Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
brischetto

fratture di conio

Risposte migliori

brischetto

Cari amici, vedo che con una certa frequenza viene segnalata la presenza di "fratture di conio" su sesterzi e denari. Qual è l'origine di tali lesioni? Che rilevanza hanno? E' possibile distinguerle da danneggiamenti della moneta avvenuti in momenti successivi alla coniazione?

Grazie a chi vorrà rispondere.

Rosario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

teodato

Salve credo che le fratture possano essere causate da due fattori! Il primo è legato all'insufficente riscaldamento del tondello ed il secondo a colpi di mazza che colpivano il conio di martello in maniera non perpendicolare ma molto angolata. Nel primo caso se la plasticità del metallo non era sufficente poteva potevano nascere fesssure in sanso radiale, nel secondo per eccessivo schiacciamento di una parte , le fessure potevano essere parallele al bordo con distacco di piccole porzioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

Grazie, Teodato. Ma come fare a distinguere tali lesioni da quelle dovute a un successivo danneggiamento della moneta? E le monete con fratture di conio debbono considerarsi in qualche modo meno apprezzabili?

Ciao :) :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

ciao, sicuramente se la frattura compromette il tondello eccessivamente e quindi va ad intaccare pesantemente anche i rilievi puo deprezzare la moneta, che personalmente metto però sempre in funzione al grado di rarità......

puo anche essere che la frattura, oltre che per i motivi gia indicati in precedenza, possa derivare anche da un difetto di fusione del tondello (magari piccole bolle d'aria che entrano nel metallo), che nel momento della battitura provocano un indebolimento in quel punto...e la relativa rottura....

sku

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Per essere precisi però credo che si dovrebbe parlare di "frattura del tondello" o "frattura in corso di coniazione". Se si dice "frattura del conio" significa che si è fratturato il conio, cosa che pure può capitare, però dà luogo ad altre conseguenze sulla moneta. Se alla frattura del conio consegue il distacco di una parte del conio, la parte corrispondente del tondello resterà liscia. Se invece il conio rimane solamente fessurato, in corrispondenza della fissurazione ci sarà un piccolo rilievo che corre sulla moneta.

Infine: nessun danneggiamento successivo di una moneta può dare conseguenze così gravi come quelle avvenute al momento della coniazione.

Modificato da gpittini

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

brischetto

Risposte eaurienti! Grazie a tutti

Ciao :D

Rosario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×