Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
quasar

Fior di conio

Risposte migliori

quasar

Per molti anni ho collezionate monete della Repubblica,del Regno,straniere.Senza una specifica preparazione se non un po' di esperienza acquisita con gli anni.

Tranne qualche "pezzo" acquistato presso numismatici e periziati,FDC ne sono realmente pochi rispetto la mia raccolta.

Da qualche anno sto dedicandomi agli euro e su un sito di vendite online ho fatto diversi acquisti in questo stato di conservazione.La sorpresa è che sicuramente non sono circolate ma sono diverse,folder ufficiali compresi,a presentare piccoli segni,colpetti sui bordi.Leggo Lamoneta da parecchio tempo e mi è capitato di leggere che sono comunque definite FDC pur presentando dei segnetti che vengono definiti di zecca (cadute nel cestello,confezionamento di rotolini e folder).E' corretto,secondo voi, definirle comunque FDC?

Un po' delicati questi euro o più resistenti le vecchie lire repubblicane e del Regno?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest Ilmonetaio
Lamoneta da parecchio tempo e mi è capitato di leggere che sono comunque definite FDC pur presentando dei segnetti che vengono definiti di zecca (cadute nel cestello,confezionamento di rotolini e folder)

Guarda... Su queste questioni non si mettono d'accordo i periti tra di loro, figurati noi collezionisti... Basta vedere le differenze, per esempio, di classificazione FDC tra Bazzoni e Tevere (!!!).

Il punto, a mio avviso, stà nel cosa si intende per Fior Di Conio. Se moneta NON CIRCOLATA o moneta perfetta, come uscita dal conio.

Personalmente opto per la 2nda, altrimenti portando avanti questo concetto, sarebbero Fior Di Conio anche quelle monete non circolate ma pessimamente conservate. Se una moneta uscita dal conio, cade nel cestello e prende un colpo al bordo, col cavolo che é ancora fior di conio!!! Lo era semmai prima di "cadere" dl conio!

Ma tanto basta che ti fai un giro presso i commercianti e periti per vedere tu stesso QUANTA differenza c'é sui giudizi di conservazione e, guarda caso, anche dei prezzi abbinati.

Sarà un caso, visto che gli stessi professionisti parlano di giudizio quindi soggettivo, ma NON MI E' MAI CAPITATO di VEDERE SOTTOSTIMATA la CONSERVAZIONE di UNA MONETA, invece, quando difformi dal mio giudizio, SEMPRE SOVRASTIMATA.

Ma ovviamente sarò io che da buon neofita tendo ad abbassare troppo il mio giudizio di conservazione !!! ^^ (E come me molti altri di questo forum, visti i giudizi espressi sulle varie monete postate).

Modificato da Ilmonetaio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
quasar

Mi ha fatto molto piacere la tua risposta perchè so che almeno siamo in due a definire FDC una moneta perfetta e senza segni e la tua riflessione è giusta,non circolata ma mal conservata,sia che sia stata la zecca stessa ad avere questa scarsa attenzione che il rivenditore.Solo il collezionista le tratta come se fossero coniate in sottilissimo vetro di Murano!! :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luke_idk
Supporter

Personalmente, invece, le considero lo stesso FDC ma, come giustamente detto, le teorie sono diverse e se non sono d'accordo fra di loro, neppure persone del mestiere...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

L'Euro collezionismo in fatto di alte conservazioni è molto più complicato di quanto non possa credere chi di Euro non si occupa. Chi colleziona Euro e ha quindi maneggiato a profusioni rotolini vergini di zecca, sa che per certi tagli il FDC eccezionale è pura illusione, e mi riferisco soprattutto alle bimetalliche che, probabilmente per il numero maggiore di operazioni a cui sono sottoposti i tondelli, è praticamente impossibile trovare senza segnetti o colpetti sui bordi. Al giorno d'oggi il valore degli Euro (ovviamente ad esclusione di quelli più rari) è slegato o quasi dalla conservazione, nel senso che un Euro circolato non ha alcun plusvalore, mentre uno da rotolino ha un lieve valore numismatico in più. Io credo però che tra qualche decennio, quando i vari Euro emessi dal 2002 ad oggi avranno accumulato svariati anni sul groppone, si farà molto più caso alla conservazione, e ci si accorgerà che la mancanza assoluta di segnetti, ora tanto ricercata su monete più vecchie (tipo quelle del regno), sulle monete bimetalliche è quasi un'utopia e le poche monete realmente perfette diventeranno molto quotate sul mercato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aureocollector

anche per me il vero FDC deve essere esente da ogni segno, certo è capitato anche a me di aquistare i 2 euro bimetallici commemorativi, e spesso me li vedo tirare fuori dai rotolini ancora sigillati, è molto difficile che siano esenti da segni anche se non sono mai circolati. alla zecca dovrebbero stare piu attenti. comunque io li pago 2,5 o al massimo 3 euro, di piu non do perche tanto visto il loro stato di consevazione non ne vale la pena.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

I pareri sono discordanti.Un vero peccato questa scarsa cura nel coniare e nel confezionare perchè mi stavo rivolgendo a questo tipo di collezionismo anche se in modo selettivo per un'eccessiva produzione di tipologie diverse di euro.Ma qualche delusioncella nell'esaminare meglio alcuni folder ufficiali,uno del Belgio in particolare ed una commemorativa,quindi sigola moneta,del Vaticano,mi ha un po' raffreddato verso questo tipo di coniazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

felampo

La questione della conservazione FDC è il motivo per cui ho semi-abbandonato la collezione di euro...non posso spendere 4-5 euro per un 2euro commemorativo e ritrovarmelo con segni,righe ecc. Preferisco spendere la stessa cifra in regno/repubblica,dove personalmente non cerco la massima conservazione ma un buon rapporto qualità/prezzo! con gli euro questo non è possibile.

...FDC pur presentando dei segnetti che vengono definiti di zecca (cadute nel cestello,confezionamento di rotolini e folder).E' corretto,secondo voi, definirle comunque FDC?

A mio parere,no: confrontando una moneta "veramente" FDC e una con "segni di zecca" noti subito la differenza: viene naturale dire che la prima è FDC, la seconda no (anche se è in confezione zecca, incapsulata ecc).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

aureocollector

tanto per fare un esempio vi racconto una cosa. colleziono tutte le serie divisionali di san marino, vaticano, italia, e anche alcuni di altri paesi. noto che quelle di san marino spesso sono veramente fdc, un po meno quelle italiane, ma il vero scandalo sono quelle del vaticano, in ugnuna delle serie ce n'è almeno una moneta con colpetti. forse perche quelle non sono chiuse ermeticamente, ma tengo a precisare che le compro sempre dopo pochissimi gg che sono uscite dal UFN.

dovrebbero avere piu cura di queste monete! anche loro le dovrebbero sigillare

Modificato da aureocollector

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS
tanto per fare un esempio vi racconto una cosa. colleziono tutte le serie divisionali di san marino, vaticano, italia, e anche alcuni di altri paesi. noto che quelle di san marino spesso sono veramente fdc, un po meno quelle italiane, ma il vero scandalo sono quelle del vaticano, in ugnuna delle serie ce n'è almeno una moneta con colpetti. forse perche quelle non sono chiuse ermeticamente, ma tengo a precisare che le compro sempre dopo pochissimi gg che sono uscite dal UFN.

dovrebbero avere piu cura di queste monete! anche loro le dovrebbero sigillare

Non penso che se sigillassero le monete si presenterebbero senza difetti.....

sarebbero monete sigillate con i soliti difetti, :lol: :lol:

piuttosto dovrebbero curare molto di più, la fase della lavorazione, considerando che la coniazione delle monete del vaticano è destitata quasi eslusivamente per le serie dei collezionisti.

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar
Non penso che se sigillassero le monete si presenterebbero senza difetti.....

sarebbero monete sigillate con i soliti difetti, :lol: :lol:

piuttosto dovrebbero curare molto di più, la fase della lavorazione, considerando che la coniazione delle monete del vaticano è destitata quasi eslusivamente per le serie dei collezionisti.

saluti

TIBERIVS

Nel divisionale del Belgio,sigillato.Ma potrei postare quello olandese,portoghese,del Vaticano ecc.Posto solo questo 50 cent e il buco sulla testa di Baldovino come simbolo di cosa sia il termine FDC anche nei divisionali ufficiali.Nei divisionali delle lire,questo accadeva molto raramente.Ma molto!

post-12818-1237328858_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Beh, il Belgio in questa classifica degli orrori direi che è posizionato molto bene. Ho avuto in mano diversi rotolini di monete belghe, dire che la qualità di conio è pessima vuol dire fare un complimento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek
Il punto, a mio avviso, stà nel cosa si intende per Fior Di Conio. Se moneta NON CIRCOLATA o moneta perfetta, come uscita dal conio.

Personalmente opto per la 2nda, altrimenti portando avanti questo concetto, sarebbero Fior Di Conio anche quelle monete non circolate ma pessimamente conservate.

Dunque, se ben capisco, la maggioranza di voi con concorda con la definizione riportata ad esempio su wikipedia:

"fior di conio: moneta che non presenta segni di circolazione, può al massimo presentare limitati segni di contatto con altre monete dovuti al processo produttivo".

A me, basandomi sulla mera interpretazione letterale del termine Fior Di Conio, mi viene invece da concordare: FDC è qualunque moneta nelle esatte condizioni di conservazione con cui nasce, ovvero che aveva al termine dell'operazione fisica di conio, inclusi quindi i segni di contatto con altre monete in fase di produzione, ed esclusi gli eventuali ulteriori segni derivanti da tutte le successive operazioni e manipolazioni, anche di zecca, necessarie ad esempio al suo inserimento nei folder divisionali. Difficilissimo, in altre parole, da stabilire...

Insomma, se una moneta nasce con un buco, quella è comunque una moneta FDC, perché il buco deriva in ogni caso dal conio (seppure da un difetto, in fase di conio) e non da qualcosa dopo il conio.

O no? :D

Modificato da justapeek

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

felampo

come fai a distinguere i "segni di contatto con altre monete dovuti al processo produttivo" dagli altri segni di circolazione? si entra in un discorso decisamente filosofico....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

justapeek
come fai a distinguere i "segni di contatto con altre monete dovuti al processo produttivo" dagli altri segni di circolazione? si entra in un discorso decisamente filosofico....

Vero solo in parte.

Se so con certezza che la moneta proviene direttamente da zecca e dunque non può aver circolato (caso in cui l'FDC va già a farsi friggere), il tuo discorso è verissimo, e non a caso pure io scrivevo "difficilissimo da stabilire". In sintesi volevo dire che, esattamente come la perfezione (che ci si aspetterebbe da una moneta di zecca arrivata nelle nostre mani) dovrebbe essere caratteristica del FDC, anche un difetto di "fabbricazione" potrebbe essere caratteristica (assai sgradita ma sempre possibile) del FDC stesso! In altre parole, FDC starebbe ad indicare lo stato di miglior qualità raggiunto nella sua esistenza da ogni singola moneta, il che non è affatto sinonimo di perfezione (insomma, anche tra le monete potrebbero esserci belli e meno belli :) ).

Discorso diverso sarebbe se il danno fosse prodotto da imperizia o incurie da parte di qualche operatore dentro la zecca stessa, cosa che farebbe certo perdere il diritto di appellativo di "FDC" in quanto evento estraneo al processo di produzione. E qui concordo con te, si va nella filosofia perché non si può sapere se il difetto sia causato dal processo di produzione magari un po' approssimativo - ma che va accettato come tale, visto che non ci si può fare niente - o da un successivo intervento umano manuale o semi-manuale, che lo abbia causato. Ma ragioniamo per probabilità, se è possibile: per una moneta di zecca, che probabilità c'è che il danno sia di conio, e che probabilità che sia da intervento umano successivo? 95% contro 5%? In tal caso, ribadisco la mia opinione, si potrebbe dire che per convenzione tutto ciò che esce dalla zecca meriterebbe per definizione l'appellativo di FDC.

Non so, ditemi voi se c'è un po' di senso nei miei pensieri :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quasar

No,anzi è chiaro e credo giusto come pensiero.Se per fior di conio s'intende non circolato,lo è quale che sia lo stato in cui esce dalla zecca.Però,come dice felampo,come si distingue il segno di zecca dal segno di circolazione?Nel caso di divisionali sigillati,fa fede l'integrità della confezione.Ma già quelli del Vaticano,per esempio,potrebbero far insorgere il sospetto di una pessima conservazione da parte del collezionista.Insomma,queste zecche dell'euro,diciamoci la verità,lavorano una schifezza!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×