Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
lparodi

Aiuto Id moneta Sabauda

Risposte migliori

lparodi

Ho trovato una moneta (ora non riesco a postarne la foto perchè in lavaggio) la cui identificazione mi sta facendo impazzire. E' di certo Sabauda, dati i motti in questa riportati.

Dritto: Scudo completo coronato con FE RT e intorno riconoscibile solo ECCLESI... Rovescio: Croce mauriziana dentro doppia cornice quadrilobata e quatro gruppi di tre puntini, intorno: croce IN TE DOMINE CONFIDO

Sembrerebbe un Soldo II tipo Carlo Emanuele I tranne il dritto, che non riporta nessun frammento della parola "ECCLESI.." (Ma C.EMANUEL.D.G.DUX.SBAU)

Sarò lieto di fornire ulteriori elementi.

Mi aiutate, per favore?

Grazie,

LParodi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lparodi

Nessun parere? Mi spiace, sta moneta mi sta arrovellando, non tanto per il suo possibile valore quanto per la mancata catalogazione...

Grazie,

Lparodi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

carletto

ciao

solo per facilitare la ricerca a lparodi: pag 321 del volume originale.

corrisponde a pag. 363 di 590 della numerazione di acrobat

complimenti ad augustus: direi che ci potremmo essere

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lparodi

Ragazzi, che dire...siete dei miti!

Ecco perchè non la si trova...perchè (se ho ben capito) è un'imitazione dell'epoca (1585) dei "bianchi di Savoia".

Leggo ancora che non ha il nome del principe nè della zecca, appartiene alla stessa fabbricazione di quelle autentiche riunendo i coni di due emissioni differenti.

Riassumendo, si tratta di una mistura, 4.44 grammi

Fronte: Scudo inquartato, coronato, nel primo e quarto aquila nel secondo e terzo leone rampante a sinistra, in mezzo scudetto colla croce, nel campo a sinistra dello scudo FE e a destra RT (in realtà la T è sovrapposta ad una A, senza nesso alcuno), attorno + ECCLESIA SANCTORUM SEPTEM

Retro: Croce di S. Maurizio chiusa da doppio cerchio quadrilobato: + IN TE DOMINE CONFIDO 1585

Per la cronaca, trovato in un uliveto Ligure, durante i lavori.

Un caso come questo è ritenuto un falso o una emissione sbagliata (non corrispondendo a nessuna autentica)?

Grazie a Tutti!

LParodi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fedafa
Non è il mio campo, cmq penso che senza una foto sia ardua.

Mi ero scordato di Avgvstvs :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Non sono falsi veri e propri, vengono chiamate contraffazioni e sono emissioni, tipicamente di zecche minori, fatte ad imitazione di monete piu' popolari: tipicamente venivano copiati i tipi e cambiate leggermente le legende. La moneta in questione farebbe riferimento alla zecca di Pomponesco.

Comunque posta una foto quando puoi.

Non è il mio campo, cmq penso che senza una foto sia ardua.

Mi ero scordato di Avgvstvs :D

In questo caso la descrizione era ottima... Google Books pure. :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sesino974

AVG

sei un mostro

quando hai un minuto , non è che mi mandi in MP sei numeri???? :P

Sergio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lparodi

Ecco per completezza quello che sono riuscito a fotografare

Fronte:

p1170129resize.th.jpg

Retro:

p1170131resize.th.jpg

Grazie ancora per la precisa e veloce identificazione.

LParodi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

Grazie per le foto :)

L'anno su questo esemplare non e' leggibile e, sara' un effetto della consunzione (ma non ci giurerei), la "R" del finto FERT sembra piu' una P... al che il motto diventerebbe FEPA (o FEPTA).

quando hai un minuto , non è che mi mandi in MP sei numeri???? :P

Anche di piu'... posso arrivare fino a 90 :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Mi era sfuggita questa discussione, che ho ripescato adesso grazie al link messo da lparodi nella discussione riguardante lì'altra moneta di casale.

Complimenti ancora per il ritrovamento, il tuo esemplare è la variante classificata dal MIR al n. 871/1 (quella che si vede più spesso), catalogata come R.

Se ti sei chiesto come ha potuto una moneta di Pomponesco (che è nel sud della provincia di Mantova, verso il confine con il parmense) finire in un vigneto ligure, devi sapere che queste monete erano contraffazioni di stato che i signori delle piccole zecche dell'epoca facevano coniare appositamente per poterle poi mandare a spacciare nei territori dove normalmente circolavano le monete imitate. Su di una una moneta del genere i signori locali lucravano sul metallo (di lega molto più scadente rispetto a quello della moneta originale). Molto spesso queste contraffazioni venivano commissionate da mercanti che le andavano poi a spacciare sui mercati dove la moneta originale circolava. In tal modo si creava guadagno sia per il signore che per il mercante, naturalmente a danno dell'economia del territorio dove la moneta era spacciata. Altrettanto ovviamente queste monete, pur riconducibili a Pomponesco, in realtà non hanno mai circolato nel territorio di origine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lparodi

Grazie Paolino, molto esauriente e istruttivo!

Alla prossima (spero)

LParodi

P.S.

Cosa vuol dire "la variante classificata dal MIR al n. 871/1" ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67

Cosa vuol dire "la variante classificata dal MIR al n. 871/1" ?

Il M.I.R. (Monete Italiane Regionali) è un catalogo edito da Varesi in cui in vari volumi sono descritte le monete regionali italiane. Questa è stata catalogata al n. 871/1 del primo volume, quello dedicato alle zecche minori della Lombardia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×