Jump to content
IGNORED

Caracalla?


Recommended Posts

Al dritto nonostante la moneta sia abbastanza consumata dovrebbe esserci: ANTONINVS PIVS AVG busto laureato a destra.

Al rovescio in base a ciò che vedo dovrebbe essere: LIBE[ralitas] AVG VI con liberalitas a sinistra con abaco e cornucopia.

Peso 2,79 g

Diametro circa 19 mm

Se fosse stata in argento avrei detto trattarsi di un denario esattamente come QUESTO ma essendo in bronzo ho consultato il RIC IVa fra gli AES senza trovare corrispondenze.

Qualcuno può indicarmi di quale moneta dovrebbe trattarsi?

Grazie!

Eccovi il rovescio per capire il tipo...

post-5024-1231784995_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Articolo effettivamente molto interessante anche se per la vastità dell'argomento mi pare ci siano ancora molti interrogativi aperti.

Dunque il mio sarebbe uno di questi denarii laminati in argento che sarebbero stati coniati più o meno ufficialmente ai confini dell'impero proprio in quel periodo.

Resta il dubbio su come classificarlo.

Voi cosa scrivereste: Denario in bronzo di Antonino Pio RIC 158/216 (mi pare i due tipi siano perfettamente identici)?

E poi non potrebbe invece essere un AES di Antonino Pio che non ho visto nel RIC o che non è classificato nel testo?

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Il profilo comunque non è di Antonino Pio ma di Caracalla (escluderei Elagabalo, che come titolatura ha anche quasi sempre IMP). Non esistono bronzi di questo tipo e dimensioni, e poi la somiglianza con un denario d'Ag è evidente. Il modello quindi è il denario di Caracalla della stessa tipologia. L'unico dubbio è se la tua sia il residuo di un suberato che ha perso tutto l'Ag, o un vero "denario di bronzo" del Limes; io propendo per questa seconda ipotesi.

Link to comment
Share on other sites


Io nella mia ignoranza per questo imperatore pensavo Caracalla fosse il nome comune di Antonino Pio e che fossero la stessa persona...

Anch'io in base al peso ed al diametro penso possa trattarsi della tua seconda ipotesi.

Se puoi dimmi tu come lo classificheresti?

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Credo che semplicemente lo si potrebbe definire: "Imitazione bronzea, probabilmente del Limes, del denario di Caracalla LIBERALITAS AUG VI, Cohen 128, RIC 158, BMC 509".

Link to comment
Share on other sites


Seguirò il tuo consiglio Gianfranco e la classificherò così.

Che mi dici delle differenze tra RIC IV-A 158 e 216? Ne esistono o i due denarii sono indistinguibili?

Grazie!

Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Sono distinguibili, perchè nella 2a moneta che citi la titolatura del D. è "Antoninus Pius Aug Brit", cioè anche BRITANNICUS.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.