Jump to content
IGNORED

Doppio sesterzio...


galba
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti. Di recente ho sentito parlare di doppi sesterzi, ma è vero o si sono inventati una bufala? Se sono davvero esistiti, in cosa si differenziano dai normali sesterzi (peso, diametro, valore...)? :D

Come sempre grazie... :)

Ciao ciao
Link to comment
Share on other sites


Si , esistono, anche se sono piu' rari a vedersi
Nell' ultima asta NAC del 29 maggio 2005 a Zurigo (nel sito dovrebbe esserci il catalogo in Pdf) c' era in vendita un doppio sesterzio di Traiano Decio (249-251) N.618 di 35,77 gr


ciao
Link to comment
Share on other sites


Il doppio sesterzio fu introdotto proprio da Traiano Decio, sebbene questa novità durò pochissimo. Il nominale è riconoscibile sia perchè riporta al dritto la testa radiata per l'imperatore ed il crescente lunare per l'augusta, sia perchè pesa circa 40 g (1/8 di libbra) contro i circa 20,46 g (1/16 di libbra) dei sesterzi.
Il diametro di questi nominali è di 32-36 mm.
Sotto Postumo si incontrano nuovamente nominali con testa radiata che secondo alcuni, sono nuovamente interpretabili come doppi sesterzi, secondo altri invece sarebbero da considerare dei normali sesterzi.
Link to comment
Share on other sites


Un esemplare di doppio sesterzio di Postumo (259-278) era in vendita nell' asta n.9 (7 novembre 2004) di InAsta
In condizione BB/BB+ il peso era 25,2 gr
Anche questo con busto radiato e drappeggiato
Link to comment
Share on other sites


Si, c'è differenza perchè il doppio sesterzio era ideato per circolare insieme agli altri nominali più comuni, per fare un paragone, era vista come la nostra moneta da 2 euro mentre il sesterzio la moneta da 1 euro.
Il medaglione invece non era esattamente una moneta vera e propria (sebbene venisse coniato sulla stessa base ponderale e fosse in effetti un multiplo delle normali monete circolanti) ed in genere costituiva quel regalo particolare che veniva fatto alle autorità, comandanti di eserciti o dignitari stranieri.
In definitiva però, questi medaglioni, dato il valore intrinseco del metallo, entrarono in circolazione come mezzi di pagamento.
Inoltre va ricordato che il medaglione poteva essere in tutti i metalli e quindi sia prezioso che in bronzo e, in qualche caso, bimetallico.
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.