Jump to content
IGNORED

Romana sconosciuta


Recommended Posts

Salve ragazzi ecco il mio utimo arrivo straniero...

contrariamente al solito dove l'imperatore lo riesco a vedere in questa non so di che si tratti spero sia romana...

la conservazione è un po meglio che in foto...

chiedo cortesemente il riferimento ric... e il solito prezzo per sapere se ho preso una cantonata o meno...ma a sto giro direi proprio di si :angry:

diametro: 19

peso: 2.80 g

grazie a tutti coloro che interverranno

post-459-1253103745_thumb.jpg

post-459-1253103758_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


infatti anche io l'ho acquistata a prezzo salato.... ma senza sapere cosa fosse...ma solo perchè mi piaceva e mi sembrava anche a me romana...

ma non capisco proprio da dove iniziare per darle un nome...

in ogni caso grazie mille

Link to comment
Share on other sites


infatti anche io l'ho acquistata a prezzo salato.... ma senza sapere cosa fosse...ma solo perchè mi piaceva e mi sembrava anche a me romana...

ma non capisco proprio da dove iniziare per darle un nome...

in ogni caso grazie mille

Inizia da Carthago Nova ;)

Link to comment
Share on other sites


Allora, l'immagine della moneta è quella corretta, corrisponde a:

Coin type: Roman Provincial

Ruler: Tiberius or Augustus

Region, City: Spain, Carthago Nova (Modern Murcia)

Coin: VG bronze Ae19

P TVRVLL V I N K II VIR QVINQVEN - Quadriga moving left

M POSTV ALBINVS II VIR QVINQ ITER V I N K - Tetrastyle temple with AVGVSTO inscribed on entablature

Mint: (Late 1st Century BCE - early 1st Century CE)

Wt./Size/Axis: 5.20g / 18.5mm / 90

References:RPC I 175; SNG Copenhagen 497.

Non c'è riferimento al RIC (Roman Imperial Coins) ma al catalogo RPC (Roman Provincial Coins) o SNG (Sylloge Nummorum Graecorum) in quanto appunto si tratta di una moneta 'provinciale'.

Colgo l'occasione per ribadire che secondo me le monete provinciali hanno un fascino enorme anche se a volte mi sembra siano considerate come monete quasi di serie B (e mi è sembrato di percepire una sfumatura di delusione nel tuo post dopo averla identificata come tale). Invece è una bella moneta (e a tutti gli effetti è una moneta romana) che può incuriosire e magari farti dare una sbirciatina alle notizie storiche dell'epoca. Siamo nella Spagna a cavallo tra il primo secolo a.C. e il primo secolo d.C., Augusto o Tiberio come imperatori, la moneta è coniata dai duoviri P. Turullio e M. Postumus Albinus, c'è il tempio e il sacerdote con la quadriga....

Ancora una volta un buon acquisto, già 'evoluto' rispetto alle precedenti; è anche segno che ormai il contagio è completo....

Edited by vince960
Link to comment
Share on other sites


Vince davvero grazie... allora l'ho pagata spedizioni comprese 17.60... ci sta?...

ma di che moneta si tratta? un semis di augusto di tiberio o di P. Turullio e M. Postumus Albinus..

chi sono i duoviri... e come la si potrebbe datare?

grazie mille....

Link to comment
Share on other sites


Da Wikipedia:

I Duumviri (o Duoviri) erano magistrati dell'antica Roma, eletti in coppie per ragioni di reciproco controllo e consiglio, allo scopo di soprintendere a pubblici uffici o delicati incarichi politici e amministrativi.

La carica, normalmente, aveva durata annuale.

Secondo la tradizione annalistica, l'istituzione dei Duumviri, viene attribuita al Re Servio Tullio, il quale nominò i primi "Duumviri perduellionis", incaricati di giudicare i reati di alto tradimento.

In epoca repubblicana, si ha notizia anche dei "Duumviri frumento dividundo", i magistrati delegati per l'annona, e dei "Duumviri navales", nominati dai comizi tributi (Comitia Populi Tributa), con incarico di comando sulla flotta.

Anche per le colonie, venivano spesso nominati dei Duumviri con funzioni politiche, amministrative, sacerdotali o militari. Tali figure, in seguito, divennero stabilmente dei magistrati elettivi, cui affidare incarichi amministrativi nelle colonie.

Quindi i due della tua moneta erano una specie di consoli locali. In quanto a Carthago Nova (oggi Cartagena), sempre dalla stessa fonte apprendiamo che:

Fondata dal generale cartaginese Asdrubale nell'anno 227 a.C. con il nome di Qart Hadash (città nuova) nella zona precedentemente occupata dalla città di Mastia, fu la principale città dei cartaginesi in Spagna e da qui partì Annibale per iniziare la Seconda guerra punica. Con la conquista romana cambiò nome in Cartago Nova e divenne una delle città più importanti della Hispania Citerior. Divenne colonia romana con Gaio Giulio Cesare nel 45 a.C. Più avanti, all'epoca dell'imperatore Diocleziano, divenne capitale dell'omonima provincia romana.

P. Turullio e M. Postumus Albinus esercitarono il duumvirato tra il 20 e il 27 d.C. (quindi sotto Tiberio) e questo data la moneta intorno a quel periodo. Pare che proprio la potente famiglia locale dei Postumii fece costruire il tempio raffigurato nella moneta e dedicato a Augusto.

Questo come inquadramento storico, per il prezzo, penso sia corretto se ti piace poi non c'è neanche da chiedere, hai speso magari qualche euro in più rispetto alla media delle altre monete che avevi preso l'altra volta ma come leggibilità e piacevolezza non c'è paragone. Se poi, ripeto, è un'occasione per leggere e documentarti su questo periodo storico e più in generale sulla monetazione provinciale, 18 Euro sono veramente niente rispetto a quanto puoi guadagnarci in conoscenza e soddisfazione....

Edited by vince960
Link to comment
Share on other sites


concordo sul valore è inestimabile perchè schiarisce un altro pezzo di storia...

c'ero rimasto male per così dire immaginavo fosse di augusto e invece dai tuoi dai è un tiberio...

grazie mille per le tue delucidazioni...

cerco altre monete che non conosco e te le posto ok^^

grazie ancora

Link to comment
Share on other sites


P. Turullio e M. Postumus Albinus ricorpirono a Carthago Nova la carica di duorivi quinquennalis (lo si legge anche nella legenda); la datazione di 7 anni (20-27) si riferisce forse ad altri incarichi ottenuti a Roma.

Nell''RPC la datazione della moneta è incerta; RPC segue Grant, Sutherland, Jenkins e la pone dubitativamente sotto il regno di Augusto. Secondo Beltran invece la moneta è datata al periodo di Tiberio.

Luigi

Link to comment
Share on other sites


Io avevo trovato queste informazioni, in un sito dedicato al travertino rosso di Murcia. Se l'informazione è corretta il periodo tra il 20 e il 27 per come l'ho inteso io è un intervallo all'interno del quale sono stati esercitati i 5 anni del duumvirato.

post-3952-1253214917_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Secondo Burnett, Amandry e Ripolles (gli autori del volume I del Roman Provincial Coinage), le emissioni latine della Colonia Urbs Iulia Nova Carthago, sono tra le più problematiche tra quelle iberiche. Non solo non si ha datazione certa sulla concessione del titolo di Colonia, ma alcuni autori attribuiscono a Nova Carthago emissioni che altri autori attribuiscono ad altre zecche.

Sempre secondo gli autori sopra citati, allo stato attuale non ci sono evidenze certe per una cronologia certa delle emissioni.

Le posizioni, per la moneta in oggetto, si possono riassumere come ho detto e nessuna delle due ipotesi prevale oggi sull’altra; la scelta dell’RPC è di includere l’emissione negli anni di Augusto, ma in modo dubitativo. La scuola di pensiero di chi ritiene fondate le ipotesi di Beltran, ritiene più corretto quanto asserito da Vince, ossia anni di Tiberio.

Non vedo problemi nell’inserire questa informazione nella catalogazione della tua moneta.

Accade spesso che una moneta provinciale sia attribuibile solo genericamente, vedi le emissioni pesudo autonome e nulla vieta che in futuro altri studi possano aggiungere certezze in un verso o nell’altro.

Se ti inressano le 3-4 pagine dell’RPC su questa zecca, mandami um MP con un indirizzo e-mail e te ne invio scansione.

Luigi

Link to comment
Share on other sites


pinga grazie della fiducia ma non è detto che la fonte da cui ho tratto queste date sia affidabile al 100% Le datazioni di questo periodo non sono mai sicure, pensa che anche Gesù è nato probabilmente nel 6 avanti Cristo :) Se, e ribadisco se, la fonte è affidabile io la classificherei, questa moneta, sotto Tiberio ma non è 'svalutarla', le monete di Tiberio sono ben quotate a partire dal famoso Tribute Penny che costa uno sproposito perché secondo qualcuno sarebbe la moneta del 'Date a Cesare quello che è di Cesare'...

Per cominciare a vedere un po' di monete provinciali, se ti interessa c'è questo link:

http://www.wildwinds.com/coins/greece/i.html

che è anche utile per seguire un po' l'evoluzione della monetazione di molte città dell'impero.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.