Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
tacrolimus2000

AE16 di Nerone emesso ad Apollonos-Hieron (Lidia)

Questa piccola moneta (AE 16) appartiene ad una delle due tipologie emesse a nome di Nerone nella zecca di Apollonos-Hieron in Lidia.

Apollonos-Hieron o Apollonieron, era probabilmente localizzata nel sud est della provincia, in prossimità del confine con la Frigia, tra Tripoli e Sala, ad una decina di chilometri da queste e non lontano della attuale Buldan.

Il nome indicherebbe l’esistenza di un luogo di culto o un luogo consacrato (hieron) ad Apollo nelle vicinanze della città.

In epoca imperiale la zecca ha coniato monete nel periodo che va da Tiberio ad Ostiliano; sono note emissioni pseudo autonome senza ritratto imperiale. La legenda al rovescio varia nel corso degli anni, ad esempio: AΠOΛΛωNIεPITωN, AΠOΛΛΩNIεPεITΩN, AΠOΛΛΩNOIεPεITΩN.

Le emissioni in epoca giulio-claudia sono attribuite a Tiberio (2 nominali) e a Nerone (2 nominali) e sono simili; per entrambi gli imperatori, la denominazione a diametro maggiore (18 mm ca) raffigurano al rovescio Apollo, mentre quella a diametro inferiore (14 mm ca) una lira (uno degli attributi di Apollo).

L’esemplare illustrato (ex Andreas Reich, Berlino) è un esempio del secondo tipo per Nerone; il metallo è oricalco.

AE 16

D/ NEPΩN KAIΣAP ΣEBAΣTOΣ, testa laureata di Nerone a destra

R/ Apollo, stante frontalmente, tiene una patera nella destra ed appoggia la sinistra su una lira posta a terra; a destra [AΠ]OΛΛΩNI; a sinistra [EPITΩN]

AE, 16 mm, 3.5 g, orientamento assi di conio 180º (6)

RPC 3045, BMC 8, Cop 33

16 esemplari nell'RPC (comune).

La moneta non è datata; la sua datazione approssimativa si basa sullo stile del ritratto (63-68 d.C. per l’RPC). Questa emissione e' stata attribuita da altre fonti anche ad Apollonia in Caria o a Dioshieron. E' noto un esemplare su cui è stata riconiata una emissione di Sardis del tipo Roma/Tempio di Vespasiano periodo del proconsole Marcello, amico dell’Imperatore (credo conservata al BM).

Luigi

post-79-1252945469_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?