Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rob

Serie di monete "difficili" - numero tre

Risposte migliori

rob

Questa esce decisamente dalla mia area di competenza: di sfuggita pensavo fosse araba, ma credo piuttosto sia antica... e mi fermo qui perché veramente di più non saprei dire.

Peso: 1, 1 grammi

Diametro: 12 mm

Materiale: probabilmente bronzo, oppure rame

Non riesco a dare una descrizione sensata, un lato mi ricorda una palma.

Scatenatevi ora: qui sì che vi voglio vedere! :D

post-1118-1228859420_thumb.jpg

post-1118-1228859442_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fra crasellame

uhmmm arabo bizantina ? o al limite dinastia Umayyads

Modificato da fra crasellame

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob
Kharruba araba medievale

--Salutoni

-odjob

Allora è proprio vero che la prima impressione quella che conta! :D

Riesci a raccontarci qualcosa di più su questa monetazione?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek

Io ne ho diverse, in collezione. Tempo fa avevo tirato giù da svariati siti questo mix di notizie, riguardanti questo tipo di moneta:

"Poco ancora si conosce delle kharrube. Si tratta comunque di una moneta di minor valore, introdotta dall'ultimo principe della dinastia aghlabita Hibraim II (875-902).

La kharruba fu in uso fino alla fine del 1100, quando Enrico VI diffuse in Sicilia una nuova moneta, o più esattamente sostituì la kharruba d’ispirazione musulmana e destinata a circolare in un ambito locale, con un denaro in lega d’argento che non riportava più alcuna formula religiosa, nessun riferimento alla zecca, e non aveva alcuna scrittura in lingua araba.

La kharruba probabilmente valeva 1/2 di follaro, 1/16 di tercia ducalis e 1/144 del tarì siciliano. Monete così piccole sembrerebbero comunque indicare l’esistenza in Sicilia di una diffusa economia monetaria, a vari livelli, e di certo legata anche alle esigenze di un sistema fiscale sempre più efficiente”.

Se qualcuno ne sa di più, è inviato a postare.... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Dunque se capisco bene era una moneta che circolava in Sicilia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek
Dunque se capisco bene era una moneta che circolava in Sicilia?

Capisci bene :D Io ne ho di coniate dalle zecche di Palermo e di Messina, ma questo non significa che non ne fossero state emesse anche altrove.

Modificato da justapeek

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rob

Una breve ricerca mi ha portato ad alcuni siti veramente interessanti riguardanti la monetazione dei Normanni di Sicilia, che imitarono in alcuni casi la monetazione araba siciliana precedente:

Fitzwilliam Museum - The Normans in Sicily and Southern Italy

NORMANS OF SICILY

Sulla monetazione islamica siciliana invece ho trovato queste pagine:

Sicilia islamica, esempi di monetazione

AGHLABIDS

e soprattutto alcune gemme nascoste nello stesso forum!

Notiize storiche del nominale:

Il dirham è una moneta d'argento che circolò nel mondo islamico per tutto il medioevo. Esso con i secoli ha cambiato notevolmente e numerosamente forma e peso. Con un peso che variava da 1.5 a 2.7 grammi inizialmente il dirham valeva 1/10 del dinar. Si ispirava al dracma sassanide-persiano. Vi era sempre inciso la data e la zecca di coniazione almeno nei primi periodi della sua diffusione.Ciò implica che la catalogazione di questo tipo di monete ha seguito criteri abbastanza uniformi e presenta una certa sicurezza di attribuzione al sovrano emittente. I suoi sottomultipli più importanti sono i Fals,le Kharrube, il Dank o Habba, il Quirat. Dopo la fine del X sec. l’economia monetaria si modificò drasticamente. La coniazione di fals scomparve quasi del tutto. Le ragioni di ciò sono da ricercare nell’acquisizione dell’usanza di spezzare e frazionare i dirham per i pagamenti relativi a piccole compere. I fals in tal modo vennero a scomparire dalla corrente monetaria e il loro ruolo fu ricoperto da queste porzioni di moneta. Una nuova riforma monetaria fu poi proposta dagli Almohadi. Cambiarono la metrologia e la forma fisica di alcune monete tra cui proprio il dirham: l’innovativo dirham quadrato quasi sempre anonimo della zecca e del sovrano . Il peso era di circa 1.55 grammi e dimensioni medie di 15 x 15 mm. Vi erano come divisori il ½ dirham (0.75 grammi) e il quarto di dirham (0.37 grammi). Questi furono oggetto di grande copia da parte degli stati cristiani che li denominarono Millares.In essi molto spesso si alludeva ad Al-Mahdi, il riformatore della fede, il Messia dell’ Islam. Mahdi era divenuto praticamente un titolo che si auto-attribuivano i diversi sovrani.

Specificità moneta:

metallo: argento

peso: 1,56 g

autorità di coniazione:

dinastia Almohade (Al Muwahidun)

sovrano anonimo, probabilmente

ABU YA'QUB YUSUF IBN YA'QUB

(1184-1199)

dritto: traduzione in italiano

non c'è signore eccetto Allah

il comando è tutto in Allah

non c'è potenza eccetto attraverso Allah

rovescio: inno ad Al-Mahdi

traduzione

Allah è il nostro signore,

Maometto il nostro messaggero,

Al-Mahdi il nostro Imam

zecca:anonima situata tra Marocco,Algeria,Spagna,Portogallo

riferimenti: Vives 2100

Dritto

Rovescio

discussione "DIRHAM QUADRATO ALMOHADE, Concorso nummo-fotografico" del 26 dicembre 2005, 18:52

per quanto riguarda le frazioni di Dirhem di Tancredi.....

d/ leggenda cufica su tre righe nel campo:

IL RE TANCREDI IL GRANDE entro cerchio di perline

r/ leggenda cufica nel campo:

VITTORIOSO PER GRAZIA DI DIO

sul quarto di tercenario vi ....

d/ ACD/REX.SI/CILIE

r/ TANCREDI RE DI SICILIA

per quanto riguarda i Dirhem di Guglielmo II vi è...

d/ IL RE GUGLIELMO IL MAGNIFICO

r/ BRAMOSO DI ESSERE ESALTATO DA DIO

il testo più indicato per queste monete è sicuramente lo Spahr... :)

perchè dici che non può essere in rame? :)

dalla discussione "MONETA PICCOLISSIMA, buio totale" del 28 gennaio 2008, 14:34

Insomma ho capito che probabilmente per le mani ho una kharruba siciliana del periodo ca. 875-1100, di più però non sono riuscito a capire, nè ho trovato online l'immagine di una moneta che assomigli alla mia. Penso che sia in parte perché non è rara, nè e facile trovarne in buone condizioni... altri commenti esperti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×