efeso) come Afrodisia con il suo ippodromo immenso e intatto... e Anamurium città romana-bizzantina completamente abbandonata a se stessa e da scoprire (15anni fa).

afrodisia

anamurium

Edited by spitz
Link to comment
Share on other sites


No, no. A Palmyra ci sono turisti. E anche tanti. Ma non come a Petra. la dimensione è ancora, diciamo, umana. Ma per quanto non è dato sapere

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.