Jump to content
IGNORED

grosso di clemente XII?


vathek1984
 Share

Recommended Posts

salve a tutti,non sono un collezionista di monete pontificie,ma questa era tra quelle che ho avuto da mio nonno,da quel poco che ne so dovrebbe essere un grosso di papa clemente XII,vissuto nel 1700 giusto?mi potreste per favore dare qualche altra informazione su questa moneta:tipo il suo grado di rarita e se può avere un valore anche in questa conservazione?grazie mille :) ...ecco le foto:

2uemu7b.jpg

r7n8yv.jpg

Link to comment
Share on other sites


Si,e' un grosso in argento di Clemente XII (1730-1740),sul rovescio c'e' la scritta "IN CIBOS PAUPERUM"Il periodo di coniazione e' il 1736-38Vi sono alcune varianti,la piu' comune e' quella della scritta che puo' essere su due o tre righe.La conservazione,purtroppo e' molto scadente ed anche,pertanto,il valore commerciale,considerando che si tratta di una moneta comune:Ciao!Roberto

Link to comment
Share on other sites


Confermo quanto già scritto da RobertoRomano, purtroppo la conservazione ne pregiudica irreparabilmente il valore.

Allego la foto di un esemplare simile.

Ciao, RCAMIL.

post-35-1237226400_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


grazie a tutti siete molto gentili :) ....comunque per me ha un valore affettivo,e quindi la conservo anche se non fa parte della mia collezione e se è conservata cosi male....per curiosita,la moneta è d'argento o in mistura?e poi che significato ha la scritta IN CIBOS PAUPERUM,queste monetine venivano regalate ai meno abbienti?.....complimenti per le monete postate sono molto belle B)

Link to comment
Share on other sites


E' d'argento!Il rovescio di moltissime monete papali conteneva dei motti,delle ammonizioni e inviti.Un tema molto battuto era quello in cui si invitava a offrire un aiuto ai poveri,agli indigenti:una monetina per stare meglio...

Link to comment
Share on other sites


che significato ha la scritta IN CIBOS PAUPERUM,queste monetine venivano regalate ai meno abbienti?

E' un incitamento alla carità, a spendere la moneta "per il cibo dei poveri", è ripreso dalla Bibbia, per la precisione dal capitolo XIII del I libro dei Corinzi, che recita: "E se spendessi tutte le mie facoltà per nutrire i poveri e dessi il mio corpo per essere arso, ma non ho amore, tutto questo niente mi giova".

Nella realtà dei fatti rimaneva un pio invito... :rolleyes:

Le uniche monete che venivano donate al popolo erano quelle emesse in occasione della presa di possesso del Laterano, più che altro per fare conoscere il nuovo papa durante la cerimonia che lo eleggeva vescovo di Roma; solitamente sono sempre piccoli nominali in argento, dai mezzi grossi ai grossi, e qualche rarissimo giulio.

Ciao, RCAMIL.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.