Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
giulia_c

impero austro-ungarico

Gentilissimi tutti,

mi rivolgo a voi per una ricerca che sto conducendo e mi vede piegata da giorni su contratti stipulati in Trentino dopo il 1880. In detti contratti si parla di compravendite concluse con il pagamento di es. tot pezzi d'oro da 20 franchi. in altri si nominano fiorini e in altri ancora si parla di corone.

Posto che ho capito che le corone hanno sostituito i fiorini e il cambio è stato di 1:2 ....i Franchi...quanto valevano rispetto ai fiorini?? che tipo di rapporto c'era tra le due monete. Quanti fiorini componevano un franco?

Scusate le domande che vi potranno senza dubbio sembrare banali, ma vi sarrei veramente grata se riusciste a farmi un po' di chiarezza :blink:

Buona giornata a tutti!!! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

benvenuta nel forum :)

dato che ci sono monete in oro con la doppia valuta 8 fiorini e 20 franchi, il rapporto è di 1 fiorino a 2,5 franchi, almeno per le monete d'oro

vedi link http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=49125

attendiamo conferme

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Se non sbaglio il valore in franchi è riferito alla moneta francese, ossia al Marengo ;)

In altre parole il "franco" non è il nome di una moneta austriaca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

comincio ad avere più chiarezza.

Se non ho capito male allora i famosi 32 pezzi d'oro da 20 franchi equivalgono a 32 pezzi d'oro da 8 fiorini..?

e se non viene specificato se il fiorino è d'oro? ovvero se si parla di un prezzo pagato in 15 fiorini...il valore è sempre lo stesso comunque o variava a secondo che la moneta fosse in oro o argento? (c'erano fiorini non di oro?)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ECCO QUI un esempio di fiorino d'argento per il Lombardo-Veneto, detto anche "mezzo scudo". In questo caso "fiorino" è l'unità di conto e non il nome dello specifico nominale, per cui potevano essercene in oro e in argento (come il 20 lire d'oro detto anche "marengo" e il 5 lire d'argento detto anche "scudo"). Nei sistemi monetari bimetallici il rapporto oro-argento era sempre sottoposto a spinte contrastanti: da una parte i governi tentavano di mantenerlo fisso per garantire la stabilità dei cambi; dall'altra il mercato tendeva a farlo variare a seguito di speculazione, cambiamenti nella disponibilità dei metallli ecc. La crisi dell'UNIONE MONETARIA LATINA fu dovuta (non solo, ma in larga parte) all'instabilità del prezzo dell'argento che rese impossibile mantenere il rapporto oro/argento originario di 1/15,5. Nel periodo che ti interessa l'Austria-Ungheria aderì all'UML (1889) quindi lo stesso rapporto oro/argento doveva valere anche lì. Questo è anche il motivo della doppia indicazione della valuta in fiorini e in franchi sulla moneta da 8 fiorini citata.

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

se qualcuno di voi ha letto il libro "I Miserabili"....

c'era una scena (ambientata a metà degli anni '30 dell'800) in cui un tizio riceveva un pagamento, ed era evidentemente poco contento della quantità di denaro ricevuto; allora l'altro tizio (quello che stava effettuando il pagamento) gli dava una o più monete d'oro da 20 franchi, dicendogli che grazie "all'aggio sull'oro" lo avrebbe potuto cambiare in monete d'argento e ricevere 21 franchi o anche 21 franchi e mezzo per ogni 20fr.

E' un romanzo, d'accordo, ma a quanto ho capito rende bene l'idea di ciò che era il bimetallismo per la gente comune.

Ricollegandomi a quanto già detto da Paleologo: non sempre il rapporto oro/argento era fisso, e c'erano momenti in cui un marengo, evidentemente, valeva più di 4 scudoni d'argento; non ci dimentichiamo, poi, che a metà degli anni '60 dell'800 il titolo delle monete d'argento scese da .900 a .835... visto che l'argento era diventato improvvisamente abbondante e costava meno.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..bene..penso di aver capito!!! siete stati gentilissimi!

toglietemi un'ultima curiosità...a quanto stava il cambio fiorino / lira? (o corona lira) sempre attorno al 1880?

ciao a tutti :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toglietemi un'ultima curiosità...a quanto stava il cambio fiorino / lira? (o corona lira) sempre attorno al 1880?

Era uguale a quello fiorino/franco, perché all'interno dell'UML franco e lira erano equivalenti ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

..wow!!!! non so proprio come ringraziarvi per le informazioni!!!! :lol: ora mi è tutto più chiaro!!

grazie infinite!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?