Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
rcamil

Sampietrino 1795

Risposte migliori

rcamil

Ciao a tutti , inauguro il nuovo forum seganalando agli appassionati di monete pontificie il Sampietrino (2 baiocchi e mezzo di Pio VI) in foto; chi conosce la miriade di varianti di tali monete può apprezzare il particolare accoppiamento di diritto e rovescio:

DIR.: Busto di S. Pietro, del tutto corrispondente alla moneta illustrata dal Muntoni al n° 99 se non per la legenda PRINCEP. invece che PRINCEPS, in basso T.M. (diritto del Sampietrino 1796)

ROV.: BAIOCCHI // DVE E MEZZO // ROMANI // 1795 (Del tutto corrispondente all’esemplare fotografato dal Muntoni ed illustrato al n° 96)

Fino ad ora non ho trovato tra listini e cataloghi altre monete simili a questa e neppure al recente convegno di Imola ho trovato notizie alcuni professionisti si sono limitati a confutare che la moneta appare autentica e circolata (diametro 30,4mm; peso 17,8 g).

La mia ipotesi, notando che il diritto sia molto ben conservato rispetto al rovescio alquanto “stanco”, è che la moneta possa essere una prova del conio del diritto per i futuri Sampietrini 1796 (conio poi ritoccato in PRINCEPS) utilizzando il vecchio conio del rovescio 1795.

Esistono altri esemplari della moneta in questione ? Se qualcuno ha notizie si faccia avanti... :rolleyes:

post-35-1097509824_thumb.jpg

Modificato da rcamil

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

walter

Interessante post il tuo, sarebbe bello poter leggere

altre discussioni così divulgative anche in altre sezioni.

Complimenti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

yafet_rasnal

Per poter ipotizzare qualcosa credo servirebbe fare una serie di fotografie del bordo della moneta, soprattutto della parte piu' in basso e quella piu' in alto, e una foto con luce radente del dritto della moneta. Sembrerebbe a prima vista che la moneta sia una medaglia (il dritto) ottenuta ribattendo una vecchia moneta. Non sarebbe certo il primo caso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ciao, scusate per il ritardo nelle risposte, ero in viaggio di lavoro:

Per WALTER: Grazie per i complimenti, anche se non ho molto tempo libero ho intenzione di proporre altre rarità (o almeno curiosità) che mi è capitato di vedere in giro per il mondo numismatico, il fatto che qualcuno apprezzi è molto gratificante ! :)

Per yafet_rasnal: Purtroppo non ho la possibilità di fare le foto di cui accenni, comunque ho analizzato ulteriormente il contorno della moneta e confrontandola con altre simili non ho notato diversità, presenta i normali segni della tranciatura post-conio (tali monete venivano coniate su lastre tramite coni posti su due rulli e solo in seguito tranciate; si spiegano così i numerosi esemplari decentrati, soprattutto nelle zecche "provinciali" ed il tratto rettilineo che noti in alto sul tondello fotografato, si tratta dell'ultimo tondello della lastra), i due segni che si notano in basso sono dei colpi.

La tua ipotesi della ribattitura è interessante, per legarla alla mia idea della prova di conio si può pensare all' allestimento di un conio singolo per il diritto da provare su un tondello già battuto nel 1795 (si spiegherebbe il rovescio appiattito nei rilievi), purtroppo però non ci sono segni del vecchio conio del diritto (di solito sono facili da trovare soprattutto se si conosce l'immagine da cercare).

Allego la foto di una moneta simile (Sampietrino per Civitavecchia 1796) che presenta i due difetti di cui sopra, conio decentrato e tranciatura a fine lastra con relativo tondello "incompleto"

Un saluto, RCAMIL ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ciao a tutti; in mattinata presso il convegno di Cesena ho avuto modo di mostrare la moneta (Sampietrino 1795) ad uno dei maggiori esperti di tale monetazione che mi ha confermato l'autenticità del pezzo e lo ha definito INEDITO non avendone mai visionati altri del genere.

Fino a che non verrà postata la foto di una altro esemplare simile potrò illudermi di avere scovato un pezzo unico ! :D

Al di là delle battute, non ho ancora trovato spiegazioni ad una coniazione così particolare, in ogni caso non mi arrendo.

Un saluto, RCAMIL ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Ciao RCAMIL posso suggerirti di segnalare la tua moneta all'email di Cronaca Numismatica

cnumismatica@edolimpia.it

se puoi mandagli la foto in allegato con tutti i particolari oppure un'idirizzo (esempio questo forum)dove possono vederla.

Ci sono persone molto disponibbili ed anche se non velocissimamente sono sicuro che ti risponderanno e se è come dici potrebbero farci anche un'articoletto. ;)

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ciao, ho già mandato tutto con la posta tradizionale qualche settimana fa, se non mi rispondono tento anche via e-mail.

Grazie per l'informazione.

Ciao, RCAMIL ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ciao a tutti, oggi ho ricevuto la risposta del Dott. Mario traina di Cronaca Numismatica riguardo il Sampietrino; in pratica conferma che si possa trattare di un ibrido eseguito con il diritto del 1796 ed il rovescio del 1795, cosa più importante afferma che la moneta non è gia apparsa sul mercato per cui secondo lui si tratta di un tipo INEDITO :D (penso che sulla competenza di Traina non ci siano dubbi).

Un saluto, RCAMIL ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabricl_2000

Si tratta quindi di un pezzo estremamente raro...anzi unico in effetti!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Sembra sia così, a questo punto dovrei decidermi a farla periziare anche se l'idea di vederla dentro una bustina sigillata non mi esalta, tra l'altro credo che costerà più di quanto ho pagato la moneta :unsure:

Un saluto, RCAMIL ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fabricl_2000

Beh....nei pochi negozi che ho visto io di numismatica non costava poi tanto la perizia :) ...poi beh se si tratta di un R5 certificato, ne varrà di sicuro la pena! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

favaldar

Ciao RCAMIL sicuramento troverò la tua moneta sul prossimo numero di numismatica come è accaduto con la mia che volevo farvi vedere sul sondaggio.

Ti faccio i complimenti per il ritrovamento e se posso vorrei consigliarti Tevere Emilio per farla periziare.

Lo sò anch'io avevo paura a spedirla ma con un'assicurata non dovrebbero esserci problemi. :rolleyes:

Tevere è a Como,ti consiglio Lui perchè collabora con Traina & Co. su C.N. e se gli spieghi o meglio gl'inoltri la risposta di Traina potrebbe farti un buon prezzo e la sua perizia per Traina è di assoluta garanzia. ;)

Questo è il suo sito.

http://www.numismaticatevere.com/

Ciao

F.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Da sabato prossimo a Veronafil inizio a sondare il terreno con alcuni professionisti con cui ho già contatti, comunque date alcune esperienze spiacevoli con le "straordinarie" Poste Italiane andrò di persona a farla periziare, anche in capo al mondo <_<

Grazie per i suggerimenti.

Un saluto, RCAMIL ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Serafini Vol. III pag. 268 n. 437.

grammi 17,80 diametro 31 mm.

La tavole mette al centro il R/ del 1796 per sfruttarlo con l'accoppiamento al tipo successivo, la descrizione non da dubbi di sorta.

Il Dr. Traina probabilmente non ha avuto modo o tempo per una verifica più approfondita.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Grazie picchio, finalmente notizie :)

Se non è inedito almeno posso sperare in un pezzo di una certa rarità dato che in oltre un anno di ricerche non ho trovato nessuno che ne avesse già visti (a parte il Serafini :( )

Ciao, RCAMIL B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

picchio

Se non inedito è rarissimo, il Serafini dedica una lunga descrizione e comunque ne ha un pezzo solo. Bisognerebbe vedere sul CNI, mi dia qualche giorno che vedo cosa viene riportato ed in che conservazione.

Il CNI è ultimamente considerata una opera voluminosa e superata, in compenso quando cerchi qualcosa la trovi quasi sempre

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

alteras

Ciao ragazzi, riesumo questa vecchia discussione per chiedere a rcamil come è poi andata a finire... Hai notizie sulla rarità del tuo sanpietrino?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rcamil

Ciao alteras, al momento non si hanno nuove notizie in aggiunta a quanto già scritto, i due miei collezionisti "di riferimento" per la tipologia mi avevano detto di non averne mai visti del genere, per cui al momento resta catalogato R3 ;)

Non ho avuto modo di verificare sul CNI se e come compaia, magari chi lo ha può farmi questo favore... ;)

Ciao, RCAMIL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×