Jump to content
IGNORED

Convegni CULTURALI e Convegni COMMERCIALI


Vincenzo
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti,

vorrei porre alla vostra attenzione una questione, apparentemente superflua, che a mio avviso, invece, merita una discussione.

E cioè, l'abuso della parola CONVEGNO in Numismatica.

Premetto che ho provenienza culturale accademica, cioè sono laureato in Numismatica Antica, in particolar modo italico-romana, NON sono un collezionista, ma uno studioso che cerca di aggiornarsi sempre di più, partecipando a Incontri Culturali di carattere Storico-Archeologico-Numismatico.

Ebbene facendo una ricerca su internet con la dicitura "CONVEGNO NUMISMATICA", tutti i link apparsi reindirizzano a eventi commerciali e non ad incontri culturali.

Vi faccio un esempio:

Qualcuno di voi potrebbe porre sullo stesso piano(senza entrare nel merito del meglio o peggio)il CONVEGNO tenutosi a Bari nel Novembre di l'anno scorso(che si replicherà quest'anno) e il consueto CONVEGNO annuale di Riccione? O il CONVEGNO Internazionale di Glasgow, appena conclusosi, con quello dell'Ottobre Dauno? Eppure entrambi sono definiti CONVEGNI, pur essendo nella SOSTANZA molto differenti.

Senza nulla togliere al CONVEGNO di Riccione, a cui ho partecipato quest'anno e che "tira" tantissimi visitatori, bisogna riconoscere con sincerità che lo spazio commerciale copre l'intera(o quasi) manifestazione.

Pochissime le possibilità di "studiare" monete, di chiedere consigli a chi è più esperto, in quanto il commerciante lì presente appena intuito che la tua intenzione non è acquistare, ma conoscere, taglia corto!!! Nulla vieta l'esistenza di questi eventi, ma NON SI POSSONO DEFINIRE CON UGUAL TERMINE, Manifestazione così differentemente strutturate!!!

Bisognerebbe, per non creare confusione, adottare terminologie differenti, come per esempio, la parola CONVEGNO per le Manifestazioni di taglio culturale, e FIERA per quelle di taglio commerciale o aggiungere un aggettivo come CONVEGNO CULTURALE e CONVEGNO COMMERCIALE!!

Consapevole, che qualcuno obietterà che anche nei CONVEGNI COMMERCIALI si fa cultura(ma altrettanto consapevole che non è così in quanto l'anima commerciale prevale sempre), scusandomi per la pedanteria accademica, mi affido alle Vostre considerazioni,

Vincenzo.

Link to comment
Share on other sites


E' una cosa, cui avevo pensato anch'io, giusto per maggiore chiarezza. Entrambe le tipologie sono da definirsi convegno (la parola viene dal verbo latino convenire); la soluzione più corretta sarebbe quella che pure tu hai proposto (l'aggiunta di un aggettivo). Io utilizzerei le diciture "convegno di studi" e "convegno commerciale".

Link to comment
Share on other sites


Ecco il motivo per cui ribadisco che Vicenza Numismatica è ormai l'appuntamento più "blasonato" dell'anno. Accanto agli immancabili stands commerciali, ci sono mostre tematiche o collaterali, dibattiti, presentazioni di libri, premiazioni, ecc. Insomma vi convivono ambedue le anime della Numismatica.

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Personalmente sono contrario.

Non discuto la differente valenza che c'è a seconda del convegno, indiscutibilmente nella maggioranza dei convegni prevale l'aspetto commerciale. Tuttavia il differenziare la terminologia mi sembra un voler allontanare ulteriormente il mondo reale da quello universitario; purtroppo in Italia l'università è spesso una torre d'avorio che dimentica che una delle sue missioni sarebbe fare divulgazione. Quelli che tu definiresti convegni "culturali" sono spesso fatti per esperti che parlano ad altri esperti mentre, paradossalmente, nei convegni "commerciali" vi è l'"esperto" che a volte insegna al principiante. Non stupiamoci se poi un ministro sostiene che "Esiste in Italia un culturame parassitario".

Link to comment
Share on other sites


Non stupiamoci se poi un ministro sostiene che "Esiste in Italia un culturame parassitario".

Questa me l'ero persa e non so di chi si tratti :lol: . Direi che il parassitame esiste, eccome, e chiuque l'abbia detto ne è un esponente a pieno diritto <_< . Provate a lavorare a singhiozzo e vedrete se restate al vostro posto, impunemente.

Link to comment
Share on other sites


  • ADMIN
Staff

Lungi da me far scivolare la discussione sulla politica e inoltre è anche vero che ho estrapolato la frase da un contesto comunque differente. Il concetto che volevo mettere in risalto è che in Italia c'è una certa maldisposizione nei confronti delle Università e degli ambienti culturali.

Link to comment
Share on other sites


Lungi da me far scivolare la discussione sulla politica e inoltre è anche vero che ho estrapolato la frase da un contesto comunque differente. Il concetto che volevo mettere in risalto è che in Italia c'è una certa maldisposizione nei confronti delle Università e degli ambienti culturali.

Su questo non c'è dubbio, per non parlare della disposizione nei confronti di chi la frequenta o l'ha frequentata <_< .

Link to comment
Share on other sites


Non stupiamoci se poi un ministro sostiene che "Esiste in Italia un culturame parassitario".

Questa me l'ero persa e non so di chi si tratti :lol:

http://www.repubblica.it/2009/09/sezioni/s...unetta-fus.html :rolleyes:

petronius B)

Grazie. Sono sempre attratto dai labrinti della mente umana (cit.)

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.