Jump to content
IGNORED

nuovo arrivo....


savoiardo
 Share

Recommended Posts

Supporter

sono contento di poter postare sul forum questa rara monetina di Filiberto I di savoia arrivata stamattina per posta

si tratta di un viennese di I tipo moneta conosciuta in soli cinque esemplari censiti, compreso quello conservato nell'ex museo di torino

Viennese I tipo

dritto: scudetto sabaudo in una cornice quadrilobata doppia, intorno: croce PhILIB . DUX . P . C . (sigle sconosciute)

rovescio: croce piana con due crocette negli angoli, intorno: croce SABAUDIE . ET . P

riferimenti:

Simonetti 14

Biaggi 190

MIR 217

grado di rarità il Cudazzo lo identifica come R8, motivando (e secondo me a ragione) che vista la presenza di cinque esemplari il grado di rarità R10 dato dal Biaggi era troppo elevato

l'unica variante che ho potuto riscontrare è la presenza delle crocette non nel I e IV cantone della croce, ma nel II e nel III..... penso comunque che si tratti solamente di una variante di conio.....

post-201-1252603173_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Supporter

vista la definizione delle immagini il retro lo inserisco a parte....

post-201-1252603251_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Se non sbaglio rimane R10 il Viennese del secondo tipo

Complimenti per il colpo , mi sa tanto che ti sei svenato per questo esemplare R8 :D

p.s. vieni a Carmagnola domenica ?

Link to comment
Share on other sites


All' epoca operavano solo Bourg , Chambery , Cornavin e Torino

Bisognerebbe controllare i segni di zecca e dello zecchiere presenti sull' esemplare e vedere se per caso sono fra quelli noti

Ma molti , vado a memoria , sono indeterminati ; purtroppo ora non ho dei testi a portata

Aspettiamo la risposta di Savoiardo che sicuramente ha gia' controllato :)

Link to comment
Share on other sites


Ho appena riletto con maggior cura il primo post di Savoiardo , le sigle sono sconosciute pertanto resta difficile stabilire la zecca

Mi limiterei quindi a scrivere nel cartellino genericamente zecca sabauda

Link to comment
Share on other sites


Supporter
Se non sbaglio rimane R10 il Viennese del secondo tipo

Complimenti per il colpo , mi sa tanto che ti sei svenato per questo esemplare R8 :D

p.s. vieni a Carmagnola domenica ?

ciao pier... niente carmagnola....

mi aspetta una grigliata domenica....

e poi basta monete per un po'.... (due o tre giorni) :D :D

devo darmi da fare con il catalogo, terminare Carlo I e fare filiberto I così posso inserirlo, visto che è un pezzo interessante, per mia fortuna non mi sono dovuto svenare neppure tanto visto che non era probabilmente stato riconosciuto.... ero disposto a spendere molto di più per questa rara moneta, ma per mia fortuna a volte ho ancora qualche colpo di cu.. :lol: :lol: :P :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites


Supporter

per quanto riguarda il segno di zecca o comunque le iniziali dello zecchiere rimane indefinito per la mancanza di documentazione...

però su Carlo I le sigle PC esistevano e potrebbe darsi che zecca e zecchiere siano gli stessi.....

ma senza prove rimane il dubbio......

Link to comment
Share on other sites


Bravo savo !

bel colpo, soprattutto bello che venga condiviso su catalogo: stai facendo un ottimo lavoro.

gli utenti e gli amministratori devono essertene grati. ti rinnovo ancora tutti i miei complimenti

Link to comment
Share on other sites


La sigla potrebbe far pensare a Pierre Balligny che operò a Chambéry come maestro di zecca tra il 1482-1524?

Effettivamente alla sigla PC sotto Carlo I (1482-1490) corrisponde lo zecchiere citato

tuttavia Filiberto I regna fra il 1472 e il 1482 pertanto la moneta dovrebbe essere stata battuta a Chambery solo nell' ultimo anno del suo regno 1482

Questo fatto potrebbe pure giustificare la sua estrema rarita'

p.s buona mangiata Savoiardo

Link to comment
Share on other sites


complimenti savoiardo per il pezzo raro questo dimostra che lo studio è fondamentale per riconoscere mmonete e fare affari :P :P :P :P B) il cu.. serve sempre ma va da chi sa ne e verooo B)

:rolleyes:

Link to comment
Share on other sites


Supporter
La sigla potrebbe far pensare a Pierre Balligny che operò a Chambéry come maestro di zecca tra il 1482-1524?

Effettivamente alla sigla PC sotto Carlo I (1482-1490) corrisponde lo zecchiere citato

tuttavia Filiberto I regna fra il 1472 e il 1482 pertanto la moneta dovrebbe essere stata battuta a Chambery solo nell' ultimo anno del suo regno 1482

Questo fatto potrebbe pure giustificare la sua estrema rarita'

p.s buona mangiata Savoiardo

grazie dell'augurio.... cercherò di mangiare qualche costina anche per te....

comunque sono daccordo ciò che si dice sul Balligny, ma l'ordinanza di battitura del viennese sono del 1472 e 1474... a Chambéry furono coniate dal 1473 al 1475 e il primo documento che riguarda il maestro indica il Balligny nel 1481 mentre per quanto riguarda Chambéry non è segnato il nome del maestro nel periodo di Filiberto.... attendiamo che vengano rintracciati altri documenti....

sono rare perchè per essere una moneta di piccolo modulo sono state coniate in un numero abbastanza esiguo di esemplari... a Chambéry nei due anni di coniazione ne furono coniate per 40 marchi, ad un taglio di 360 pezzi al marchio, il che porta ad un numero di 14400 monete che sono poche per quelle dimensioni....

Link to comment
Share on other sites


Che bella moneta, oltre che di esimia rarità è pure un pezzo davvero bellino per il tipo, complimenti.

Sono sempre molto confuso quando leggo dei tipi monetali in uso in Savoia; come si poneva il Viennese nel sistema monetario in uso in quella zona in quell'epoca (io sono più ad est e quindi maggiormente avvezzo a bagattini, quattrini, sesini e testoni :D )?

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.