Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
gpittini

Una pianta molto strana.

Risposte migliori

gpittini

DE GREGE EPICURI

Cari amici, un conoscente si è rivolto a me per identificare questa moneta, ma non ci sono riuscito e chiedo aiuto. L'esemplare pesa 2,7 g., misura 16 mm e risulta del tutto anepigrafe, ma sospetto che al D. potesse esserci una legenda, finita fuori tondello o cancellata per l'usura. Al D. un busto a dx con testa ricciuta; dietro potrebbe esserci un fiore o altro. Le caratteristiche del ritratto ci hanno fatto pensare a Giuba 2° od a Tolomeo di Mauritania (figlio suo e di Cleopatra Selene, che credo fosse figlia di Cleopatra VII). Per inciso, questo Tolomeo venne fatto uccidere da Caligola. Al R. però c'è la cosa più interessante, cioè una pianta a me sconosciuta. Ha foglie che ricadono ai due lati, e sembrano frastagliate o spigate; e in alto porta tre frutti rotondi, che ricordano un po' i frutti del papavero da oppio (dopo la caduta dei petali) ma potrebbero essere altro. Abbiamo pensato anche al silfio, ma le immagini a noi note non coincidono. Questo mio conoscente, che si è molto documentato, mi dice che Giuba 2° era uno scienziato, che avrebbe addirittura individuato la famiglia delle Euforbie, dando loro anche il nome...Una storia quasi romanzesca. Ma ecco la moneta.

post-4948-1264353188,08_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Exergus

Caro Gianfranco, la moneta non so, ma la pianta mi ricorda l'Aloe Vera, non è detto che sia quella della foto, potrebbe essere una varietà, però quello che ho trovato su internet mi sembra interessante e spiegherebbe la sua presenza su una moneta proveniente dall'Africa.

ALOE

è una pianta perenne della famiglia delle Liliacee a cui appartengono oltre 200 specie soprattutto africane (è anche la denominazione dell'agave americana che ha foglie molto simili a quelle delle piante di aloe). I riferimenti terapeutici risalgono a 5.000 anni fa (nel 1862 George Ebers ne scoprì traccia in un papiro egiziano). Il fatto che venga chiamata "pianta del miracolo" deve già insospettire. In realtà qualcosa di vero c'è, ma, con una generalizzazione che è uno dei più comuni errori di chi opera nel naturale, molte proprietà sono state ingigantite.

post-18735-1264354465,86_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Dobbiamo dare un nome a questa pianta.

Ci vorrebbe un botanico.

Da quello che si puo vedere la pianta non ha un unico fusto ma più cauli di tipo erbaceo a calamo o a canna, che si piegano sotto il peso di quelle che dovrebbero essere foglie. Oppure si tratta di grandi foglie composte?

I frutti sembrerebbero a capsula o, più probabilmente, a pisside.

Chissà se qualcuno ha foto più chiare da far vedere.

Modificato da chievolan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

Difficile che rappresenti una unica pianta; spesso sulle emissioni provinciali compaiono combinazioni.

In questo caso sembrerebbe semplicemente un papavero con delle spighe.

Una emisione della zecca di Elaea in Aiolis, secondo me.

Diverse le interpretazioni del dritto, anche in relazione a ciò che c'è dietro al busto:

http://www.asiaminorcoins.com/gallery/displayimage.php?pos=-866

http://rpc.ashmus.ox.ac.uk/coins/1800/

Apollo per il BMC (31-33)

Luigi

post-79-1264366967,15_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Eh si ....Hai ragione, è proprio una composizione. Spighe di grano od orzo e pissidi di papavero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Davvero molte grazie Luigi per la difficile identificazione! Posso chiederti se ci sei arrivato "dalla pianta" (forse ci sono tabelle generali per argomento, molto più complete del Plant), dal ritratto (ma mi pare difficile, è così poco significativo) o perchè l'avevi già vista e te la ricordavi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

okt

L'accoppiamento delle spighe ai papaveri è presente anche in altre monete romane, soprattutto provinciali.

Mi viene in mente un piccolo bronzo con Livia per Alessandria, un bronzo di Perintos, qualche moneta repubblicana e altre imperiali; forse anche, ma non ne sono sicuro, dei piccoli bronzi con Apollo battuti a Palermo sotto Roma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tacrolimus2000

DE GREGE EPICURI

Davvero molte grazie Luigi per la difficile identificazione! Posso chiederti se ci sei arrivato "dalla pianta" (forse ci sono tabelle generali per argomento, molto più complete del Plant), dal ritratto (ma mi pare difficile, è così poco significativo) o perchè l'avevi già vista e te la ricordavi?

Pur avendola sicuramente già vista sul sito Asiaminorcoin, non l'ho immediatamente riconosciuta. Ho una discreta memoria fotografica, ma non così speciale.......

La combinazione papaveri/spighe in quella zecca mi era tuttavia già nota perchè l'esemplare del link seguente è in mio possesso (ex Tom Vossen).

http://www.asiaminorcoins.com/gallery/displayimage.php?pos=-130

La ricerca su Asiaminorcoin per le emissioni della zecca di Elaia (Elaea), mi ha fatto trovare facilmente, anche se fortuitamente, il riferimento.

Poichè si tratta di una emissione provinciale romana, senza ritratto imperiale, del periodo antonino, ho fatto la stessa ricerca sul sito dell'RPC IV (includendo nei parametri anche le monete non illustrate).

Da ultimo ho sfogliato il BMC per l'ultima descrizione.

Per alcune tipologie di "oggetti" (quindi non animali o divinità) utilizzo (e consiglio) i volumi dell'Anson, Numismata Graeca. Greek coin types classified for immediate identification. Pochissime monete sono illustrate, ma le descrizioni sono dettagliate. Nello specifico sarebbe stato difficile confrontare la legenda o capire come classificare il dritto, ma si sarebbe potuto restringere notevolmente il campo di ricerca se si fosse riconoscito immediatamente il papavero/i tra spighe. Sul volume 3 dell'Anson avresti trovato la descrizione n. 1253 (allegata) con il riferimento al BMC (Troas, Aiolis and Lesbos) n. 33.

Luigi

post-79-1264432255,37_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini

DE GREGE EPICURI

Ti ringrazio, credo così di aver capito meglio i possibili itinerari, o almeno alcuni. L'Anson un po' lo conosco, è presente nella biblioteca della SNI, ma credevo che classificasse solo oggetti inanimati (dalle armi alle navi ecc.); forse non ci sono tutti i volumi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

VERUS

Un grazie di cuore a Tacrolimus per la segnalazione

di un sito che non conoscevo e di indubbia utilità

P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×