Jump to content
IGNORED

Corone austriache ed altro


vonfid
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti.

Nonostante abbia già aperto un post riguardo a queste monete nel forum (), ne apro un altro qui.

Non lo faccio per inquinare, ma solo per avere maggiori informazioni su queste monete, visto che qui dovreste essere più esperti...

La storiella di come le ho trovate la potete leggere nell'altro topic, qui vi chiedo maggiori informazioni storiche e magari una approssimativa valutazione economica (semplice curiosità).

Sono consapevole che ci sono scarsissime possibilità di trovare qualcosa di valore negli scatoloni in cantina, ma credo non possiate negare l'eccitazione che suscita e le "speranze" che crea un ritrovamento occasionale di monete poco recenti per un profano di numismatica...

Finora ho solo scoperto che sono corone austriache di annate comprese tra il 1893 e il 1916, più precisamente:

- 1 corona austriaca: 1893x6 - 1894x1 - 1898x1 - 1899x1 - 1900x1 - 1902x1 - 1914x3 - 1913x1 - 1915x3 - 1916x1

- 1 corona ungherese: 1893x1

- 20 filler ungheresi: 1926x1

- 10 franchi Monaco: 1926x1

- 5 ? svizzeri: 1946x1

- 1 marco tedesco: 1915x1

Allego scansioni delle due facce:

http://i35.tinypic.com/15na8go.jpg

http://i36.tinypic.com/5nu34j.jpg

Link to comment
Share on other sites


Ciao!

Hai postato in modo molto corretto e leggibile, avendo fatto una bella scannerizzazione. Eventualmente se ci fosse qualche moneta di particolare interesse, la si può approfindire con fotografie a lei esclusivamente dedicate.

1 - Per quanto riguarda le corone austriache e quella ungherse, esse rispettano i parametri metrologici dell'Unione Monetaria Latina (argento 835 millesimi e 5 grammi).

Unione Monetaria Latina

Il ritratto che appare al dritto nelle corone austriache coniate dal 1913 al 1916 è stato inciso da Stephan Schwarz, artista che ha lavorato, in ambito numismatico, anche per i sovrani di Serbia e di Montenegro.

Le corone austriache sono state coniate a Vienna (nessun segno di zecca), quella ungherese a Kremnitz (segno KB sotto il ritratto al dritto)

2 - Il marco tedesco, in argento 900, del peso di 5,55 grammi, dunque non coniato secondo i parametri dell'Unione Monetaria Latina, appartiene alla zecca di Muldenhutten, il cui segno E è visibile al rovescio in basso, a destra e a sinistra dell'aquila.

3 - Il 20 filler ungherese (20 centesimi di Pengo, unità monetaria che sostituì la corona dopo il 1926) è stato coniato a Budapest, il cui segno di zecca BP è visibile al rovescio in alto.

4 - Il 10 franchi di Monaco (coniato a Parigi, nessun segno di zecca) rispecchia i parametri metrologici del 10 franchi francese dell'epoca (rame-nichel, 7 grammi, 26 mm). L'incisore é Pierre Turin.

Non stupirti dell'allineamento tra le due facce, qui trovi informazioni più dettagliate:

Assi di rotazione

5 - Il 5 rappen, infine, è appunto una moneta svizzera, coniata a Berna (segno B al rovescio in basso), il cui nominale corrisponde a 5 centesimi di franco (svizzero).

Sono tutte monete comuni, di limitato valore, anche in altissima conservazione.

Edited by orlando10
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.