Jump to content
IGNORED

Rarità Imperatori


joff
 Share

Recommended Posts

Salve,

volevo sapere se si può trovare da qualche parte una sorta di grado di rarità dell'imperatore.

Oppure mi sapete dire dalla vostra esperienza quali sono gli imperatori più difficili da trovare e quelli invece più comuni?

Grazie

Link to comment
Share on other sites


http://it.wikipedia.org/wiki/Imperatori_romani

ecco una lista di tutti gli imperatori,cesari e usurpatori.considera che meno un imperatore ha regnato e meno monete con la sua effige sono stati coniati.quindi su questo link guarda il numero degli anni o dei mesi in cui un imperatore è stato al potere,la brevità del periodo ti darà idea delle rarità delle monete.poi con l'esperienza e con lo "studio" ti sarà tutto più chiaro.

Link to comment
Share on other sites


Grazie per le risposte, poi influisce molto anche il periodo?

Mi sembra che le monete degli ultimi imperatori siano più rare.

Mentre imperatori del periodo di Costantino, Costante ... mi sembrano più comuni.

Link to comment
Share on other sites


Confermo.. per ki inizia.. è + ke sufficiente il D. Sear, se poi hai già il Bobba... questo ti sopporta almeno in parte le informazioni contenute nel Sear.

Circa poi il grado di rarità... per le monete romane è importante e fondamentale la patina e la conservazione.

Anche una moneta comune se di alta conservazione.. diventa e viene considerata molto rara.

Sempre per chi inizia, personalmente ho trovato utile i vecchi manuali di numismatica del Gnecchi.. ristampati dalla Gogliardico Cisalpina (mi pare?)... nel "Monete Romane".. ho trovato molte informazioni sulla numismatica, anche se per alcuni antiquate, con un listino delle rarità e dei prezzi del 1900!!!! che se attualizzato... ????!!! :lol: :lol: :lol: :lol:

Link to comment
Share on other sites


L'argomento della rarità in campo di monetazione antica non può essere affrontato negli stessi termini di quella di cui sono noti i dati relativi alle tirature; come è già stato scritto, la differenza viene ad operarsi in base alla storia di ogni conio, alla conservazione della singola moneta ed all'andamento dei passaggi sul mercato di ogni singolo pezzo. E' per quest'ultimo motivo, poi, che i cataloghi non possono essere dei testi a cui affidarsi con un semplice "atto di fede". La monetazione classica, per essere padroneggiata anche per quanto riguarda la rarità, va seguita costantemente studiando i vari cataloghi delle aste e confrontando questi dati con quelli forniti nel tempo dai testi e con la storia in cui le varie monete si collocano. L'Impero Romano ha conosciuto anche degli usurpatori del potere imperiale e questi hanno coniato delle loro monete che in alcuni casi sono davvero rare, ci sono poi le monete dedicate alle auguste e tante altre specificità che seppure contemplate in un regno di relativamente lunga durata sono particolarmente rare. Enrico

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Bravo Minerva spiegazione perfetta.

ciao Silvio

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.