Jump to content
IGNORED

50 cent. 1920 contromarcate!


vitt.emanumi
 Share

Recommended Posts

salve a tutti,

posseggo questa strana moneta da 50 centesimi 1920 con delle contromarche sia al diritto che al rovescio. ve la descrivo:

D\ sulla fronte "cerchietto", nella parte centrale "165" nella parte inferiore una linea;

R\ nella parte superiore un quarto di luna, sotto le zampe del leone si intravede un numero "50";

Qualcuno mi saprebbe dire il significato di quei simboli (se ne hanno!)? e se hanno una loro valenza, una serialità o sono casuali.

ringrazio anticipatamente chiunque vorrà intervenire :D

Diritto: http://it.tinypic.com/r/2qdsygn/6

Rovescio: http://it.tinypic.com/r/6ft8vo/6

2qdsygn.jpg

6ft8vo.jpg

Link to comment
Share on other sites


Ho anch'io la stessa moneta con le identiche contromarche. Non credo sia opera di un buontempone, ma credo in un loro riutilizzo per altri scopi. Le mie le presi, incuriosito, in un banchetto a portaportese a Roma. Chi frequenta questo mercatino sicuramente lo conosce questo banco, dove viene venduto un po di tutto, ma con la particolarità, essendo gestito da Somali (credo) che si tratta di merce tutta proveniente dall'Africa. Hanno tantissime monete del regno d'Italia (chiaro lascito del nostro colonialismo) in particolare i 50 cent. Leoni e le Due lire Buono (quest'ultime spesso sembrano argentate) tutte cmq in pessimo stato di conservazione. Un giorno mi sono fermato a guardare (attirato più da alcune conchiglie a dire il vero) ed ho notato questi 50 cent. contromarcati. Ve ne erano molti e tutti con la stessa identica contromarca come quella postata. Ripeto per curiosità ne presi qualcuno ( a pari prezzo 50 cent x 50 cent :) ). Tra l'altro li ho regalati a chi colleziona il regno tenendomene solo uno. Per me quindi si tratta di un suo riutilizzo in terra d'Africa, ma vai a capire per quale motivo.

Link to comment
Share on other sites


Conosco anch'io quel banchetto. Mi pare proprio si tratti di somali, anche se una volta ho parlato con una signora eritrea, che era lì. In effetti, hanno (avevano? E' un po' che manco da Roma) un buon numero di monete somale, quindi la tua ipotesi, può essere corretta. Aspettiamo di vedere se qualcuno ha qualche altra notizia.

Link to comment
Share on other sites


Ho anch'io la stessa moneta con le identiche contromarche. Non credo sia opera di un buontempone, ma credo in un loro riutilizzo per altri scopi. Le mie le presi, incuriosito, in un banchetto a portaportese a Roma. Chi frequenta questo mercatino sicuramente lo conosce questo banco, dove viene venduto un po di tutto, ma con la particolarità, essendo gestito da Somali (credo) che si tratta di merce tutta proveniente dall'Africa. Hanno tantissime monete del regno d'Italia (chiaro lascito del nostro colonialismo) in particolare i 50 cent. Leoni e le Due lire Buono (quest'ultime spesso sembrano argentate) tutte cmq in pessimo stato di conservazione. Un giorno mi sono fermato a guardare (attirato più da alcune conchiglie a dire il vero) ed ho notato questi 50 cent. contromarcati. Ve ne erano molti e tutti con la stessa identica contromarca come quella postata. Ripeto per curiosità ne presi qualcuno ( a pari prezzo 50 cent x 50 cent :) ). Tra l'altro li ho regalati a chi colleziona il regno tenendomene solo uno. Per me quindi si tratta di un suo riutilizzo in terra d'Africa, ma vai a capire per quale motivo.

anche io ne ho un'altra con gli stessi simboli. le 2 le ho trovate in periodi diversi e in posti diversi. però adesso mi è venuto il dubbio! una delle 2 l'ho acquistata alla Fiera del Levante" a Bari, probabilmente da qualche stand africano.

Quindi con i tuoi sono almeno 4 le monete con gli stessi simboli. Non credo che qualche buon tempone si sia messo a stampare tali pezzi e poi a spargerli per l'Africa ...! B)

Quindi una qualche logica quei simboli debbano pur averla, spero che qualcuno abbia qualche altra notizia in merito. :D :D

Link to comment
Share on other sites


Venivano utilizzati in Somalia.

165 era il valore della moneta attribuito in Bese. La mezzaluna è un simbolo somalo (nelle monete della serie AFIS del 1950, ve ne sono però due simmetriche con una stella al centro). Per il trattino ed il cerchietto non saprei

Aggiungo che anche i 25 centesimi del 1903 furono mandati in Somalia per farli deliberatamente circolare come controvalore in bese.

Link to comment
Share on other sites


Guest utente3487

Venivano utilizzati in Somalia.

165 era il valore della moneta attribuito in Bese. La mezzaluna è un simbolo somalo (nelle monete della serie AFIS del 1950, ve ne sono però due simmetriche con una stella al centro). Per il trattino ed il cerchietto non saprei

Aggiungo che anche i 25 centesimi del 1903 furono mandati in Somalia per farli deliberatamente circolare come controvalore in bese.

Notizia interessante. Hai per caso la fonte?

Pensa che da qualche parte mi sembrava di aver letto che fosse il numero di un reggimento del Regio Esercito.

Link to comment
Share on other sites

Notizia interessante. Hai per caso la fonte?

Pensa che da qualche parte mi sembrava di aver letto che fosse il numero di un reggimento del Regio Esercito.

Ufficiali temo non ce ne siano (se ce n'erano, saresti stato sicuramente più informato di me ;) ), però "così si dice".

Queste voci però potrebbero trovare conferma anche in questa testimonianza importante, una cartolina con francobollo da 15 cent ri-stampato nel 23 con la scritta "somalia italiana - bese 18.

non capisco però quei simboli sotto il valore (il cerchietto ed il trattino) che cosa vogliano dire...

post-3988-1258579416,6_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


Venivano utilizzati in Somalia.

165 era il valore della moneta attribuito in Bese. La mezzaluna è un simbolo somalo (nelle monete della serie AFIS del 1950, ve ne sono però due simmetriche con una stella al centro). Per il trattino ed il cerchietto non saprei

Aggiungo che anche i 25 centesimi del 1903 furono mandati in Somalia per farli deliberatamente circolare come controvalore in bese.

oh grazie!!! :)

davvero molto interessante, ce da indagare! :blink:

c'è anche quel 50 che si intravede sotto le zampe dei leoni... Nell'altro esemplare che ho, non c'è il 50 e il trattino mentre la mezzaluna sfuma in un altro cerchietto.

spesso nelle cose più impensabili e banali c'è sempre qualcosa di interessante da studiare. ;)

Link to comment
Share on other sites


francobollo da 15 cent ri-stampato nel 23 con la scritta "somalia italiana - bese 18.

significherebbe però che una moneta da 50 Centesimi non possa valere 165 Bese, ma soltanto 60 Bese, no? :unsure:

Link to comment
Share on other sites


significherebbe però che una moneta da 50 Centesimi non possa valere 165 Bese, ma soltanto 60 Bese, no? :unsure:

Assolutamente no. Anche perchè il tasso di "conversione" era 1 besa = 0,0168 lire. (quindi in teoria 165 bese erano 2,77 lire.... ed il corrispettivo del francobollo da 15 centesimi era 0,25 bese e non 18). E quindi, secondo questo cambio un 50 cent doveva valere 0,84 bese. Penso che in realtà il cambio 1 besa = 0,0168 lire venisse rispettato solo al momento della coniazione da parte della Zecca (bese, rupie), e che al tondello importato venisse dato un valore completamente diverso.

Bisognerebbe capire secondo quale criterio veniva ri-assegnato il valore alle nostre monete, non dipeso dal vecchio valore nominale in centesimi di lira (sembra assurdo, ma paradossalmente è la motivazione più logica)

Link to comment
Share on other sites


Assolutamente no. Anche perchè il tasso di "conversione" era 1 besa = 0,0168 lire. (quindi in teoria 165 bese erano 2,77 lire.... ed il corrispettivo del francobollo da 15 centesimi era 0,25 bese e non 18). E quindi, secondo questo cambio un 50 cent doveva valere 0,84 bese. Penso che in realtà il cambio 1 besa = 0,0168 lire venisse rispettato solo al momento della coniazione da parte della Zecca (bese, rupie), e che al tondello importato venisse dato un valore completamente diverso.

Bisognerebbe capire secondo quale criterio veniva ri-assegnato il valore alle nostre monete, non dipeso dal vecchio valore nominale in centesimi di lira (sembra assurdo, ma paradossalmente è la motivazione più logica)

Se 1 besa = 0,0168 lire

1 lira = 59,52 bese --> 50 centesimi = 29,76 bese

Al di là di questo, anche ame sembra abbastanza probabile, che il valore riassegnato

fosse differente, ma bisognerebbe anche capire in quale momento siano state, effettivamente, "convertite".

Link to comment
Share on other sites


Secondo me la contromarca non è coeva alla moneta, ma ritengo che sia stata apposta molto tempo dopo, sicuramente nel dopoguerra. E' una mia impressione certo, ma la ritengo possibile anche perchè inizialmente non avrebbe avuto senso contromarcarle. Poi finito il colonialismo, finita la guerra si decise di punzonarle per ridestinare questa mole di tondelli ormai "decaduti" e riadattarli alla circolazione in un paese che sicuramente non aveva la possibilità di coniare nell'immediatezza moneta propria. Poi probabilmente è arrivata la serie AFIS...

Ripeto le mie sono congetture tra l'altro di uno che non colleziona/studia il regno d'Italia quindi perdonatemi :P .

Link to comment
Share on other sites


Secondo me la contromarca non è coeva alla moneta, ma ritengo che sia stata apposta molto tempo dopo, sicuramente nel dopoguerra. E' una mia impressione certo, ma la ritengo possibile anche perchè inizialmente non avrebbe avuto senso contromarcarle. Poi finito il colonialismo, finita la guerra si decise di punzonarle per ridestinare questa mole di tondelli ormai "decaduti" e riadattarli alla circolazione in un paese che sicuramente non aveva la possibilità di coniare nell'immediatezza moneta propria. Poi probabilmente è arrivata la serie AFIS...

Ripeto le mie sono congetture tra l'altro di uno che non colleziona/studia il regno d'Italia quindi perdonatemi tongue.gif .

Mi sembrano tutt'altro che campate in aria, comunque.

Link to comment
Share on other sites


Già..Forse era durante o dopo la Seconda Guerra Mondiale, ciò avrebbe potuto fare oscillare (anche di molto) il cambio.

bisognerebbe conoscere il cambio durante quel periodo. Anche se le bese erano già state ritirate, ma anche i 50 cent. leoni non potevano più circolare dopo la seconda guerra mondiale.

Bisognerebbe sapere quale moneta avesse corso legale in Somalia in quel periodo, penso monete inglesi! possibile che circolassero anche queste? <_<

Link to comment
Share on other sites


Assolutamente no. Anche perchè il tasso di "conversione" era 1 besa = 0,0168 lire. (quindi in teoria 165 bese erano 2,77 lire.... ed il corrispettivo del francobollo da 15 centesimi era 0,25 bese e non 18). E quindi, secondo questo cambio un 50 cent doveva valere 0,84 bese. Penso che in realtà il cambio 1 besa = 0,0168 lire venisse rispettato solo al momento della coniazione da parte della Zecca (bese, rupie), e che al tondello importato venisse dato un valore completamente diverso.

Grazie per la spiegazione! ;)

Link to comment
Share on other sites


Se 1 besa = 0,0168 lire

1 lira = 59,52 bese --> 50 centesimi = 29,76 bese

Si, hai ragione... la matematica non è mai stata il mio forte :P :P

Al cambio ufficiale =

1 Besa = 0,01 Rupie = 0,0168 lire

2 Bese = 0,02 Rupie = 0,0336 lire

4 Bese = 0,04 Rupie = 0,0672 lire

1/4 di Rupia = 0,25 Rupie (25 Bese) = 0,42 lire

1/2 Rupia = 0,50 Rupie (50 Bese) = 0,84 lire

1 Rupia = 1 Rupia (100 Bese) = 1,68 lire

Guardate però la stranezza... se guardiamo le caratteristiche tecniche:

1/4 di Rupia (25 Bese) ha diametro 19,00 mm e Peso 2,92 gr (Ag).

25 cent ha Diametro: 21,5 mm e Peso: 4,15 g (Ni). Ambedue godronati di contorno

la 1/2 Rupia (50 Bese) ha diametro 24,00 mm e Peso 5,83 gr (Ag).

Il 50 cent ha Diametro: 23,8 mm e Peso: 6 g (Ni). Ambedue contorno godronato

praticamente la mezza rupia è (quasi) uguale al 50 centesimi... tanto che potevano pure essere confusi. Com'è possibile questa cosa?

Link to comment
Share on other sites


Al cambio ufficiale =

1 Besa = 0,01 Rupie = 0,0168 lire

2 Bese = 0,02 Rupie = 0,0336 lire

4 Bese = 0,04 Rupie = 0,0672 lire

1/4 di Rupia = 0,25 Rupie (25 Bese) = 0,42 lire

1/2 Rupia = 0,50 Rupie (50 Bese) = 0,84 lire

1 Rupia = 1 Rupia (100 Bese) = 1,68 lire

Guardate però la stranezza... se guardiamo le caratteristiche tecniche:

1/4 di Rupia (25 Bese) ha diametro 19,00 mm e Peso 2,92 gr (Ag).

25 cent ha Diametro: 21,5 mm e Peso: 4,15 g (Ni). Ambedue godronati di contorno

la 1/2 Rupia (50 Bese) ha diametro 24,00 mm e Peso 5,83 gr (Ag).

Il 50 cent ha Diametro: 23,8 mm e Peso: 6 g (Ni). Ambedue contorno godronato

praticamente la mezza rupia è (quasi) uguale al 50 centesimi... tanto che potevano pure essere confusi. Com'è possibile questa cosa?

adesso mi tornano i conti, ma non riesco però a spiegarmi il 165!

165 bese= 2,772 lire, stando a quel cambio (che è corretto ), ma bisogna vedere a che periodo si riferisce... :(

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.