Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
iachille

Lombardia
tallero delle corone 1796

post-9800-1241340512_thumb.jpg

Salve,volevo inserire questo tallero 1796 nel catalogo e ho notato una differrenza di conio con quello gia inserito.

Ho fatto una ricerca su i miei libri e cosi' non ne ho trovato.

Avete voi qualche notizia?

Vi ringrazio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-9800-1241341430_thumb.jpg

rovescio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao, qual'è la differenza di conio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

post-9800-1241353303_thumb.jpg

post-9800-1241353333_thumb.jpg

ecco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nel tuo crocione se ben vedo il nastro ha una sola punta, forse ti riferisci a questo, non so se questa differenza può essere di conio.

Potrebbe essere imputabile al diverso grado di usura, ma per questo vorrei sentire altri pareri.

Al rovescio invece non noto nulla di significativo, sempre tenuto conto che stiamo quardando una moneta circolata...

Cosa ne pensate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nel tuo crocione se ben vedo il nastro ha una sola punta, forse ti riferisci a questo, non so se questa differenza può essere di conio.

Potrebbe essere imputabile al diverso grado di usura, ma per questo vorrei sentire altri pareri.

Al rovescio invece non noto nulla di significativo, sempre tenuto conto che stiamo quardando una moneta circolata...

Cosa ne pensate?

Si ,ha una sola punta ed è differente anche il dritto nella forma delle fiamme (vedi anni precedenti).Comunque l'ho gia' inserita nel catalogo senza aggiungere note.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono state emissioni piuttosto corpose, durante le quali sono stati usati punzoni riadattati per l'icisione dei conii che hanno determianto piccole varianti, questa per l'appunto. Ne troviamo altre, pr lo stesso anno, nel pendente del Collare del Toson d'oro, nel giro della leggenda, e nelle corone. E' da considerarsi, variante, in quanto l'impronta è modificata, anche se in un dettaglio marginale del disegno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sono state emissioni piuttosto corpose, durante le quali sono stati usati punzoni riadattati per l'icisione dei conii che hanno determianto piccole varianti, questa per l'appunto. Ne troviamo altre, pr lo stesso anno, nel pendente del Collare del Toson d'oro, nel giro della leggenda, e nelle corone. E' da considerarsi, variante, in quanto l'impronta è modificata, anche se in un dettaglio marginale del disegno.

E' da considerarsi, variante

Grazie picchio per aver ripescato questa discussione.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Consiglio la lettura del De Sopo sulla zecca di Napoli, viene espressa, nell'opera, una attenta disamina delle varianti, ed il livello di importanza delle medesime.

Collezionando varianti si finisce per prendere un poco di tutto, per poi rendersi conto che molte varianti non hanno alcun apporto numismatico.

Ho abbandonato da tempo la ricerca delle ribattiture per dedicarmi esclusiavamente alle differenze dell'impronta principale del conio (come questa).

Ce ne sono parecchie, assai più di quanto non si immagini, questione di avere l'occhio un poco allenato.

A volte le differenze tra un conio e l'altro sono assai più evidenti di quanto non sembri; l'altro anno segnalai a CGB per Le Franc una variante inedita di un mezzo franco, che poi pubblicarono. Ebbene era abbastanza comune, solo questione di applicarsi. Idem per queste varianti, ce ne sono svariate, solo che in mancanza di uno studio passano inosservate.

Per la monetazione di Napoli dell'800 è fatto bene il D'Incerti che classifica tutte le varianti di conio al tempo conosciute, incluso il verso della legenda sul taglio (cosa che non si è mai vista in un catalogo d'asta) oppure il verso di rotazione dei conii. Lo trovo strumento molto utile, anche se chiaramente incompleto. Una pecca una limitata diffusione, se ce ne fosse uno per ogni zecca la nostra conoscenza numismatica ne recherebbe grande giovamento.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?