Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
vathek1984

trade dollar 1877 s

Risposte migliori

vathek1984

salve a tutti :) .........vi posto le foto del mio ultimo acquisto e vorrei chiedervi un parere sulla conservazione di questa moneta(per confrontare con la conservazione dichiarata,a mio avviso non veritiera.........)sul prezzo giusto da pagare(poi vi dirò effettivamente,quanto ho speso......)ed infine,rivolto specialmente a coloro che si intendono un pò della monetazione statunitense,sull'autenticita........personalmente,ritengo la moneta autentica,altrimenti è chiaro che non l'avrei comprata(e poi la sua provenienza è assolutamente sicura.......)oltretutto mi sono informato accuratamente sui dettagli da controllare che fanno la differenza tra i falsi piu ingannevoli e gli esemplari autentici,ma mi piacerebbe avere qualche altro parere........anche perchè i trade dollar sono tra le monete piu falsificate,dai falsari cinesi,che sono in grado di fare pezzi davvero ingannevoli,e che possono ingannare anche il collezionista piu navigato(se continuano a migliorare tra un po ci converra darci ai tappi di bottiglia :D :D :D ......)

ecco la foto del diritto

1zflzjo.jpg

e questo è il rovescio(qui c'è uno dei particolari piu importanti per riconoscere i pezzi autentici,poi vi dirò quale.... :) )

73fqdz.jpg

vi ricordo che questi dollari,a differenza di quelli che circolavano all'interno degli USA all'epoca,venivano utilizzati per il commercio con l'estero,ed in particolare con l'oriente,ed è per questo che presentano diametro e peso differenti rispetto agli altri dollari(in quanto,avevano la concorrenza di altre monete di commercio da affrontare,coniate specialmente dai paesi europei che avevano interessi coloniali in quelle aree........)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Un'aquisizione piacevole, vathek1984 :D . I dollari commerciali, particolarmente in questo grado di conservazione, non sono monete una vede giornaliere.

Nel mio parere, il vostro dollaro commerciale 1877s è genuino. Sembra bene-impressionante, ugualmente (“il triangolo„ sul piedino di destra della libertà è mentre profondo-impressionato come c'è ne che abbia visto).

Il relativo grado?

Tutto sulla forum conosce il problema con le foto. Prego… lascilo appena tenere la moneta per alcuni momenti! Tuttavia…

Mettendo la scalfittura difettosa dell'orlo al obverse 7 in punto ed il vario orlo da parte dings, poiché non calcolano nel grado tecnico (a meno che uno sia “rete„ che classifica), io notano in primo luogo che la moneta non è “chopmarked,„ che è accaduto a tante di queste parti.

Questa moneta è un grado interessante: nel mio parere, cade alla linea di contorno fra EF45 e AU50. (Nota di I morbidezza alla testa, al bordo di sinistra dell'ala, ed all'artiglio di destra.)

Ma le superfici come suggerite delle foto—particolare dal obverse--tira saldamente la moneta indietro nel grado EF45 (EF+). (Così tanto vorrei tenere questa moneta ed esaminare il relativo superficie--mio parere potrebbe essere abbastanza differente. :rolleyes:)

Così EF45 è che cosa penso, ma inoltre penso che la maggior parte dei venditori abbiano elencato questa moneta come AU, ed ho conosciuto alcuni commercianti che proverebbe a denominare questa moneta un "UNC con [qualificatore dell'inserto].„ <_<

Penso che abbiate una buona moneta, una degno possedere e circa danni--così dell'orlo molti dollari commerciali hanno viaggiato finora, quei danni (scalfitture/dings/graffiature) è molto più comuni di sono su molti altri tipi.

Lo gradisco!

B) v.

----------------------------------

A nice acquisition, vathek1984 :D . Trade dollars, especially in this grade of conservation, are not coins one sees every day.

In my opinion, your 1877s trade dollar is genuine. It seems well-struck, too (the “triangle” on Liberty’s right leg is as deeply-impressed as any I’ve seen).

Its grade?

Everyone on the forum knows the problem with photos. Please...just let me hold the coin for a few moments! Nevertheless...

Setting aside the bad rim nick at obverse 7 o’clock, and the various rim dings, since they do not figure in the technical grade (unless one is “net” grading), I note first that the coin is not “chopmarked,” which happened to so many of these pieces.

This coin is an interesting grade: in my opinion, it falls right at the boundary line between EF45 and AU50. (I note the softness at the head, the left wing edge, and the right claw.)

But the surfaces as suggested by the photos—the obverse particularly—pulls the coin back firmly into the EF45 (EF+) grade. (I would so much like to hold this coin and examine its surfaces—my opinion might be quite different. :rolleyes:)

So EF45 is what I think, but I also think most sellers would list this coin as an AU, and I have known some dealers who would try to call this coin an “UNC with [insert qualifier].” <_<

I think you have a good coin, one worth owning, and about the rim damage—so many trade dollars travelled so far, that damage (nicks/dings/scratches) is much commoner than it is on many other types.

I like it!

B) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

thank's a lot,villa66 for your opinion,it's important for me :) .......the photos aren't that good,in hand this coin looks way better B) .........but i think you're right about the grading,EF+ is what i was thinking too :D .......

vi volevo fare vedere,alcune monete piu o meno contemporanee,e con lo stesso uso di commercio con l'oriente del trade dollar americano,di cui ho reperito le foto su internet,dato che si tratta di pezzi anche questi molto belli a mio avviso,e potrebbero essere un ottimo spunto per una collezione affascinante.

questa è la piastra di commercio coniata dalla francia in indocina

8xmx3o.jpg

e questo invece è il trade dollar britannico,coniato specialmente per honk kong,fino al 1935

27zmeex.jpg

che ve ne pare?hanno delle incisione davvero belle,secondo me,specialmente la moneta britannica :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

orlando10

Mi sembra una moneta dai rilievi in condizioni molto buone con qualche tocco ai bordi e segnetti sui fondi.

Direi che merita senz'altro il grado di conservazione SPL.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Due competitori molto bellissima effettivamente ed io accosentiamo--particolare il dollaro commerciale britannico B). Una collezione di commercio “dollari„ del contemporaneo definitivamente ha mólto suggerirlo.

E signore sopra loro tutto, la moneta che ha dominato il campo:

post-12167-1244731874_thumb.jpg post-12167-1244731890_thumb.jpg

Questa “Liberty Cap„ particolare 8-reales è stata coniata nella città di Messico il 1877s che degli stessi anno di vathek’s dollaro commerciale è stato coniato a San Francisco.

E gli altri 8-reales messicani collegano, uno che realmente ha viaggiato all'Oriente .....

-----------------------------------

Two very beautiful competitors indeed, and I agree—especially the British Trade Dollar B). A collection of contemporary trade “dollars” definitely has a lot to recommend it.

And lord over them all, the coin that dominated the field:

post-12167-1244731874_thumb.jpg post-12167-1244731890_thumb.jpg

This particular “Liberty Cap” 8-reales was coined in Mexico City the same year vathek’s 1877s Trade Dollar was coined in San Francisco.

And another Mexican 8-reales piece, one that actually travelled to the Orient.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

La prova delle corse orientali di questo dollaro messicano è i “chopmarks,„ naturalmente:

post-12167-1244732408_thumb.jpgpost-12167-1244732428_thumb.jpg

“Chopmarks„ a volte realmente deforma una moneta, come è evidente nei 8-reales di questo particolare, ma il loro significato storico ha spesso un appello speciale, io pensa, che supera danni in importante.

E per concludere, un dollaro più commerciale tempo--e de altra moneta che “Liberty Cap„ messicana 8-reales ha sgominato in di mercato….

----------------------------------

Evidence of this Mexican Dollar’s Oriental travels are the “chopmarks,” of course:

post-12167-1244732408_thumb.jpgpost-12167-1244732428_thumb.jpg

“Chopmarks” sometimes really deform a coin, as is evident in this particular 8-reales, but their historical meaning often has a special appeal, I think, that outweighs the damage.

And finally, one more Trade Dollar of the time—and another coin that the Mexican “Liberty Cap” 8-reales vanquished in the market place....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

“Le scale„ messicane 1-peso, che ha sostituito la “Liberty Cap„ 8-reales quando il Messico ha adottato la relativa valuta decimale circa 1870:

post-12167-1244732637_thumb.jpgpost-12167-1244732652_thumb.jpg

Questo argento 1-peso era le stessa .903 finezze, e realmente ha contenuto un ancora un poco molto piccolo argento che i 8-reales, ma malgrado essere un po' più spesso, era un po'più piccolo di diametro.

Questi nuovi pesi non si sono fidati di dell'Oriente come i vecchi 8-reales, in modo da il Messico ha smesso di coniare il relativo peso d'argento in 1873, la valuta e--decimale o non--ha fatto rivivere la “Liberty Cap„ esperta 8-reales.

La “Liberty Cap„ 8-reales ha durato fino al 1897, circa trenta anni in valuta decimale del Messico. Il peso d'argento grande non ha riapparso fino al 1898.

Altri membri per l'accumulazione commerciale del dollaro? O più circa il dollaro commerciale di 1877s dei vathek?

:) v.

-------------------------------------------

The Mexican “Scales” 1-peso, which replaced the “Liberty Cap” 8-reales when Mexico adopted its decimal currency about 1870:

post-12167-1244732637_thumb.jpgpost-12167-1244732652_thumb.jpg

This silver 1-peso was the same .903 fineness, and actually contained a tiny bit more silver than the 8-reales, but despite being slightly thicker, it was slightly smaller in diameter.

These new pesos were not trusted in the Orient like the old 8-reales, so Mexico stopped coining its silver peso in 1873, and—decimal currency or not—revived the familiar “Liberty Cap” 8-reales.

The “Liberty Cap” 8-reales lasted until 1897, about thirty years into Mexico’s decimal currency. The big silver peso did not reappear until 1898.

Any more members for the Trade Dollar collection? Or more about vathek’s 1877s Trade dollar?

:) v.

Modificato da villa66

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

hi villa66 :) ........great photos B)

in effetti ho letto che esiste anche un trade dollar coniato dal giappone,ma non sono riuscito a trovare una foto purtroppo..........e non bisogna dimenticare il famoso tallero di maria teresa del 1780,coniato e riconiato in enormi quantita........bisognerebbe accertare se queste monete circolarono anche in oriente :rolleyes:

riguardo i bei pezzi da 8 reales messicani che hai postato,ho letto che l'aquila sui trade dollar fu coniata appositamente per imitare questi,è vero?......

infine,molto interessanti i chopmarks.......sono una vera e propria testimonianza storica della funzione che ebbero queste affascinanti monete B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66
..........e non bisogna dimenticare il famoso tallero di maria teresa del 1780,coniato e riconiato in enormi quantita........bisognerebbe accertare se queste monete circolarono anche in oriente...

Una conversazione interessante, vathek 1984 B).

Lo trovo mai non ho pensato al 1780 thaler dei austriaci in un contesto asiatico. La mia reazione iniziale è che il thaler austriaco non avrebbe avuto su un abbastanza soddisfare d'argento da competere al dollaro messicano e l'altri, ma… certamente una moneta d'argento grande come il thaler deve ha fatto il lavoro considerevole nell'est?

Forse uno dei parecchi allievi di MTT sulla Forum potrebbe aiutare?

:) v.

--------------------------------

An interesting conversation, vathek 1984 B).

I find I’ve never thought about the 1780 Austrian thaler in an Asian context. My initial reaction is that the Austrian thaler would not have had a high enough silver content to compete with the Mexican dollar, and the others, but...surely a big silver coin like the thaler must have done considerable work in the East?

Maybe one of the several MTT students on the forum could help?

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gufetto

Spero di non sbagliarmi, ma il Tallero di Maria Teresa ha circolato in Oriente con contromarche di paesi arabi.

Però non riesco a capire che interesse avevano le nazioni occidentali a coniare monete per il commercio con l'estero.

Saluti,

Giuseppe.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

molte grazie giuseppe per la tua precisazione,ed a LZP per l'interessante link :) ...........ne approfitto per mettere una foro del tallero,in attesa di avere anche qualche altro parere

wtb0hj.png

e poi...........finalmente ho trovato una immagine del trade dollar giapponese,coniato pare solo dal 1875 al 1877 e quindi piuttosto raro

10wjs5y.jpg

hvtfns.jpg

moneta molto bella anche questa(generalmente non mi piacciono le monete cinesi o giapponesi.....ma per questa direi che hanno unito la loro tradizione,con uno stile occidentale,dando vita ad un curioso ibrido.... B) )

riguardo al perchè le potenze occidentali,coniassero queste monete per il commercio con l'oriente,le risposte possono essere tante,un po senz'altro per questioni di prestigio internazionale e dimostrazione della propria potenza economica,come accade oggigiorno con il dollaro o l'euro,in secondo luogo perchè forse le popolazioni orientali e dell'africa erano piu propense ad accettare in pagamento metalli preziosi,piuttosto che cartamoneta......ed infine perchè forse certi stati,come messico e USA avevano a disposizione grandi quantita di argento da esportare.....le mie sono solo supposizioni,chiaramente,e sono senz'altro graditi interventi di chi è piu ferrato in materia ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko

Provate anche a dare un'occhiata ai manuali di Lamoneta.it, dovrebbe esserci un articolo sui talleri di Maria Teresa e le varie contromarche che venivano apposte su di esso.

Spero di ricordare bene.

saluti,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66
...finalmente ho trovato una immagine del trade dollar giapponese,coniato pare solo dal 1875 al 1877 e quindi piuttosto raro

10wjs5y.jpg

hvtfns.jpg

moneta molto bella anche questa....

Ringraziamenti per l'immagine del dollaro commerciale giapponese, vathek1984 B). Definitivamente ripartisco il vostro parere di queste monete.

Vedo che la moneta illustrata ha un countermark “gin.„ In suo libro 1978, monete giapponesi moderne, Michael L. Cummings scrive “i collettori giapponesi nel passato ha evitato le monete timbrate gin, associante lei con le monete [chopmarked] ed ha considerato loro danneggiate. Negli ultimi anni, tuttavia, i collettori hanno cercato i questi fuori ed i prezzi per le monete timbrate gin sono un po'superiori a quelli senza il bollo del gin.„

Il countermark “gin„ è stato applicato ufficialmente a circa 20M dollari di commercio del giapponese ed inargenta lle parti da 1-Yen (che inoltre sono state usate come dollari commerciali) alle zecca di Osaka (18.350.000 parti) e di Tokyo (2.100.000 parti). Sulle monete de Osaka, il countermark “gin„ compare a sinistra; sulle parti de Tokyo compare a destra. Così la moneta illustrata, è apparentemente uno, dei contatore-contrassegni de Osaka.

Lo scopo del countermark “gin„? Per indicare che il valore delle monete è stato limitato al loro valore come lingotto d'argento soltanto e che potrebbero più non essere scambiati per oro. Molte parti gin-timbrate sono state trasmesse all'isola nuovo-acquistata del Giappone di Formosa (Taiwan), ed altre sono state vendute all'estero.

:) v.

-----------------------------------------------

Thanks for the image of the Japanese Trade Dollar, vathek1984 B). I definitely share your opinion of these coins.

I see the coin illustrated has a “gin” countermark. In his 1978 book, Modern Japanese Coins, Michael L. Cummings writes “Japanese collectors in the past have avoided the gin stamped coins, associating them with the chop marked coins and considered them damaged. In recent years, however, collectors have sought these out and prices for the gin stamped coins are slightly higher than those without the gin stamp.”

The “gin” countermark was officially applied to about 20M Japanese trade dollars and silver 1-yen pieces (which were also used as trade dollars) at the mints of Osaka (18,350,000 pieces) and Tokyo (2,100,000 pieces). On the Osaka coins, the “gin” countermark appears on the left; on the Tokyo pieces it appears on the right. So the coin illustrated, apparently, is one of the Osaka countermarks.

The purpose of the “gin” countermark? To indicate that the value of the coins was limited to their value as silver bullion only, and that they could no longer be exchanged for gold. Many gin-stamped pieces were sent to Japan’s newly-acquired island of Formosa (Taiwan), and others were sold abroad.

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66
...finalmente ho trovato una immagine del trade dollar giapponese,coniato pare solo dal 1875 al 1877 e quindi piuttosto raro

10wjs5y.jpg

hvtfns.jpg

Poiché queste monete sono così limitate, e contribuire a proteggere i membri della Forum, accennerò una nota a me che ho trovato nel vecchio catalogo che del Krause sto usando questa mattina.

Non so dove originalmente ho letto le informazioni, ma 10-15 anni fa ho scritto vicino al dollaro commerciale giapponese, Y14, l'anno 8: “I restrikes moderni (1969) hanno contrassegnato la “copia” del nel giapponese (incuse panelli @ 6:00 il obv di ed il riv).”

Ma allora ho scritto quella nota in un momento prima che fossimo tutti sulla protezione contro la pletora “di argento„ falsificato che esce dall'orlo pacifico.

In ogni modo, pensiero giusto lo accennerei.

:) v.

--------------------------------------

Because these coins are so scarce, and to help protect the members of the Forum, I will mention a note to myself that I have found in the old Krause catalog I am using this morning.

I don’t know where I originally read the information, but 10-15 years ago I wrote next to the Japanese Trade Dollar, Y14, Year 8: “Modern restrikes (1969) marked ‘copy’ in Japanese (incuse panels @ 6:00 obv and rev).”

But then I wrote that note in a time before we were all on guard against the flood of counterfeit “silver” coming out of the Pacific rim.

Anyway, just thought I’d mention it.

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

E parlare di quelle falsificazioni che vengono dall'orlo pacifico, qui è un 1877cc….niente!

post-12167-1244976493_thumb.jpg

Ed ora l'inverso:

post-12167-1244976529_thumb.jpg

Guardando il dollaro commerciale 1877s inviato da vathek1984, potete vedere quanto facile è di diagnosticare questa “cosa„ come falsificazione.

Che cosa lo ha solleticato :D era (in qualche modo) la funzione orientale dell'aquila, particolarmente alla testa.

:) v.

----------------------

And speaking of those counterfeits coming from the Pacific rim, here is an 1877cc....nothing[!/i]

post-12167-1244976493_thumb.jpg

And the reverse:

post-12167-1244976529_thumb.jpg

Looking at the 1877s Trade Dollar posted by vathek1984, you can see how easy it is to diagnose this “thing” as a fake.

What tickled me :D was the (somehow) oriental aspect of the eagle, especially at the head.

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

interesting this fake,villa66...........i think you're right about the eagle's head :D ...........the problem is that exists way better fakes,that are really dangerous for collectors,as you know.....

partendo proprio dal(comunque ben fatto)falso che villa66 ci ha mostrato,volevo puntualizzare tre punti,secondo me decisivi da guardare per riconoscere un autentico trade dollar:

1)la rigatura del contorno,bisogna diffidare da esemplari in cui c'è troppo spazio tra una riga(non so come altro definirle,scusate :P )e l'altra

2)le stelle sul diritto,devono avere ben visibili(anche se la moneta è circolata)i raggi ed il punto centrale(si può notare anche nel falso che villa66 ha gentilmente postato,come le stelle al diritto,spesso non hanno i raggi ben delineati,ed incisi in profondita....)

3)particolare,che ho letto essere fondamentale,è sul retro l'occhio dell'aquila,che non deve essere pieno,ma deve avere ben visibile la pupilla,che è coniata in incuso(per spiegarmi meglio:sugli esemplari originali l'occhio è formato da una sorta di goccia di metallo,che lascia un vuoto da una parte in modo da creare l'illusione in chi guarda la moneta,della presenza di una pupilla....spero di essere stato abbastanza chiaro :rolleyes: )

infine come caratteristiche generali,l'aspetto della moneta non deve essere grossolano,in particolare bisogna osservare le braccia di lady liberty,che nei falsi sono spesso un pò tozze rispetto ad un esemplare autentico.............spero che questo specchietto possa essere d'aiuto a chi sia interessato all'acquisto di queste stupende monete(se cercate un po su internet,ci sono anche molti esempi fotografici per riconoscere i falsi :) )

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Definitivamente avete fatto il vostro lavoro, vathek1984. Sinossi grande!

B) v.

----------------------------------

You’ve definitely done your homework, vathek1984. Great synopsis!

B) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Determinati anni fa ho comprato (ma non ha letto) una copia usata di un libro 1965 di John M. Willem: DEL STATI UNITI COMMERCIALE DOLLARO L’unico moneta dell America degli indesiderabile, unhonored.

Se avessi conosciuto quanto terreno straniero il libro ha riguardato, lo avrebbero letto prima di ora. Così grazie grandi a vathek1984 ;) per darmi un motivo infine tirare libro del sig. Willem giù dal mensola--è un libro che lo suggerisco a chiunque interessato negli Stati Uniti dollari commerciali, naturalmente, ma anche nell'invenzione di commercio mondiale generalmente.

Oltre che i dollari commerciali che già sono stati illustrati in questo filetto, sig. Willem inoltre accenna (molto attraente ma limitato) la moneta del dollaro de Hong Kong di 1866-1868, d'inversione disegno , e “fret„ bordi sono così simile al dollaro commerciale britannico di 1895-1935 (già descritto).

Inoltre è accennato come componente di un collezione dei dollari commerciali gli Straits Settlements. In parole di sig. Willems': “In 1903 il governo degli Straits Settlements ha adottato un dollaro d'argento distintivo per uso esclusivo in quella colonia, proibendo all'importazione ed alla circolazione del dollaro britannico e del peso messicano.„

Il dollaro di Straits Settlements ha cominciato come moneta che contiene 26.9500 grammi di .900 argenti in 1903, ed è stato ridotto in 1907 ad un peso di 20.2100 grammi di .900 argenti. Invenzione arrestata in 1909. Non fino a 1919 ha fatto l'invenzione riprend--dopo la guerra mondiale I ed il rialzo dopoguerra dei prezzi d'argento. Il obverse di che cosa ora era una moneta che contiene soltanto 16.8500 grammi di .600 indennità d'argento:

post-12167-1247118330_thumb.jpg

E l'inverso di questo dollaro di 1920 di Straits Settlements, l'ultimo del tipo che è comunemente ottenibile:

post-12167-1247118343_thumb.jpg

“In 1935,„ ha scritto il sig. Willem, “il cinese ha abbandonato il campione d'argento e… ha proibito ufficialmente la circolazione dei dollari d'argento, cinese così come straniero, sostituente lei con la valuta di carta.„

:) v.

--------------------------------------

Some years ago I bought (but did not read) a used copy of a 1965 book by John M. Willem: THE UNITED STATES TRADE DOLLAR America’s Only Unwanted, Unhonored Coin.

If I had known how much foreign ground the book covered, I would have read it before now. So a big thanks to vathek1984 ;) for giving me a reason to finally pull Mr. Willem’s book down from the shelf—it’s a book I recommend it to anyone interested in U.S. trade dollars, of course, but also in world trade coinage in general.

In addition to the trade dollars that have already been illustrated in this thread, Mr. Willem also mentions the (very attractive but scarce) Hong Kong dollar coin of 1866-1868, whose reverse design and “fret” borders are so similar to the British Trade Dollar of 1895-1935 (already pictured).

Also mentioned as part of a collection of trade dollars is the Straits Settlements. In Mr. Willems’ words: “In 1903 the government of the Straits Settlements adopted a distinctive silver dollar for exclusive use in that Colony, forbidding the importation and circulation of the British dollar and the Mexican peso.”

The Straits Settlements dollar began as a coin containing 26.9500 grams of .900 silver in 1903, and was reduced in 1907 to a weight of 20.2100 grams of .900 silver. Coinage stopped in 1909. Not until 1919 did coinage resume—after World War I and the postwar rise in silver prices. The obverse of what was now a coin containing only 16.8500 grams of .600 fine silver:

post-12167-1247118330_thumb.jpg

And the reverse of this 1920 Straits Settlements dollar, the last of the type that is commonly obtainable:

post-12167-1247118343_thumb.jpg

“In 1935,” wrote Mr. Willem, “the Chinese abandoned the silver standard, and...officially prohibited the circulation of silver dollars, Chinese as well as foreign, replacing them with paper currency.”

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

hi villa66 :)

thanks a lot for sharing,the interesting informations,about this book by john willem....but what's the meaning of the title of this book :huh: ?i supposed that the US trade dollar was a very collected coin in america......it's such a beautiful coin B) .........

molto bello anche il dollaro degli straits settlements........direi che ora abbiamo le foto di tutti i trade dollars.......dopo il 16 luglio,sarò finalmente in vacanza e conto di aggiungere qualcosa anche io :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66
....this book by john willem....but what's the meaning of the title of this book :huh: ?i supposed that the US trade dollar was a very collected coin in america......

Il dollaro commercio ha causato un'enorme quantità di confusione e dolore economico nel suo paese, vathek ;).

Se per errore o per design, il commercio Dollaro era destinata un corso legale negli Stati Uniti nel 1873. Tutto è andato bene in un primo, e il dollaro commercio iniziò a vincere accettazione in Cina (Sud) e altrove in Oriente, ma al prezzo del prodotto argento eliminato, dollari il commercio divenne più importanti come create “dollari” rispetto a quanto create “argento”. Invertito il flusso di scambi dollari — molti avviato tornando dalla Orientare per gli Stati Uniti, e molto argento dalle miniere U.S. iniziato che scorre nella Monetazione di dollari di commercio.

Davvero non sapendo cosa fare, Congresso demonetized il dollaro commercio nel 1876 — la medaglia U.S. prima e unica mai demonetized dalla Governo statunitense. (Il dollaro di commercio è stato remonetized nel 1965, solo il tempo l'edizione riveduta di libro del signor Willem apparve.)

Il demonetizzazione del dollaro commercio causato grande confusione e del pregiudizio, e —non sorprende—le persone che sono state ferite il più spesso e più gravemente erano i più poveri, meno informato persone.

Il dollaro commercio ampiamente divenne odiato di conseguenza, da qui la Titolo del Libro del signor Willem. Ma ora ha preso cura delle ferite, di corso e commercio dollari ora sono molto popolari tra i collezionisti moneta....

------------------------------------------------------------

The Trade Dollar caused a tremendous amount of confusion and economic pain in its home country, vathek ;).

Whether by mistake or by design, the Trade Dollar had been made a legal tender in the U.S. in 1873. All went well at first, and the Trade Dollar began to win acceptance in (southern) China and elsewhere in the Orient, but as the price of silver dropped, the Trade Dollars became more important as “dollars” than as “silver.” The flow of Trade Dollars reversed—many started returning from the Orient to the U.S., and much silver from U.S. mines started flowing into the coinage of Trade Dollars.

Not really knowing what to do, Congress demonetized the Trade Dollar in 1876—the first and only U.S. coin ever demonetized by the U.S. government. (The Trade Dollar was remonetized in 1965, just about the time the revised edition of Mr. Willem’s book appeared.)

The demonetization of the Trade Dollar caused great confusion and injury, and—no surprise—the people who were injured the most often and the most severely were the poorer, less informed people.

The Trade Dollar became widely hated as a result, hence the title of Mr. Willem’s book. But time has taken care of the injuries, of course, and Trade Dollars are now very popular among coin collectors....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Di particolare interesse per collezionisti di oggi potrebbero essere questi parole del signor Willem’s (1965 ) THE UNITED STATES TRADE DOLLAR Solo Moneta dall'America Indesiderato, Unhonored, per quanto riguarda la circolazione di argento dopo il Cinese sostituito monete d'argento con carta moneta nel 1935: creato due cinesi erano colto ingresso degli Stati Uniti nel 1936. Ciascuno riportati uno mille dollari di commercio americana. Poiché non non c'era nessun terreno per il sequestro, la Cinese sono state rilasciate, e sono riusciti a vendere le monete a una banca locale per [loro valore dell'oro] di 50 cents.

Creato folle di monete d'argento provenivano agli Stati Uniti da Cina durante gli anni precedenti guerra mondiale II, prevalentemente a trovare loro modo per lo scioglimento forni per la conversione in lingotti. Commercio dollari erano comuni in questi hoards, così comune che solo i migliori sono stati salvati per insiemi, il resto vengono venduti e fondere per lingotti. L'hobby della medaglia raccolta del Regno Unito Stati non sono stato universalmente diffusi fino alla metà-1950, affinché la una volta comune commercio dollaro divenne scarsa e ora [1965] in costante domanda è. ”

Mr. Willem prosegue a parlare del prezzo del commercio statunitense vecchio Dollari sul mercato di Hong Kong nel 1951 (US $ 0.90) e come dal 1955 domanda Collector aveva spinto il prezzo di US $ 2.56, ma chi vuole ascoltare queste liquidazioni perso a noi, delle generazioni successive?

:) v.

---------------------------------------

Of special interest to today’s collectors might be these words from Mr. Willem’s (1965) THE UNITED STATES TRADE DOLLAR America’s Only Unwanted, Unhonored Coin, regarding the movement of silver after the Chinese replaced silver coins with paper money in 1935: “Two Chinese were seized upon entry into the United States in 1936. Each carried over one thousand American Trade Dollars. Since there was no ground for seizure, the Chinese were released, and were able to sell their coins to a local bank for [their bullion value] of 50 cents each.

“Hoards of silver coins came to the United States from China during the years prior to World War II, mostly to find their way to the melting furnaces for conversion into bullion. Trade Dollars were common in these hoards, so common that only the very best were saved for collections, the rest being sold and melted for bullion. The hobby of coin collecting in the United States did not become universally popular until the mid-1950’s, so that the once common Trade Dollar became scarce and is now [1965] in steady demand.”

Mr. Willem goes on to talk about the price of old U.S. Trade Dollars on the open market in Hong Kong in 1951 (US$0.90), and how by 1955 collector demand had driven the price up to US$2.56, but who wants to hear of these bargains lost to us, of later generations?

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

grazie per la tua risposta villa66,era una storia che non conoscevo B) .........oltretutto è utilissimo il brano tratto dal libro di willem,perchè spiega con molta chiarezza il motivo della rarita attuale dei trade dollars,nonostante il fatto che all'epoca furono coniati in grande quantita......adesso comprendo perfettamente il titolo del libro :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vathek1984

per chiudere la carrellata di foto dei trade dollars di tutto il mondo,vi posto le foto del dollaro di honk kong,trovate su internet.......come gia menzionato da villa66,che ringrazio per la segnalazione,si tratta di una moneta molto rara......ecco le foto:

wilzi9.jpg

2w5vrwz.jpg

da notare la forte somiglianza del rovescio di questa moneta,con quello dei trade dollars inglesi.......con questa immagine,dovrebbero ora essere qui presenti tutti i dollari di commercio,coniati nel mondo.........potrebbero essere una bella idea per una collezione molto affascinante,varia e ricca di storia,spero con questa discussione di avere ispirato qualcuno :D :D B)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

villa66

Grazie, vathek1984, per le immagini del 1868 Hong Kong Dollaro di commercio. Certo sembra una moneta che potrebbe dire un brano o due, non Essa?

Volevo anche dire—a seguito della lettura ho fatto causa di questo thread ;) --ho trovato due monete più per aggiungere a un dollaro al commercio insieme. (Spiacente per il ritardo, ma trasferire le immagini per una delle monete è stata un po' duri, e perché le storie sono essenzialmente lo stesso, mi voleva registrarli insieme.)

C'è anche un altro “commercio dollaro” che noi abbiamo citato qui ma non disporre ancora nessuna immagine di—il normale pezzo di 1-yen d'argento giapponese è stata occupati come un dollaro al commercio. (Aveva limitate corso legale in giappon).

Vorrei vedere se posso entrare che coin e ottenere una foto!

:) v.

-----------------------------------

Thanks, vathek1984, for the images of the 1868 Hong Kong trade dollar. It sure looks like a coin that could tell a story or two, doesn’t it?

Also wanted to say—as a result of the reading I’ve done because of this thread ;)--I’ve found two more coins to add to a trade dollar collection. (Sorry for the delay, but getting pictures for one of the coins has been a little tough, and because the stories are essentially the same, I wanted to post them together.)

There’s also another “trade dollar” that we’ve mentioned here but have no picture of yet—the ordinary Japanese silver 1-yen piece was employed as a trade dollar. (It had limited legal tender status in Japan.)

Let me see if I can get to that coin and get a photo!

:) v.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×