Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
darioelle

GRECA FORSE SICILIANA?

Risposte migliori

darioelle

Un'amico sapendo della mia passione per la numismatica mi ha mostrato questa sua moneta.

Non essendo però il mio specifico settore collezionistico giro a Voi la sua richiesta di pareri su autenticità, identificazione e valore di mercato.

Mi sembra sia in bronzo, pesa 4,35 g ed ha diametro leggermente irregolare di 17 min-18 max.

Al rovescio testa di Leone(?)

Al dritto un uomo seduto con bastone tra ghirlande e scritta a SX.

Fatemi sapere!

Eccovi il dritto (o almeno credo)

post-5024-1227032419_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

ed ecco l'altro lato con la testa piuttosto in rilievo.

Ciao!

post-5024-1227032609_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

balkan

Dal peso la identificherei come una dracma d'argento di Rhegium datazione metà del V° secolo. Per quanto riguarda l'autenticità non azzardo ipotesi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

E' un inizio, farò ricerche in attesa di altri interventi.

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Io sul lato con la figura umana leggo però KE.. o KELI..e non REG.. Siamo sicuri che sia di Reggio? Però..potrebbe essere REGINON scritto retrogrado, sui 2 lati della figura, e allora sarebbe Reggio, 466-415 a.C., Argento. Non un bastone ma uno scettro.

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Sperando in altri interventi più chiarificatori vorrei aggiungere che a me a contatto visivo non ha dato l'impressione di essere d'argento il colore mi sembrava più bronzeo, a Voi dalle foto dà l'impressione dell'argento?

Il possessore mi ha chiesto di fornire anche una valutazione economica che naturalmente non può prescindere prima da una conferma dell'autenticità :ph34r:

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arthas

Guardi in foto non è cosi semplice dare un parere sull'autenticità, concordo con quanto detto da gpittini , la scritta pare retrograda però non conosco dracme con questa variante.......magari provi a fare una foto anche del bordo , in modo di avere qualche altro elemento

saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Come vi dicevo non è una mia moneta. Per fare le foto ieri ho fatto parecchia strada e prima di rifarla vorrei sapere cosa fotografare.

Cosa vorreste vedere del bordo?

Nessuno ha notizie di monete simili a questa? Su Coinarchives non ne ho trovate...

A presto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

La moneta sembra proprio simile a quella della Numismatica Ars Classica; e anche in quella la R maiuscola ha un piccolo trattino, come quella italica e a differenza da quella greca classica, che è una P. Quindi, con un po' di corrosione nella parte superiore, assomiglia a K. Del resto la stessa moneta è riportata da Catalli (Monete dell'Italia Antica, n. 50, p.34): "il rovescio, a leggenda REGINOS, viene occupato da una figura virile seduta, nella quale si è voluto riconoscere Jokastos, il mitico fondatore della città". Datazione: dopo il 460 a.C.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Per quanto possa leggere in foto nella moneta in questione ci sarebbe scritto RECIN (retrogrado) O S.

Scusate l'ignoranza nelle monete greche, ma non esiste un'equivalente del RIC per le monete romane?

Non si trova questa moneta in nessuna vostra collezione, in cataloghi o aste?

Se ho ben capito se così fosse e fosse autentica dovrebbe essere piuttosto rara ed avrebbe un valore notevole giusto?

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

g.aulisio

Confermo la dracma di Reggio del V sec. a. C., con testa di leone al dritto, Iokastos seduto al rovescio e legenda RECINOS.

Normalmente la legenda è RECINON sulle dramme, mentre RECINOS sulle tetradramme, ma esistono diverse varianti.

Per una classificazione precisa il testo migliore dovrebbe essere:

H. Herzfelder, Les monnaies d'argent de Rhegion frapées entre 461 et le milieu du IVme siècle av. J.-C. (Paris 1957).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Grazie g.aulisio,

purtroppo non mi è riuscito di trovare su internet una copia consultabile del testo. Se qualcuno lo possedesse e potesse dare un'occhiata per me potrei classificare la moneta e fornire le informazioni al proprietario.

Cosa ne pensate dell'autenticità?

Sapete indicare anche in modo approssimativo un valore della moneta?

Ciao!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Provo ad aggiornare la discussione perchè purtroppo sinora non sono riuscito a sapere nè una precisa identificazione non avendo testi specifici, nè pareri sull'autenticità (pur essendo consapevole che attraverso due foto non ci si può attendere certezze assolute) nè infine una generica quantificazione del suo valore qualora risultasse autentica.

Sarei molto grato agli esperti di questo settore se potessero esprimersi in proposito.

A presto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

darioelle

Ciao Skubidu,

grazie per il lavoro di ricerca. Il rovescio della seconda è abbastanza somigliante alla moneta del mio amico ma, sebbene per esso ci siano tante varianti, a quanto mi è parso di vedere su internet questo è niente rispetto alla varietà del dritto. In tal caso entrambe le monete da te segnalate presentano sostanziali differenze rispetto alla moneta in fotografia ed oggetto della discussione.

Il dritto della tua prima non ha la scritta retrograda, le lettere O ed S in posizioni differenti e la mano destra poggiata diversamente sullo scettro. Anche con la seconda si notano differenze analoghe.

Nessuno ha sinora saputo indicare un riferimento di catalogo per questa moneta. Ciò può significare almeno quattro cose:

1) la moneta è un falso

2) la moneta è estrememente rara

3) nessuno possiede un catalogo per fare il confronto

4) chi possiede il catalogo non ha letto la discussione o non ha voluto esprimersi

Provo ancora a chiedere agli esperti aiuto anche per una indicazione seppur approssimativa del valore della moneta se autentica, premesso che il mio amico non ha intenzione di venderla.

Ho provato ad aprire una discussione nel settore della Magna Grecia con un link a questa discussione ma il sito non mi autorizza ad aprirla (ci deve eseere qualche protezione in proposito) per cui spero che almeno i lettori del settore id./val/ aut. possano aiutarmi.

A presto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×