Jump to content
IGNORED

Lombardia 1 lira milano 1786 Ducato di Milano


micio_68
 Share

Recommended Posts

ciao

il catalogo online che uso io la riporta , riporta dal 1781 and 1787 e la 1790 .

non ti dico che catalogo uso io se no mi rompono le p...e e dicono che faccio pubblicita !

per la mia esperienza la moneta e un R2 , io ne ho 2 o 3 nella mia collezione anche se non della stessa data .

mi sembra una moneta in bello stato di conservazione , quelle che ho visto io di solito avevano un lato quasi liscio e l altro in BB.

mi e stato spiegato che nel processo di battitura la moneta da un lato diventava convessa e si logorava moltro prima del lato concavo che rimaneva invece protetto.

difatti se noti il lato con il busto e molto peggio di quello con lo scudo

in quella condizione gli darei una stima di una 20 - 30 euri .

come rarita sei a livello dei talleri di maria teresa per milano , e piu rara dei crocioni

spero di essere stato d aiuto

Link to comment
Share on other sites


il colore è strano, tira al giallo come nelle monete a basso contenuto di argento..

il diametro è esatto, il peso manca quasi mezzo grammo

non ho ancora capito se è autentica o falsa..piu' la guardo e piu' non mi convince..

il bordo è rigato strano

era in vendita come possibile gettone

se ti va mi posti il contorno di una delle tue

grazie

giuseppe

Edited by micio_68
Link to comment
Share on other sites


La Sua moneta è quasi certamente un falso d'epoca.

Nel 1786 fu battuto un ingente quantitativo di pezzi da 1 lira in argento a basso titolo (questa la ragione del colore giallognolo) sia in ottone. Si differiscono dall'originale per il rilievo più basso e per svariati dettagli nei rami oltre alla mancanza della seconda spira nella biscia dello stemma. Lo stesso punzone dello stemma fu poi utilizzato per la produzione di un secondo falso, sempre della lira, e datato 1794.

Già nel 1796 vi è un avviso che descrive in maniera dettagliata questi falsi. Gli esemplari falsi non raggiungono mai il peso legale di 6,25 e raramente raggiungono i 5,90 grammi, con una media che oscilla tra i 5,66 ed i 5,90.

Il falso d'epoca postato è di conservazione omogenea a quelli già rilevati (MB). Se fosse stata autentica avrebbe un rarità di grado R.

Riferimenti : Crippa 5/F - CNI 43 - Gnecchi 29.

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

In effetti confrontando la corona con gli altri esemplari presenti a catalogo (di altri anni però) direi che la differenza è notevole.

Micio, che ne dici di caricarla sul catalogo online?

Link to comment
Share on other sites


grazie picchio, ma non mi dare del lei..il tu va piu' che bene..

la corona , lo stemma sono differenti e anche le scritte sono piu' fini..

con questa usura dovrebbero essere piu' larghe e piu' basse..

incuso,

te la posto nel sito

Link to comment
Share on other sites


Anche la punteggiatura è differente. Non ho alcun esemplare del 1786 in collezione altrimenti lo avrei postato per un confronto. I punzoni dello stemma non dovrebbero essere stati modificati dalla prima emissione al 1790, penso pertanto che possano essere presi come pietra di paragone per determinare il falso.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.